Archivi tag: secondo

Involtini di trota su crema di cannellini al profumo di timo

La tanto attesa neve è arrivata a metà mattina, quando ormai Serena era a scuola e Mauro già al lavoro. Greta è rimasta quasi tutto il tempo davanti alla finestra della cucina a guardare fuori come sotto l’effetto di un magico incantesimo. Poi, con la paura che tutto si trasformasse in acqua, ho pensato di scendere in giardino e farla giocare un po’. I fiocchi le cadevano sul viso facendola ridere come una matta e le uniche parole che pronunciava erano il nome di sua sorella e nonostante io le dicessi che era a scuola, lei non smetteva di chiamarla: tanti anni di differenza tra loro, ben 7, ma il loro legame è sorprendentemente forte e questo riempie il mio cuore di gioia!
Lady, la nostra vecchia ma ancora in gamba cagnolina, era tutta felice di avere qualcuno con cui giocare e Greta, con la sua innocenza, cercava di catturare i fiocchi di neve che le si poggiavano sul pelo nero.
Ora non restava altro che esprimere un desiderio : che la neve continuasse a scendere, così al rientro di Serena e di Mauro,  potevamo  passare qualche altro momento di gioia tutti insieme! Il desiderio non si è avverato, la pioggia ne ha preso il posto ma invece di una battaglia a palle di neve ne abbiamo fatta una con i cuscini, che mi ha completamente distrutto. Così, mentre la ciurma era in bagno a lavarsi,  mi sono messa ai fornelli per preparare la cena di stasera. Avevo nel congelatore dei filetti di trota iridea: perfetti per degli involtini magari accompagnati da una buona crema di legumi. Così ho deciso di unire pesce e legumi e creare un piatto completo e salutare, ottimo dopo questa giornata sulla neve!

Ingredienti:

300gr fagioli cannellini lessati
500gr di filetti di trota
2 zucchine
5 fette di pane raffermo
2cm di radice di zenzero
prezzemolo
2 rametti di timo
Brodo vegetale
Olio evo
Sale e pepe q.b.

Mettete in una pentola i fagioli con il timo. Aggiungete un po’ di brodo vegetale e fate cuocere a fuoco basso per 30 minuti.

IMG_6732 IMG_6733

Salate a fine cottura, eliminate il rametto di timo e frullate. Rimettete sul fuoco sino a raggiungere una consistenza molto cremosa, aggiungendo eventualmente altro brodo.
Tagliate la zucchina a fette sottili per il senso della lunghezza e fatele ammorbidire per un paio di minuti in un tegame con due cucchiai di olio e un rametto di timo.

IMG_6735
Spezzettate le fette di pane, aggiungete la radice di zenzero pelata e del prezzemolo. Tritate il tutto e mettete da parte il composto che servirà per la farcia.

IMG_6738 IMG_6739
Disponete i filetti di trota su un piano, adagiate sopra una fetta di zucchina, salate e pepate e aggiungete un po’ di composto di pane.

IMG_6736 IMG_6737 IMG_6740

Arrotolate a involtino e fermate con uno stuzzicandenti.

IMG_6741
Nella stessa padella dove avete fatto cuocere le zucchine adagiate gli involtini preparati e cuocete per qualche minuto su tutti i lati, a fuoco dolce e con il coperchio.
Un filettino era molto sottile così l’ho fatto a pezzettini e l’ho lasciato cuocere da solo.
Distribuite la crema di cannellini nei piatti, adagiatevi sopra gli involtini, guarnite con pezzetti di pesce e un filo di olio aromatizzato al timo e servite il piatto ben caldo.
Cercate in ogni boccone di prendere tutti gli ingredienti del piatto, pesce e crema di cannellini insieme, vi sorprenderete del sapore!

IMG_6743

Le bimbe hanno completamente divorato tutto,  ora con la pancia piena e la gioia nel cuore per i momenti passati insieme, si va a nanna … che la magia delle neve le accompagni nelle braccia di Morfeo!

Torta salata Verza e speck – Panzerotti mozzarella prosciutto e broccoli

Ogni tanto è giusto fermarsi e farsi viziare: oggi è toccato a me, che ho abbandonato grembiule e mestoli per pranzare dalla mia mamma che ha preparato piatti fantastici. Una bella giornata in famiglia, tutti insieme a tavola: noi, i miei genitori e il mio fratellino con moglie e con la mia splendida piccola nipotina.
Momenti così ti riempiono il cuore e ti colorano la giornata!
Poi però si torna a casa … che preparo per cena? Non ho nessuna voglia di spadellare così aprendo il frigo trovo pasta sfoglia e dischi di pasta già pronti (di solito l’impasto per la pizza o per i calzoni lo preparo io, ma ho trovato, della Buitoni questa confezione già pronta … mi sono fatta tentare e ho fatto bene): perfetto!
Una torta salata con quello che ho in frigo e invece della solita pizza, calzoni ripieni al forno!

