Archivi tag: spinaci

Centrifugato agli Spinaci, Zenzero e Pompelmo

Buon Lunedi care amiche mamme, oggi per la Rubrica “Bellissime Mamme” vi propongo un altro centrifugato con la verdura di questo mese: gli spinaci! Un drink energizzante, ricco di vitamine, per iniziare al meglio la giornata!

20140601_094717

Ingredienti:

1 mazzo di spinaci
1 pompelmo
4cm di zenzero

Mettete zenzero e spinaci nella centrifuga, mescolate il succo ottenuto con la spremuta di pompelmo e gustate così al naturale!
Buon inizio settimana!

20140601_094753

Cocotte di frittata con uova di quaglia e spinaci: cambio forma e ti frego!

Le uova di quaglia sono un alimento molto importante che dovrebbe essere inserito nell’alimentazione abituale. Molto più leggere delle uova di gallina, hanno grandi proprietà nutrizionali: ricche di fosforo, calcio, potassio, proteine e vitamina, contengono colesterolo HDL buono e non quello cattivo, aumentano le difese immunitarie (specialmente nei bambini)e sono un utile integrazione in caso di allergie.
Quando ho scoperto tutte queste qualità, le uova di quaglia sono entrate immediatamente nella nostra alimentazione. 5 uova di quaglia corrispondono a 1 uovo normale di gallina, quindi in base a questa proporzione dovete regolarvi per le vostre ricette. Essendo molto piccole hanno una cottura velocissima, bastano 3-4 minuti in acqua bollente salata e sono sode. Io le uso molto in estate, nelle insalate o nelle frittate di verdure e le bimbe le mangiano molto volentieri: piccoline e stuzzicanti, leggere e delicate, una botta di salute!
La ricetta di oggi è molto simpatica, piace tanto alla ciurma ed è un modo alternativo per presentare la frittata di spinaci che a Serena non piace nella classica versione rotonda e sottile. Utilizziamo le cocotte e mettiamo tutto dentro, modo soufflè: uova, formaggio e la nostra verdura del mese, gli spinaci! Il risultato? Morbidi e soffici tortini, leggeri e delicati … due bocconi e via: spinaci mangiati, bambini accontentati e … fregati!

Ingredienti per 4 persone:

18 uova di quaglia
400gr di spinacini freschi
200gr di parmigiano reggiano
sale q.b.
olio evo
pangrattato q.b.

20140530_175437

Fate saltare gli spinacini in una padella con due cucchiai di olio e un pizzico di sale per pochi minuti sino a quando non sono appassiti. Tritali al coltello e metteteli a raffreddare in una ciotola.

20140530_174734 20140530_180113

Aggiungete le uova di quaglia facendo attenzione quando le aprite: la membrana interna è molto dura, quindi vi consiglio di inciderlo con un coltello a metà provocando la spaccatura e poi la sua apertura. Occhio ai pezzettini di guscio!
Unite il parmigiano e amalgamate il tutto.

20140530_181031

Nel frattempo ungete le cocotte e ricoprite l’interno con il pangrattato in modo che la frittatina con si attacchi ai bordi. Riempite con il composto, spolverizzate con parmigiano e infornate a 180° per 15/20 minuti circa.

20140530_175736 20140530_181202

Servite in tavola queste divertenti frittatine!

20140530_184458

Consiglio:usate gli spinacini, sono più delicati e meno fibrosi. Tritateli più sottilmente che potete e vedrete che i bimbi , anche i più ostinati come Serena, li mangeranno. Queste tortine sono ottime anche fredde da mettere nel cestino da pic-nic o come aperitivo a fettine per una cena estiva.

Idea salvavanzi: in inverno preparo un po’ di composto in più, faccio una classica frittata rotonda cotta al forno bella sottile, taglio a listarelle tipo tagliatella e condisco con del sugo di pomodoro: uno primo piatto diverso, ricco di verdura che i bambini mangiano volentieri!

