Archivi categoria: contorni

Melanzane Perline alla Menta

Nasce in Libano, si diffonde nei paesi vicini come la Siria e la Giordania e la sua origine si perde nell’antichità. La melanzana perlina è un ortaggio fantastico e non è frutto di manipolazioni genetiche ma di incroci naturali. Possiede un elevato contenuto di fibre, sali minerali e vitamine. Il colore viola intenso della buccia assicura un elevato apporto di flavonoidi antiossidanti i quali potenziano gli effetti antitumorali ampliamenti noti alla medicina. E’ una melanzana che ha un gusto tendente al dolce e una polpa compatta, si presta a moltissime preparazioni, e anche fritta rispetto ad altro tipo di melanzana assorbe meno olio. IO LA ADORO, NELLA SUA Più TOTALE Semplicità, come nella veloce e gustosa ricetta di oggi, perfetta per queste calde giornate estive. Un piatto eccezionale, leggero e gustoso: buonissime Melanzane Perline saltate in padella con tanta, tanta Menta Fresca! Ottime come contorno e fantastiche su una fetta di pane tostato … se le trovate sono esitate nell’acquisto!

20160712_115819

Ingredienti:

Melanzane Perlina
sale
menta fresca
1 spicchio di aglio
olio evo q.b.

Lavate le melanzane e tagliatele a pezzetti. Mettete in una capiente padella con 3 cucchiaio di olio evo, lo spicchio di aglio schiacciato, sale e menta. Fate saltare in padella per una decina di minuti a fuoco vivace, togliete l’aglio e servite con altra menta fresca!

20160712_120322

20160712_121418

 

 

Fagiolini al pomodoro: più gusto

I fagiolini sono dei legumi appartenenti alla famiglia delle Fabaceae. Hanno proprietà nutrizionali differente dai più comuni legumi: l’apporto calorico è inferiore, solo 18kcal per 100gr; pochissime proteine come una bassissima percentuale di grassi; il colesterolo e carboidrati praticamente assente, il resto è acqua. fagiolinoA differenza contengono un’elevatissima quantità di potassio, calcio, fosforo e ferro e ottime qualità di vitamina A, C e K. Inoltre  sono una buona fonte di acido folico e di vitamine del gruppo B.  Svariati sono i motivi per portare in tavola questo buonissimo ortaggio:
– stimolano il transito intestinale
– contrastano ritenzione idrica
– proteggono dai radicali liberi
– rinforzano sistema immunitario
– hanno un basso indice glicemico
– alleviano i sintomi di gastrite e reflusso
– prevengono osteroporosi

Per mia fortuna la ciurma adora i fagiolini: la piccola Greta li mangia così, anche semplicemente lessati e conditi in insalata. Perché non provare a prepararli dando un gusto in più? renderli ancora più saporiti? Ecco allora un ottimo contorno, come sempre facile e veloce da preparare, che renderà i fagiolini molto più gustosi e perfetti per accompagnare qualsiasi secondo piatto: basta aggiungere del buon pomodoro come la Polpa Più Cirio, ricca e corposa, dal profumo intenso del pomodoro fresco, qualche erba aromatica e via il gioco è fatto!

Ingredienti:

600gr di fagiolini
1 lattina di Polpa Più Cirio da 400gr
1 spicchio d’aglio
1 rametto di timo
1 rametto di rosmarino
olio evo q.b.
sale e pepe q.b.

Pulite i fagiolini, lavateli e lessateli in acqua salata. Scolateli al dente e fateli raffreddare. In un largo tegame fate soffriggere con due cucchiai di olio lo spicchio d’aglio schiacciato insieme alle erbe. Aggiungete i fagiolini, la salsa di pomodoro, aggiustate di sale e pepe e fate cuocere per 10/15 minuti.

20160511_120053

Un profumo meraviglioso vi travolgerà. Non vi resta che spegnere e portare in tavola!

20160511_183746

Se volete altre idee per portare in tavola i fagiolini eccole qui: Quiche di Fagiolini, Torta salata di fagiolini, Strudel, Fagiolini e patate.

