Archivi tag: timo

Frittata di Broccoletti: Stimoliamo il metabolismo pt.13 per la Rubrica “Bellissime Mamme”

Primo martedì del mese ed eccoci qui con la nostra Rubrica “Bellissime Mamme”. Continuiamo il nostro percorso intrapreso qualche mese fa “Stimoliamo il metabolismo” con i 15 alimenti indicati nella tabella! FB_IMG_1435238875347Abbiamo parlato del POMPELMO, del Tè VERDE, dello YOGURT, MANDORLE, CAFFè, TACCHINO, MELA, SPINACI, FAGIOLI, FRIGGITELLI, FARINA D’AVENA e LATTE DI SOIA e vi ho proposto per ognuno una semplice e leggera ricettina. Oggi parliamo di un ortaggio, uno dei miei preferiti: Il BROCCOLETTO. Ne abbiamo già tanto parlato qui, abbiamo visto tutti i suoi effetti benefici sulla salute e quanto sia importante durante la sua stagione portarlo in tavola, sia per noi grandi che in particolare per i piccini di casa (voi sapete bene quanto io ci tenga ad una sana alimentazione per i bimbi). Questo meraviglioso dono della natura è una fonte di sali minerali importantissimi come il calcio, ferro, fosforo e potassio, per non parlare di tanta Vitamina C, A, B1, B2 e K.  Ma non finisce qui: il broccolo grazie alla presenza di tantissime fibre vegetali è un ottimo alleato per il buon funzionamento del nostro apparato digerente e quindi utilissimo per chi deve mettersi a dieta: previene la ritenzione idrica, è depurativo e disintossicante. Inoltre la grande quantità di antiossidanti e folati, necessari per il processo del metabolismo dell’omocisteina, la cui elevata presenza nel sangue è un fattore a rischio cardiovascolare, è un fattore importantissimo per una sana alimentazione in regime dietetico. Questo fantastico ortaggio è spessissimo sulla nostra tavola e navigando nel blog troverete tantissime ricette, spesso molto leggere, sempre semplici e gustose come per esempio le polpette di broccoletti, gli spaghetti con broccoli e gamberi,  crema di Rapa bianca e broccoli, Calamari ripieni di broccoletti, cous cous con brocoletti, e tante altre. Cosa facciamo oggi? Oggi prepariamo una semplice, profumata e gustosa FRITTATA DI BROCOLETTI, cotta al forno, piena di spezie e erbe aromatiche che ci aiutano a mantenerci in forma. In un regime alimentare corretto sono previste 2/3 uova a settimana, importantissime perché ricche di proteine e amminoacidi di altissima qualità e fonte di vitamina D (importantissima), B12 e zolfo. Mi raccomando SOLO UOVA BIOLOGICHE: per mia fortuna io le prendo direttamente in cascina, dove le “signore galline” in compagnia del loro gallo, vivono all’aria aperta e si cibano di mangime senza OGM e altre schifezze. In commercio trovate anche nei supermercati le Uova Biologiche : scegliete bene! Torniamo alla ricetta: ho voluto dare un gusto particolare alla frittata aggiungendo erbe aromatiche, quali il timo e erba cipollina  e spezie come pepe (che aiuta a bruciare i grassi), curcuma (che ormai metto ovunque viste le proprietà uniche imporantissime per il nostro benessere) e zenzero che come ben sapete è ottimo alleato nei periodi di dieta. Una ricetta semplice ma particolarmente gustosa, ottima a pranzo, anche da portare al lavoro ma altrettanto buona la sera, specialmente se tornate dal lavoro e avete poco tempo ma tanta fame! Noi ci rivediamo con la rubrica il primo martedì di maggio… buona giornata a tutti!

Ingredienti per 1 persona:

3 uova
150gr di broccoletti già lessati
3 rametti di timo fresco
6 fili di erba cipollina
pepe q.b.
1/2 cucchiaino di curcuma
1cm di zenzero fresco grattugiato oppure 1/2 cucchiaino di zenzero in polvere
2 cucchiai di latte di soia
olio evo q.b.
sale q.b.

