Archivi tag: ricotta salata

Spaghetti ai Peperoni con ricotta salata: ultimi prodotti di stagione

Che tristezza… l’estate è oramai finita e si porta via il cielo azzurro, il sole caldo e tanti buonissimi prodotti della sua splendida stagione come i peperoni, tanto amati dalla ciurma. Nella nostra cucina estiva non mancano mai, se sfogliate le ricette ne troverete tantissime con questo meraviglioso ortaggio che la natura ci regala: Parmigiana fredda di peperoni, peperoni ripieni vegetariani, crostatine con peperoni, polpettone di peperoni e prosciutto, e tante altre! Allora approfittiamo di questi ultimi ortaggi di stagione e prepariamo uno dei primi piatti tanto amati dalla ciurma e in particolare dal papà di casa: Spaghetti ai peperoni con ricotta salata!  Per un ottimo primo piatto la prima cosa importante è la qualità della pasta. Ecco allora la nostra amata Pasta Girolomoni.
Una storia basata sui valori autentici della vita di campagna, sull’amore per la natura e le cose vere. Nasce così la realtà Girolomoni, che aderisce al progetto Fedagri Qui Da Noi, il meglio dei prodotti alimentari biologici Made in Italy. Per produrre questa pasta viene utilizzato un grano di grande valore sia nutrizionale che storico, coltivato con metodo biologico. Graziella Ra® è un frumento proveniente da uno scavo archeologico in Egitto. In Italia è stato portato, verso la fine degli anni Settanta, da un archeologo, che lo consegnò a Paride Allegri, giardiniere comunale a Reggio Emilia in quel periodo. Ivo Totti ne consegnò a sua volta una manciata ai soci di Alce Nero Cooperativa, con un mandato ben preciso: se riuscirete a moltiplicarlo dovete chiamarlo Graziella, il nome della figlia dell’archeologo, morta tragicamente durante la seconda guerra mondiale.
Ma cosa c’entra “RA”? Nell’antico Egitto “RA” è il sole, al quale questa varietà è pure dedicata, essendo l’elemento che ogni giorno ricarica la terra di quella luce e quel calore indispensabili alla nostra vita.
Questo grano oggi è coltivato sulle colline del Montefeltro, in provincia di Pesaro e Urbino. Un frumento particolarmente ricco di proteine, di sali minerali e di selenio, un potente antiossidante in grado di contrastare efficacemente i radicali liberi, responsabili di molte patologie umane. Vi ho convinto a provare questa pasta? Fidatevi, è fantastica! Ora non ci resta che metterci in cucina e preparare questo buonissimo primo piatto per la Rubrica “L’Angolino del Papà”!

Ingredienti per 4 persone:

350gr di Spaghetti Semiintegrali Girolomoni
1 peperone rosso
1 peperone giallo
1 cipolla rossa di tropea
ricotta salata q.b.
sale e pepe q.b.
olio evo q.b.

Lavate la cipolla e tagliatela a rondelle sottili. Versate in una larga padella con 3 cucchiai di olio evo e fate rosolare a fuoco basso. Nel frattempo lavate e pulite i peperoni e tagliateli a cubetti piccolini. Trasferiteli nel tegame della cipolla, salate, pepate e lasciate cuocere per 15 minuti. Cuocete gli spaghetti, scolateli al dente e fateli saltare nel tegame delle verdure in modo che si insaporiscano bene. Spolverate il tutto con una bella grattugiata di ricotta salata e amalgamate nuovamente il tutto: si formerà una buonissima cremina. Servite questi buonissimi spaghetti con un’altra grattugiata di ricotta salata e una fogliolina di basilico! Buon appetito!

 

Risotto al pesto di basilico e noci con ricotta salata

Fa caldo lo so, ma la ciurma ama il risotto in qualsiasi stagione. Quello che vi propongo oggi per la Rubrica del Venerdì “L’Angolino del Papà” è uno dei preferiti dal nostro eroe di casa. 20140702_130734Vi piace il basilico? Ecco allora un risotto estivo, leggero e gustoso, con un pesto di basilico e noci fresco senza aglio e mantecato con ricotta salata... una vera bontà! Un piatto ottimo proprio per la sua semplicità, con l’erba aromatica estiva per l’eccellenza, il basilico,  e arricchito con un formaggio che noi amiamo tantissimo e che utilizziamo spesso come sostituto al parmigiano per condire la pasta, la ricotta salata, in siciliano “ricotta funnata”. Il pesto, che qui vi ho proposto in più varianti, è un condimento che piace a tutti, grandi e piccini. Per questo risotto un pesto leggermente differente, con basilico, noci, un buon olio di oliva evo e ricotta salata, senza aglio, per rendere questo piatto più leggero e digeribile possibile. Non mi resta che augurarvi un sereno week end, noi attracchiamo in città, nella mia Milano… a settimana prossima!

Ingredienti per 4 persone:

per il pesto:
1 mazzetto di basilico (io ho raccolto dal mio orticello 60 grammi di foglie)
1/2 bicchiere di olio evo
1 cucchiaio di noci
4 cucchiai di ricotta salata grattugiata

320gr di riso
1/2 cipolla dorata
1/2 bicchiere di vino bianco
brodo vegetale q.b.
sale e pepe q.b.
ricotta salata q.b.