Ingredienti per la torta salata:

300 gr di verza
100 gr di scamorza affumicata
1 uovo
100gr speck
3 cucchiai di parmigiano grattugiato
2 cucchiai di basilico tritato
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
1 confezione di pasta sfoglia integrale pronta
1 cucchiaino di Sale alle erbe
Pepe q.b.

Lavate la verza e tagliatela a listarelle sottili. Fatela sbollentare per 5 minuti in acqua bollente salata e scolatela.

IMG_6581
Versate l’olio extravergine di oliva in una padella ampia e antiaderente, aggiungete il basilico tritato, lo speck tagliato a listarelle e la verza. Mescolate bene e lasciate cuocere per una decina di minuti.

IMG_6582
Rompete l’uovo in una terrina, aggiungete il parmigiano, sale alle erbe e pepe e sbattete bene tutti gli ingredienti.

IMG_6584
Foderate una pirofila con carta da forno e poi disponete la pasta sfoglia.

IMG_6585
Sul fondo fate un primo strato di verza, poi sistemate sopra le fettine di scamorza e per ultimo coprite con il resto della verza.

IMG_6586 IMG_6587
Versate sulla superficie il composto con l’uovo e livellate tutto.

IMG_6588
Richiudete la pasta sfoglia sui bordi lasciando aperta la zona centrale.

IMG_6589
Infornate a 200° a forno già caldo per 40 minuti.
Sfornatela, lasciatela intiepidire qualche minuto e poi sistematela su un bel tagliere e servite.

Ingredienti per i panzerotti:

8 dischi pronti di pasta oppure preparare impasto per pizza
200gr broccoli lessati
100ml di salsa di pomodoro
100gr mozzarella a cubetti
50gr prosciutto a cubetti

Fate saltare in padella con l’olio i broccoli già lessati con la salsa di pomodoro e aggiustate di sale.

IMG_6590
Riempite con il composto i dischi di pasta, unite la mozzarella e il prosciutto.

IMG_6592

Chiudete il disco a modo panzerotto e infornate per 10 minuti.

IMG_6593

Voilà, la cena è pronta! Bon apetit

IMG_6599

Orata in cartoccio al limone e timo con salsa di rucola

Far la spesa nei grandi supermercati non è una cosa che mi piace molto: troppa gente, confusione, scontro tra carrelli, fila al banco freschi e fila alle casse, insomma … divento nervosa, anche se non nego la comodità di trovare tutto ciò che si ha bisogno in un unico luogo e in particolare aperto tutta la settimana.
Ma girare per i mercati, andare nelle cascine a comprare carne e formaggi, andare dal pescivendolo ha il suo fascino ed è una cosa che amo molto fare, forse perché cresciuta in questa realtà: mio papà da sempre vende frutta e verdura al mercato. Interagire direttamente con il venditore, chiedere consiglio sul prodotto da voler acquistare credo che sia il modo migliore per portare in tavola alimenti di prima scelta.
Ed è quello che ho fatto oggi, comprando delle ottime orate fresche! Il modo migliore per cucinare il pesce è farlo con cotture semplici, per gustare al meglio il suo sapore.
La ricetta di stasera prevede Orate al cartoccio con limone e timo, servite con una salsa alla rucola.
La rucola è ricca di calcio e di vitamina C, è un valido rimedio contro lo stress ed ha proprietà diuretiche, che la rendono perfetta per chi desidera favorire l’eliminazione delle tossine da parte dell’organismo.
Basta parlare, mettiamoci ai fornelli!

Ingredienti:
4 orate
2 limoni
4 rametti di timo
Capperi
8 pomodori ciliegino
Sale e pepe
Olio evo
Rucola
Pinoli

Pulite il pesce rimuovendo le interiora e sciacquandolo accuratamente sotto l’acqua corrente. Disponete il pesce su un foglio di carta da forno, riempite la cavità addominale con fette di limone, il rametto di timo, sale e del pepe.

IMG_6465
Tagliate i pomodorini a cubetti piccolini e adagiateli sopra il pesce con qualche cappero, aggiungete un filo di olio, salate e pepate.

IMG_6466
Scaldate il forno a 180°, richiudete il foglio di carta da forno creando un cartoccio e cuocete per circa 20 minuti

IMG_6467
Nel frattempo preparate la salsa frullando la rucola con dell’olio, dei pinoli, sale e pepe. Versatela in una ciotolina da portare in tavola in modo che ogni commensale si serva da solo.

