Archivi tag: salmone

Linguine Limone e Pepe con Salmone e Menta

20160707_190702Questa Rubrica del Venerdì “L’Angolino del Papà”  è una delle preferite dalla ciurma e in particolar modo dal Vice Capitano. Proprio l’altro giorno è tornato a casa con una confezione di Pasta: Linguine Limone e Pepe. “Amore, questa me la devi fare, condiscila come vuoi ma la voglio proprio assaggiare”. Agli ordini Vice Capitano! Così mi sono messa ai fornelli, con la curiosità di tutta la ciurma di provare questa pasta. Nella mia cucina Limone e Pepe richiamano Pesce, così ho deciso di preparare un semplice condimento con Salmone e Menta fresca. Un piatto estivo, profumato e saporito, una pasta deliziosa, delicata e fresca. Dovrò provare a prepararla in casa, in versione senza glutine, così da poterla gustare anch’io senza problemi. Bene, mettiamoci ai fornelli e godiamoci questo buon piatto di pasta! Buon week end a tutti!

Ingredienti per 2 persone:

160gr di Pasta Linguine Limone e Pepe
1 trancio di salmone fresco da 400gr circa
olio evo q.b.
sale e pepe q.b.
menta fresca
1 limone

Pulite il trancio di salmone dalla pelle e dalle spine e cuocetelo in padella con un filo di olio evo e un pizzico di sale. Una volta cotto, rompetelo con una forchetta, aggiungete menta fresca, la scorza di limone grattugiata, sale e pepe. Scolate la pasta al dente e fatela saltare in una padella con il salmone condito e un filo di olio a crudo. Servite in tavola e a piacere ancora pepe e scorza di limone!

20160707_192115

20160707_192122

 

Filetto di Salmone al Curry: stimoliamo il metabolismo pt.15

Ed eccoci al nostro appuntamento bis-mensile del Martedì con la Rubrica “Bellissime Mamme” . Come vi dicevo qui, questo mese doppio appuntamento e ultimo per quanto riguarda il nostro percorso alla conoscenza dei 15 cibi che ci aiutano a Stimolare il metabolismo. FB_IMG_1435238875347 Dopo POMPELMO, THè VERDE, YOGURT, MANDORLE, CAFFè, TACCHINO, MELA, SPINACI, FAGIOLI, FRIGGITELLI, BROCCOLI, FARINA DI AVENA, LATTE DI SOIA E CANNELLA, oggi parliamo di CURRY! Il curry indiano o masala è una miscela ben dosata di spezie diverse, la ricetta classica comprende pepe nero, cumino, coriandolo, cannella, curcuma, ma anche chiodi di garofano, zenzero, noce moscata, fieno greco, peperoncino. imagesBILQ56X3Una prelibatezza diffusa dall’egemonia inglese in terra indiana, trasportata viaggio dopo viaggio e utilizzata per insaporire i piatti.  Anche il nome è una modifica di matrice anglosassone del termine di origine Tamil, perché in India la suddetta miscela è più conosciuta come masala. Curry significa salsa, zuppa e deriva dalla parola Cari. La differente miscelazione ha fatto si che il nome cambiasse di nazione in nazione:  in Thailandia il curry è più diffuso con la terminologia green curry o kaeng khiao wan, ed è verde per l’alta percentuale di polveri a base di basilico.  A Singapore e Malacca è conosciuto come kaeng kari o curry giallo, e kaeng phet. Nella cultura cino-tahilandese è noto come Prik khing curry e il massaman curry o nam phrik kaeng massaman. Mentre in Giappone è chiamato karē. La particolarità che differenzia i vari curry è data dagli ingredienti che compongono le diverse miscele. Ogni curry è differente, anche nelle rispettive terre d’origine, e la combinazione e le dosi costituiscono la creazioni di una miscela che va dal saporito, al mediamente piccante (mild) fino al molto piccante (sweet). La cucina italiana da tempo ha inserito il curry tra le spezie più utilizzate, per insaporire con leggerezza contorni, primi e secondi. untitled (75)Facile da miscelare può trasformarsi in crema, salsa e colore per la tavola; è indispensabile però spargere la mistura di spezie con l’ausilio di un cucchiaino, quindi mai a pioggia diretta sui vapori dei cibi in cottura. In questo modo la fragranza e il sapore rimarranno intatti, mescolandosi e amalgamandosi alle pietanze. I piatti tipici conosciuti sono moltissimi: il Dal indiano, il classico Pollo al curry e le varie zuppe di verdure. Oggi voglio proporvi un secondo piatto, di pesce, che ho gustato in un ristorante l’anno scorso e che spesso ripropongo alla ciurma perché è buonissimo, oltre ad essere leggero: SALMONE AL CURRY! Un piatto semplice, che richiede pochissimo impegno, dai mille profumi, esotico e gustoso al punto giusto…un piatto che dovete provare se non lo avete ancora fatto. Io ho utilizzato un mix di curry giallo  che ho preso in un negozio indiano e contiene pepe nero, cumino, coriandolo, cannella, curcuma, chiodi di garofano, zenzero, noce moscata, fieno greco, peperoncino. Ho accompagnato il tutto da quinoa e mais, voi potete scegliere anche del riso basmati, o riso rosso selvaggio! Non mi resta che lasciarvi la ricetta, ci rivediamo a luglio per un altro appuntamento con la Rubrica dedicata a noi … bellissime Mamme!