Carciofi ripieni piccanti

Spesso i mariti sono come i figli: fanno capricci anche a tavola! Così si cerca di accontentarli e spesso ci si ritrova a viziarli e a farli mangiare magari troppo “pesante”. Come ben sapete io porto in tavola per tutti la stessa cosa, gli stessi piatti, modificando solo leggermente alcuni alimenti presenti nella ricetta se troppo forti per le nostre bimbe. Le verdure sono all’ordine del giorno e spesso faccio in modo che siano la portata principale del pasto creando sempre piatti completi, sani e gustosi. Oggi per la Rubrica “L’Angolino del papà” vi propongo una ricetta che tutti conoscete bene e che fa parte della nostra cultura culinaria italiana e che viene proposta nelle varie zone in diversi modi: I CARCIOFI RIPIENI! La mia versione è quella classica di famiglia, con l’aggiunta di una nota piccante, data dal peperoncino, così da renderli più “maci” ! Ne ho preparati con e senza, così da accontentare tutta la ciurma! Buon week end!

Ingredienti per 4 persone:

8 carciofi
250gr di mollica di pane senza glutine
200gr di provolone grattugiato
10 acciughe
15 capperi
5 uova medie
1 peperoncino rosso
1 spicchio di aglio
2 bicchieri di brodo vegetale
prezzemolo q.b.
olio evo q.b.
sale q.b.

Pulite i carciofi, privateli delle foglie più dure, tagliate il gambo, pulitelo e tagliatelo a pezzetti. Immergeteli in acqua fredda e aggiungete il succo di limone (necessario per non fare annerire le foglie e il gambo ricchi di ferro).
In una pentola (adatta anche per il forno) versate il brodo, l’aglio, una manciata di prezzemolo, olio evo, un pizzico di sale e portate a bollore. Nel frattempo preparate il ripieno: in una ciotola mettete la mollica di pane senza glutine, aggiungete il formaggio grattugiato, le acciughe tritate grossolanamente al coltello insieme al peperoncino e ai capperi, il prezzemolo tagliato finemente, uova, un pizzico di sale e un paio di cucchiai di olio evo. Scolate per bene i carciofi, allargate le foglie e imbottite con il ripieno, quindi insieme ai gambi disponeteli nella pentola, dove l’acqua avrà raggiunto il bollore, coprite con un coperchio e lasciate cuocere per 15 minuti. Nel frattempo accendete il forno sull’opzione grill. Trascorso il tempo prendete la pentola e infornate in modo che si formi una deliziosa crosticina in superficie.

20160131_122931

20160131_122923

I miei carciofi ripieni senza glutine e senza lattosio (perché il provolone vi ricordo che non contiene il lattosio) sono pronti: morbidi e con un ripieno gustosissimo e intrigante, perfetti come piatto unico o come contorno ad un buon secondo!

20160131_122914

Se volete poi esagerare, i Carciofi fritti per la vostra dolce metà sono perfetti e irresistibili!

Cardi e Carciofi fritti in pastella senza glutine: il regalo del papà!

Dove ci sono verdure fritte ci sono IO,  se poi sono CARDI E CARCIOFI non ce n’è per nessuno: il vassoio è tutto mio! Il mio papà, fruttivendolo in pensione, sa bene come far felice la sua bimba e così quando viene a trovarmi mi rifornisce di verdure e frutta di prima qualità, come questi fantastici Cardi, che io non ero ancora riuscita a gustare quest’anno, ben disposti in una cesta accanto a dei meravigliosi Carciofi, uno delle verdure che più amo. untitled (45)Dei Carciofi ve ne ho tanto parlato qui, e vi ho proposto tantissime ricette: dai Carciofi alla pizzaiola,  agli involtini, alla carbonara e ancora Zuppa, Pici ,  Pizzastrudel ripieno.  Non dimentichiamoci dello Spinacino ripieno di carciofi e mele e della buonissima vellutata di Zucca con castagne e carciofi croccanti. Insomma, ne trovate tantissime di idee per portare in tavola questo buonissimo ortaggio, basta gironzolare un po’ nel blog.

