Archivi tag: torta per intolleranti

Torta con farina di castagne, pere cotogne e rum senza glutine e senza lattosio

Per questo Venerdì in compagnia della Rubrica “L’Angolino del Papà” portiamo in tavola un dolce sorprendente, soffice, rustico, veramente buonissimo! La mia amica Lia mi ha omaggiato di meravigliose Pere Cotogne, un frutto eccezionale, che ho utilizzato per preparare questa profumatissima Torta senza glutine e senza lattosio con farina di castagne e un buon bicchierino di Rum! Ci spostiamo in cambusa, recuperiamo tutti gli ingredienti e poi via in cucina!

Ingredienti:

3 Pere cotogne
1 cucchiaino di cannella
1 cucchiaio di burro senza lattosio
1 cucchiaio di zucchero
100gr di zucchero di canna
400gr di farina di castagne
400ml di latte di riso
3 uova
120gr di burro senza lattosio
1 bicchierino di Rum
1 bustina di lievito per dolci senza glutine

20161106_094025

Pulite le pere cotogne, tagliatele a pezzetti e mettetele in un pentolino con un cucchiaio di burro, la cannella, e un po’ di zucchero. Fatele ammorbidire e insaporire ed eventualmente aggiungete un pochino di acqua. Fate raffreddare. In una ciotola lavorate a crema le uova con lo zucchero, unite il latte tiepido, il burro ammorbidito e il rum: mescolate bene il tutto. Aggiungete la farina e le pere cotogne, lavorate bene il composto e versate il tutto in uno stampo ricoperto da carta forno.
Infornate a 170° per circa 50/60 minuti facendo la prova stecchino.

20161106_165908
La vostra torta è pronta: una vera delizia!

20161106_165312

20161106_165732

 

 

Torta fredda allo Yogurt al limone senza glutine senza lattosio: niente braccioli .. un altro pesciolino in casa.

“Ma che caldo, ma che caldo fa, ma che caldo in questa città!!!” Così canta il mio amico Jova e noi in coro insieme a lui! Una vera fortuna avere un pezzo di giardino dove riuscire ogni estate a mettere una piscina: qui riusciamo a trovare un po’ di refrigerio anche se l’acqua nel pomeriggio diventa .. brodo! Ma per le bimbe è un toccasana e le giornate scorrono divertendosi nell’acqua. Quest’anno la piccola Greta tocca  e, guardando Serena, ha deciso di togliere i braccioli! 20160706_151652Tra una bevuta e un altra dopo un intero pomeriggio finalmente la mia piccolina è riuscita nel suo intento: “Mamma guarda, nuoto!!”ed ora chi la ferma più?! Dovevamo assolutamente festeggiare, così abbiamo preparato una deliziosa Torta, naturalmente Fredda, una sorta di Cheesecake con una base di biscotti senza glutine e senza lattosio e con Yogurt, senza lattosio, al Limone: semplice, fresca e leggera… una vera delizia! Vi lascio la ricetta e scappo dalla mia ciurma: oggi un bagnetto me lo concedo anch’io!

Ingredienti:

300gr di Biscotti integrali senza glutine (io Multicereale Nutrifree)
150gr di Burro senza lattosio

per la crema allo yogurt:

300ml di panna fresca senza lattosio
700gr di Yogurt di soia al Limone
12 gr di Gelatina in fogli
1/2 bicchiere di succo di limone

1 limone per decorare
foglie di menta

Riducete i biscotti in polvere con l’aiuto di un robot da cucina, versate il tutto in una ciotola e unite il burro fuso. Lavorate bene per amalgamare gli ingredienti. Imburrate uno stampo da 24cm, rivestite il fondo con un cerchio dello stesso diametro di carta forno e versate il composto di biscotti livellandolo per bene. Ponete in frigorifero per almeno 30 minuti. Preparate la crema: fate ammorbidire la gelatina in una ciotola con acqua fredda per 10 minuti circa, strizzatela e aggiungetela al succo di limone leggermente intiepidito, mescolando bene per farla sciogliere. Montate a neve ferma la panna fresca, versate in una capiente ciotola e unite delicatamente lo yogurt mescolando dal basso verso l’alto con una spatola per non far smontare la panna. Aggiungete per ultimo succo di limone e colla di pesce, mescolando delicatamente. Versate il tutto sopra la base di biscotto e rimettete in frigorifero per almeno 3 ore. Trascorso il tempo decorate la superfice con fettine di limone bio e qualche foglia di menta fresca.

