Archivi tag: ricetta senza glutine

Risotto alla Zucca con Radicchio e Caciocavallo: mamma che freddo!

Inverno

“Le nuvole sono nere,
Quanta pioggia vien dal cielo!
Ecco adesso viene l’inverno
con la neve e con il gelo.
Brr! che freddo ci sarà!
Che altro mai ci porterà?
Con le buone e dolci arance,
mandarini e mandarance.
Poi la festa di Natale
e alla fine il Carnevale.
Spogli ha i rami l’alberello
e il nonnino infreddolito
resta accanto al fuocherello.
Gli animali della terra
dormon tutti nella tana ,
ma io corro sulla neve
chè i vestiti son di lana!”

E’ arrivato il freddo: giubbotti più pesanti insieme a guanti, cappelli e sciarpe hanno preso posto sull’attaccapanni di casa. In fin dei conti manca un mese a Natale, le previsioni annunciano tanta neve, per la gioia dei piccoli e un pochino meno di noi grandi. Greta tutte le mattine corre alla finestra con la speranza di ritrovarsi davanti un meraviglioso panorama bianco,  tutto coperto di neve scintillante: “Mamma, perché non nevica? io voglio fare Olaf!” Nonostante abbia solo 3 anni e mezzo si ricorda ancora il pupazzo fatto l’anno scorso “Quest’anno però lo facciamo più piccolo papà, così posso abbracciarlo”. La sua dolcezza infinita è unica, riesce a trasformare giornate iniziate male semplicemente con un sorriso, in meravigliosi momenti di vita. E questa dolcezza riesce a metterla in ogni cosa che fa: adoro cucinare con lei, le sue piccole manine che mi aiutano a tagliare le verdure o girare il sugo e  la sua dolce bocca che brama per assaggiare subito il piatto. Lei adora cucinare i primi piatti, pasta e riso di ogni genere e il risotto con la zucca è uno dei suoi  preferiti: quel colore acceso arancione gli piace tantissimo, lei ama i piatti colorati, pieni di vita! Così, visto il freddo improvviso, abbiamo deciso di coccolarci proprio con questo piatto, in una versione nuova con radicchio e caciocavallo: una vera bontà!!!

Andiamo in cambusa e mettiamoci al lavoro, grembiule e attrezzi sono pronti: SI CUCINA!

Ingredienti per 4 persone:

320gr di Riso Carnaroli
200gr di zucca pulita
1 radicchio piccolo
150r di Caciocavallo
1/2 cipolla
olio evo q.b.
brodo vegetale q.b.
1 cucchiaino di curcuma
sale e pepe q.b.

Pulite la zucca e tagliatela a cubetti piccoli. In una casseruola con due cucchiai di olio fate rosolare la cipolla tritata, unite il riso e fate tostare. Aggiungete la zucca e piano piano il brodo bollente, lasciando asciugare tra un’aggiunta e l’altra e mescolando spesso. A metà cottura unite il radicchio precedentemente lavato e tritato. Mescolate e portate a cottura. Nel frattempo grattugiate il caciocavallo e tenete da parte. Quando il riso è pronto, spegnete la fiamma, unite il formaggio e mantecate il tutto.

20151112_192725

Verdure di stagione in tavola, in un primo piatto magnifico, buono, cremoso e caldo, che piacerà anche ai Vostri bimbi: non spaventatevi per la presenza del radicchio, vi assicuro che è un risotto divino!