Tritate l’erba cipollina e togliete le foglioline di timo dai rametti. In una ciotola unite le uova, le erbe aromatiche, le spezie (il pepe a vostro piacere) e il latte. Con l’aiuto di una frusta sbattete bene il tutto, unite i broccoletti e un pizzico di sale. Rivestite una piccola teglia con carta forno leggermente umida, ungete il fondo con un filo di olio (io uso lo spruzzino) e versate il composto. Infornate per 10 minuti a 190°. Se volete farla in padella basta utilizzare una padella antiaderente e ungerla leggermente sul fondo. A fuoco basso fate cuocere prima da un lato e poi delicatamente girarla dall’altro (io mi aiuto con un piatto).
Voilà la Frittata di Broccoletti, calda, profumata e gustosa è pronta! Bon apetit!

20160404_121146

20160404_121128

20160404_121137

 

 

Spaghetti alla Carbonara di Carciofi: rivisitiamo una tipica ricetta

La carbonara è uno dei piatti preferiti dalla ciurma:  un piatto sostanzioso e non leggero ma, senza ombra di dubbio, è uno dei più buoni piatti di pasta della cucina italiana. Ed io sapete cosa mi diverto a fare? Rivisitare la ricetta, rendendola  un po’ più leggera e magari inserendo qualche verdurina di stagione.  “Accidenti Mamma, sei proprio fissata” mi ripete spesso Serena “verdura ovunque”. Certo, perché se non la porto in tavola tu non la mangi! Mentre la piccola Greta vive di frutta e verdura e la cerca tutti i giorni, Serena deve essere “stuzzicata” e invogliata. Ecco allora come è nata questa BUONISSIMA ricetta, dove i carciofi, non troppo amati dai bambini, diventano protagonisti di un ottimo piatto di spaghetti, per la ciurma integrali, per me di riso integrale senza glutine!
Vi consiglio di provarla … perché Serena ha pulito il piatto!!!

Ingredienti per 4 persone:

240gr di Spaghetti Integrali Garofalo
80gr di Spaghetti di riso integrale Probios Rice&Rice
3 rossi d’uovo
100ml di panna di riso
2 carciofi
1/2 bicchiere di vino bianco
timo fresco q.b.
olio evo q.b.
sale e pepe q.b.
pecorino grattugiato q.b.

Pulite i carciofi, lavateli, tagliateli a fettine, tirando via la barbetta interna, e metteteli in una padella con due cucchiai di olio evo e del timo fresco. Fate rosolare un paio di minuti e poi unite il vino bianco, aggiustate di sale e pepe e mettete il coperchio facendo cuocere sino a quando non sono teneri. Se necessita unite un pochino di brodo o acqua.
In una ciotola sbattete i rossi d’uovo con la panna, due cucchiai di pecorino grattugiato (solo per i non intolleranti al lattosio), sale e pepe e create una cremina omogenea.
Cuocete la pasta, scolatela al dente e tuffatela nella padella dei carciofi, fate saltare, spegnete il fuoco e aggiungete il mix di panna e uovo. Amalgamate bene il tutto e servite aggiungendo un filo di olio evo a crudo, una spolverata di pepe e a piacere pecorino grattugiato!

20150408_194100

buon appetito!

20150408_194221

Crostata di Farro con pollo, capperi, carote e timo: lucida come non mai

Dedicare del tempo a me stessa (anche se comporta correre molto di più) era quello che mi serviva per ritornare sulla retta via e la lucidità mentale che ho ritrovato è uno dei benefici maggiori oltre a quello fisico. Il mercoledì è uno di quei giorni super incasinati dove la nave cambia rotta in continuazione: Serena sbarca per le 8, io e Greta per le 8.30, corso di yoga, recupero di Greta, pranzo, organizzare la cena, visita di controllo al suocero, ritiro Serena a scuola, merenda veloce e poi corso di latino di Serena, rientro a casa, tutti in doccia e finalmente cena! Ma arrivo a sera con una spensieratezza e una tranquillità che non ricordavo possibile avere!
E questa lucidità mi permette di organizzarmi in maniera fantastica e riuscire a portare in tavola piatti buonissimi come quello che vi presento oggi: una torta salata, modi crostata, con farina di farro integrale e con un ripieno delizioso e saporito che la ciurma ha amato particolarmente per i contrasti al palato. La consistenza e delicatezza del pollo, la dolcezza delle carote e il salato dei capperi, il tutto condito dal sapore e dal profumo di una delle erbe aromatiche più amate da tutti noi, il timo! Vi lascio la ricetta al volo… dovete assolutamente provare questo fantastico piatto unico: è buonissimo!
Tutto è più facile da gestire, il mare sempre calmo e un sole che illumina virtualmente la mia giornata: mi bastavano veramente poche ore a settimana!

