Archivi tag: zucca

Pasta al Teff con zucca, funghi e pinoli

Torna l’appuntamento del Venerdì con la Rubrica “L’Angolino del Papà”. Oggi un primo piatto eccezionale, con una pasta speciale, quella al Teff, senza glutine, condita con un sughetto di zucca, funghi, pinoli e una buona dose di peperoncino.
Il Teff fornisce soprattutto carboidrati complessi, è ricco di fibre calcio, potassio e ferro. La straordinaria proprietà risiede nel notevole contenuto di proteine e di ben otto di aminoacidi essenziali. Inoltre, visto che durante la macinazione è impossibile separare le varie parti della molitura, la farina che si ottiene, di colore giallo opaco, contiene tutto il seme in toto e dunque è per forza integrale. E’ un cereale facilmente digeribile e naturalmente privo di glutine e dunque è ottimo anche per tutti coloro che soffrono di celiachia.
Un primo piatto saporitissimo e profumato… mettiamoci ai fornelli!

Ingredienti:

320gr di pasta di Teff
200gr di zucca senza buccia
200gr di funghi misti
2 cucchiai di pinoli
rosmarino
oli evo q.b.
sale q.b.
peperoncino q.b.

Per prima cosa tagliate la zucca a pezzetti e fatela rosolare in una padella con un due cucchiai di olio, un rametto di rosmarino e aggiungete del brodo fino a quando inizia ad ammorbidirsi. A questo punto unite i funghi e fate cuocere il sughetto portando a cottura. Aggiungete sale e peperoncino e fate saltare il tutto, spegnete il fuoco e unite i pinoli precedentemente tostati.
Lessate la pasta, scolatela al dente e fatela saltare nella padella del sughetto di zucca e funghi.

20151126_120440

Ora non vi resta che portare in tavola e a piacere condire con una spolverata di pecorino!

20151126_120627

Girelle di pasta sfoglia senza glutine con crema di zucca, speck e fontina

Buon Venerdì a tutti! Oggi per la Rubrica “L’Angolino del Papà” prepariamo qualcosa di sfizioso: delle Girelle di Pasta Sfoglia, senza glutine, farcite con una semplice crema di zucca, del buonissimo speck e tanta fontina. Un piatto semplice e gustosissimo, che ho portato in tavola in occasione di una cena di famiglia come antipasto e che tutti hanno apprezzato tantissimo, in particolare il mio papà, che non ama particolarmente la pasta sfoglia! Una grande soddisfazione! Bene, tutti in cucina!

Ingredienti:

1 rotolo di pasta sfoglia senza glutine (io lo avevo rotondo ma va benissimo anche quello rettangolare)
200gr di zucca
100gr di speck
200gr di fontina
timo fresco q.b.
olio evo q.b.
sale e pepe q.b.

20161008_110426Prendete la fette di zucca pulita dalla buccia, tagliatela a cubetti, salate, pepate e aggiungete un pochino di timo e un goccio di olio. Racchiudete nella stagnola e infornate fino a quando non è ben cotta e tenera. Una volta pronta togliete il timo e schiacciatela con una forchetta, lavorandola fino ad ottenere una bella crema. Srotolate la pasta sfoglia, ricopritela con la crema di zucca, le fette di speck, le fettine di fontina e poi delicatamente, aiutandovi con la carta da forno della pasta sfoglia rigirate su stessa. Mettete in frigorifero per 10 minuti. Estraete e tagliata e a fette che posizionerete su una teglia ricoperta da carta forno. Infornate a 200° per 15 minuti, fino a quando non sono ben dorate.
Non vi resta che servire accompagnando il tutto con un buon bicchiere di vino rosso!

20161008_122108

20161008_122122

Un Favoloso week end a tutti!