20151112_192751

20151112_192829

Qualcuno di voi si chiederà come è possibile che io possa mangiare questo piatto, visto che il Caciocavallo è un formaggio che contiene lattosio, anche in percentuale bassissima. Sono sincera, ogni tanto mi concedo qualche piatto “con”, come li chiamo io, per abituare il corpo a tutti gli alimenti. Naturalmente lo faccio su consiglio di un medico, quindi per chi di voi fosse intollerante o avesse disturbi alimentari, appoggiatevi sempre ad una persona competente! Tornando alla mia intolleranza, ultimamente mi concedo qualche strappo in più grazie a Lactease e a questo nuovo prodotto messo in commercio: Lactease integratore alimentare di enzima lattasi, piccole compresse con lo scopo di idrolizzare il lattosio ingerito con il cibo e  trasformarlo in due zuccheri semplici, facilmente digeribili: glucosio e galattosio. In questo modo favorisce il processo digestivo del lattosio, ed evita che raggiunga il colon dove verrebbe fermentato dai batteri intestinali, contrastando la formazione di gas nell’intestino e prevenendo quindi l’insorgenza di eventuali disturbi gastrointestinali. Per chi avesse anche bimbi in casa con questo problema esiste anche la versione Lactease Junior. Oramai sono abituata a eliminare il lattosio dalla mia alimentazione, ma spesso privare anche al ciurma non mi va, quindi questo prodotto mi è e mi sarà molto d’aiuto!

 

Gnocchi all’Amatriciana con le Cozze (senza glutine)

Per la Rubrica del Venerdì “L’Angolino del Papà”, oggi prepariamo un primo piatto gustosissimo, un incontro tra mare e terra, l’unione di due ricette che il nostro papà di casa ama particolarmente: la pasta all’AMATRICIANA e gli gnocchi con le COZZE. Vi sembra un azzardo? Bè vi assicuro che non lo è: il sughetto di pomodori e guanciale avvolge perfettamente la consistenza delle cozze e il loro profumo di mare è ancora più presente. Esistono tantissime ricette dove mare e monti si incontrano: questa è una di quelle.  Gli gnocchi sono fatti in casa, di patate e in versione senza glutine e senza uova: ancor più leggeri e delicati. Per il resto pochi e semplici ingredienti insieme: grembiule indossato, mettiamoci a cucinare!

Ingredienti per 4 persone:

1kg di patate
300/350gr di farina di riso Nutrisi
1 pizzico di sale
6 pomodori grandi
100ml di passata di pomodoro
100gr di guanciale senza glutine
300gr di cozze già pulite
1 spicchio di aglio
olio evo q.b.
sale e pepe q.b.
formaggio grattugiato facoltativo

Per gli gnocchi
Fate lessare le patate con la buccia, una volta cotte, sbucciarle e ridurle a purea con l’aiuto di uno schiacciapatate. Fate raffreddare per bene e poi aggiungete un po’ di farina alla volta iniziando a lavorare il composto. Unite il sale , lavorate bene e formate una palla. Prendete un pochino di composto per volta, fate dei serpentelli e con l’aiuto di un coltello tagliate dei piccoli tocchetti (io vi consiglio una misura media, grossi come l’unghia del pollice). Disponete gli gnocchetti su un vassoio con un po’ di farina e una volta finito tutto l’impasto, fate riposare in frigorifero per almeno 30 minuti.

20151103_184151

Per il sugo
Per prima cosa dobbiamo spellare i pomodori: una volta lavati incideteli a croce e metteteli in un pentolino di acqua bollente. Lasciate per circa 1 minuto, scolateli e spellateli. Tagliateli a cubetti e metteteli in una padella con due cucchiai di olio, lo spiccio d’aglio schiacciato e il guanciale.

20151103_173218

Fate insaporire per bene il tutto e unite la passata di pomodoro, questo mix di pomodori renderà la salsa più rustica. Aggiustate di sale e pepe (tanto) e fate restringere la salsa, ci vorranno circa 10/15 minuti. Per le cozze potete comprarle fresche, farle aprire in una pentola e una volta fredde unirle al sugo insieme ad un pochino della loro acqua di cottura, oppure potete usare tranquillamente quelle sgusciate già pronte.
Ora non vi resta che cuocere in acqua salata in ebollizione gli gnocchi, appena vengono a galla scolarli, versarli nel tegame del sugo e far saltare un minuto in modo che assorbano tutti i sapori.

20151103_195413

Voilà è pronto! BUON APPETITO!