20160719_185811

La ciurma l’ha divorata in una giornata … mi tocca tornare in cambusa e prepararne velocemente un altra.

20160719_185817

Torta al latte di soia e zenzero senza glutine e senza lattosio: stimoliamo il metabolismo pt. 12

Oggi è Martedì e sul blog ci ritroviamo per l’appuntamento con la Rubrica “Bellissime Mamme”. Purtroppo i vari impegni di questo ultimo periodo non mi permettono di seguirla come vorrei, così ho pensato di rendere questa Rubrica mensile: il primo Martedì di ogni mese affronteremo un argomento e vi proporrò qualche ricettina adeguata, light, leggera e sana. FB_IMG_1435238875347Da un paio di mesi stiamo affrontando il percorso “Stimoliamo il metabolismo”  e abbiamo scoperto, seguendo questa tabella, vari cibi che ci aiutano ad rimanere in forma se inseriti nel modo corretto nella nostra alimentazione. Dopo aver trattato il Pompelmo, Tè Verde, yogurt, mandorle, caffè, tacchino, mela, spinaci, fagioli, frigitelli, avena, oggi parliamo del LATTE DI SOIA! Il Latte di Soia è un latte vegetale proveniente dalla Soia, un legume molto diffuso in Asia che dà proteine nobili in misura superiore a quella di qualsiasi altro vegetale. Essa ci offre gli otto aminoacidi essenziali che il nostro organismo non è in grado di “fabbricare” da solo e che è costretto a prendere dall’alimentazione. La soia e tutti i suoi derivati, quindi anche il LATTE DI SOIA, è uno dei rari cibi proteici che grazie alla presenza della lecitina, un emulsionante naturale, contribuisce ad abbassare il colesterolo cattivo, mentre mantiene costante il livello di quello buono.  Inoltre  è un cibo a basso indice glicemico e  fornisce al nostro organismo energia in modo lento e progressivo, senza produrre il picco di insulina che scatena fame e voglia di zuccheri. untitled (56)Questo latte è fornisce acidi grassi essenziali, i polinsaturi, che proteggono il sistema cardiovascolare, come gli Omega 3, mentre scarseggia di grassi saturi e di colesterolo. Inoltre è una buona fonte di vitamine (E e B9) e di minerali (ferro e potassio). E’ un cibo che regola la fame e aiuta a dimagrire in quanto regola il senso di sazietà e permette al metabolismo di attivarsi, favorendo il bruciare dei grassi e il formarsi della muscolatura.  La soia è un cibo contro i problemi del ciclo e della menopausa: gli isoflavoni della soia riequilibrano sia l’eccesso di estrogeni che causa la sindrome premestruale, sia la carenza di estrogeni che si verifica in menopausa, riportando gli ormoni a livelli corretti. E’ sconsigliato l’uso sconsiderato ed eccessivo in gravidanza perchè studi recenti dimostrano un effetto tossico sul feto. Può essere consumato da chi è intollerante al lattosio ed è un latte privo di glutine quinti adatto ai celiaci e ai soggetti sensibili al glutine. Il latte di soia viene spesso integrato con un gran quantitativo di calcio e di vitamina D, in quanto questo latte ne è privo e come ben sapete il calcio e la vitamina D sono importantissimi, specialmente per noi donne. Inoltre il calcio aiuta a stimolare maggiormente il metabolismo. L’unica avvertenza è di evitare quello eccessivamente zuccherato, che potrebbe vanificarne l’effetto “dimagrante”. Oltre a questo “difetto”, il latte di soia presenta altri effetti collaterali: è sconsigliato a chi soffre di problemi renali, al colon e al fegato e a chi assume farmaci per la tiroide. Insomma, come per tutti gli alimenti, vi consiglio un uso moderato e di chiedere sempre consiglio al vostro medico e al vostro alimentarista,. Dimenticavo una cosa importantissima: se possibile utilizzate soia e latte di soia da mercati biologici, così da essere certi della provenienza di questo legume e dei suoi derivati. Come ben sapete io sono intollerante al lattosio, pertanto questo latte, insieme a quello di riso e di mandorle, è presente nella mia dispensa. Cerco di alternarli molto, in modo da non abusare di nessuno e variare così la mia alimentazione usufruendo di tutte le proprietà che questi alimenti posso darmi. Il latte di soia è quello che utilizzo maggiormente nella preparazione di dolci per la colazione e la merenda, in quando essendo più “pieno” del latte di riso, rende le mie torte più buone. Inoltre è meno dolce di quello di mandorle, che spesso potrebbe nauseare. Ed è proprio un dolce per la Colazione che voglio proporvi : tutti conoscete la famosa Torta al latte caldo. Bene, oggi ve la propongo utilizzando proprio il latte di soia e aromatizzandola con dello Zenzero, che come abbiamo detto qui, è ottimo per la linea. La mia versione è priva di glutine e di lattosio (il latte di soia come detto prima è senza ) ma potete tranquillamente prepararla con farine normali (vi indico le dosi a lato); inoltre per dolcificarla ho usato solo del buon miele. Una torta semplice, soffice, leggera e profumata, da poter inzuppare nel latte caldo, accompagnar un buon tè verde, perfetta con una spremuta d’arancia e meravigliosa con marmellata o crema di nocciole! A voi la scelta per gustarla!