Zuppa di Sorgo con broccolo romano, zucca e castagne: scoprire insieme nuovi cereali

A che ora torni stasera? Perché volevo preparare una calda zuppa di Sorgo” domanda carina e gentile della sottoscritta “Che roba prepari? Cos’è sto .. Sorgo?” risposta scorbutica del marito! Sempre diffidenti questi uomini, il mio poi è il primo ad arricciare il naso quando in tavola compare qualcosa di “nuovo”, mai assaggiato prima! Devo dire però che non si tira mai indietro e l’assaggio non manca mai! Presentiamo quindi questo new entry nella nostra dispensa: IL SORGO, cereale antico dalle origini millenarie.  Il sorgo è uno dei primi cereali a essere stato coltivato dall’uomo, vista la sua capacità di resistere alla siccità e agli agenti atmosferici. Si pensa che la pianta cominciò a essere coltivata in Africa Nordorientale (tra l’odierna Etiopia e il Sahel semi-desertico) addirittura intorno all’8000 a.C. Successivamente il sorgo si è diffuso e adattato a numerosi ambienti: dall’India alla Cina, fino ad arrivare in Europa, nelle Americhe e in Australia. Attualmente il maggiore produttore mondiale di sorgo sono gli Stati Uniti. In Italia viene coltivato in Emilia Romagna, Toscana, Marche e Umbria. E’ ricco di fibre, è un cereale privo di glutine e altamente digeribile. Contiene importanti sali minerali come ferro, calcio, potassioVitamina come la B3 e la vitamina E che rendono quest’alimento ricco di proprietà nutritive. Contiene inoltre antiossidanti naturali e fitocomposti quali acidi fenolici, fitosteroli e flavonoidi. Cento grammi di sorgo bianco forniscono circa 380 calorie.
Era da un po’ di tempo che volevo provarlo e durante la mia visita alla Fiera di Rimini Gluten Free 2015 ho avuto l’occasione di conoscerlo e portarlo a casa sia in formato di chicchi bianchi decorticati senza tannini ( vi ricordo che i tannini sono sostanze antinutrizionali che ostacolano la digeribilità e l’assimilazione delle proteine; per questo motivo nonostante siano utili a proteggere il chicco dagli agenti atmosferici e da muffe, si preferisce decorticare la granella e renderla priva di questa sostanza) che in farina.

20151214_175055

Proprio con questa granella particolare ho deciso di preparare una deliziosa zuppa, con verdura di stagione come broccolo romano, zucca e castagne. E’ un cereale che necessita di ammollo, almeno 1 – 2 ore prima di iniziare a cuocerlo. Dopodiché ha bisogno di una cottura lenta, circa 40 minuti. Lo so, è una procedura un po’ lunga, ma vi assicuro che otterrete una zuppa magnifica e assaggerete un cereale stupendo e molto buono, con un sapore delicato ma gustoso. Lo trovo perfetto come sostituto del riso, conferisce alla zuppa un non so che di rustico e vi assicuro che non avrete problemi a portarlo in tavola: marito  e bimbe completamente conquistate, addirittura Serena e Greta hanno esordito con  la frase “meglio del riso “, lasciandomi a bocca aperte visto il loro amore folle per questo cereale!

Ingredienti per 4 persone:

200gr di sorgo
750ml di brodo vegetale
1/2 cipolla dorata
1 broccolo romano
150gr di zucca
25 castagne lessate
olio evo q.b.
rosmarino q.b.
salvia q.b.
sale e pepe q.b.

Lasciate il sorgo in ammollo per almeno un’ora, poi risciacquate bene e tenete da parte. In una casseruola con due cucchiai  di olio fate rosolare la cipolla tritata finemente, aggiungete la zucca pulita e tagliata a cubetti, il sorgo, le erbe aromatiche tritate e fate insaporire il tutto. Unite ora il brodo ben caldo, aggiustate di sale e pepe e fate cuocere per una ventina di minuti mescolando bene. Aggiungete a questo punto il broccolo romano pulito e diviso per fiori, allungate con brodo o acqua se necessita e lasciate sul fuoco per una decina di minuti aggiungendo per ultimo le castagne. Fate insaporire bene il tutto, regolate di sale e pepe se necessita e lasciate sul fuoco ancora dieci minuti per un totale di cottura della zuppa di circa 40 minuti. La zucca sarà morbida ma non si sfalderà così come il broccolo che rimarrà leggermente croccante. Le castagne, essendo già cotte, insaporiranno la zuppa sbriciolandosi leggermente.