IMG_6471 IMG_6472
Adagiate il cartoccio di pesce leggermente aperto sul piatto da portata e servite accompagnandolo con la ciotolina di salsa alla rucola e, per noi genitori, da un buon calice di vino bianco!
Buon appetito!

IMG_6483

Salmone ai pomodorini e timo con purè di carote al profumo di timo

La ricettina di stasera è molto sfiziosa e leggera, direi una ricetta light! La preparazione è molto semplice, fresca ma anche raffinata, da realizzare in poco tempo. Il purè di carote come contorno è l’ideale con il suo sapore delicato e il suo profumo particolare dato dalla presenza del timo.
E’ perfetto per tutta la famiglia dai grandi ai piccini, ma anche come piatto per una cena con amici, farete un figurone!

Ingredienti:
4 filetti di salmone
2 rametti di timo
10 pomodorino ciliegino
Vino bianco q.b.
Sale e pepe q.b.

400gr carote
30gr burro
500ml di brodo vegetale
2 cucchiai di parmigiano
3 rametti di timo
Sale

Per prima cosa prepariamo il purè: pelate, lavate e tagliate a rondelle le carote e lessatele nel brodo con il timo per circa venti minuti.

IMG_6408

Scolate e frullate le carote cotte con un pochino di timo. Mettete sul fuoco con il burro e aggiustate di sale.

IMG_6414

Fate asciugare il purè, spegnete il fuoco e mantecate con il parmigiano.

Prendete una larga padella, versate un filo di olio e quando è caldo, aggiungete il salmone e fatelo rosolare a fiamma vivace da entrambi i lati, sfumate con un dito di vino bianco e abbassate la fiamma, unite i rametti di timo e fate cuocere per circa 10 minuti.

IMG_6416 IMG_6417

IMG_6419  IMG_6420

Tagliate i pomodorini a dadini e aggiungeteli al salmone a fine cottura, aggiustate di sale e pepe e servite in tavola con il contorno di purè!

IMG_6411 IMG_6421

A tavola piatti vuoti, scarpetta e un grande complimento dalla mia principessina:

“Mamma, un piatto da Masterchef!”.

IMG_6423 IMG_6424

Bruschetta con feta e kiwi

La mattinata è volata e, presa dalle mille cose, non ho pensato al pranzo. Improvvisiamo qualcosa con quello che abbiamo in frigo. Per la piccola Greta un bel piatto di pasta è doveroso e con qualche pomodorino e del buon basilico riesco ad accontentarla, un po’ di prosciutto, frutta e dolcetto e lei è la bimba più felice del mondo!
Io invece non ho voglia di pasta. Nella vaschetta dei formaggi trovo la feta e all’istante mi torna in mente un piatto che avevo assaggiato ad un aperitivo tempo fa in un locale a Milano e che mi ero ripromessa di rifare: una bruschetta con feta e kiwi.
Alcuni di voi storceranno il naso per l’abbinamento, anche se già si sa che i formaggi con la frutta sono ottimi insieme, ma vi assicuro che la dolcezza del kiwi si abbina alla perfezione al salato e acidulo della feta bilanciando perfettamente i sapori. E non pensiate che questo piatto non possa piacere ai vostri figli, la piccola Greta ha mangiato metà bruschetta! Provate sempre!

Ingredienti:

Fetta di pane
20gr di feta
2 cucchiai di Formaggio spalmabile ( io avevo in casa Philadelfia alle erbe … perfetto)
Basilico
Un pizzico di curcuma
Pepe
Olio evo
Qualche fettina di kiwi maturo

Mettete la fetta di pane con un filo di olio ad abbrustolire in un tegame o in forno.

IMG_6342

Nel frattempo in una ciotola mischiate la feta, il formaggio spalmabile, il basilico, la curcuma e il pepe.

IMG_6343 IMG_6344
Spalmate il composto sulle fette di pane caldo, decorate con le fette di kiwi e servite subito.
Sono ottime come antipasto in piccole porzioni oppure per un pranzo veloce come il mio di oggi!

IMG_6345

Ribollita a modo mio

“Vivere o sognare? Improvvisare o seguire una ricetta?”  … in questo periodo sto “cercando” di leggere  “ La collezionista di ricette segrete”, un’avvincente libro sull’amore per la cucina.
Io credo che l’unione tra la tradizione e la modernità sia l’arma vincente di una ricetta. Non puoi stravolgere una piatto tipico regionale come può essere una carbonara piuttosto che i tortellini bolognesi o la nostra amata pizza. Loro rappresentano una cultura, raccontano storie di luoghi e persone .  Una cosa la puoi però fare … migliorare il loro gusto, aggiungendo sapori e aromi nuovi, rendendoli un po’ più tuoi!
E’ quello che ho fatto io stasera preparando la famosa zuppa toscana “la Ribollita”  a modo mio. Ho mantenuto gli ingredienti principali, ho tolto e aggiunto qualcosina usando gli stessi tempi e modi di cottura della ricetta classica, per rendere il mio piatto più consono al palato delle bambine.
Come prevede la tradizione toscana ho preparato il piatto nel primo pomeriggio (ancora meglio il giorno prima), per poi riscaldarlo per la cena di stasera: minestra ribollita!