Ingredienti:

3 uova
80gr di miele
100gr di farina di riso*
50gr di amido di mais*
50gr di fecola di patate* (oppure in totale 170gr di farina di grano tenero)
120ml di latte di soia
60gr di burro senza lattosio
12gr di lievito per dolci
1 cucchiaino di zenzero in polvere
1 pizzico di sale

Montare le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso. Sciogliete nel frattempo il burro nel latte portando a bollore. Spegnete il fuoco e aggiungete un cucchiaino di zenzero in polvere. In una ciotola unite le farine, il lievito e il sale, aggiungete le uova, mescolate il tutto e versate il latte. Lavorate con una spatola amalgamando bene gli ingredienti. Foderate una teglia, versate il composto e infornate a 180° per circa 30/35 minuti. Fate raffreddare e spolverizzate con zucchero a velo!

20160226_124951

Ed eccola qui… soffice soffice!

20160226_125000

Ci starebbe bene anche la cannella o la vaniglia … ma io ho un amore per lo zenzero!

20160226_125027

Ci rivediamo a Marzo….  con i broccoli!

 

Immagini e informazioni sul latte di soia prese dal Web

Torta ai Pistacchi e cioccolato: Giro Giro Tondo

“Giro giro tondo, gira il mondo,
gira la terra, tutti giù per terra!
Giro giro tondo, il mare è fondo,
tonda è la terra, tutti giù per terra!
Giro giro tondo, l’angelo è biondo,
biondo è il grano, tutti ci sediamo!
Giro giro tondo, ora ti circondo
come una ciambella, tutti giù per terra!
Giro giro tondo, casca il mondo,
casca la terra, tutti giù per terra!”