20151209_185535

Servite la zuppa ben calda con una macinata di pepe fresco e a piacere una spolverata di parmigiano reggiano, che vi ricordo stagionato 36 mesi non contiene lattosio.

20151209_185518

20151209_185531

Manteniamoci leggeri prima delle abbuffate di Natale!

Hamburger di Zucca: ce l’ho fatta!

Adoro gli hamburger vegetariani, preparati con svariate verdure, ma purtroppo non sempre piacciono alla ciurma, in particolare quelli con i legumi. Così mi ritrovo spesso a prepararli solo per me… ma che noia cenare con un piatto diverso dal loro! L’unica versione che riesco a portare in tavola è quella mista, con tante verdure insieme, che trovate qui, specialmente se accompagno il tutto con diverse salsine. Chi mi conosce sa che non sono un tipo che si arrende facilmente e, visto che la zucca è una delle verdure preferite dalla ciurma,  ho pensato di proporre una versione utilizzando proprio questo ortaggio autunnale. Pochi ingredienti: zucca, patate e uova; qualche profumo: origano e noce moscata; una cottura light al forno per un risultato sorprendente: ECCO I MIEI HAMBURGER DI ZUCCA!

20151006_195029

Belli e buoni, la ciurma li ha divorati con una naturalezza inaspettata, boccone dopo boccone, lasciando i piatti completamente vuoti! E’ proprio vero, alla fine le cose più semplici sono sempre le più apprezzate: ce l’ho fatta!

Ingredienti:

250gr di polpa di zucca cotta
200gr di patate
1 rametto di rosmarino
noce moscata q.b.
1 uovo
2 cucchiai di parmigiano reggiano 36mesi (senza lattosio) grattugiato
sale e pepe q.b.
olio evo q.b.

Per prima cosa fate lessare le patate, tirate via la buccia e schiacciatele con lo schiacciapatate. Raccogliete la purea in una ciotola e unite la polpa della zucca lessata.

20151006_182656

Tritate il rosmarino e unitelo alle verdure, aggiungete una macinata di noce moscata, il parmigiano e l’uovo. Mescolate il tutto ottenendo un impasto morbido e compatto, aggiustate di sale e pepe e mettete in frigorifero per una decina di minuti.
Riprendete l’impasto e con l’aiuto di un coppa pasta formate tanti hamburger che disporrete su una teglia rivestita di carta forno e leggermente unta.

20151006_183243

Riponete nuovamente la teglia in frigorifero mentre il forno raggiunge la temperatura di 200°. Infornate ungendo con un pennellino la superficie di ogni hamburger e spolverandoli di parmigiano, fino a quando non saranno dorati in superficie (circa 15 minuti).

20151006_183953

Eccoli qui, pronti per essere gustati!

20151006_195023

20151006_195104

Focaccia di farro farcita con zucca robiola e rosmarino: evvai che si sgarra!

Quando ho trovato questa ricetta mi sono subito detta: “Cara Manu, tienila da parte per il giorno che potrai sgarrare (dal glutine)”. E quel giorno è arrivato! Settimana scorsa, dopo la depurazione post-feste di natale, senza toccare alimenti con glutine e lattosio, mi sono messa subito all’opera e ho deciso di prepararla, ancora più invogliata dalla curiosità di assaggiare la zucca che mi aveva portato papà :”questa è una delle ultime zucche ma è dolcissima, vedrai”!
E aveva proprio ragione, una delle zucche più buone che ho mangiato in questo periodo! Come vi dicevo prima, questa ricetta non è tutta farina del mio sacco, ma ho preso spunto da quella di Marco Bianchi, cambiando le farine, usando la robiola invece della mozzarella e aggiungendo il mio amato rosmarino che trovo si sposi benissimo con la zucca.
Una Focaccia meravigliosa, rustica e gustosa, fantastica nell’abbinamento dei sapori: io me ne sono pazzamente innamorata e posso dire di averla quasi mangiata tutta io, tranne una fettona che ho voluto condividere con la mia amica Gloria e il suo nonno, amanti come me della zucca. Che dirvi, il loro parere positivo mi ha fatto ancora più felice e ho deciso di condividere con voi la ricetta, che trovo perfetta per un buffet in compagnia o per una veloce pranzo al sacco!