Ingredienti:

200gr di farina di farro integrale Mulino Marino
3 cucchiai di olio evo
un pizzico di lievito istantaneo
acqua gelata (circa 70/80ml)
400gr di petto di pollo
200gr di carote
2 cucchiai di capperi di Pantelleria
1 cucchiaio di farina
1 bicchiere di vino bianco
timo fresco
olio evo
sale e pepe q.b.

Per prima cosa preparate la pasta per la crostata: in una capiente ciotola mescolate la farina di farro con il lievito e un pizzico di sale, aggiungete l’olio e poi piano piano l’acqua gelata sino ad avere un impasto liscio e morbido. Lasciare riposare 30 minuti in frigorifero.

20150109_190053

Lavate le carote, affettatele a rondelle sottili e mettete in un largo tegame con due cucchiai di olio e il timo. Cuocete per 5/6 minuti e poi unite i capperi e il pollo tagliato a dadini.

20150109_121640

Fate insaporire, sfumate con il vino bianco, aggiustate di sale e pepe e lasciate sul fuoco a fiamma bassa per 10 minuti. A questo punto unite la farina e se necessita un pochino di acqua, mescolate bene e portate a cottura finale, ci vorranno altri 5/6 minuti.

20150109_123350

Stendete la pasta in una forma rotonda, trasferite in una teglia precedentemente unta e infarinata, riempite con il composto e richiudete i bordi all’interno.

20150109_190717

A questo punto potete conservarla in frigorifero e infornarla come ho fatto io prima di cena, oppure cuocerla subito e al momento della cena passarla in forno un paio di minuti per risaldarla.
Trasferite in forno preriscaldato a 180° per 30/35 minuti circa (deve cuocersi solo la pasta).

20150109_195038

Un profumo fantastico ha invaso la cucina di bordo…

20150109_195057

questa crostata è da mangiare con le mani!

20150109_195200

Marmellata di Mandarini e Timo: solo per me!

La ricetta di oggi è una new entry nella mia dispensa, una nuova marmellata, nata dal mio amore per i mandarini: li adoro, il loro profumo, il loro gusto dolce/aspro, ne mangio a quantità industriali. Come poterli gustare anche fuori stagione? Non potevo che preparare una buona marmellata. Così ho chiesto a papà di procurarmi una cassetta di buoni mandarini e dopo averli selezionati con cura mi sono messa all’opera. Ho voluto profumarla ancora di più e ho aggiunto una delle erbe aromatiche che più utilizzo e più amo: il timo!
Posso solo dirvi che nel lungo week end dell’Immacolata abbiamo mangiato un vasetto da 250gr spalmata sui biscotti o su fette di pane tostato: buonissima!

Ingredienti:

2kg di mandarini bio
il succo di 2 limoni
6 rametti di timo
600gr di zucchero

Lavate i mandarini con l’aiuto di uno spazzolino morbido e metteteli in una casseruola con i rametti di timo puliti. Copriteli di acqua fredda e fate cuocere dal momento dell’ebollizione 20 minuti a fuoco dolce. Scolateli insieme ai rametti di timo, conservate l’acqua di cottura e fate raffreddare. Dividete i mandarini a metà e tagliateli a fettine sottili (attenzione al succo, va tenuto), mettendo da parte i semi, racchiudeteli in una garza e legate ben stretti. Prendete i rametti di timo e staccate gli aghetti piccolini che metterete insieme ai mandarini.
Prendete 1400 ml circa dell’acqua dei mandarini, versatela in una casseruola e unite lo zucchero mescolando sino a quando non sarà sciolto, poi aggiungo il succo di limone, la garza dei semi e i mandarini tagliati con il loro succo e il timo. Fate cuocere a fuoco vivo per 20/30 minuti circa, eliminate la schiuma che si forma in superficie e mescolate ogni tanto. La marmellata è pronta, fate la solita prova mettendo un pochino di marmellata su un piattino, attendete qualche secondo e poi capovolgete. Se rimane ferma e non scivola, è pronta. Eliminate il sacchettino con i semi, frullate una parte della marmellata con un mixer ad immersione, invasate subito a caldo e chiudete i barattoli.

