Archivi tag: ricetta per intolleranti

Carbonara con Salame al Tartufo senza glutine e senza lattosio

Quando ho aperto il pacco e il papà di casa ha visto questo salame Strolghino CLAI gli si sono illuminati gli occhi: Salame al tartufo! I Salumi Clai già li conoscete, ve li ho presentati qui e ho preparato tante buonissime ricette come La frittata di spaghetti con il salame oppure il plumcake salato . Sono Salumi frutto di una Cooperativa che nasce nel 1962, nella campagna della pianura imolese, di quella parte della Romagna che sta per diventare l’Emilia. Una terra florida e genuina, ricca di tradizioni e passioni, dove i soci della Cooperativa attraverso l’abilità di maestri salumieri sono diventati gli specialisti italiani del salame. Tutti i salumi CLAI sono prodotti utilizzando prevalentemente carni fresche italiane e tutti garantiscono l’assenza di glutine, molti con l’aggiunta della spiga barrata, sono privi di latte e derivati. CLAI aderisce al progetto FEDAGRI Qui da Noi .
Come vi dicevo prima, il nostro eroe di casa ha voluto subito assaggiare questo particolare salame profumato al tartufo: eccezionale, specialmente per gente come noi che ama il tartufo! Cosa preparare con questo originale salume? Onestamente non ho dovuto più di tanto pensarci, mi è bastato dire: quale piatto adora la ciurma? Ecco allora che è nata questa Carbonara con salame al tartufo: fantastica!!! Il salame al posto della pancetta ha reso questo classico primo piatto più gustoso e naturalmente profumato! La versione è naturalmente senza glutine e senza lattosio: non potevo non assaggiarla anch’io!!!  Ecco un’altra ricetta per la nostra Rubrica “L’Angolino del Papà”!

Ingredienti per 4 persone:

350gr di spaghetti senza glutine
4 uova
4 cucchiai di panna di soia
2 cucchiai di pecorino romano grattugiato (senza lattosio)
Salame strolghino al tartufo q.b.
Olio al tartufo q.b.
Olio evo q.b.
Sale e pepe q.b.

In una ciotola sbattete le uova con la panna, il pecorino e una generosa macinata di pepe. Tenete da parte e nel frattempo cuocete la pasta in acqua in ebollizione salata. Pulite il salame dalla buccia, tagliate a fette di 4 cm circa e ogni fetta a cubetti. Fate saltare i cubetti di salame un paio di minuti in una grande padella con olio extra vergine di oliva. Scolate la pasta al dente tenendo un pochino di acqua di cottura da parte. Versate gli spaghetti nella padella del salame, a fiamma media, aggiungete il mix di uova sbattute e un paio di cucchiai di acqua di cottura. Mescolate bene, spegnete il fuoco e servite. A piacere condite con un filo di olio al tartufo!

Plumcake di Pasta Sfoglia senza glutine ripieno di Fiori di zucca e Stracchino senza lattosio

Che strazio mettersi ai fornelli con questo gran caldo! La voglia di cucinare non manca, ma il solo pensiero di accendere il fuoco fa diventare anche questa grande passione un tormento! Prepara piatti freddi, mi direte voi! Certamente, ma non si possono mangiare tutti i giorni pasta fredda, insalata di riso, prosciutto e melone e insalata caprese! Specialmente se i vostri “clienti” sono la mia adorata ciurma, che avrete ormai imparato a conoscere e che sapete bene quanto sia pretenziosa in cucina!
Così ho deciso di cucinare la mattina presto, quando le temperature sono ancora clementi e dove riesco ad accendere il mio adorato forno, che mi manca da impazzire in questa calda stagione. Eh si, adoro preparare piatti al forno, dove posso cucinare in modo più salutare senza stravolgere i sapori degli ingredienti e dove, in tutta onestà, non devo occuparmi in modo continuativo della cottura!
Il piatto di oggi è molto semplice come sempre: un PLUMCAKE di sfoglia senza glutine, ripieno di fiori di zucca, stracchino senza lattosio e semi di girasole e di zucca tenuti insieme da qualche fresco ovetto bio direttamente dalle cascine della zona!
Pochi passaggi e semplici ingredienti per un piatto sfizioso e leggero da accompagnare con una fresca insalata di stagione come questa  Insalata di Ravanelli e fave.
La ciurma, dopo un fresco bagnetto nella piscinotta in giardino, ha divorato questo buonissimo plumcake salato di sfoglia, gustato a temperatura ambiente, dove i sapori e i profumi del ripieno hanno deliziato il nostro palato!
Non mi resta che lasciarvi ingredienti e procedimento e augurarVi una magnifica settimana!