Ingredienti:

2 filetto di salmone
2 cucchiai di salsa di soia
2 cucchiaini rasi di curry
1 limone bio
2 cm di radice di zenzero
sale e pepe q.b.
olio evo q.b.
50gr mix di Quinoa e Mais Pedon
Menta q.b.

20160627_105624Mettete il salmone in una ciotola, aggiungete la salsa di soia, la bucci grattugiata del limone e un pò di menta sminuzzata e lasciate marinare per 1 ora in frigorifero. Nel frattempo cuocete il mix di Mais e Quinoa, scolatelo bene e condite con olio evo, una macinata di pepe e zenzero grattugiato. Lasciate riposare e raffreddare. Riprendete il salmone, scolatelo e tamponatelo per asciugarlo. Ricoprite il salmone con il curry e con scorza di limone, massaggiate bene così che le spezie insaporiscano il filetto.
Scaldate una padella con un filo di olio e cuocete il salmone a fiamma media per qualche minuto per lato. Non vi resta che impiattare con il contorno scelto e portare in tavola!

20160627_122121

20160627_105450

20160627_122126

Informazioni e immagini prese dal Web

 

Lasagnetta di Zucchine al Salmone e Aneto: trasformare una cena

I giorni scorsi le temperature si sono notevolmente abbassate e questo ha fatto si che il mio forno riprendesse a funzionare alla grande, nonostante gli ingredienti nel mio frigorifero fossero prettamente “estivi”. Giovedì avevo preparato un bel trancio di salmone al vapore, da portare in tavola freddo con delle patate e fagiolini in insalata e delle zucchine grigliate. Ma il cielo nero e il vento freddo mi hanno fatto rabbrividire al pensiero di una cena del genere, così ho improvvisato un piattino caldo molto confortante: una lasagna, ma senza pasta! Le zucchine grigliate ne hanno preso il posto, il salmone è diventato il suo condimento e una besciamella vegana profumata all’aneto ha rifinito e reso cremosa e unica questa ricetta. Inutile dirvi che la ciurma ha divorato tutto, con la solita scarpetta non solo ai piatti ma anche alla teglia!

20150504_123609

Gustosa, profumata, leggera, appetitosa e semplice, questa lasagnetta è una favola!
Dopo l’intenso week end in compagnia di amici e parenti per festeggiare la piccola Greta, che ha affrontato tutto questo con la febbre poverina, questa settimana riposo e pace, il ritorno alla salute (visita d’obbligo dal pediatra) e la ricerca di tranquillità e intimità che a noi piace tanto . La nostra meravigliosa nave è sulla rotta della serenità… buon inizio di settimana a tutti!

Ingredienti:

3 zucchine medie
300gr di salmone fresco cotto al vapore
500 ml di latte di riso
35 gr di farina di riso
35 gr di olio extravergine
1 pizzico di noce moscata
1 ciuffo di aneto
sale e pepe q.b.

Per prima cosa lavate le zucchine, tagliatele a fettine per il lungo e grigliatele da ambo i lati. Fate raffreddare e procedete con la preparazione della besciamella vegan senza glutine: in un pentolino portate ad ebollizione il latte, aggiungete poi piano piano l’olio, la farina di riso e iniziate, con l’aiuto di una frusta, a mescolare bene in modo che non si formino grumi. Unite un pochino di aneto fresco, una grattugiata di noce moscata e aggiustate di sale. Continuate a mescolare fino a quando non si sarà ben addensata.

20150504_183326

Per quanto riguarda il salmone io l’ho cotto al vapore usando il mio cestello all’interno di una pentola con due dita di acqua sul fondo. Se voi avete la vaporiera è ancora più semplice. Una volta raffreddato il trancio, disfatelo con le dita, così riuscirete a tirare via anche le eventuali spine che vi fossero sfuggite prima di cuocerlo.
Prendete una teglia e iniziate a comporre la lasagna: sul fondo fate un leggero strato di besciamella, ricoprite con le zucchine grigliate, besciamella, salmone a pezzetti, aneto fresco e ancora zucchine.