20151103_195319

20151103_195418

con questa ricetta partecipo alla 100% Gluten Free Fri(day)

ilove-gffd1

Focaccine senza glutine

La settimana è iniziata un po’ a rilento: l’abbassamento delle temperature con forti temporali e pioggia ci hanno leggermente scombussolato. I progetti di montare la piscina, godersi il sole e il caldo sono stati messi momentaneamente da parte e abbiamo dovuto “improvvisare” attività alternative. Così ieri ci siamo coccolate davanti alla tv tra qualche simpatico cartone della Disney, che ci ha tenuto compagnia e qualche oretta sfidandoci alla Wii. Insomma, sembrava di essere stati catapultati in una giornata di inizio autunno. Pochissimo tempo ai fornelli: un buon risottino giallo e una “padellata” di verdure sono state la cena di ieri sera. In tavola per accompagnare il tutto ho “riportato” le focaccine morbide senza glutine avanzate dal buffet di venerdì sera: quelle rimaste le ho congelate e sono state il nostro pane per cena. Ancora buonissime e morbidissime, una volta scongelate le ho passate in forno 10 minuti e voilà, profumate, croccantine fuori e soffici dentro… perfette! Buona giornata a tutti … speriamo torni presto il sole!

Ingredienti:

200gr di farina per Pane e Pasta Bi-Aglut
160r di farina Farmo senza glutine e senza lattosio
240ml di acqua
25gr di lievito di birra
30ml di olio Evo
8gr sale

In una ciotola mescolate le due farine, unite il lievito sciolto nell’acqua, mescolate bene con l’aiuto di un cucchiaio di legno e poi aggiungete olio e sale. Formate una palla, coprite con un telo e lasciate lievitare per due ore. Riprendete l’impasto e fate tante palline che schiaccerete leggermente con le mani e appoggerete su una placca da forno ricoperta da carta forno. Coprite e lasciate lievitare ancora per 1 oretta.
Accendete il forno a 220° e una volta trascorso il tempo di lievitazione, infornate per 15 minuti circa, devono dorare in superficie.
Fate raffreddare e portate in tavola!

20150504_184421

Ottime al posto del pane e fantastiche farcite con prosciutto e pomodoro per la merenda dei vostri piccoli!

20150504_184545

Crostata di Grano saraceno (senza glutine) con Pomodori, Capperi, Fiori di Zucca e Feta

Buongiorno Dolcissime amiche, Oggi per la Rubrica del Martedì “Bellissime Mamme” si mangia! Mettiamoci ai fornelli e prepariamo una deliziosa Crostata Salata con farina di Grano Saraceno, senza burro e farcita con verdure fresche come pomodori e fiori di zucca, insaporita da capperi e feta. Ricettina light, senza glutine e povera di grassi, che vi conquisterà proprio come ha conquistato me e la mia ciurma nel ieri, dove ha arricchito e colorato la nostra tavola!

Ingredienti:

200gr di farina di Grano Saraceno
100gr di farina di Riso Almaverde
1 cucchiaino di lievito S.Martino per Pizze e torte salate senza glutine
70ml di olio evo
70ml di acqua ghiacciata circa
4 pomodori
10 fiori di zucca
1 cucchiaio di capperi
125gr di feta light
basilico fresco
olio evo q.b.
sale q.b.

Per prima cosa prepariamo la frolla senza glutine: in una ciotola unite le farine con il lievito e aggiungete piano piano l’acqua e l’olio impastando con la punta delle dita fino ad ottenere un composto omogeneo che avvolgerete in una pellicola e lascerete riposare in frigorifero per 30 minuti.

20140721_150658

Nel frattempo pulite i fiori di zucca dal pistillo interno, lavateli e metteteli in una ciotola. Lavate e tagliate i pomodori, uniteli ai fiori insieme ai capperi, al basilico e alla feta tagliata a cubetti. Condite con due cucchiai di olio evo e aggiustate di sale.

20140721_152018

Oliate e infarinate una tortiera, riprendete l’impasto, stendetelo e adagiatelo all’interno della teglia. Versate il ripieno e infornate a 200° per circa 20/25 minuti.

