Archivi tag: ricetta per celiaci

Petto di Pollo allo Spumante profumato al Ginepro e Rosmarino

La Rubrica “L’Angolino del Papà” oggi vi fa compagnia di Sabato e vi propongo un secondo piatto semplicissimo, leggero e molto molto gustoso: PETTO DI POLLO ALLO SPUMANTE profumato al GINEPRO E ROSMARINO! Ricetta improvvisata, ma di grande successo, almeno sulla mia tavola: il papà di casa ha apprezzato tantissimo! Potrebbe essere un’idea interessante anche per la cena di San Valentino… festa dell’amore che si sta avvicinando: in pochi semplici passi porterete in tavola al vostro amato un piatto strepitoso! Vi lascio  la ricettina al volo e vi auguro un Favoloso week end!

Ingredienti per 2 persone:

1 petto di pollo intero
3 bicchieri di spumante non dolce
1 rametto di rosmarino
3 bacche di ginepro
1 cucchiaio di amido di mais
olio evo q.b.
sale e pepe q.b.

Per questa ricetta usiamo il classico petto di pollo intero. Per prima cosa lasciatelo a marinare con lo spumante, il rosmarino e le bacca di ginepro per una decina di minuti. Trascorso il tempo, in un tegame dai bordi alti, con due cucchiai di olio, mettete il petto di pollo, con il rosmarino e le bacche di ginepro e rosolatelo su tutti i lati per qualche minuto. Aggiustate di sale e aggiungete lo spumante della marinatura, coprite e portate a cottura controllando sempre che il liquido non si asciughi mai troppo rischiando di bruciare il petto di pollo (aggiungete eventualmente un pochino di acqua o brodo). Una volto cotto togliete dal tegame e trasferite su un tagliere. Aspettate che si raffreddi un pochino e poi tagliate a fette. Nel frattempo al fondo di cottura unite l’amido di mais, così da restringere un pochino il sughetto e creare quella salsina gustosa e profumata dove “ritufferete” le fettine di petto di pollo così da insaporirle ulteriormente. Il piatto è pronto, non vi resta che impiattare, spolverare con un macinata di pepe e portare in tavola!

20170108_132118

photogrid_1486800033551

Lunedi non perdetevi la ricetta dei miei biscottini di San Valentino e della magnifica favola che accompagna questo speciale giorno!

Farinata con pomodorini secchi, porri e origano

Per il nostro appuntamento del Venerdì “L’Angolino del Papà” oggi prepariamo una buonissima Farinata di ceci arricchita da pomodorini secchi,  porri e tanto buon origano siciliano. Una ricetta semplice della nostra tradizione italiana e che io preparo regolarmente una volta alla settimana perché molto apprezzata dal nostro Papà di casa! Un piatto delizioso, molto saporito, senza glutine e senza lattosio, da portare in tavola in qualsiasi occasione, sia come aperitivo che come piatto unico, accompagnato magari da un buon contorno di verdure! Auguro a tutti voi un fantastico WEEK END lungo di Halloween … pronti per dolcetto o scherzetto? Vi ricordo che se volete qualche idea per questa festa qui trovate tante ricettine facili e spaventose!

Ingredienti:

150gr di farina di ceci
450 ml di acqua
2 cucchiai di olio extravergine
10gr di sale
pomodorini secchi q.b.
1 porro
origano q.b.

20160907_113019Pulite il porro, tagliatelo a rondelle e fatelo cuocere in padella 5 minuti con un cucchiaio di olio e un cucchiaio di acqua. In una ciotola unisci l’acqua e l’olio alla farina, mescolando bene. Accendi il forno a 200 °C, versa l’impasto dello spessore non superiore a 1 cm in una teglia ricoperta con carta da forno e leggermente unta, aggiungi il porro stufato, i pomodorini secchi, origano e sale sparso. Fate cuocere per 25 minuti circo fino a far dorare la superficie, e poi qualche minuto di grill per renderla ancora più croccante!

Servite caldissima!

20160907_121504

20160907_121531

Vi ricordo la mia Farinata con Camembert , quella con Spinaci e Pomodori e ancora la mia Piadina di farinata!

Tagliatelle senza glutine con ragù di salsiccia

Dopo un periodo di silenzio torno tra voi in punta di piedi con una delle Rubriche alla quale sono più affezionata: “L’Angolino del Papà”. Ricomincio a cucinare e ritrovare la passione persa sporcandomi di farina e facendo ciò che mi piace di più: preparare un buon primo piatto di pasta, adorato dal papà di casa e da tutta la ciurma. Oggi tagliatelle fatte in casa, in versione senza glutine, condite con un sostanzioso e saporito ragù di salsiccia. Un piatto della cucina italiana, la nostra amata cucina di casa, completo, gustoso, sostanzioso al quale nessuno può resistere! Armiamoci di farina senza glutine, uova fresche bio e tanta passione!