20150504_183534

Procedete così sino alla fine degli ingredienti. Ricoprite l’ultimo strato da una generosa quantità di besciamella, del parmigiano grattugiato (a piacere), una macinata di pepe e un giro di olio evo. Infornate a 200° per circa 15 minuti, deve formarsi la classica crosticina in superficie.

20150504_183913

20150504_191943

Fate raffreddare e portate in tavola!

20150504_192306

E’ ottimo anche gustato a temperatura ambiente!

Pasta fredda (senza glutine) con salmone al vapore ed erbe aromatiche:

Quando arriva la bella stagione la presenza del pesce aumenta in tavola. Uno dei pesci preferiti dalla ciurma è il salmone, così viste le sue notevoli proprietà, cerco di portarlo in tavola spesso, usandolo anche per preparare quei piatti che alle bimbe piacciono molto, come la pasta fredda. Se poi trovate, come è capitato a me l’altro giorno, dei bei tranci di salmone fresco  non esitate a comprarlo, basta cuocerlo a vapore con erbe aromatiche e una volta freddo condirci pasta (io ho usato quella senza glutine per questa ricetta) o riso a vostro piacere, ma anche aggiungerlo ad una ricca insalata (fra qualche giorno vi posterò la ricetta… divina). Un piatto molto semplice e fresco, perfetto per la stagione estiva e da gustare in qualsiasi momento: ottimo per un pranzo in giardino e perfetto nel cestino da pic nic per una bella gita in mezzo al verde!

Ingredienti per 4 persone:

2 tranci di salmone fresco
350gr di pasta Mais, Quinoa, riso e fibre Garofalo senza glutine (o altra pasta a vostra scelta)
menta
erba cipollina
prezzemolo
aneto
alloro
1 limone bio
olio evo q.b.
sale e pepe q.b.

Per prima cosa dobbiamo cuocere a vapore il salmone: con l’aiuto di una pinzetta privatelo di tutte le spine, adagiatelo sul cestello per cuocere a vapore, ricopritelo di qualche ramoscello di aneto e qualche foglia di alloro, spolveratelo con un pochino di sale e mettete nella pentola con due dita d’ acqua, coprite con il coperchio e fate cuocere per almeno 15/20 minuti (dipende dallo spessore del pesce). Nel frattempo fate cuocere la pasta in abbondante acqua salata in ebollizione, scolatela, conditela con olio e fatela raffreddare. Una volta che il pesce si è raffreddato, privatelo della pelle, riducetelo in pezzetti con le mani e aggiungetelo alla pasta. Concludete il tutto con un trito di menta, erba cipollina, prezzemolo, buccia grattugiata del limone (se vi piace)e una spolverata di pepe.

20150416_122945

Buon appetito!

20150416_123000

Lasagne con Radicchio e Salmone: solo per te!

Il primo quadrimestre si è concluso ed è arrivata la tanto attesa pagella che, come sempre, è perfetta! Serena è un piccolo genio, un vulcano di idee e di parole, la sua mente non si ferma mai e la sua voglia di “sapere” è infinita. Si, non ha un carattere facile, è molto competitiva e spesso “dura” ma è solo un modo per nascondere il suo animo dolce e sensibile e sono convinta che questo suo carattere l’aiuterà molto crescendo: il mondo davanti a lei è molto duro! SIAMO ORGOGLIOSI DI LEI, TANTISSIMO! Così per festeggiare, ho preparato un piatto che da molto mi chiedeva: le lasagne con il salmone, il suo pesce preferito! Naturalmente ho aggiunto una delle verdure di stagione e ho scelto il radicchio. Un piatto delicato e gustoso, con una besciamella senza lattosio, che accompagnava perfettamente l’abbinamento radicchio-salmone. Sorpresa dal modo in cui i piatti della ciurma si svuotavano chiedendo il bis, ho voluto anch’io assaggiarla cadendo in tentazione (maledetto glutine)e sono rimasta a bocca aperta: è veramente buona! Io non amo particolarmente il salmone nei sughi, ma questa volta mi è davvero piaciuto tanto! Visto che oggi è domenica, e la Lasagna è un piatto che in questo giorno portano in tavola tanti italiani, ho pensato di darvi un’idea diversa per prepararla!

Ingredienti per 6 porzioni:

8 fogli di lasagne sfogliavelo di Giovanni Rana
1lt di besciamella vegan senza lattosio
1 ceppo di radicchio
2 filetti di salmone fresco
formaggio grattugiato
olio evoame
sale e pepe q.b.