20140721_152336

Fate raffreddare, estraete, decorate con basilico fresco e servite!

20140721_184056 - Copia

20140721_184321

Patatine di … Polenta!

Quando, per caso, mi sono imbattuta sul WEB in questa ricetta, me ne sono immediatamente innamorata e oggi è diventato un piatto fisso del week end! Sono loro, le patatine di polenta, una fantastica alternativa a quelle classiche. Noi adoriamo la polenta, presente sulla nostra tavola tutto l’anno in tantissime ricette (qui per esempio trovate la mia fantastica Torta di Polenta oppure qui i meravigliosi e croccanti cubotti di polenta con fagioli) , quindi preparare questo piatto sfizioso è sempre un piacere. La mia versione è facilissima, pochi e semplici ingredienti, come sempre, e perfetta per tutta la famiglia (Sul web troverete infinite versioni adatte ad ogni gusto). Vi lascio questa super ricetta e vi auguro un sereno week end: per noi sarà tutto rosa, sole Donne!

Ingredienti:

500gr di farina di mais (oppure Polenta istantanea)
2lt di acqua
olio evo q.b.
sale q.b.
salsine varie

Mettete sul fuoco l’acqua, salate e aggiungete due cucchiai di olio evo. Una volta raggiunto il bollore, versate a pioggia la farina di mais e continuando a mescolare fate cuocere per circa 40 minuti. Una volta che la polenta è pronta, versatela in una grande teglia rettangolare leggermente unta sul fondo, livellate bene e lasciate raffreddare completamente. A questo punto tagliate la polenta in bastoncini tipo patatina e adagiateli su una teglia da forno ricoperta da carta forno.

20150220_172357

Con un pennellino unto spennellate le patatine e infornate a 200° per 20 minuti circa, devono diventare belle croccanti.

20150220_190247

A questo punto non vi resta che salarle e portarle in tavola accompagnate dalle vostre salsine preferite (per noi ketchup e maionese vegana)

20150220_190735

                                                   … pronti a leccarvi le dita?

20150220_190759

Vi ricordo la nostra Raccolta “L’orto del bimbo intollerante”

raccolta

aspettiamo tutte le vostre ricette con broccoli, kiwi e senza lattosio!

Pane in cassetta al timo e pepe rosa (senza glutine):

Settimana scorsa mentre girovagavo in rete mi sono imbattuta in un meraviglioso pane senza glutine  con grano Saraceno e cumino della mia vicina di blog “La Sphiga di Grano”: la voglia di assaggiarlo ha preso il sopravvento e, dopo aver segnato la ricetta, mi sono subito messa all’opera.  Come mia abitudine ho voluto aromatizzare il pane con qualche erba aromatica come il timo e dare un tocco in più con l’aggiunta del pepe rosa al posto del cumino: il risultato è stato sorprendente! Un pane meraviglioso, croccante fuori e soffice e profumato dentro, dal sapore unico e rustico dato dalla farina di grano saraceno insieme il timo. Anche la ciurma ha voluto assaggiarlo insieme ad un tagliere di affettati: abbinamento perfetto, ve lo consiglio proprio con della buona Coppa Piacentina e del dolce Crudo di Parma! E se il colore scuro vi rende scettici, bè prima assaggiatelo e poi mi direte la vostra!

Ingredienti:

300gr di farina senza glutine Farmo Lp Low Protein
125gr di farina di grano saraceno Le farine Magiche
400gr di acqua
1 bustina di lievito senza glutine
olio evo
1 cucchiaio di miele (oppure zucchero)
sale
1 cucchiaino di pepe rosa macinato
timo fresco

Unire le due farine nella ciotola dell’impastatrice oppure su un piano di lavoro, aggiungere il lievito in polvere e il miele e mescolare bene. Incorporate piano piano l’acqua iniziando ad impastare, fino ad ottenere un composto appiccicoso, ora aggiungere il sale, il pepe e il timo. Impastare il tutto e capovolgere l’impasto dentro una teglia da plum cake rivestita di carta forno. Lasciate lievitare per 30 minuti e una volta trascorso il tempo, spennellate la superfice del pane con un mix di acqua e olio evo.

