Archivi tag: tagliatelle

Tagliatelle di barbabietole con crema di finocchi e porri: un gesto diventato passione!

Chi l’avrebbe mai detto che nel giro di pochi giorni avrei rifatto la pasta fresca? eh si, perché dopo i miei ravioli di barbabietole, ho deciso di preparare anche delle deliziose tagliatelle. Un’aiutante unica: la mia piccola Greta, che con le sue manine d’oro ha creato con me questo delizioso impasto. Un condimento semplice, una crema di finocchi e porri, ispirata dalla mia geniale amica Tiziana del blog Profumo di broccoli: le sue creme di porri sono eccezionali, quella con la pesca è unica e deliziosa, andate a curiosare!
Il parere della ciurma? Eh eh, un primo piatto buonissimo e questo magnifico condimento, delicato e dolce, avvolge magnificamente le tagliatelle. L’unica osservazione sulla pasta, leggermente troppo spessa, ma per essere la prima volta che preparo le tagliatelle, devo dire che me la sono cavata egregiamente! Così, un semplice gesto nato da un esperimento, è diventato una mia nuova passione: foglietti con tantissime ricette di pasta fresca sono sparsi sul tavolo della cucina, sporchi di farina, pronti per essere ordinati e portati in tavola in tanti nuovi piatti che non faranno altro che arricchire magicamente la nostra Favola!

Ingredienti per 4 persone:

1 barbabietola rossa media già lessata
1 uovo
farina di riso q.b.
sale q.b.
1 porro
2 finocchi
sale e pepe q.b.
brodo q.b.
olio evo
2 cucchiai di parmigiano reggiano

Frullate la barbabietola e mettetela in una ciotola, unite l’uovo, un pizzico di sale e aggiungete piano piano la farina, mescolando fino a quando non otterrete un minimo di consistenza.

20140909_142044

Prendete l’impasto, iniziate a lavorarlo unendo ancora farina e quando è ben elastico e compatto fate un panetto, avvolgete nella pellicola e fate riposare un mezz’oretta.
Riprendete l’impasto e con l’aiuto della macchina per la pasta iniziate a tirarlo, montate l’accessorio tagliatelle e preparate la vostra pasta.

20140909_152403

Stendetela, infarinatela bene e lasciatela riposare. Pulite il porro e tagliatelo a rondelle sottili, fate la stessa cosa con il finocchio.
In un tegame con due cucchiai di olio mettete a stufare il porro insieme al finocchio e unite mezzo bicchiere di brodo.

20140909_181041

Fate cuocere sino a quando non saranno morbidi e se serve unite altro brodo. Frullate il tutto, rimettete sul fuoco e aggiustate di sale e pepe.

20140909_191558

Fate lessare la pasta in acqua in ebollizione salata, scolatela al dente e fatela saltare con un mestolo di acqua di cottura nel tegame della crema di porri e finocchi.

20140909_191939

Mantecate il tutto con due cucchiai di parmigiano grattugiato e servite in tavola.

20140909_192329

Tagliatelle di farro con crema di melanzane e basilico al profumo di limone

Portare in tavola i carboidrati non è assolutamente un crimine: questi alimenti sono spesso definiti come la causa del sovrappeso. I carboidrati sono il nutrimento dei muscoli, compreso il cuore, e del cervello; inoltre sono parte fondamentale nella costituzione delle membrane cellulari e del Dna e permettono il corretto utilizzo dei grassi: forniscono l’energia necessaria per farci svolgere le attività principali della nostra vita. Quindi sono importantissimi per i nostri bambini: devono fornire almeno il 55 % delle calorie quotidiane.
E’ importante però scegliere la fonte corretta per il giusto apporto di queste calorie: utilizzare farine semplici e naturali è la cosa migliore. Da qualche anno a questa parte, specialmente da quando ho scoperto di avere l’ernia iatale, ho preso l’abitudine di portare in tavola pasta integrale, di farro, di kamut, cereali diversi e farine non raffinate. L’impatto iniziale in casa non è stato molto positivo, almeno per Serena e Mauro (Greta ha iniziato a mangiarla da subito durante lo svezzamento) perché trovarsi della pasta “scura” nel piatto o del pane “nero”, era una cosa insolita. Ma è solo un problema legato alla “vista”, perché per quanto riguarda il gusto non varia molto, anzi la consistenza è maggiore e poi è tutta salute.
Troviamo tantissime varietà ormai nei supermercati, quindi provare non costa nulla.
Stasera ho deciso di preparare delle tagliatelle con uno dei cereali preferiti in casa: il Farro.
E’ il più antico dei cereali integrali, preferito dagli antichi Romani, ricco di minerali e molto energetico, contiene vitamine antinvecchiamento e aiuta chi è a dieta, perché ne basta una piccola porzione per far passare la fame. Per la sua coltivazione non sono necessari fitofarmaci in quanto il farro è una pianta molto robusta e resistente alle infestazioni, quindi è considerato il vero INTEGRALE.
La ricetta di stasera sono delle favolose tagliatelle di farro con una crema di melanzane e basilico profumate dal nostro amico limone.

Ingredienti:

350gr di tagliatelle di farro Bio Alce Nera
1 melanzana Bio
Basilico
Scorza di 1 limone bio
1 cucchiaio di curcuma
Olio evo
Sale q.b.

Tagliate la melanzana a cubetti e mettetela in un tegame con dell’olio a rosolare.
Aggiungete il cucchiaio di curcuma, un bicchiere di acqua e portate a cottura.

IMG_7296 IMG_7297
Quando la melanzana si è disfata, unite il basilico a pezzetti, salate il tutto e frullate con un frullatore a immersione creando una crema vellutata.

IMG_7299

Portate a ebollizione l’acqua di cottura, salatela e versate la pasta.

IMG_7371
Scolate le tagliatelle tenendo un mestolo di acqua di cottura, versatele nel tegame del sugo di melanzane e mantecate il tutto aggiungendo un pochino di acqua di cottura. Grattugiate la scorza del limone, mescolate e servite in tavola ben caldo con un filo di olio a crudo!

IMG_7374
Il gusto di nocciola di questa pasta è perfetto con la crema di melanzane: un piatto da favola per tutta la famiglia!