images (25)Voglio parlarvi invece del Cardo,  un vegetale ricco di notevoli proprietà terapeutiche. E’ composto prevalentemente da acqua e fibre (quindi ha un apporto calorico bassissimo) e  presenta una buona concentrazione di sali minerali quali   potassio, ferro, sodio, calcio e fosforo;  le vitamine presenti sono in particolare quelle appartenenti al gruppo B e la vitamina C.  E’ un ottimo alimento depurativo e protettivo soprattutto nei confronti del fegato e le sue proprietà antiossidanti permettono di tenere sotto controllo e facilitare l’eliminazione di radicali liberi, scorie e tossine. E’ un ortaggio tipico di questo periodo invernale  e solitamente, a causa delle sue coste fibrose e abbastanza dure, va consumato cotto, ad eccezione del cardo gobbo che essendo più tenero può anche essere consumato crudo. Non è facile farlo apprezzare dai più piccoli, in quanto, il suo sapore  è abbastanza amaro e quindi difficilmente piace semplicemente cotto. Come per altre verdure bisogna inventarsi qualcosa; io l’ho porto in tavola solitamente in 3 versioni: 1) al forno con besciamella e prosciutto, una sorta di pasticcio; 2) come vellutata 3) FRITTO… ed è la versione che più piace a tutti, tipico piatto siciliano!  Ed è proprio questa ultima versione che oggi porto sul blog: un buon fritto fatto in casa, che ogni tanto ci si può tranquillamente concedere, lo dice anche il gran Prof. Veronesi. Naturalmente la mia versione è senza glutine. Non mi resta che augurarvi una buona settimana!

Ingredienti per 4 persone:

4 cardi
8 carciofi
1 limone
400gr di farina di riso
birra gelata senza glutine (io Peroni)
1 cucchiaio di lievito madre senza glutine
sale q.b.
olio per friggere q.b.

Per prima cosa pulite i cardi: tagliate l’estremità dei cardi, quella con le foglie, eliminate i bordi spinosi delle coste del cardo e i filamenti. Lavateli, metteteli in una pentola con acqua bollente salata, aggiungete il limone e un cucchiaino di farina (serve a non farli annerire). Fate cuocere per circa un’ora: devo essere teneri. Scolateli, tagliateli e fate raffreddare.Nel frattempo pulite i carciofi e tagliateli a spicchi. Metteteli in una ciotola con acqua e limone.
Prepariamo la pastella: sciogliete il lievito con un pochino di birra e poi unite piano piano la farina e la restante birra, deve formarsi un impasto denso. Salatelo un pochino e lasciatelo lievitare mentre i cardi cuociono. Ora non vi resta che friggere: abbondante olio bollente in una capiente casseruola (oppure usate la friggitrice), immergete cardi e carciofi della pastella e gettateli nell’olio bollente fino a quando non sono croccanti e dorati.

20160130_120449 20160130_120453

Scolateli su un foglio di carta assorbente, salate e gustate ancora caldi!

20160130_120537

20160130_120547

Insalata di Mele: stimoliamo il metabolismo pt.7

Buongiorno “Bellissime Mamme”, oggi per il nostro appuntamento settimanale con la Rubrica dedicata a Voi, continuiamo ad affrontare insieme il percorso intrapreso già da qualche settimana “STIMOLIAMO IL METABOLISMO” con il cibo. Come già anticipato nei precedenti articoli, accelerare il metabolismo è uno dei migliori espedienti per bruciare più calorie e quindi perdere peso più velocemente, e non c’è niente di meglio che farlo con il cibo e con i 15 alimenti che più velocizzano questo procedimento basale. Abbiamo parlato di POMPELMO, Tè VERDE, YOGURT, MANDORLE, CAFFè e TACCHINO; ora ci occupiamo dell’alimento n.7, LA MELA , uno dei frutti più utilizzati nella nostra cucina.

20140919_134007

Già in passato Vi ho parlato tanto di questo meraviglioso frutto, qui trovate tutte la sua storia, le varietà e le sue meravigliose proprietà. Oggi voglio parlarvi invece delle sue qualità come alimento che stimola il metabolismo: le mele sono un alleato delle diete perché essendo ricche di fibre favoriscono il senso di sazietà, facilitano la diuresi e la regolarità intestinale. Inoltre aiutano a mantenere stabili i livelli di zucchero nel sangue, abbassando il colesterolo, combattono l’acidità gastrica e attiva il metabolismo.