20160712_193225Per fare il vero pesto occorrono un mortaio, pestello in legno e tanta pazienza e amore. Noi donne moderne ci affidiamo al tanto amato frullatore ad immersione. Nel bicchiere del mixer unite le foglie di basilico, le noci, la ricotta grattugiata e iniziate a frullare aggiungendo piano piano l’olio. Nel frattempo in un tegame con due cucchiai di olio fate rosolare la cipolla tritata finemente, aggiungete il riso e fate tostare leggermente. Sfumate con il vino bianco e, una volta assorbito ed evaporato, aggiungete piano piano il brodo vegetale. Trascorsi circa 15/16 minuti il vostro riso dovrebbe essere quasi cotto, a questo punto unite il pesto, mescolando bene. Spegnete la fiamma, aggiungete una generosa grattugiata di ricotta salata e mantecate bene il tutto con un cucchiaino di oli evo. Non vi resta che servire in tavola con una spolverata di ricotta e una macinata di pepe bianco!

20160712_194102

20160712_194114

Spaghetti di Kamut con pomodorini, acciughe e ricotta salata: ricominciamo…

Tra tutti gli impegni delle scorse settimane c’è stato anche il “giro” di controllo dal medico per i miei problemi di intolleranze alimentari che da quasi un anno mi hanno fatto completamente rivedere la mia alimentazione. I test allergici hanno ribadito la mia intolleranza al lattosio mentre non risulta nessun disturbo con il glutine… il medico mi ha quindi consigliato di reinserire piano piano questi alimenti senza però abusarne in quanto, come mi aveva più volte detto in passato, lui non crede molto in questi esami. La sua teoria (è un ottimo nutrizionista) è che il corpo reagisce in base alla situazione emotiva… i primi alimenti che fanno sorgere “disturbi” sono proprio il latte, il glutine, le uova, la soia e il lievito!
Quindi ricominciamo… un paio di volte alla settimana proviamo a reinserire la mia adorata pasta, assolutamente integrale, ed eventualmente anche i lievitati. Proprio l’altro giorno, con la ricomparsa del sole, ho preparato il piatto che vi propongo oggi: mio fratello mi aveva regalato tempo fa una confezione di spaghettoni di Kamut.. perfetti!
Un fantastico condimento: pomodorini, acciughe e ricotta salata (si lo so contiene lattosio… ma ogni tanto io mi concedo un pezzettino di formaggio “normale”.. fa bene all’umore come dice il mio dottore!).
Gusto, freschezza, semplicità e sapori mediterranei: non potevo ricominciare se non così!

Ingredienti per 4 persone:

320gr di pasta di Kamut
10 filetti di acciughe
20 pomodorini pachino
basilico
ricotta salata q.b.
sale q.b.
olio evo q.b.

20150208_121424

In un tegame con un cucchiaio di olio evo mettete a sciogliere i filetti di acciuga, aggiungete poi i pomodorini tagliati per il lungo e disposti dalla parte aperta, salate leggermente, unite qualche fogliolini di basilico e fate cuocere 5 minuti.

20150208_110521

Fate lessare la pasta al dente, scolatela bene e fatela saltare nel tegame dei pomodorini.

20150208_124530

Servite con una generosa grattugiata di ricotta salata.

20150208_124948

 

buon appetito!

La Sicilia in casa: Pasta alla Norma

Questa domenica è speciale: i miei genitori vengono a pranzo da noi ed io ne approfitto per festeggiare “La festa del papà”, poiché per la lontananza ho dovuto limitarmi a una breve telefonata. Oggi il pranzo è tutto dedicato a lui: il Nonno Gianni. Siciliano doc, non potevo che preparare piatti della splendida terra da cui proviene, in particolare un primo piatto, uno dei più buoni e rappresentativi della Sicilia: la pasta alla Norma. Una pasta dal sapore unico, che racchiude in sé i migliori prodotti della terra, profumata alla menta che rende tutto ancora più fresco e alleggerisce la frittura! Provare per credere!

Ingredienti per 6 persone:

500gr di celentani o pasta corta a scelta
2 melanzane lunghe
1 spicchio di aglio
400gr di pomodori datterino
Olio evo
Olio per friggere
Sale q.b.
Menta fresca
Ricotta salata

In una padella con due cucchiai di olio mettete a soffriggere l’aglio.

20140323_114903_1

Nel frattempo tagliate a cubetti i pomodorini e aggiungeteli nella padella con aglio insieme a qualche foglia di menta fresca.

20140323_115358_2 20140323_115600                               20140323_115645_2
Fate cuocere per 5 minuti, togliete l’aglio e spegnete il fuoco.
Tagliate le melanzane a cubotti piuttosto grossi e friggetela in olio bollente. Scolate e lasciate asciugare su carta assorbente.

20140323_115951 20140323_121304_3
In una pentola con acqua bollente salata fate cuocere la pasta, scolate al dente e fatela saltare in padella con i pomodori. Unite una parte di melanzane fritte e mescolate.

20140323_123508 20140323_123535_2
Servite ben calda, decorate con altre melanzane, menta fresca e una spolverata di ricotta salata!

20140323_123905_3
Il mio papà è stato contentissimo ed io … molto più di lui.
Magica giornata a tutti!