Archivi categoria: Antipasti

Tartine con Salsa all’Avocado e Salame allo Zenzero senza glutine e senza lattosio

Questa estate ho scoperto un lato di Serena che non conoscevo: la passione sfrenata per gli antipasti! Tramezzini, bruschette, tartine di ogni genere, piattini di affettati e formaggio… la sua estate è all’insegna di una cucina leggera e gustosa, piena di fantasia. Così, quando Clai mi ha omaggiato di una serie di prodotti eccezionali come il Salame allo Zenzero, Serena non ha perso tempo e si è cimentata nella preparazione di tantissimi stuzzichini da leccarsi i baffi. Come vi ho già detto qui, Clai è una Cooperativa Imolese, che aderisceaderisce al progetto FEDAGRI Qui da Noi . Opera sia nell’agroalimentare sia nel settore dei salumi, con una particolare specializzazione nel segmento del salame, che in quello delle carni fresche bovine e suine.
Il Salame Strolghino aromatizzato allo Zenzero è stata una fantastica scoperta: caratterizzato dalla facile pelabilità, dal gusto dolce, rimane tenero e scioglievole al palato. Il nome “strolghino” deriva dal verbo dialettale emiliano “strolgare”, trovare una soluzione, indovinare, perché, per le sue caratteristiche di stagionatura, veniva utilizzato per prevedere l’andamento della stessa per i salami di pezzatura maggiore. Un salame dal gusto unico,dove i sapori del territorio si sposano con le note orientali.
“Mamma, con questo salame ci vuole una salsa particolare… cosa mi consigli?” Ci vuole una salsa fresca, gustosa e che dia leggerezza al salame, dal sapore delicato e che si sposi bene con lo zenzero. In frigorifero un  bel Avocado maturo, perfetto per dare un tocco in più ai piatti, come a questa insalata di quinoa e bulgur o a questo riso venere con i gamberetti.  

Oltretutto l’ Avocado, come vi ho già detto qui, è un importante alleato per mantenersi in salute. E’ vero che contiene molte calorie perché è un frutto a pasta grassa, ma se lo mangi senza abusarne puoi gustarlo anche a dieta, anzi ti darà anche una mano a mangiare di meno perché assicura un elevato indice di sazietà. Oltre che un alleato per dimagrire, l’avocado è anche ricco di grassi monoinsaturi come acido linoleico e Omega 3 che fanno bene al cuore e al colesterolo. Grazie all’alto contenuto di antiossidanti, vitamine, sali minerali e grassi vegetali, l’avocado è particolarmente adatto quando hai bisogno di energie, ad esempio prima di fare sport o dopo l’attività, o quando devi recuperarle. E’ utile per tutti, donne, uomini e bambini, di ogni età e condizione fisica, grazie alla ricchezza di nutrienti di facile assimilazione.

Quindi care amiche mamme che tanto seguite la mia Rubrica “Bellissime Mamme” oggi per voi una salsa Avocado fantastica, semplice e perfetta da portare in tavola anche nei periodi di dieta! Concediamo ogni tanto anche qualche sfizio, come una di queste super tartine!!

Ingredienti:

pane da tramezzino senza glutine Orva
1 avocado maturo
radice di zenzero
100gr di formaggio cremoso senza lattosio
olio evo q.b.
sale e pepe q.b.
Salame allo zenzero Clai

Per prima cosa prepariamo la salsa: sbucciate l’avocado, togliete il nocciolo e tagliatelo a pezzetti. Mettete l’avocado nel bicchiere del frullatore, unite due cucchiai di olio evo, una grattugiata di zenzero fresco e frullate il tutto fino ad ottenere una crema. Unite il formaggio cremoso e una generosa macinata di pepe.
La crema è pronta, non vi resta che tagliare il pane da tramezzino nella forma desiderata, spalmare ogni fetta con la crema e finire il tutto con una fettina di salame allo zenzero! Un aperitivo originale e gustoso… provatelo!!

 