20141201_165206

Attendete qualche giorno e poi affondate il cucchiaino nel barattolo e gustate questa delizia!

20141201_165152

Pane in cassetta al timo e pepe rosa (senza glutine):

Settimana scorsa mentre girovagavo in rete mi sono imbattuta in un meraviglioso pane senza glutine  con grano Saraceno e cumino della mia vicina di blog “La Sphiga di Grano”: la voglia di assaggiarlo ha preso il sopravvento e, dopo aver segnato la ricetta, mi sono subito messa all’opera.  Come mia abitudine ho voluto aromatizzare il pane con qualche erba aromatica come il timo e dare un tocco in più con l’aggiunta del pepe rosa al posto del cumino: il risultato è stato sorprendente! Un pane meraviglioso, croccante fuori e soffice e profumato dentro, dal sapore unico e rustico dato dalla farina di grano saraceno insieme il timo. Anche la ciurma ha voluto assaggiarlo insieme ad un tagliere di affettati: abbinamento perfetto, ve lo consiglio proprio con della buona Coppa Piacentina e del dolce Crudo di Parma! E se il colore scuro vi rende scettici, bè prima assaggiatelo e poi mi direte la vostra!

Ingredienti:

300gr di farina senza glutine Farmo Lp Low Protein
125gr di farina di grano saraceno Le farine Magiche
400gr di acqua
1 bustina di lievito senza glutine
olio evo
1 cucchiaio di miele (oppure zucchero)
sale
1 cucchiaino di pepe rosa macinato
timo fresco

Unire le due farine nella ciotola dell’impastatrice oppure su un piano di lavoro, aggiungere il lievito in polvere e il miele e mescolare bene. Incorporate piano piano l’acqua iniziando ad impastare, fino ad ottenere un composto appiccicoso, ora aggiungere il sale, il pepe e il timo. Impastare il tutto e capovolgere l’impasto dentro una teglia da plum cake rivestita di carta forno. Lasciate lievitare per 30 minuti e una volta trascorso il tempo, spennellate la superfice del pane con un mix di acqua e olio evo.

20141128_172432

Infornate a 180° per 30 minuti, togliete dalla forma e infornate ancora per 10 minuti.
Fate raffreddare e tagliate a fette!

20141128_184821

Grazie ancora per la ricetta “La Sphiga di Grano”

20141128_184919

Clafoutis di pomodorini e olive nere: Serena ai fornelli

Che barba, che noia!! Questa è la mia Serena, sempre alla ricerca di qualcosa da fare, sempre a rincorrere il tempo … pochi minuti di relax dedicati alla lettura e poi via, si riparte! In queste giornate di vacanze si è cimentata spesso in ricette che trovava sui suoi giornaletti da ragazzina, abbiamo rifatto i Pancake di Violetta (trovate la ricetta qui) e una quantità industriale di biscotti di vario tipo (vi posterò le ricette piano piano). Poi un pomeriggio è uscita dal nulla dicendo di voler preparare il Clafoutis, lo aveva visto in una puntata di Lizzie Mcguire. Ecco una ricetta che non preparo mai, forse una volta tanto tempo fa. Così ci mettiamo alla ricerca su internet per capire quali sono gli ingredienti base: farina, uova, latte. Naturalmente è un dolce, solitamente fatto con le ciliegie, ma navigando ci accorgiamo che esistono anche versioni salate. – Perfetto! – esclama Serena -Sperimentiamo qualcosa mamma-!
E così è nata questa versione, abbiamo preso appunti su un foglio e abbiamo usato ingredienti che potessero andare bene anche per me, quindi senza glutine e senza lattosio. Pomodorini misti dell’orto, olive nere e tanto timo, farina senza glutine e latte di riso, un paio di uova e il gioco è fatto: una torta leggerissima e delicata, morbida e profumata… una vera bontà e la scoperta di una ricetta versatile e buonissima che entra a far parte di una pagina della nostra Favola in tavola!