 

Ingredienti:

1 rotolo di sfoglia senza glutine
4 uova fresche bio
250gr di stracchino senza lattosio
1 cucchiaio di semi di girasole
1 cucchiaio di semi di zucca
10 fiori di zucca
2 cucchiai di parmigiano stagionato
8 foglie di basilico
latte di riso q.b.
semi di sesamo q.b.
olio evo q.b.
sale e pepe q.b.

Pulite i fiori di zucchina togliendo il picciolo interno, lavateli bene e asciugateli. Rivestite uno stampo da plumcake con la carta forno e successivamente con la sfoglia, allargando bene i bordi. In una grande ciotola sbattete le uova insieme al parmigiano e alle foglie di basilico tagliuzzate con le mani. Quando avrete ottenuto un composto ben spumoso, unite i fiori di zucca, lo stracchino a cucchiaiate, i semi di zucca e girasole, aggiustate di sale e pepe. Versate il tutto all’interno dello stampo rivestito e chiudete delicatamente i bordi sigillandoli con un pennellino inumidito. Con lo stesso pennellino, spennellate la superficie con del latte e cospargete il tutto con i semi di sesamo. Infornate a forno caldo 180° per 30/35 minuti.

Non vi resta che aspettare che si raffreddi, togliere dallo stampo e gustare con la vostra famiglia!

Treccia di Pan Brioches con uvetta e mandorle al profumo di vaniglia senza glutine senza lattosio

2017… finalmente è arrivato! Per prima cosa auguri di buon anno a tutti voi. Per noi è iniziato con una super influenza che ha colpito praticamente tutta la ciurma e ha lasciato ancora a tocchi me e la piccola Greta. Ma noi non molliamo e restando al calduccio cerchiamo di recuperare le forze. Naturalmente non può mancare il buon cibo, sano e genuino, fatto con tanto amore!
Prima ricetta dell’anno una TRECCIA DI PAN BRIOCHES dai profumi ancora natalizi, CON UVETTA E MANDORLE, al profumo di VANIGLIA, SENZA GLUTINE E SENZA LATTOSIO. Soffice, leggera, profumata, perfetta per la colazione della mattina con una calda tazza di latte e miele. Greta la ricopre di marmellata di arance e zenzero: una vera delizia!

Ingredienti:

500gr di farina senza glutine per pane e lievitati
100gr di burro senza lattosio
180ml circa di latte di miglio
2 uova medie + 1 per spennellare
1 bacca di vaniglia
50gr di miele di acacia
50gr di zucchero di canna
1 pizzico di sale
1 bustina di lievito di birra senza glutine
50gr di uvetta
30 mandorle

Scaldate leggermente il latte e fate sciogliere il lievito di birra, aggiungete i semi di vaniglia e lasciate raffreddare. In una ciotola unite la farina, lo zucchero, il miele, le uova, il burro a tocchetti ammorbidito, il sale, l’uvetta e le mandorle precedentemente tritate grossolanamente. Versate il latte con il lievito sciolto e iniziate a lavorare l’impasto che risulterà un pochino appicicaticcio. Formate una palla, mettete in una ciotola e lasciate lievitare in un luogo caldo per almeno 3 ore. Riversate il tutto su un piano da lavoro infarinato, dividete in tre parti, formate tre serpentelli e procedete facendo una treccia. Con delicatezza appoggiate la treccia su una placca da forno precedentemente imburrata e lasciate lievitare per altre due ore. Sbattete un uovo con una forchetta e spennellate il pan brioche. Infornate a 180° per 30 minuti, fate raffreddare e sformate!

20161208_185334

20161208_185536

 

Torta salata di carote viola, porro e ricotta senza glutine senza lattosio: essere belle dentro