E’ stata una settimana molto brutta quella appena trascorsa: perdere qualcuno che si ama è una delle cose più brutte … se poi è il nonno, il nostro amato nonno Luigi, tutto crolla! L’anno è iniziato proprio male, il mio caro suocero ha deciso improvvisamente di lasciarci: si, non stava bene da tempo, ma così, da un giorno all’altro è stato per tutti noi un colpo al cuore. Ora bisogna reagire, sarà dura: noi abbiamo perso un padre, le bimbe un nonno e mia suocera l’amore della sua vita. Ora dobbiamo pensare a lei, che si è trasferita per un po’ qui da noi: gli anni ci sono e gli acciacchi pure… il cuore non deve cedere, e l’amore delle nipotine e dei figli è la sola medicina che possiamo darle in abbondanza. Tra i regali che il nostro caro Babbo Natale ha portato quest’anno, c’era anche un bellissimo CD di Filastrocche e Canzoncine per bambini, una più carina dell’altra! Così queste simpatiche musiche ci hanno accompagnato nei pomeriggi appena trascorsi, dove il solo obiettivo è riportare il sorriso e un pò di pace alla nonna. Le merende sono diventate il momento più importante della giornate: insieme uniti per superare il dolore. Sapete bene quanto io eviti di comprare merendine pronte o biscotti già confezionati: fin quando riesco preferisco dare alle bimbe prodotti fatti da me, in casa, con ingredienti che conosco, e la nonna, grande cuoca apprezza di più! Per far felice la mia piccola Greta, bisogna preparare sempre e solo dolci al Cioccolato: per il suo compleanno lo scorso anno avevo preparato una torta cioccolato e pistacchi che ai bimbi era piaciuta tantissimo. Così ho pensato di riproporgliela ma in versione senza glutine e senza lattosio, una merenda e una colazione per tutta la famiglia, nonna compresa. Così eccola qui, semplicissima da fare e ottima da gustare: l’abbinamento cioccolato-pistacchi è veramente eccezionale. Questa torta rimane morbida, soffice ed è perfetta a colazione con una buona tazza di latte (nel mio caso senza lattosio). Onestamente non so quanto rimanga così.. in due giorni l’abbiamo mangiata tutta!
Vi lascio la ricetta e Vi auguro una splendida Settimana!

Ingredienti:

200gr di farina di riso*
100gr di farina di pistacchi*
2 uova
100gr di cioccolato fondente senza glutine e senza lattosio LEONE
50ml di latte di soia
80gr di burro senza lattosio
80gr di zucchero di canna integrale
1/2 bustina di polvere lievitante Decorì-Lo Conte senza glutine

* controllate che tutti i prodotti abbiano la spiga sbarrata

In una ciotola lavorate le uova con lo zucchero e unite piano piano il latte. Aggiungete le farine, il lievito e il burro ammorbidito, continuando a mescolare fino a quando l’impasto non è omogeneo e liscio. Aggiungete ora il cioccolato che avrete tritato grossolanamente con un coltello. Versate il composto in una tortiera di diametro 20cm, ricoperta da carta forno. Cuocete in forno preriscaldato a 180° per 30-40 minuti facendo la prova stecchino.

20160112_071328

20160112_071551

Mi sa che stasera la rifaccio… è decisamente una delle più buone in assoluto!

20160112_071622

Plum cake alla frutta candita: il nostro panettone

In questi giorni le mie amiche food blogger stanno sfornando dei meravigliosi Panettoni e Pandori, con e senza glutine: SIETE TROPPO BRAVE! Io non mi sono ancora cimentata in questa avventura culinaria, per due semplici motivi: primo non ho ancora fatto il mio lievito madre (ma in queste vacanze invernali ho deciso di farlo e in versione gluten free) che trovo sia il migliore per queste preparazioni e secondo… noi siamo probabilmente una delle poche famiglie che non ama i dolci classici di Natale, come Pandoro e Panettone. Se proprio dobbiamo sceglierne uno, optiamo per il secondo: la cosa importante è che sia pieno, e ripeto pieno, di uvetta e canditi e che venga accompagnato da tanta, e ripeto tanta, crema al mascarpone.  Dovreste vedere cosa rimane della fetta di panettone messa davanti alla piccola Greta: distrutta, completamente fatta a pezzi senza più nemmeno un candito o un chicco di uvetta! Che ci volete fare, ognuno ha i suoi gusti! Quindi, secondo voi, mi devo mettere a preparare con tanta fatica e  impegno un dolce che poi nessuno mangia? DIREI DI NO!! Così, come ogni anno, in questo periodo di festa io preparo il “nostro panettone” che è semplicemente un PLUM CAKE con tanta frutta candita all’interno: *uvetta, zenzero mango papaia mela e arancia candita, albicocche secche e tanti mirtilli rossi. Un dolce dei più semplici da preparare, in versione senza glutine e senza lattosio,  aromatizzato con zenzero in polvere e profumato con succo d’arancia e mandarino.  Buono… veramente buono!!! Perfetto per la colazione, inzuppato in un tiepido tè verde o in una scodella di caffè-latte!