20140530_194058

Torta Pasqualina: inauguriamo il giardino

Finalmente il giardino è finito… ora si deve festeggiare con un bel pranzo all’aperto. La ciurma si è occupata di preparare la tavola sotto il gazebo mentre io mi divertivo in cucina. Il sole di oggi è una gioia e ho voluto portare in tavola piatti semplici ma di effetto, divertenti e colorati. Così accanto ad una grande insalata di riso alle verdurine (che vi posterò nei prossimi giorni), ho preparato anche una delle torte salate più amate dai miei bambini e, in particolare, una delle poche ricette dove riesco a fargli mangiare gli spinaci: la torta pasqualina!
Questa meravigliosa verdura, che onestamente anch’io fatico a mangiare se non gli spinacini in insalata, non è molto amata dai bimbi in generale, per il suo sapore un po’ amarognolo e la consistenza un po’ fibrosa. I classici spinaci in padella con formaggio grattugiato non sono mai presenti sulla mia tavola, grande dispiacere di Mauro perché al contrario li ama molto. Così sperimento sempre ricette diverse per, in questo caso, FARCI piacere gli spinaci.
La Pasqualina è una ricetta classica dove, grazie alla presenza della ricotta, della pasta sfoglia e alla cottura e consistenza tritata della verdura, mangiamo gli spinaci volentieri.
Questa è la mia ricetta!

Ingredienti:

2 rotoli di pasta sfoglia integrale
400gr di spinaci freschi
200gr di ricotta di capra
100gr di parmigiano reggiano grattugiato
4 uova sode
olio evo
sale q.b.

Mettete gli spinaci a lessare in abbondante acqua leggermente salata per 10 minuti. Scolateli e strizzateli molto bene. Trasferiteli in una ciotola e unite la ricotta, il parmigiano, aggiustate di sale e un cucchiaio di olio evo. Mescolate bene il composto e versatelo in una teglia rivestita di carta forno dove avrete già disteso il primo rotolo di pasta sfoglia. Livellate bene e disponete le uova sode.

20140420_103751

Ricoprite con l’altro rotolo, sigillate bene i bordi, bucherellate la superficie e infornate a 200° per 50 minuti.

20140420_103934
Fate raffreddare e servite in tavola! Noi la gustiamo volentieri tiepida, per assaporare meglio tutti i sapori!

20140420_112212

Consigli: se volete assicurarvi che gli spinaci non perdano acqua, dopo la lessatura passateli in padella a fuoco medio per qualche minuto.

Ideasalvavanzi: anche il giorno dopo (se dovesse avanzarvi) questa meravigliosa torta è squisita, basta passarla in forno per qualche minuto in modo che la sfoglia ritrovi la sua croccantezza!

20140420_115738

Gli Spinaci

Lo spinacio (Spinacia oleracea) è una pianta erbacea della famiglia delle Chenopodiaceae. Originario dell’Asia è stato introdotto in Europa tra il 1200 e il 1300 dagli Arabi, che lo definivano “il principe degli ortaggi”. Di questa pianta si consumano le foglie spesse e verdi.
Gli spinaci sono tra gli ortaggi più noti per il loro apporto di ferro, circa 2,9 mg di minerale per 100 grammi di prodotto fresco, decisamente maggiore rispetto a molti altri ortaggi. C’è però un particolare che è importante conoscere: il 95% del ferro contenuto negli spinaci è inutilizzabile come nutriente a causa della presenza di acido ossalico, sostanza che limita molto la biodisponibilità dei minerali. Per ovviare a questo inconveniente basta condirli con il succo di limone, ricco di acido citrico e acido ascorbico, che rendono parzialmente solubili gli ossalati di ferro.