Ingredienti per 4 persone:

400gr di farina senza glutine per pasta (nel mio casa Della Giovanna)
4 uova
1 cucchiaino di sale
30ml di acqua
1 cucchiaio di olio evo
farina di riso q.b.

per il ragù:
olio evo q.b.
1/2 cipolla
1 carota
1 gambo di sedano
700gr di salsiccia magra*
1 rametto di rosmarino
2 foglie di salvia
1 lt di passata di pomodoro
800ml di acqua
sale e pepe q.b.

*senza glutine

Versate la farina sulla spianatoia, fate un incavo nel centro e aggiungete piano piano un uovo alla volta. Aggiungete sale, acqua e olio e iniziate a lavorare l’impasto fino ad ottenere un composto omogeneo. Formate una palla, avvolgete con la pellicola e lasciate riposare in frigorifero per mezz’ora.
Prepariamo il ragù: tritate sedano, carota e cipolla e procedete con il classico soffritto con tre cucchiai di olio evo, aggiungete la salsiccia ben sgranata a mano, rosmarino e salvia legati con uno spago da cucina e lasciate cuocere per 10 minuti. Sfumate con il vino, fate evaporare, unite la salsa e l’acqua e aggiustate di sale e pepe. Lasciate cuocere per un’ora controllando sempre se necessita di altra acqua. Una volta pronto togliete rosmarino e salvia e controllate sale e pepe.
20160724_113915Riprendete la pasta dal frigorifero e stendetela con l’aiuto della macchinetta formando dei rettangoli che poi farete ripassare nella macchinetta con l’apposito ingranaggio per tagliatelle. Spolverizzate con farina di riso e mettete il tutto su un vassoio. Eliminate la farina in eccesso, cuocete le tagliatelle in acqua salata, scolate e condite con il ragù!
Buon appetito e buon week end a tutti!

20160724_123422

20160724_123435

Risotto con Zucchine, Fiori di Zucchina e Gorgonzola

Oggi la Rubrica del VenerdìL’Angolino del papà” vi propone un primo piatto gustosissimo con prodotti eccellenti e di stagione: un Risotto ai Fiori di Zucchina e gorgonzola. 20140713_191245Finalmente l’orto ci regala delle delizie come i Fiori di Zucchina, che oltre ad essere molto belli, si prestano benissimo in cucina per tantissime ricette. Vi ricordo che sono verdure poco caloriche, povere di carboidrati, con un alto contenuto di ferro e di vitamine del gruppo A in particolare il carotenoide al quale si deve la colorazione gialla. La ciurma li adora e appena disponibili, sia dall’orto di casa che in commercio, li porto in tavola. Tante ricette vi ho già presentato in passato, dai Fiori ripieni al Forno, al risotto con calamari, alla pizza, alla pasta, nelle crostate e nelle torte salate. Oggi li abbiniamo a uno dei formaggi più amati dall’eroe di casa e da tutta la ciurma: il gorgonzola! La Latteria di Cameri , di cui vi ho già parlato qui, mi ha omaggiato, per il progetto QUI DA NOI a cui aderisce, di alcuni meravigliosi formaggi. 20160519_120503Tra questi il GORGONZOLA DOLCE DOP, extra cremoso, dal sapore leggermente dolce-pungente, prodotto con latte vaccino intero proveniente dagli allevamenti dei soci della Latteria ubicati in provincia di Novara. Un prodotto eccezionale di altissima qualità! Guardate quanto è cremoso: meraviglioso spalmato su una fetta di pane caldo, eccezionale abbinato semplicemente alla pera con del buon miele e strepitoso aggiunto in questo risotto che vi propongo oggi! Bene, non ci resta che indossare il grembiule e armarci di mestolo e di tanto amore… in cucina!

Ingredienti per 4 persone:

320gr di riso carnaroli
1 zucchina grande
12 fiori di zucchina
200gr di Gorgonzola Dolce Dop Latteria di Cameri
1/2 bicchiere di vino bianco
brodo vegetale q.b.
parmigiano q.b.
olio evo q.b.
pepe q.b.

Lavate i fiori di zucchina, togliete il picciolo e fateli asciugare su carta assorbente. Lavate e tagliate a cubetti la zucchina. In una larga casseruola mettete tre cucchiai di olio e fate tostare il riso con la zucchina a cubetti, sfumate con il vino e fate evaporare. Aggiungete ora il brodo piano piano, aspettando ogni volta che venga assorbito. Portate a cottura finale e quando è al dente, aggiungete il gorgonzola a pezzetti e i fiori di zucchina.