Cestini di sfoglia senza glutine con Insalatina mediterranea e germogli di porro

Per la Rubrica “Bellissime Mamme” oggi voglio proporvi un’ aperitivo molto simpatico ed elegante che stuzzicherà l’appetito di tutti: Cestini di sfoglia senza glutine ripieni di una insalatina mediterranea e germogli di porro.
Questa insalata è molto ricca perché insieme a radicchio e rucola troviamo il mix meditteraneo della Valfrutta: Mais, Piselli, Olive verdi, Olive nere e Peperoni rossi. Un insieme di vegetali genuini e pieni di gusto che arricchiscono di sapore una semplice insalata. Valfrutta aderisce al progetto Fedagri di Qui Da Noi.
E poi il tocco in più: i germogli di porro, con un gusto identico a quelo dell’ortaggio da cui provengono. I germogli sono una vera e propria riscoperta di un prodotto che è sempre esistito nell’antichità fin dal 3000 a.C, quando il grande erbario di medicina cinese Pen Tsao attribuì ai germogli di soia effetti terapeutici contro crampi, disturbi intestinali, edemi e molto altro, fino ad arrivare nel 2001, quando la navetta spaziale Atlantis portò con sé in orbita semi da far germogliare in assenza di gravità. Hanno diverse proprietà: diuretico, lassativo, tonico nervino, antisettico, molto digeribile. Certamente utile in caso di anemie, dispepsie, reumatismi, artrite, gotta, azotemia, obesità, arteriosclerosi. Insomma un’insalata leggera e gustosa, perfetta anche per chi ci tiene a mantenere la linea senza rinunciare al gusto!

Ingredienti per 10 cestini:

1 rotolo di pasta sfoglia senza glutine
1/2 ceppo di radicchio rosso
100gr di rucola
2 barattoli di Mix Mediterraneo Valfrutta
100gr di germogli di porro
olio evo q.b.
sale q.b.
aceto di mele q.b.

Stendete la sfoglia e con l’aiuto di un coppa pasta piccolo (o di un bicchiere) ritagliate 10 cerchi. Adagiate ogni cerchio all’interno di uno stampo per muffin precedentemente unto. Bucate la base della sfoglia, così non si gonfierà, e infornate a 200° per 10 minuti circa. Sfornate e fare raffreddare prima di estrarre dagli stampini.
In una grande ciotola unite il radicchio e la rucola finemente tagliati e il mix mediterraneo. Condite il tutto con olio, sale e una spruzzata di aceto di mele. Riempite ogni cestino con un po’ di insalatina e decorate la superficie con i germogli di porro.

Buon aperitivo!

 

Gazpacho di Peperoni e Pomodori: la sua “salsa”

Che a Serena piacessero i peperoni lo sapevo… ma che addirittura cercasse una ricetta su internet e poi mi chiedesse di aiutarla nella preparazione non me lo sarei mai immaginato. Oggi vi proponiamo la nostra versione del Gazpacho di Peperoni e Pomodori, senza aglio, più leggera e adatta allo “stomaco” dei più piccini! Già in passato vi avevo presentato il mio Gazpacho, che adoro e che nella stagione estiva è uno dei mie pranzi più frequenti.
Pochi e semplici ingredienti per questa nuova versione: cipolla rossa di tropea, prezzemolo, limone, peperoni e pomodori pelati Cirio coltivati e lavorati con passione e “immersi” in una ricca salsa di pomodoro. I pomodori pelati Cirio, che aderisce al progetto Fedagri Qui Da Noi , hanno un sapore pieno e tutta la polposità del pomodoro fresco.
Salsa semplice, fresca, estiva, gustosa, perfetta da sola con fette di pane e crostini, o come accompagnamento per verdure di stagione! Serena la mette ovunque, anche dentro a panini.
Vi portiamo in cucina con noi!

Ingredienti:

2 peperoni rossi
400gr di pomodori pelati
1/2 cipolla rossa di tropea
limone succo
prezzemolo q.b.
sale q.b.
olio evo q.b.

Passate i peperoni sulla fiamma accesa così da bruciare la pelle e renderla più facile da togliere. Una volta spellati, divideteli a metà, tagliateli a spicchi e privateli dei semini e dei filamenti bianchi interni. Tagliateli a pezzetti e versateli nel frullatore con la cipolla a fettine e i pomodori pelati. Frullate il tutto, unite le foglie di prezzemolo, un paio di cucchiai di olio, quindi frullate nuovamente gli ingredienti. Aggiungete 1 cucchiaio di succo di limone e un pizzico di sale e pepe. Mescolate bene e riponete in frigorifero per almeno 30 minuti.
Estraete dal frigorifero il gazpacho e decorate con foglioline di prezzemolo, poi portate in tavola!

Bruschetta con Stracchino senza lattosio, melanzane a filetti sott’olio e cipolla rossa di tropea

Le bruschette sono uno dei nostri piatti preferiti per questa stagione estiva: facili e veloci da preparare, si posso farcire con prodotti freschi di stagione, come le mie melanzane a filetto sott’olio, della cipolla rossa di Tropea, cremoso formaggio stracchino (senza lattosio), pomodorini ciliegino confetto, basilico e un filo di un buon Olio extra vergine di Oliva, come L’olio Feudotto Dop Val di Mazzara.
Un prodotto eccezionale dalla Cooperativa La Goccia d’Oro di Menfi (Ag), spremuto e non filtrato che nasce dalle olive Nocellara, Cerasuola e Biancolilla raccolte con “brucatura a mano” e spremute in giornata nel frantoio di proprietà.
Un olio che nasce nella parte occidentale della mia splendida Sicilia, tra le migliori zone olivicole del mondo.L’area racchiude preziosi rilievi caratteristici del paesaggio siciliano, piani e colline; paesi antichi e atmosfere confermano lo stretto legame tra cultura e territorio presente in queste zone.Ognuno da quelle parti ha il senso della terra, ha imparato ad interpretare gli umori del tempo, sa riconoscere e prevedere le caratteristiche del raccolto dell’annata. La simbiosi tra la comunità e l’agricoltura, che ne scaturisce quasi i tempi, è evidente e trova la massima esaltazione nei periodi del raccolto.