Ingredienti:

500gr fagioli ( io avevo in casa i borlotti già pronti, ideale sono i cannellini secchi da lasciare in ammollo una notte)
1 cavolo nero
2 carote
2 gambe di sedano
1 patata
1 pomodori pelati
½ cipolla
Timo e rosmarino
120gr pancetta a cubetti
Brodo vegetale
prezzemolo
Olio evo
Sale e pepe
Raspadura
Pane a fette tipo toscano

Tagliate a pezzetti carota, sedano e cipolla. In una casseruola abbastanza grande fateli rosolare per qualche minuto con la pancetta.

IMG_6256

Aggiungete il prezzemolo e il pelato.

IMG_6257 IMG_6258

Fate cuocere per un paio di minuti e poi unite il timo e il rosmarino, fagioli e patate.

IMG_6259  IMG_6260

Per ultimo unite il cavolo nero fatto a listarelle.

IMG_6261

Coprite con il brodo vegetale e cuocete con il coperchio per un paio di ore.

IMG_6262

Prelevate una parte della zuppa e frullatela a crema, aggiungetela  alla restante parte e mescolate bene.

IMG_6263 IMG_6264

IMG_6265 IMG_6267

Stasera ho rimesso sul fuoco la pentola e dal bollore ho lasciato cuocere ancora per 15 minuti. Nel frattempo preparate le fette di pane facendole abbrustolire in una padella.

IMG_6272

Adagiate una fetta sul piatto da portata con un filo di buon olio evo, cospargete con della raspadüra, decorate con altre fette di pane e aggiungete due abbondanti mestoli di minestra.

IMG_6270 IMG_6274

IMG_6276 IMG_6273
Servite con del formaggio grattugiato e gustatela calda: un piatto povero e umile ma ricco di sapori e di tradizioni!

Spezzatino alla birra profumato al timo con contorno di cavolo pak choi

Per la cena di stasera ho pensato di proporvi un piatto semplice ma particolare dove i gusti orientali s’intrecciano ai nostri. Ho piacevolmente trovato nel reparto verdura il cavolo pak choi, veloce da cucinare e dal gusto molto delicato che s’integra benissimo in ogni piatto, sia in minestroni, zuppe sia come contorno a carne o pesce. Dovete assolutamente provarlo!
Stasera lo cucino in modo molto rapido, come contorno, saltato in padella con delle carote e dello zenzero. Accompagnerà un semplice spezzatino alla birra profumato al timo.
Senza dilungarmi troppo vi do gli ingredienti e vi spiego la ricettina!

Ingredienti:
½ radice di zenzero
1 rametto di timo
1 bicchiere di birra
1 cucchiaio di Salsa di soia
1 cucchiaino di gomasio
Farina q.b.
6 carote
500gr cavolo pak choi
800gr spezzatino di vitello
Olio evo
Sale e pepe

Infarinate i bocconcini di carne e passateli in una padella con un filo di olio e il timo.

IMG_6304

Quando sono ben rosolati, sfumate con il bicchiere di birra, abbassate la fiamma e portate a cottura. Se necessita, aggiungete un pochino di acqua.

IMG_6311

Pulite il cavolo pak choi lavando bene le foglie dalla poca terra che ha addosso e tagliatelo a pezzetti, insieme alle carote e alla radice di zenzero che avrete prima privato della buccia.

IMG_6306

In una larga padella con un filo di olio fate saltare le carote, lo zenzero e la parte del gambo del cavolo (essendo più spessa ci mette un po’ di tempo in più a cuocere).

IMG_6313

Quando i pezzetti di gambo cominciano ad ammorbidirsi unite le foglie.

IMG_6315

Man mano che il cavolo si cucina, aggiungete la salsa di soia. Io la uso al posto del sale ed è un sapore che le bimbe già conoscono e apprezzano. Diversamente usate il sale.

IMG_6316

Spegnete il fuoco e spolverizzate con del gomasio o, se avete usato prima il sale, con del sesamo.

IMG_6317

Controllate lo spezzatino e aggiustate di sale e pepe.
Servite in tavola con del timo fresco e con il contorno di cavolo pak choi!

IMG_6318