Archivi tag: biscotti con farina di sorgo

Pepite al cioccolato: la medicina contro l’influenza

Certo che questo tempo è veramente strano: la mattina presto il freddo è tagliente e l’umidità ti entra nelle ossa. Poi appare il Sole debole e nello scorrere delle ore inizia a riscaldare fino a salire in alto nel cielo e illuminare ogni cosa fino quasi ad accecare. Non ricordo un ottobre cosi, se non fosse per i colori della natura, dal verde all’arancione, passando per il giallo fino al rosso, penserei di trovarmi in primavera. Un tempo fantastico, giornate bellissime, senza troppo caldo né freddo, il riscaldamento ancora spento (che bellooooo!) , e i primi virus parainfluenzali svolazzano allegramente nell’aria, colpendo tantissime persone!  Vuoi che la ciurma esca indenne da questa ondata? Ma scherzi? Ad essere colpita è la più piccolina, la mia principessina Greta: febbre alta, tosse forte, naso che cola! Insieme a sciroppi, tachipirina e lavaggi nasali, ci sono montagne di coccole e tante cose buone per tirarla su, come il CIOCCOLATO, medicina naturale contro ogni male! E’ proprio il cioccolato l’ingrediente principale di questi deliziosi BISCOTTI, senza glutine, con farina di sorgo e zucchero integrale di cocco. Golosissimi ed ottimo premio dopo aver buttato giù un cucchiaio di cattivo sciroppo: biscotti trasformati in “pepite” per i bimbi coraggiosi!

Vi lascio la ricetta e torno a coccolare la mia piccola Principessa!

Ingredienti:

200gr di farina di sorgo senza glutine
100gr di farina di riso senza glutine
120gr di burro senza lattosio ammorbidito
120gr di zucchero integrale di cocco
1 uovo
80gr di cioccolato extra fondente senza glutine grattugiato
1 cucchiaino di lievito
zuccherini per decorare q.b.

Unite tutti gli ingredienti all’interno di un mixer e amalgamare il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo. Dare la forma di una palla, ricoprire con la pellicola e tenere in frigorifero per almeno 1 ora.
Trascorso il tempo, riprendete la palla, staccate un pochino di impasto per volta e formate delle palline che schiaccerete leggermente. Decorate a piacere e disponete su una placca da forno rivestita di carta forno.
Infornate a 180° per 15/20 minuti circa.

Biscotti di sorgo integrale e cioccolato: C’Era una volta… La Papera Betta

C’era una volta la papera Betta, che viveva in una piccola casetta sul laghetto Smeraldino pieno di Ninfee insieme ai suoi due fratellini, tre sorelline, la mamma, il papà e i nonni paperi. Il giorno del suo compleanno decise di andarsene in giro per il mondo: prati, laghetti, fiumi e mari per conoscere nuovi amici. Davanti ad un’enorme torta piena di panna e cioccolata che le aveva preparato la nonna disse “Grazie per la buonissima torta e per tutti i regalini, ma io ho deciso di andare via dal laghetto Smeraldino per un pò di tempo perchè voglio vedere cose nuove”. La mamma paperina scoppiò a piangere e non voleva far partire Betta. Il papà invece abbracciò la figlia e disse: “Ti lascerò andare perchè devi fare le tue esperienze ma non sarà facile”. Così Betta, dopo aver baciato tutti, se ne andò. Durante il suo viaggio incontrò molti amici come il rospo Bibò, l’anatroccolo Arturo, l’oca Pamela ed anche animali poco socievoli, ma non di certo cattivi. Un giorno, mentre si trovava nel mare, fu attratta da una macchia marrone; non appena si fu avvicinata si sentì le ali incollate e non riusciva più a muoversi… quando non aveva più forze arrivò il Gabbiano Lorena e presa Betta con il becco la posò in terra e le disse: “Stai attenta perchè ci sono molti pericoli come questi”. Allora Betta pensò che doveva evitare tutte le macchie marroni. Mentre pensava, le venne fame: camminava in mezzo ad un prato pieno di violette, ranuncoli e panzè, quando vide un piccolo tronco marrone e bianco con l’estremità bruciacchiata, pensò che doveva provare un cibo nuovo. Lo beccò e capì immediatamente che era disgustoso, dopo un pò la sfortunata Betta cominciò a stare male… per fortuna arrivò Bibò, che la portò dal medico Agata che le diede come medicina petali di margherita e foglie di tulipani rossi. Quando si sentì meglio, Betta decise di tornare a casa perchè capì che c’erano molti pericoli contro cui non poteva difendersi; invece lì nel laghetto Smeraldino non c’erano macchie marroni collose o tronchetti velenosi. Così tornò nella sua casetta dove venne accolta da tutta la famiglia con molta gioia e baci.
Greta adora questa favola, che la mamma le racconta spesso la sera prima di addormentarsi e mi dice sempre “vedi Sere, non dobbiamo allontanarci da casa mai!” Mi fa troppo ridere, così piccolina ma anche tanto saggia! Che dite andiamo in cucina dalla nostra Mamma-Capitano? Lei e Greta ci stanno aspettando per preparare dei buonissimi biscottini! Alla prossima favola, un abbraccio Serena!
Come vi diceva Serena, la Papera Betta, è uno dei personaggi che più piacciono a Greta. Così abbiamo deciso di preparare “Betta” in versione biscotto, con una farina speciale come quella di sorgo integrale e con tanto cioccolato, in una versione senza glutine e senza lattosio! Inutile dirvi quanto la piccola si è divertita a preparare questi semplici ma buonissimi biscotti, che ci siamo anche azzardate a decorare per renderli più carini. Un sapore speciale, molto rustico, che inzuppati nel latte e cioccolato hanno reso la colazione di questi giorni veramente unica! Un saluto speciale a tutti voi dalla cambusa… QUA QUA!

Ingredienti:

200gr di farina integrale di sorgo
1\2 cucchiaino di lievito biologico
60gr di cioccolato fondente senza glutine e senza lattosio
80gr di burro senza lattosio
80gr di zucchero di cocco
1 uovo

Per prima cosa tritate il cioccolato.
In una ciotola unite il burro ammorbidito con lo zucchero e le uova.
Mescolate tutto insieme fino ad ottenere una bella cremina.
Aggiungete la farina, il lievito e il cioccolato tritato.
Impastate tutto insieme, formate una palla, ricoprite con la pellicola e mettete in frigorifero a riposare per 30 minuti.
Riprendete l’impasto, stendetelo e con la formina a papera create tanti biscotti che disporrete su una teglia ricoperta da carta forno.
Con gli zuccherini fate gli occhietti delle papere e infornate a 140° C ventilato per 10 minuti, poi alzate la temperatura a 175° C per ultimi 5 minuti di cottura.
Lasciate raffreddare e poi se vi va decorate i biscottini preparando della glassa bianca e gialla.