20160519_122412

Mescolate il tutto, spegnete la fiamma e mantecate con qualche cucchiaio di parmigiano. Spolverate con una generosa macinata di pepe e servite!

20160519_123003

 

Con questa ricetta partecipo al 100% Gluten Free (fri)Day!

ilove-gffd1

 

Involtini di sfoglia senza glutine con merluzzo e verdurine croccanti: il mio involtino primavera

Oggi per la Rubrica “L’ Angolino del papà” prepariamo un secondo piatto di pesce,  leggero, gustoso e bello da portare in tavola. Ieri sera il papà di casa aveva voglia di mangiare qualcosa di sfizioso, saporito, colorato e gustoso: voglia di cucina orientale. Non andiamo spesso fuori a mangiare, e quando ci capita, in alternativa alla classica Pizza, optiamo per il giapponese, che adoriamo. Ma ci sono anche alcuni piatti della cucina cinese che ci piacciono molto: riso alla cantonese (che la piccola Greta adora), spaghetti di riso o di soia alle verdure sulla piastra, pollo alle mandorle (che invece piace tantissimo a Serena) e i buonissimi anche se poco salutari involtini primavera! Così ho pensato di preparare tutto io in casa prendendo proprio l’ispirazione da questi involtini  e creando un piatto completo. Naturalmente ho usato una sfoglia senza glutine che ho leggermente steso con il mattarello così da renderla più sottile e croccante. Un ripieno semplice: filetti di merluzzo, carote e zucchine, tutto insaporito da zenzero e salsa di soia. Che dire… buonissimi: la sfoglia croccantissima ha ricoperto il pesce che è rimasto perfettamente morbido e umido, saporitissimo e le verdurine ancora leggermente croccanti ci stanno una favola! Dimenticavo… è facilissima e piacerà tantissimo anche ai vostri bimbi: parola di CIURMA!

Ingredienti per 2 persone:

4 filetti di merluzzo
1 rotolo di pasta sfoglia Schar rettangolare senza glutine
1 carota
1 zucchina
2cm di zenzero fresco
4 cucchiai di salsa di soia*
olio evo q.b.
sale q.b.
semi di papavero q.b.

* controllate per i sensibili al glutine e i celiaci che abbia la spiga sbarrata

Lavate le verdure e tagliatele a listarelle sottili con l’aiuto di una mandolina o di un pelapatate. Fatele saltare un paio di minuti in una padella con un due cucchiai di olio e una spruzzata di salsa di soia. Aggiustate di sale se serve e lasciate raffreddare. Mettete i filetti di merluzzo in una ciotola, unite la salsa di soia, lo zenzero grattugiato e lasciate marinare per un’oretta. Accendete il forno a 180° e nel frattempo preparate gli involtini: srotolate la sfoglia, stendetela con il mattarello e tagliatela in 4 rettangoli. Adagiate su ognuno le verdurine, appoggiate sopra il filetto di pesce ben scolato e arrotolate ad involtino. Spennellate la superficie con un pochino di acqua e spolverizzate a piacere con semi. Infornate per 15 minuti a 180° e poi altri 10 a 200°.  Sfornate e servite ancora caldi… un profumo meraviglioso e un sapore indescrivibile!

20160315_193516

Buon week end a tutti!

20160315_193607

20160315_193616

Danubio salato con salame: prepariamoci alla Pasqua

Che fate per Pasqua? Le previsioni purtroppo non sono belle, per lo meno qui al Nord: temporali proprio da Domenica… che tristezza! Avevamo progettato un bel giro con amici in qualche parco Naturistico, ma viste le previsioni siamo ancora incerti sul da farsi. Le bimbe già sognavano una giornata all’aria aperta, in mezzo alla natura, animali e tante piante, pic-nic sul prato e giochi in compagnia. E vabbè… al massimo ci ritroveremo tutti insieme a casa di qualcuno. Nel frattempo io sperimento in cucina qualche nuovo piattino gustoso e adatto a tutti, grandi e piccini, proprio per il giorno di Pasqua. Qualcosa di “comodo” che posso portami nel cestino da pic-nic, adatto ai pranzi all’aperto. E così ieri mi sono dedicata alla preparazione del famoso DANUBIO, in versione salata e naturalmente senza glutine e senza lattosio, così da poterne gustare anch’io un bel pezzetto! Non volevo fare la classica  Pasqualina, tanto meno una torta salata con asparagi, che sono certa porterà qualche mia amica: così ho pensato a questa ricetta, che non solo è molto carina, ma è anche un ottimo sostituto del pane e si mangia tranquillamente con le mani! Noi abbiamo scelto il salame come farcia, ma ognuno di voi può scegliere l’affettato che preferisce o anche del formaggio. E’ un piatto che potete preparare a più mani, facendovi aiutare dai piccoli di casa, perché è molto semplice!  Il risultato? Direi che come primo esperimento di Danubio senza glutine posso reputarmi molto fortunata e vista la durata sulla tavola direi che la ciurma ha apprezzato tantissimo!