Ad Ottobre è una festa, il territorio si anima, il fermento è visibile nelle campagne come nelle piccole stradine bianche percorse dai mezzi carichi di olive pronte per il frantoio.

L’orgoglio di appartenenza e la nota ospitalità permettono di vivere a chi, per qualche ragione, magari di piacere, si trovi da quelle parti, un’esperienza di ospitalità, calore e gusto indimenticabile.

La cooperativa La Goccia d’Oro aderisce a Confcooperative e al progetto Qui da Noi

Per queste buonissime e fresche bruschette ho usato il mio pane siciliano con il cimino, che l’ultima volta vi avevo presentato in versione “cunzato” tipico della mia bella Sicilia!

 

 

Assembliamo gli ingredienti e gustiamoci questa deliziosa bruschetta fresca e leggera, perfetta per la mia Rubrica “Bellissime Mamme”.

Ingredienti per 2 bruschette:

2 fette di pane siciliano al sesamo
80gr di stracchino senza lattosio
6 pomodorini ciliegino
Cipolla rossa di tropea q.b.
Foglie di basilico q.b.
Melanzane sott’olio q.b.
OLIO EXTRA VERGINE FEUDOTTO q.b.
Sale e pepe q.b.

Lavate e tagliate i pomodorini a cubetti. Mettete in una ciotola, aggiungete sale e pepe, le foglie di basilico spezzettate, la cipolla rossa di tropea tagliata a fettine sottili, le melanzane ben scolate dal loro olio di conserva, un cucchiaio di olio extra vergine e mescolate il tutto. Abbrustolite le fette di pane su una piastra, spalmate ogni fetta con abbondante stracchino, e condite con le verdure. Versate ancora un filo di Olio extra vergine a crudo su ogni bruschetta e portate in tavola!

Melanzane a filetti sott’olio

Le melanzane sono una delle mie verdure preferite e finalmente è arrivata la loro stagione. Nell’archivio del blog trovate tantissime ricette con questo ortaggio, dalla classica parmigiana, agli involtini, alla pasta, alle crocchette, alla pizza e tanto altro ancora. Oggi voglio lasciarvi la mia versione delle Melanzane a filetti sott’olio: un modo fantastico per poter gustare questa straordinaria verdura tutto l’anno!! Ricetta semplice e lunga: ma se volete gustarle al meglio dovete portare pazienza e seguire le istruzioni alla lettera… vi assicuro che ne vale la pena!!

Una volta pronte sono ottime da gustare su bruschette (come piace al marito), sulla pizza fatta in casa, dentro golosi tramezzini, panini e piadine come preferiscono le mie principesse! Gustatele come più vi piace, anche semplicemente così,  con una fetta di pane caldo e qualche acciughetta… io LE ADORO!!!

Ingredienti:

4kg di melanzane
1 spicchio aglio (a noi piacciono poco agliose)
350ml di Olio extra vergine di oliva
450ml di aceto di mele (oppure in mancanza 400ml di aceto di vino bianco)
450ml di acqua
450ml di olio di girasole
basilico essiccato q.b.
sale fino q.b.
peperoncino piccante (io ne uso poco, visto che le mangiano anche le bimbe)