imagesCAFL4YDY
Contengono anche vitamina C, carotenoidi, clorofilla e luteina. Tutti questi micronutrienti esaltano le proprietà antiossidanti e li rendono un alimento particolarmente utile durante e dopo la dieta, quando è più facile che i tessuti, improvvisamente “svuotati” dal grasso sottocutaneo, tendano a rilassarsi e a inflaccidirsi, esponendoci al rischio del temibile effetto yo-yo. In misura minore, ci sono poi vitamine E, K, B1, B2, B6, PP, e anche rame, fosforo, zinco, calcio, potassio che, agendo in sinergia, contrastano smagliature e cellulite.
Sono ricchi di acido folico (o vitamina B9) indispensabile per la vita dell’uomo: è utile per dare vitalità al sistema immunitario, per la produzione di globuli rossi e l’utilizzazione di alcuni aminoacidi, e per favorire il rinnovamento delle cellule. Contiene cellulosa che assorbendo facilmente l’acqua si gonfia e aumenta il senso di sazietà, aiutando anche l’intestino a svolgere correttamente il suo lavoro. La cosa migliore da fare per sfruttare al meglio le proprietà curative degli spinaci è cuocerli poco o – ancora meglio – consumarli freschi, in insalata o sotto forma di centrifugato: in questo modo si evita che il surriscaldamento della cottura ne deteriori il contenuto di vitamine e acido folico.

E’ importante rilevare che per beneficiare al meglio delle proprietà salutari di queste foglie verdi converrebbe mangiarli crudi: lessandoli si perde una buona percentuale (circa il 50%) degli elementi utili all’organismo; questo, però si può fare quasi solo con gli spinaci novelli, che hanno foglie più piccole e tenere.
Un punto molto delicato del consumo di spinaci è la loro pulizia. Vanno lavati molto bene per eliminare ogni traccia di terriccio (essendo la foglia crespa, la terra vi penetra in profondità), per questo è opportuno sciacquarli più volte, senza però lasciarli a bagno: in questo modo, infatti, rilascerebbero nell’acqua buona parte dei principi nutritivi.
Dopo la cottura, vanno passati sotto acqua fredda per far sì che rimangano verdi, prima di strizzarli con le mani in modo che perdano l’eventuale sapore un po’acre. Anche il liquido di cottura si può utilizzare, ad esempio per risotti e minestre.
Una volta cotti e strizzati, gli spinaci si possono conservare in frigorifero in un contenitore ermetico per un paio di giorni oppure congelare riponendoli in un sacchetto di plastica da freezer, pronti per trasformarsi in contorni e ripieni per la pasta.
Ecco il primo ortaggio di questo mese di Giugno: tante gustose ricette per tutta la famiglia, in particolare per i nostri bimbi che trovano quest’ortaggio difficile da gustare. E non solo … rimedi naturali per il nostro benessere fatti in casa.

imagesCA2LSZNN

Vi aspetto numerosi … arriva l’estate e la tavola si colora di un bel verde brillante!
Manu

Centrifugato antitossine

Ore 6.30 sveglia … accendo la macchinetta del caffè, tiro fuori il latte dal frigo e in silenzio mi dirigo verso il bagno. E’ arrivato il grande momento, quello che tutti temono dopo un periodo di vacanza, l’incontro con la nemica di sempre: LA BILANCIA!
Mai fatto una dieta, per me è impossibile seguire uno piano dimagrante, penso che con piccoli accorgimenti si possa stare bene senza rinunciare ai piaceri della tavola. Per esempio io non mangio pane durante la settimana, pasta una volta al giorno e possibilmente integrale, condimenti leggeri, dolci solo a colazione, limito la carne e quando la preparo uso prevalentemente quella bianca, tanto pesce e bevo tanto facendomi aiutare da tisane: insomma cerco di non farmi mancare niente e se c’è quel giorno che desidero un cioccolatino, bè me lo mangio!
Più 2 kg … pensavo peggio viste le abbuffate di dolci di questi giorni!
Cerchiamo di eliminare questi chiletti di troppo partendo immediatamente con un bel centrifugato come aperitivo seguito da una insalatona leggera con tonno e pomodori!

Ingredienti:

1 mazzetto di spinaci lavati e mondati
2 kiwi
1 presa di zenzero

Centrifugate gli spinaci con i Kiwi.

IMG_6071 IMG_6074
Versate il tutto in un bicchiere unendo lo zenzero. Mescolate e bevete subito!

IMG_6075 IMG_6076