Ingredienti:

Ingredienti:
300gr di Farina Farmo LP Low Protein (senza glutine e senza lattosio)
200gr Mix B Schar
300ml di latte di riso
1 uovo + 1 uovo
50ml di olio di semi
300gr di lievito madre senza glutine
30gr di zucchero
1 cucchiaino di sale
150gr di salame a fettine senza glutine

Scaldate il latte e aggiungetelo al lievito madre insieme allo zucchero. Fate sciogliere bene e poi unite le farine, l’uovo, l’olio e il sale. Impastate tutti gli ingredienti e aggiungete se necessita altra farina o latte fino ad ottenere un composto omogeneo. Fate una palla e lasciate lievitare in una ciotola coperta per un’oretta. Riprendete l’impasto e dividetelo in palline dello stesso peso. Schiacciatele, farcite con una fettina di salame, richiudete e ridate la forma di una palla (qui le bimbe si sono divertite tantissimo) . Disponete poi in una teglia ricoperta da carta forno.

20160112_211105Lasciate lievitare nuovamente sino al raddoppio del volume. A parte sbattete un uovo con un pochino di latte e poi spennellate il tutto.

20160112_222652

Infornate a 180°per 20-25 minuti, controllando la cottura. Fate raffreddare, mettete in mezzo alla tavola e via, ognuno prenda a mani nude il proprio pezzetto!

20160113_120731

20160113_120945

La prossima volta azzardo con un pezzetto di formaggio e magari qualche cubetto di pomodoro… mmm…ho già voglio di rimettermi ad impastare!

 

Gnocchi di castagne su fonduta di formaggi (senza glutine): buoni, buoni, buoni!

Era da un po’ che volevo preparare una ricetta salata con la farina di castagne, fino ad ora utilizzata unicamente per preparare il mio tanto adorato Castagnaccio, che vi ho proposto tempo fa in una versione alternativa con le mele (qui la ricetta). Pensare che questa farina in passato rappresentava un alimento base, in sostituzione della pregiata farina di grano, nella cucina povera.

farina_di_castagne

La mia nonnina lombarda mi raccontava spesso di quanto fosse buona la pasta fresca fatta con questa farina, per non parlare degli gnocchi. Così ho approfittato della Raccolta “L’Orto del bimbo intollerante” dove le  castagne sono un ingredienti scelto del mese e colto l’occasione per cimentarmi proprio nella preparazione di questi “tanto nominati” gnocchi in versione senza glutine. Risultato? BUONI, BUONI, BUONI! Tutta la ciurma ha apprezzato questo nuovo primo piatto, semplice e veloce da realizzare, che ho voluto condire con una fonduta leggera di formaggi misti: gorgonzola, brie e fontina. Vi lascio quindi la mia seconda proposta per la Raccolta di questo mese, e vi invito a mandarmi le Vostre ricette, avete tempo sino al 27 ottobre: forza, il bimbo intollerante aspetta le Vostre ricette!

raccolta-ottobre

Ingredienti per 4 persone:

300gr di farina di castagne
150gr di farina di riso Pedon
300ml di acqua tiepida
un pizzico di sale
100gr di fontina
80gr di gorgonzola
80gr di brie
latte di riso q.b.
olio evo q.b.

Setacciate le farine insieme, mettetele in una ciotola con il sale e aggiungendo piano piano l’acqua amalgamate gli ingredienti sino ad ottenere un composto compatto e morbido. Fate una palla, avvolgete nella pellicola e riponete in frigorifero per 1 ora.

20151014_165603

Nel frattempo tagliate i formaggi a pezzetti, raggruppateli in un pentolino, unite un cucchiaio di olio evo e, a fuoco basso, fateli sciogliere, aggiungendo un pochino di latte alla volta, sino ad ottenere una cremosa fonduta.

20151014_190032

Riprendete l’impasto, prelevate un pezzetto alla volta, fate i classici serpentelli e con un coltello tagliate a tocchetti.

20151014_182850

Fate lessare in abbondante acqua salata in ebollizione, scolate quanto vengono a galla e conditeli con la fonduta di formaggi. Io ho servito su un piatto piano: una base a specchio di fonduta, gli gnocchi sopra precedentemente conditi con un filo di olio e irrorati con altra fonduta, spolverata di parmigiano e via in tavola!

20151014_191103

un combinazione di sapori unico, assolutamente da provare!

20151014_191123

20151014_191134