20141128_172432

Infornate a 180° per 30 minuti, togliete dalla forma e infornate ancora per 10 minuti.
Fate raffreddare e tagliate a fette!

20141128_184821

Grazie ancora per la ricetta “La Sphiga di Grano”

20141128_184919

Tortino di patate, platessa e alloro: primi passi di … meringa… no di MERENGUE!

Mentre vi scrivo ho ancora le lacrime agli occhi… oddio che ridere! Come vi avevo raccontato il mese scorso, Serena quest’anno ha abbandonato il suo amato HIP HOP per buttarsi in una nuova avventura: i balli latinoamericani e di sala. La gioia e l’entusiasmo quando esce dal corso il martedi è indescrivibile e questo mi riempie di gioia. Al rientro a casa dopo ogni lezione c’è il riassunto dei passi mentre stiamo cenando e appena finito, in attesa del caffè sul fuoco, c’è la dimostrazione dal vivo, dove spesso chiede il mio aiuto specialmente per i balli di coppia (non ridete… me la cavo abbastanza bene). Martedì mentre stavamo gustando la ricetta che vi presento oggi, con un’ enfasi particolare e saltando giù dalla sedia pronta a ballare, ci racconta che ha imparato un nuovo ballo latino: la meringa! Io e Mauro siamo scoppiati a ridere come due matti “Serena, no meringa, il MERENGUE!”. E così con questa canzone messa da Mauro in sottofondo ( la nostra canzone del viaggio di nozze in Messico), ci siamo dati tutti e quattro alle danze ridendo come matti!

Tornando alla ricetta di quella sera … visto il rientro per le 19.15 a casa, cerco sempre il martedì sera di preparare qualcosa in anticipo, da infilare nel forno mentre ci facciamo la doccia, così da sedersi a tavola tutti insieme senza dover correre ai fornelli.  Avevo in frigorifero dei bellissimi e freschi filetti di platessa (può mai mancare il pesce sulla nostra nave?)  così ho deciso di prepararli in un modo nuovo, inventando un piatto unico che ci soddisfatte a pieno. E’ nato questo tortino, con alloro che dà al piatto un sapore e profumo meraviglioso, patate e platessa: buonissimo, gustoso e leggero, perfetto per una cena. Basta una buona insalata come accompagnamento, magari con pomodorini e finocchi e il gioco è fatto: le bimbe hanno apprezzato tantissimo, provate!
Bailando nel salone della nostra meravigliosa nave, sempre in viaggio, si è conclusa un’altra splendida giornata!

Ingredienti:

6 patate grandi
1,400 kg di filetti di platessa (circa 12 filetti)
6 foglie di alloro
sale e pepe q.b.
olio evo
pangrattato senza glutine q.b.
parmigiano grattugiato q.b.

Fate lessare le patate con la buccia per 20 minuti in acqua bollente (devono essere abbastanza cotte ma compatte e non sfaldarsi), scolatele, sbucciatele e una volta fredde tagliatele a fette di mezzo centimetro l’una. Prendete una teglia rettangolare, ungete il fondo con olio evo e spolverizzate con pangrattato. Adagiate le fette di patate, salate e pepate, sopra due foglie di alloro e poi i filetti di pesce

20141125_170827

irrorate con un filo di olio e spolverizzate con parmigiano grattugiato. Fate un altro strato di patate e procedete come sopra. Cospargete l’ultimo strato con un mix di pangrattato e parmigiano e un filo di olio evo. Infornate in forno caldo a 200° per 20 minuti!

20141125_171529 20141125_194928

Aspettate qualche minuto e poi servite a porzione in tavola.

20141125_195326

Il piatto è pronto: veloce, semplice, economico e gustosissimo!

20141125_195317