Pulite e lavate il radicchio e tagliatelo a striscioline sottili. Togliete la pelle dai filetti di salmone fresco, controllate che non ci siano spine e poi tagliatelo a pezzetti piccolini. In una padella con due cucchiai di olio fate rosolare il radicchio, unite il salmone, salate e pepate e fate cuocere per 5 minuti.

20150215_110644

Prendete la pirofila per le lasagne, fate uno strato di besciamella, adagiate i fogli di pasta, ricoprite con besciamella e con una parte di sugo di radicchio e salmone, spolverate con formaggio grattugiato e procedete così sino alla fine degli ingredienti. Io ho fatto 4 strati usando due fogli per ogni strato. Sull’ultimo strato aggiungete una quantità maggiore di formaggio grattugiato e una grattata di pepe.

20150215_113911

Infornate a 200° per 20/25 minuti circa. Fate raffreddare e poi servite in tavola.

20150215_120538

20150215_122521

Aspettate più di quanto ho fatto io per porzionare le Lasagne, così che la besciamella si solidifichi un pochino in più e la porzione non si smonti (la ciurma aveva troppa fame per aspettare)!

20150215_122552

Salmone al Pompelmo e Aneto: mangiamo pesce!

Il Salmone, uno dei pesci preferiti dalla ciurma, presentato in una ricetta semplicissima e unica, dai sapori estivi accattivanti e delicati, un piatto raffinato che porta in tavola un pesce ricco e prezioso per la nostra salute.
Raccomando sempre la qualità del pesce, nel dubbio sempre meglio quello surgelato. Io ho comprato dal mio banco del pesce di fiducia 3 tranci di coda, meno asciutti e preferiti dalle bimbe, e tre tranci normali, più carnosi come piacciono a me. La cottura è categoricamente in forno e il condimento è leggero: pompelmo, aneto e olio evo.
Bando alle ciance eccovi il mio meraviglioso Salmone!

20140518_121651

Ingredienti per 6 porzioni:

6 tranci di salmone
1 pompelmo rosa
aneto fresco
olio evo
sale q.b.

Prendete i filetti di salmone e adagiateli su una teglia ricoperta da carta forno e leggermente umida. Ricopriteli di aneto spezzettato e di fette di pompelmo rosa, salate leggermente e versate un filo di olio su ogni trancio.

20140518_103549

Infornate a 200° per 25-30 minuti. Il pompelmo con il calore rilascerà più facilmente i suoi succhi che verranno assorbiti dal pesce e permetteranno al salmone di non asciugarsi.
Servite ben caldo e gustate questo piatto bellissimo, dal profumo meraviglioso sprigionato dall’aneto e dalla leggerezza delle sue carni irrorate dal succo del pompelmo: un mix di sapori in un piatto leggerissimo perfetto per i vostri bambini!

20140518_121616

Risotto al Pompelmo con salmone: Auguri a tutte le mamme!

20140510_160415 il mio amore… Serena!!

Auguri a tutte le Mamme del Mondo! La ricetta di oggi è dedicata a loro: un risotto insolito e veramente gustoso, che soddisferà il palato anche dei più esigenti, un insieme di sapori straordinari, una combinazione meravigliosa di freschezza agrumata del pompelmo e il gusto delicato del salmone! Poche parole … vi mostro subito la ricetta e rinnovo gli auguri a tutte noi Mamme (ora vi saluto, oggi c’è la confessione di Serena … una giornata in festa)!

20140510_125649

Ingredienti per 4 persone:

320gr di risotto carnaroli
2 pompelmi (succo e buccia grattugiata)
250gr di salmone fresco
brodo vegetale
olio evo
burro vegetale
sale q.b.

In un tegame con due cucchiai di olio fate tostare il riso, sfumate con il succo dei pompelmi e mescolate bene.

20140510_122718

Aggiungete il brodo e iniziate la cottura. Il salmone vuole circa 15 minuti di cottura quindi appena il primo mestolo di brodo è stato assorbito dal riso aggiungete il salmone. Portate a cottura unendo via via il brodo.

20140510_123429

Nel frattempo grattugiate la buccia del pompelmo e a fine cottura aggiungetela al risotto a fiamma spenta insieme ad una noce di burro per la mantecatura. Io non utilizzo formaggio, ma a voi la libera scelta!

20140510_125224

Servite ben caldo e gustate questo buonissimo risotto dal profumo invitante, ottimo abbinamento fra gusto e calorie, con tante proprietà benefiche, ricco di vitamine e perfetto per i bambini grazie anche all’apporto di omega 3 date dal Salmone!

20140510_125709