Ingredienti:

300gr di farina di farro integrale Mulino Marino
200gr di farina per pizza e focaccia Mulino Marino
2 cucchiai di olio evo
12gr di sale
1/2 cucchiaino di zucchero
1 bustina di lievito di birra secco Pane Angeli
290ml di acqua tiepida
2 confezioni di Robiola
parmigiano grattugiato
400gr di zucca
1 rametto di rosmarino
sale grosso q.b.
olio evo q.b.

Pulite bene la zucca, avvolgetela nella carta stagnola e mettete in forno a 200° per 20 minuti, controllate che sia abbastanza morbida.
Nel frattempo preparate l’impasto: unite in una ciotola le due farine, aggiungete l’olio e l’acqua dove avrete sciolto il lievito e lo zucchero. Iniziate ad impastare e per ultimo aggiungete il sale, lavorate il tutto sino ad ottenere un impasto liscio e compatto. Formate una palla, coprite con un telo e lasciate lievitare il tutto per 2 ore in un luogo caldo.
Pulite la polpa della zucca.
Riprendete l’impasto e dividetelo in due parti. Stendete la prima in una teglia rotonda, farcite con la zucca, la robiola, spolverizzate con parmigiano e rosmarino tritato, un pizzico di sale  e ricoprite con l’altra parte di impasto steso.

20150127_113649

Sigillate bene i bordi, coprite con il telo e fate lievitare ancora per un paio di ore.

20150127_113930

Inumidite la superficie con un mix di acqua e olio, spolverizzate con rosmarino e sale grosso e infornate a 220° per 20/25 minuti, la superficie deve ben dorare.

20150127_143936

20150127_155813

Sfornate, fate raffreddare e servite questa buonissima e particolare focaccia rustica!

20150127_155912

Questo ripieno particolare, leggermente dolce, profumato di rosmarino, questa pasta rustica … insomma una vera bontà che ci ha conquistato… vero amica Glo?

20150127_160036

20150127_160051

Treccine salate alla zucca: opss niente pane!

Di solito nel week end mi dedico più facilmente alla panificazione, creando sempre qualcosa di diverso e sfizioso da portare in tavola alla ciurma. Ne preparo in quantità maggiori, così da averlo a disposizione per tutta la settimana: basta congelarlo,tirarlo fuori qualche ora prima in modo che si scongeli a temperatura ambiente e prima farlo passare in forno un paio di minuti così che ritrovi la sua croccantezza. Lo scorso week end però siamo stati a casa dei miei a Milano, quindi ho abbandonato per un paio di giorni la veste da Cuoca e … non ho preparato il pane, con la convinzione che ce ne fosse ancora nel congelatore. L’altro pomeriggio mentre preparavo un pò di pesce per la cena, aprendo il congelatore mi sono accorta che lo scomparto del pane era vuoto! Niente panico, avevo ancora il tempo per improvvisare qualcosa. Il lievito salato istantaneo è sempre utile per queste preparazioni veloci e dell’ultimo minuto, la farina non manca mai, quindi non mi restava che impastare. Avevo della polpa di zucca cotta già pronta in frigorifero, così ho pensato di aggiungerla all’impasto per dare un tocco particolare e con l’aiuto di Sere abbiamo creato queste bellissime treccine salate. Vi assicuro che sono deliziose, croccantissime fuori e morbide dentro, con la classica mollica da inzuppare. Quelle avanzate conservatele nei classici sacchettini di carta e il giorno dopo basta una scaldata in forno e sono ottimi per la merenda dei bambini con del buon prosciutto, parola di ciurma!