20140919_133958

Prodotto importantissimo, oltre al succo di mela puro, ottimo sostituto del latte per la preparazione nei dolci per esempio, è l’aceto di mele:  ha la particolarità di accelerare il metabolismo aiutando un dimagrimento lento ma costante.
Lo sapevate che il mix  aceto di mele e acqua bevuta prima dei pasti è un prezioso stratagemma per sopprimere l’appetito ed avere un po’ meno fame durante i pasti principali? è proprio così! La bevanda dimagrante  è : due cucchiai di aceto di mele in acqua, dolcificata al massimo con sciroppo d’acero, da bere prima del pasto principale, riuscirete a perdere 7-8 chili in un anno senza riprendere neanche un grammo! Mi raccomando però, non abusatene, specialmente per chi soffre di osteoporosi e di ulcera e consultate sempre il vostro medico! Ora non ci resta che  trasferirci in cucina e dedicarci alla preparazione di qualcosa di buono e naturalmente di light! Chi mi segue sa benissimo quanto questo frutto e i suoi derivati siano alimenti sempre presenti sulla nostra tavola, usato sia per ricette dolci che salate. Indimenticabile la mia Torta light con bacche di goji e succo di mela, quella light ai 4 cereali oppure i miei frullati . E che dire delle mie insalate? Quella con spinaci e quella con finocchi e sgombro. Ci avviciniamo al Natale, mancano pochissimi giorni, così ho pensato di preparare una deliziosa insalata da portare in tavola proprio durante queste feste, qualcosa di particolare e gustoso che “alleggerisca” il pasto!
Naturalmente ho voluto utilizzare verdure di stagione ricche di proprietà benefiche e frutta dai profumi e sapori invernali: radicchio variegato, finocchi, noci, clementine, mirtilli rossi essiccati e naturalmente la mela, nella varietà Fuji, una delle mie preferite. Un condimento leggero, una emulsione con aceto di mele, olio evo extravergine e sale al limone. Un contorno che può trasformarsi in un piatto unico se accompagnato da cubetti di formaggio light o fettine di bresaola magra e naturalmente pane integrale o dei deliziosi crostini DOLCE VITA, poverissimi di grassi saturi, sale, zuccheri e carboidrati.

20151221_113341

Questi buonissimi Snack con proteine vegetali, Quinoa, Curcuma, Chitosano e olio extra vergine d’oliva, hanno un bassissimo indice glicemico, sono ricchi di fibre, favoriscono il controllo del colesterolo e l’assorbimento dei grassi.
Naturalmente oggi vi presento la monoporzione, servita in un piatto piano; per più persone o per il pranzo di Natale non Vi resta che prepararla e servirla in una bella ciotola in mezzo alla tavola!

Ingredienti :

1/2 ceppo di radicchio variegato (o quello che preferite)
1/2 finocchio
1 clementino o mandarino
1 cucchiaio di mirtilli rossi essiccati
5 noci
1/2 mela Fuji
2 cucchiai di aceto di mele
1 cucchiaio di olio extra vergine
1 macinata di sale al limone
1 confezione di Snack DOLCE VITA

Lavate  verdura e frutta: tagliate il radicchio, affettate sottilmente il finocchio e metà mela, fate a cubetti l’altra metà e sbucciate il clementino e tagliate a metà ogni spicchio.

20151221_113402

Componete il piatto: un letto di radicchio, fette di finocchio, fette di mela, mirtilli, noci e spicchi di clementino. Irrorate il tutto con l’emulsione di aceto, olio e sale. Servite in tavola con i crostini.

20151221_113312

20151221_113627

La Rubrica “Bellissime Mamme” va in vacanza per Natale, ci rivediamo a Gennaio per proseguire questo nostro percorso di salute e preparare ancora tante ricettine leggere e gustose.

AUGURI A TUTTE VOI Bellissime Donne!

Crocchette di Patate e Parmigiano (senza glutine): un classico che fa impazzire grandi e piccini

Coccole e Vizi sono all’ordine del giorno in queste prime settimane di ritorno alla vita normale: Serena tra scuola e danza e Greta con la prima avventura all’asilo hanno bisogno di più attenzioni e fra queste il portare in tavola i loro piatti preferiti. Le Crocchette di Patate sono un classico che piace proprio a tutti, grandi e piccini, ed è una delle ricette più semplici da preparare, un contorno perfetto per qualsiasi piatto, uno sfizio da leccarsi i baffi. Ieri sera la ciurma le ha trovate in tavola, in una semplice versione gluten free, appena fritte, calde e croccanti, perfette per le mie bimbe al rientro dalla lezione di danza.