73c007795274935d245b01ecfa6f23adPer l’appuntamento mensile con la Rubrica “Bellissime Mamme” oggi voglio condividere con Voi amiche mamme e donne il mio essere Donna, Madre, Moglie, Figlia, Zia, Amica e non so cos’altro. Si, perché noi, siamo tutto questo racchiuso in solo corpo. In questa Rubrica spesso vi ho dato consigli su come mantenersi in forma, abbiamo cucinato piatti light, semplici e veloci per quelle mamme che hanno poco tempo. Abbiamo scoperto cibi che non sapevamo potessero farci bene. Abbiamo curato il nostro corpo dall’interno per essere belle fuori. E DENTRO? per essere belle fuori dobbiamo esserlo dentro, il nostro corpo è lo specchio della nostra anima. Possiamo anche essere magre, con addominali scolpiti, capelli perfetti e trucco impeccabile, ma vi assicuro che se dentro vi sentite uno schifo, chi vi guarda da fuori lo percepisce! E per essere belle dentro bisogna essere sereni con se stessi e DECIDERE DI ESSERE FELICI, cercando la gioia! Lo so, tante parole , ma vi assicuro che è proprio così. La vita spesso ci travolge come uno tsunami con i suoi momenti difficili: solo con la forza e la voglia di ritrovarsi si può sopravvivere e ricominciare a VIVERE. E se vivi bene, e dentro di te la gioia domina su tutto vi assicuro che anche senza trucco, con qualche chilo in più, voi sarete BELLISSIME! Da Donna a Donne credetemi, pensate a voi più spesso, dedicatevi più tempo, magari anche solo una semplice passeggiata all’aria aperta o un bagno caldo con sottofondo la vostra musica preferita. Da Donna a Donne… NON DIMENTICATEVI MAI E AMATEVI TANTO, perché LA PACE E LA GIOIA VIENE DA DENTRO, non cercatela fuori (cit. Buddha) . Oggi volevo solo condividere con voi la mia esperienza e il lavoro che sto facendo su me stessa e la mia ritrovata passione per il cibo regalandovi una ricettina semplice e gustosa, veloce e sana, con le mie amate carote viola, di cui qui vi ho parlato tempo fa. Una TORTA SALATA CON CAROTE VIOLA, PORRI E RICOTTA MAGRA SENZA LATTOSIO. Nel mio caso ho usato una sfoglia già pronta SENZA GLUTINE, ma in questa ricetta quello che conta è il gustoso ripieno! Ci rivediamo il mese prossimo con il nostro appuntamento mensile “Bellissime Mamme”!

Ingredienti:

1 rotolo di pasta sfoglia nel mio caso senza glutine
2 porri
8 carote viola
300gr di ricotta magra senza lattosio
parmigiano grattugiato *
olio evo q.b.
sale e pepe q.b.

* stagionato 48mesi è senza lattosio

20160910_130427Pulite le carote e il porro. Stufate il porro in un tegame con due cucchiai di olio, aggiungete le carote viola e fate cuocere a fuoco lento per circa 20 minuti, fino a quando non saranno cotte. Una volta fredde versate in una ciotola e unite la ricotta, aggiustate di sale e pepe e mescolate bene il tutto.

Srotolate la pasta sfoglia in una teglia, versate tutto il ripieno e spolverizzate con parmigiano. Infornate a 180° per circa 20 minuti. Non vi resta che farla raffreddare per qualche minuto e poi gustarla!

20160910_173048

Farinata con pomodorini secchi, porri e origano

Per il nostro appuntamento del Venerdì “L’Angolino del Papà” oggi prepariamo una buonissima Farinata di ceci arricchita da pomodorini secchi,  porri e tanto buon origano siciliano. Una ricetta semplice della nostra tradizione italiana e che io preparo regolarmente una volta alla settimana perché molto apprezzata dal nostro Papà di casa! Un piatto delizioso, molto saporito, senza glutine e senza lattosio, da portare in tavola in qualsiasi occasione, sia come aperitivo che come piatto unico, accompagnato magari da un buon contorno di verdure! Auguro a tutti voi un fantastico WEEK END lungo di Halloween … pronti per dolcetto o scherzetto? Vi ricordo che se volete qualche idea per questa festa qui trovate tante ricettine facili e spaventose!

Ingredienti:

150gr di farina di ceci
450 ml di acqua
2 cucchiai di olio extravergine
10gr di sale
pomodorini secchi q.b.
1 porro
origano q.b.

20160907_113019Pulite il porro, tagliatelo a rondelle e fatelo cuocere in padella 5 minuti con un cucchiaio di olio e un cucchiaio di acqua. In una ciotola unisci l’acqua e l’olio alla farina, mescolando bene. Accendi il forno a 200 °C, versa l’impasto dello spessore non superiore a 1 cm in una teglia ricoperta con carta da forno e leggermente unta, aggiungi il porro stufato, i pomodorini secchi, origano e sale sparso. Fate cuocere per 25 minuti circo fino a far dorare la superficie, e poi qualche minuto di grill per renderla ancora più croccante!

Servite caldissima!

20160907_121504

20160907_121531

Vi ricordo la mia Farinata con Camembert , quella con Spinaci e Pomodori e ancora la mia Piadina di farinata!

Tagliatelle senza glutine con ragù di salsiccia

Dopo un periodo di silenzio torno tra voi in punta di piedi con una delle Rubriche alla quale sono più affezionata: “L’Angolino del Papà”. Ricomincio a cucinare e ritrovare la passione persa sporcandomi di farina e facendo ciò che mi piace di più: preparare un buon primo piatto di pasta, adorato dal papà di casa e da tutta la ciurma. Oggi tagliatelle fatte in casa, in versione senza glutine, condite con un sostanzioso e saporito ragù di salsiccia. Un piatto della cucina italiana, la nostra amata cucina di casa, completo, gustoso, sostanzioso al quale nessuno può resistere! Armiamoci di farina senza glutine, uova fresche bio e tanta passione!