Ingredienti:

250gr di zucca cotta
350gr di farina pan di sempre Mulino Marino
1 cucchiaino di lievito istantaneo per torte salate
120ml di latte di riso
60gr di parmigiano grattugiato
sale q.b.
olio evo
semi di sesamo e di papavero

Schiacciare la zucca già cotta con la forchetta e unirla alla farina, al lievito, al latte e al formaggio grattugiato. Aggiungete un pizzico di sale e un cucchiaino di olio evo e impastare bene il tutto. Prendete un pochino di impasto, dividetelo in tre parti, fate delle strisce e poi incrociatele tra loro a treccia. Procedete così fino alla fine di tutto l’impasto.

20141124_184247

Spennellate la superficie con un mix di olio e acqua, spolverate con i semi a piacere e lasciate riposare 10 minuti.

20141124_184616

Infornate a 220° per 20 minuti.

20141124_192245

Le treccine sono pronte!

20141124_192323

CON QUESTA RICETTA PARTECIPO ALLA RACCOLTA PANISSIMO DI DICEMBRE

VZBo8LV

Tagliatelle alla zucca con salsiccia e zucchine: io tiro la pasta, tu la taglia e lei … mangia!

Preparare la pasta fresca oramai è diventata cosa abitudinaria: una volta alla settimana mi cimento in preparazioni diverse, specialmente da quando alla suocera hanno diagnosticato il diabete. Eh si, perché la mia cara Teresina ora deve seguire una dieta ferrea e la cosa migliore per non farla cadere in tentazioni e non farle più preparare certi piatti, come la sua amata pasta fatta in casa che almeno 4 volte alla settimana portava in tavola e che spesso finiva sempre nella nostra cucina! L’altro pomeriggio Serena non aveva da studiare (evvivaaaaaaa) così abbiamo pensato di preparare delle tagliatelle e la zucca che mi aveva dato mio papà faceva proprio al caso nostro: nell’impasto ci sarebbe stata benissimo! Io mi dedico alla pasta e Sere si prepara per tagliare le tagliatelle e, ormai bravissima, monta la macchinetta della pasta. “Greta tu cosa vuoi fare?” gli chiede Sere. “Io mangio” risponde la mia piccola monella! Si si, lei mangia, tutta figlia di suo padre!
Intanto il sugo gustosissimo di salsiccia e zucchine è sul fuoco, le tagliatelle sono pronte e Mauro arriva giusto in tempo per aiutarci a preparare la tavola! Il piatto vuoto di Greta e le sue parole “Buoneee! Bava mamma, bava Sere” vi dice tutto!

Ingredienti per 4 persone:

200gr di zucca cotta
300gr di farina Pasta Fresca Mulino Marino
1 uovo
pizzico di sale
1 scalogno
3 zucchine
300gr di salsiccia magra
1 bicchiere di vino bianco
olio evo
sale e pepe q.b.

Setacciate la zucca precedentemente cotta e incorporatela alla farina, all’uovo, e mettete un pizzico di sale. Lavorate tutto fino ad ottenere una pasta liscia e morbida che lascerete riposare avvolta nella pellicola per 30 minuti.

20141110_180758

Stendete la pasta in una sfoglia non troppo sottile e tagliatela a strisce modo tagliatelle, oppure fatevi aiutare dalla macchina per la pasta come abbiamo fatto noi. Posate le tagliatelle su un vassoio infarinato e lasciate seccare un pochino (trucco della suocera).

20141110_191513

In una larga padella con un cucchiaio di olio fate rosolare lo scalogno tritato, unite la salsiccia e le zucchine lavate e tagliate a cubettini. Fate insaporire bene il tutto, sfumate con un bicchiere di vino bianco e lasciate cuocere fino a quando la salsiccia non è cotta (circa 20 minuti). Lessate le tagliatelle in acqua in ebollizione salata, scolatele al dente e fatele saltare nella padella del sugo in modo che si insaporiscano bene.

20141110_194644

Servite calde e a piacere spolverizzate con le formaggio grattugiato.

20141110_194746

Sono venute bene vero? ed erano buonissime!