Ingredienti per circa 20 crocchette:

5 patate grandi
4 cucchiai di parmigiano reggiano 36 mesi
2 uova
sale e pepe q.b.
pangrattato Coop senza glutine q.b.
olio per friggere

Per prima cosa fate bollite le patate e una volta pronte, fate raffreddare qualche minuto e sbucciatele. Con l’aiuto di uno schiacciapatate riducete le patate in purea che raccoglierete in una ciotola. Unite 1 uovo, il parmigiano, sale e pepe. Lavorate gli ingredienti insieme ottenendo un composto ben amalgamato. In una ciotola sbattete il restante uovo e in un piatto versate il pangrattato. Piano piano prelevate un pochino di composto e date la forma classica di crocchette. Passate ogni crocchetta prima nell’uovo sbattuto e poi nel pangrattato. Disponete tutte le crocchette su un vassoio e, una volta finito, mettete in frigorifero a riposare almeno per 15 minuti.
In un pentolino (o usando la friggitrice) versate l’olio e una volta raggiunta la temperatura giusta, immergete le crocchette e friggetele sino a quando non raggiungono una bella doratura.
Scolatele su carta assorbente

20150923_191942

Salate e portate in tavola

20150923_192340

morbidissime all’interno, molto saporite e super croccanti fuori!

20150923_192413

Zucchine fritte in pastella profumata al timo: con la bella stagione ritorna il fritto in tavola

Con l’arrivo della bella stagione, ritornano sulla tavola i piatti Fritti! Eh si, perché avendo la cucina aperta sul salone, nei mesi freddi non friggo quasi mai, perché l’odore invaderebbe tutta la casa ed è una cosa che non mi piace! Il primo sole e i primi caldi invece, fanno aprire le finestre e mi fanno tornare la voglia di preparare piatti sfiziosi come quello che vi propongo oggi e che la ciurma, Greta in particolare, adora! Per le grandi fritture il balcone della cucina diventa un angolo cottura perfetto e in estate tutti giù in giardino con la friggitrice portatile. Si, lo so, il fritto non è proprio un metodo di cottura sano, ma una volta ogni tanto, se poi fatto in casa con un buon olio e ottimi ingredienti di base, diventa un piatto fantastico che possiamo tranquillamente goderci a pieno!
Oggi porto sulla vostra tavola delle deliziose Zucchine fritte in una leggera pastella senza glutine profumata con del timo fresco. Io trovo che l’abbinamento zucchine-timo sia eccezionale, così ho voluto provarlo anche in questa semplice e gustosa versione e vi assicuro che il profumo è meraviglioso! Un contorno perfetto da portare in tavola, ma anche uno sfizioso antipastino per una cena a buffet con amici!
Non mi resta che salutarvi e lasciarvi questa veloce e semplice ricettina, torno al comando, la settimana è quasi alla fine e per questo week end io e la ciurma attraccheremo in un porto tranquillo e sereno per concederci il meritato relax dopo queste settimane intense.

Ingredienti:

4 zucchine
farina di riso bio q.b.
birra gelata senza glutine q.b.
2 rametti di timo fresco
sale e pepe q.b.
olio per friggere q.b.

Lavate bene le zucchine e tagliatele a fiammifero piuttosto spesso. Lavate il timo e sfogliatelo bene in una ciotola, dove unirete 4 cucchiai di farina di riso, una spolverata di pepe e un pizzico di sale. Mescolate bene il tutto e aggiungete a filo la birra gelata mescolando con una frusta, sino ad ottenere una bella pastella liscia, senza grumi e della giusta consistenza.

20150501_122634

Versate l’olio in una pentola (oppure usate la friggitrice), fate raggiungere la giusta temperatura e poi passate i pezzetti di zucchina della pastella, coprendoli bene in ogni lato e gettateli nell’olio bollente.

20150501_122919

Fate friggere sino a quando non hanno un bel colore dorato, con l’aiuto di una schiumarola scolatele e disponetele su carta assorbente per perdere l’olio in eccesso.

20150501_123232

Servite ancora calde con una spolverata di timo fresco e di sale!

20150501_125517

croccantissime e leggere… una vera favola!

20150501_125743