20151204_075331

Noi siamo così, la semplicità fa sempre da padrona nella nostra Vita, sulla nostra Nave e sulla nostra Tavola!

Ingredienti:

1 Confezione di Preparato Tante Torte Tre Mulini senza glutine
3 uova
1 arancia succo
3 mandarini succo
120gr di burrolì
150gr di frutta candita varia *

In una ciotola lavorate il burrolì con la farina, unite le uova, i canditi e mescolate bene il tutto. Aggiungete il succo di arancia e mandarino amalgamando bene gli ingredienti. Versate in uno stampo da plum cake foderato di carta forno e infornate a 180° preriscaldato per 30/35 minuti circa (fate prova stecchino). Sfornate, lasciate riposare, estraete dallo stampo e fate raffreddare su una graticola.

20151204_074012

A piacere spolverate di zucchero a velo!

20151204_075422

20151204_074226

Torta al Limone e Nocciole: mi rimane il profumo

Bellissimi ricordi, un cuore arricchito d’affetto e una valigia di cose buone: questo è quello che mi è rimasto delle mie meravigliose vacanze in Sicilia.

IMG_8460

Ricordi immortalati da tantissime foto che ho intenzione di stampare velocemente e che ogni volta che faccio scorrere sul monitor del computer mi catapultano in una “me stessa” diversa, libera da preoccupazioni e con un sorriso spensierato in volto.

20150902_105056

E poi ci sono loro, zii e cugini lontani, che ogni volta che rivedo mi riempiono il cuore di amore, come se la lontananza in realtà non ci fosse, e di tanti prodotti tipici. Quest’anno ho portato a casa, come sempre, l’origano, il cimino (sesamo) e una grande forma di primo sale ,tutti usati per “cunzare” il pane con il cimino . 20150913_184737

In più un vasetto gigante di olive verdi, che io adoro, la passolina ( o uvetta secca), i mix di erbe aromatiche e peperoncino e una borsa gigante di Limoni raccolti direttamente in campagna dalla zia.

20150913_161235

Quanto sono buoni questi limoni voi non potete immaginarlo: una bella lavata alla buccia e via, fettine succose e profumate che rendevano un semplice bicchiere di thè o di acqua frizzante una vera delizia. Purtroppo come tutte le cose siamo arrivati alla fine, così con gli ultimi rimasti, che iniziavano a diventare scuri, ieri pomeriggio, mentre Serena era fuori con le sue amichette (diventa grande!!!!!) io e Greta abbiamo deciso di preparare una semplice Torta che racchiudesse tutto il loro profumo. Un dolce facilissimo da preparare, senza glutine, senza lattosio, senza uova e senza burro, leggero e soffice. L’aggiunta di nocciole trasformate in farina ha reso ancora più rustico questo dolce che stamattina ci ha coccolato per colazione e che oggi ci accompagna per la nostra merenda!

Ingredienti:

1 1/2 bicchiere di farina di riso Pedon
1/2 bicchiere di farina di nocciole (io ho tritato nel mixer delle semplici nocciole)
1 bicchiere di succo di limoni
scorza limoni
1/2 bicchiere di zucchero
2 cucchiai di miele al timo
4 cucchiai di olio di mais
1/2 bustina di Polvere lievitane Decori

In una ciotola unite tutti gli ingredienti secchi e mescolateli bene.