Ingredienti per 4 persone:

400gr di farina senza glutine per pasta (nel mio casa Della Giovanna)
4 uova
1 cucchiaino di sale
30ml di acqua
1 cucchiaio di olio evo
farina di riso q.b.

per il ragù:
olio evo q.b.
1/2 cipolla
1 carota
1 gambo di sedano
700gr di salsiccia magra*
1 rametto di rosmarino
2 foglie di salvia
1 lt di passata di pomodoro
800ml di acqua
sale e pepe q.b.

*senza glutine

Versate la farina sulla spianatoia, fate un incavo nel centro e aggiungete piano piano un uovo alla volta. Aggiungete sale, acqua e olio e iniziate a lavorare l’impasto fino ad ottenere un composto omogeneo. Formate una palla, avvolgete con la pellicola e lasciate riposare in frigorifero per mezz’ora.
Prepariamo il ragù: tritate sedano, carota e cipolla e procedete con il classico soffritto con tre cucchiai di olio evo, aggiungete la salsiccia ben sgranata a mano, rosmarino e salvia legati con uno spago da cucina e lasciate cuocere per 10 minuti. Sfumate con il vino, fate evaporare, unite la salsa e l’acqua e aggiustate di sale e pepe. Lasciate cuocere per un’ora controllando sempre se necessita di altra acqua. Una volta pronto togliete rosmarino e salvia e controllate sale e pepe.
20160724_113915Riprendete la pasta dal frigorifero e stendetela con l’aiuto della macchinetta formando dei rettangoli che poi farete ripassare nella macchinetta con l’apposito ingranaggio per tagliatelle. Spolverizzate con farina di riso e mettete il tutto su un vassoio. Eliminate la farina in eccesso, cuocete le tagliatelle in acqua salata, scolate e condite con il ragù!
Buon appetito e buon week end a tutti!

20160724_123422

20160724_123435

Risotto al pesto di basilico e noci con ricotta salata

Fa caldo lo so, ma la ciurma ama il risotto in qualsiasi stagione. Quello che vi propongo oggi per la Rubrica del Venerdì “L’Angolino del Papà” è uno dei preferiti dal nostro eroe di casa. 20140702_130734Vi piace il basilico? Ecco allora un risotto estivo, leggero e gustoso, con un pesto di basilico e noci fresco senza aglio e mantecato con ricotta salata... una vera bontà! Un piatto ottimo proprio per la sua semplicità, con l’erba aromatica estiva per l’eccellenza, il basilico,  e arricchito con un formaggio che noi amiamo tantissimo e che utilizziamo spesso come sostituto al parmigiano per condire la pasta, la ricotta salata, in siciliano “ricotta funnata”. Il pesto, che qui vi ho proposto in più varianti, è un condimento che piace a tutti, grandi e piccini. Per questo risotto un pesto leggermente differente, con basilico, noci, un buon olio di oliva evo e ricotta salata, senza aglio, per rendere questo piatto più leggero e digeribile possibile. Non mi resta che augurarvi un sereno week end, noi attracchiamo in città, nella mia Milano… a settimana prossima!

Ingredienti per 4 persone:

per il pesto:
1 mazzetto di basilico (io ho raccolto dal mio orticello 60 grammi di foglie)
1/2 bicchiere di olio evo
1 cucchiaio di noci
4 cucchiai di ricotta salata grattugiata

320gr di riso
1/2 cipolla dorata
1/2 bicchiere di vino bianco
brodo vegetale q.b.
sale e pepe q.b.
ricotta salata q.b.

20160712_193225Per fare il vero pesto occorrono un mortaio, pestello in legno e tanta pazienza e amore. Noi donne moderne ci affidiamo al tanto amato frullatore ad immersione. Nel bicchiere del mixer unite le foglie di basilico, le noci, la ricotta grattugiata e iniziate a frullare aggiungendo piano piano l’olio. Nel frattempo in un tegame con due cucchiai di olio fate rosolare la cipolla tritata finemente, aggiungete il riso e fate tostare leggermente. Sfumate con il vino bianco e, una volta assorbito ed evaporato, aggiungete piano piano il brodo vegetale. Trascorsi circa 15/16 minuti il vostro riso dovrebbe essere quasi cotto, a questo punto unite il pesto, mescolando bene. Spegnete la fiamma, aggiungete una generosa grattugiata di ricotta salata e mantecate bene il tutto con un cucchiaino di oli evo. Non vi resta che servire in tavola con una spolverata di ricotta e una macinata di pepe bianco!

20160712_194102

20160712_194114