Ingredienti:

500gr di pomodorini
100gr di olive nere denocciolate
2 uova
timo fresco
120gr di farina Bi-Aglut
250ml di latte di riso
olio evo
sale e pepe q.b.

Tagliate i pomodorini in due, tritate grossolanamente le olive e mettete in una ciotola. Condite con olio evo, sale, pepe e timo fresco. Oliate una teglia e versate il mix di pomodori e olive.

20140801_165858

In un’altra ciotola sbattete le uova, unite la farina, il latte e un cucchiaio di olio. Aggiustate di sale e distribuite il composto di uova nella teglia.

20140801_170042

Cuocete in forno preriscaldato per 30/35 minuti, tirate fuori e fate raffreddare prima di servire in tavola.

20140801_175540

Serena ha fatto un ottimo lavoro e abbiamo deciso di prepararla anche nella versione dolce appena i fichi saranno pronti: la ciurma sperimenta in cucina!!!!

20140801_185510

Muffin alla Cipolla e robiola: Brutti ma buonissimi!

Eccoci finalmente al 15 maggio, giornata dello spettacolo di fine anno scolastico di Serena. Stasera nella piazza del paese i bambini si esibiranno in danze e canti: Serena è agitatissima da giorni, anzi da settimane, dovrà ballare il walzer. Le ultime settimane sono trascorse alla ricerca di un bel vestito per l’occasione e settimana scorsa finalmente lo abbiamo trovato! Ma non finisce qui, quest’anno la scuola ha organizzato un buffet di dolci tipici italiani e stranieri preparati dai genitori. Serena ha deciso per me: “Mamma tu prepari lo strudel di mele del trentino … è uno dei tuoi dolci preferiti così ti diverti a farlo”. Quindi oggi pomeriggio mi dedicherò alla preparazione di questo meraviglioso dolce per la festa di stasera.
Visto che alle 20.00 dobbiamo già essere fuori casa, stamattina presto mi sono subito messa ai fornelli e ho preparato per la cena dei muffin salati, che preparo spesso, per accompagnare una semplice insalata caprese (visto il buffet di dolci che ci aspetta, stasera si cena leggero).
Muffin senza uova, senza burro, senza latte: leggeri sino al midollo, ma insaporiti dalla buonissima cipolla rossa di tropea, da una freschissima robiola e da tanto timo fresco. L’aspetto non è per niente invitante, ma il profumo e il sapore vi lasceranno piacevolmente sorpresi: in un morso morbido e soffice tutti i gusti perfettamente abbinati esploderanno in bocca deliziando le vostre papille gustative!

Ingredienti:

2 cipolle rosse di tropea stufate
250gr di farina 00
150ml di acqua (se preferite anche latte)
100gr di robiola fresca
2 cucchiaini di timo fresco
1 cucchiaino di lievito istantaneo
olio evo
sale q.b.

Per prima cosa fate stufare la cipolla rossa di tropea in un largo tegame a fuoco basso con un filo di olio di oliva e del brodo vegetale sino a quando non sarà completamente trasparente.
In una ciotola mettete la cipolla cotta, unite la robiola e iniziate a mescolare. Aggiungete la farina, il lievito, il timo e un cucchiaino di sale e iniziate a mescolare incorporando piano piano l’acqua. Quando il composto risulterà ben amalgamato (assaggiate per vedere se è salato abbastanza) riempite gli stampini che avrete prima unto leggermente con olio evo.

20140512_171705 20140512_172047

Infornate, in forno preriscaldato, a 180° per 25 minuti.
Sfornate, fate raffreddare e poi sformate dagli stampini.

20140512_182755

Se non li servite subito, prima di portarli a tavola metteteli un paio di minuti in forno. Perfetti sostituti del pane con salumi o formaggi!

20140512_182905