20150913_162854

Aggiungete al succo di limone l’olio, mescolate e poi piano piano unitelo agli altri ingredienti lavorando il tutto con una frusta.
Ecco all’opera la piccola chef di casa! 20150913_162926

Ungete e infarinate una teglia a cerniera, versate il composto, grattugiate la scorza di un limone e infornate a 180° per 20 minuti.

20150913_163241

Sfornate, fate raffreddare, tirate fuori dallo stampo e spolverate con zucchero a velo!

20150913_173732

Se volete una torta più alta usate una teglia di diametro 20. Io l’ho preferita bassa questa volta (diametro 26) perché, per la piccola Greta, è più facile inzuppare fettine di torta bassa nel latte!

20150913_173739

Torta ai Fichi per la Raccolta di Settembre “L’Orto del bimbo intollerante”

Questo mese di Settembre la Raccolta “L’Orto del bimbo intollerante” è ospitata dalla mia socia di avventure e carissima amica Leti di Senza è buono. Volete scoprire quali sono gli ingredienti che abbiamo deciso per Voi e quale intolleranza tratteremo? Bene, fate un giretto qui e scoprirete tutti i dettagli!
Io con la mia proposta fuori gara già vi anticipo uno degli ingredienti di questo mese: i Fichi! Un frutto dolcissimo che la ciurma adora, in particolare la mia Serena, che ne mangerebbe in grande quantità . Per fortuna il mercato offre anche i fichi secchi tutto l’anno, così io riesco ad accontentarla anche fuori stagione. Oggi invece usiamo fichi freschi, appena raccolti dalla pianta, morbidi e succosi, dolcissimi, e prepariamo una buonissima Torta, in versione gluten free, senza lattosio e senza burro, leggera e profumata di vaniglia. Ottima per accompagnare una buona tazza di caffè latte la mattina ma anche un fresco thè per la merenda del pomeriggio. Il suo colore scuro è dovuto all’uso della farina di grano saraceno e dello zucchero di canna integrale. Non mi resta che lasciarVi la ricetta di questa buonissima e sana torta, che la ciurma ha divorato in due giorni!

Ingredienti:

7 fichi
4 uova bio
120gr di zucchero di canna integrale
100gr di farina di grano saraceno Molino Rossetto
150gr di farina di riso Pedon
1 bustina di polvere lievitante Decorì
1/2 bicchiere di latte di riso
1/2 bacca di vaniglia
2 cucchiai di olio di mais

In un pentolino fate riscaldare il latte e aggiungete i semi della bacca di vaniglia. Spegnete il fuoco e fate raffreddare. In una ciotola sbattete le uova con lo zucchero sino ad ottenere una crema. Unite ora le farine setacciate insieme al lievito, mescolate con l’aiuto di una spatola e aggiungete piano piano il latte aromatizzato alla vaniglia e l’olio: avrete un composto liscio e morbido (se occorre aggiungete ancora un pochino di latte).

20150810_115743

Sbucciate i fichi e tagliateli in spicchi.
Ungete con un filo di olio una tortiera, versate il composto e decorate la superficie con le fettine di fichi. Infornate a 180° ventilato per 25/30 minuti (fate la classica prova stecchino).

20150810_120231 20150810_123344

Fate raffreddare e poi togliete dalla teglia, spolverate con zucchero a velo a piacere e portate in tavola!

20150810_133316

20150810_133322

 Bella vero? e vi assicuro che è buonissima!

20150810_133432

Questa ricetta è la mia personale proposta per la Raccolta “L’Orto del bimbo intollerante” di Settembre che curo con Senza è buono!

ASPETTIAMO LE VOSTRE RICETTE!

raccolta-settembre

 Se avete la fortuna di avere tanti fichi preparate una buona marmellata magari come la mia con cannella (qui la ricetta) e se vi piacciono gli abbinamenti particolari, bè non potete non preparare questo buonissimo Risotto con salsiccia, raspadura e fichi!

A presto!