Lavate le melanzane, asciugatele, sbucciatele e tagliatele a fettine sottilissime: lo so è un lavoraccio ma vedrete poi quanto saranno buone! Mettetele in un grosso scolapasta e fate tanti strati alternando ad ogni strato di melanzane uno di sale fino. Coprite il tutto con un piatto e posizionate sopra un peso. Lasciate riposare per 24 ore: le melanzane perderanno tutta la loro acqua, così saranno non solo più digeribili, ma anche belle tenere! Trascorso il tempo risciacquate le melanzane sotto acqua corrente, asciugatele bene e versatele in una grossa pentola dove avrete messo a bollire l’acqua con l’aceto. Fate bollire 10 minuti, scolatele e fate raffreddare. Una volta fredde strizzatele delicatamente fino a fargli perdere tutta l’acqua (attenzione a non romperle). Disponetele su un panno asciutto e fatele riposare: noterete che perderanno altra acqua. Cambiate più volte il panno fino a quando non saranno belle asciutte.
Versate tutte le melanzane a filetto all’interno di una ciotola, aggiungete l’aglio diviso in 4, un po’ di peperoncino, il basilico essiccato (io lo preparo ogni anno, ma potete usare anche quello che trovate già pronto al supermercato), l’olio extravergine di oliva e mescolate bene. Ora non vi resta che invasare: prendete dei barattoli sterilizzati e riempiteli di melanzane premendo bene con un cucchiaio in modo che non si formi aria all’interno. Versate un po’ di olio di girasole e spingete ancora bene verso il fondo prima di chiudere il barattolo. Ora non vi resta che lasciare riposare almeno 1 mese in un luogo fresco e buio controllando la prima settimana che all’interno non si formi aria.
Le vostre melanzane sott’olio sono pronte per riempire la dispensa e dare un tocco in più ai vostri piatti!

Spiedini di Casciotta Fritti senza glutine

Impara a cucinare, prova nuove ricette, impara dai tuoi errori, non avere paura, ma soprattutto divertiti.
(Julia Child)
Semplice, veloce, sfiziosa e DIVERTENTE: ecco come definirei la mia cucina in questo periodo. Poco tempo ma ben dedicato, per preparare piattini da leccarsi i baffi, che fanno impazzire grandi e piccini, come questi BUONISSIMI SPIEDINI DI CASCIOTTA FRITTI, rigorosamente senza glutine, croccanti fuori e filanti all’interno… assolutamente da provare.
La Casciotta d’Urbino già la conoscete, ve ne ho parlato qui: un formaggio unico, facilmente digeribile, prezioso di vitamine e di sostanze antiossidanti che aiutano a combattere l’invecchiamento delle cellule e presenta un basso tasso di colesterolo. La “Casciotta d’Urbino che utilizzato per questa ricetta è stata prodotta dalla Cooperativa Agricola TreValli Cooperlat che aderisce al progetto “Qui da Noi” di Confcooperative.
Che dite, ci mettiamo all’opera?

Ingredienti:
300gr di Casciotta d’Urbino
Farina di riso q.b.
2 uova
Pangrattato senza glutine q.b.
Olio per friggere q.b.
Bastoncini per spiedini

In una ciotola rompete le uova e sbattetele. Preparate altre due ciotole: una con farina e l’altra con pangrattato. Mettete nel frattempo l’olio sul fuoco.
Tagliate la casciotta in cubotti e procedete con la doppia impanatura: prima nell’uova, poi nella farina, ancora nell’uova e per ultimo nel pangrattato. Friggete il cubotto impanato nell’olio bollente, scolate su carta assorbente e poi infilzate delicatamente negli spiedini accompagnando da una verdura a piacere. Salate e portate in tavola ancora caldi, così da gustarli al meglio!

 

Girelle di pasta sfoglia senza glutine con crema di zucca, speck e fontina

Buon Venerdì a tutti! Oggi per la Rubrica “L’Angolino del Papà” prepariamo qualcosa di sfizioso: delle Girelle di Pasta Sfoglia, senza glutine, farcite con una semplice crema di zucca, del buonissimo speck e tanta fontina. Un piatto semplice e gustosissimo, che ho portato in tavola in occasione di una cena di famiglia come antipasto e che tutti hanno apprezzato tantissimo, in particolare il mio papà, che non ama particolarmente la pasta sfoglia! Una grande soddisfazione! Bene, tutti in cucina!

Ingredienti:

1 rotolo di pasta sfoglia senza glutine (io lo avevo rotondo ma va benissimo anche quello rettangolare)
200gr di zucca
100gr di speck
200gr di fontina
timo fresco q.b.
olio evo q.b.
sale e pepe q.b.

20161008_110426Prendete la fette di zucca pulita dalla buccia, tagliatela a cubetti, salate, pepate e aggiungete un pochino di timo e un goccio di olio. Racchiudete nella stagnola e infornate fino a quando non è ben cotta e tenera. Una volta pronta togliete il timo e schiacciatela con una forchetta, lavorandola fino ad ottenere una bella crema. Srotolate la pasta sfoglia, ricopritela con la crema di zucca, le fette di speck, le fettine di fontina e poi delicatamente, aiutandovi con la carta da forno della pasta sfoglia rigirate su stessa. Mettete in frigorifero per 10 minuti. Estraete e tagliata e a fette che posizionerete su una teglia ricoperta da carta forno. Infornate a 200° per 15 minuti, fino a quando non sono ben dorate.
Non vi resta che servire accompagnando il tutto con un buon bicchiere di vino rosso!

20161008_122108

20161008_122122

Un Favoloso week end a tutti!