Archivi tag: ricetta light

Scaloppine di Pollo allo Zafferano e Nergi: l’unione fa la forza

La mia principessa più grande ha iniziato il suo nuovo percorso scolastico: la scuola Media e lo ha fatto, come sempre, con lo spirito giusto e io ne sono tanto felice, specialmente dopo gli anni “particolari” delle elementari. E’ molto brava a scuola, gli piace studiare, imparare cose nuove, farle fare i compiti non è mai stato un problema, insomma da lei sempre grandi soddisfazioni. L’unico difetto, se così si può chiamare, è che è troppo, troppo, troppo emotiva e spesso insicura,  vive le cose al 100%, anche se non la riguardano personalmente e questo, negli anni passati, le ha fatto vivere momenti spiacevoli. Così, dopo una lunga chiacchierata, abbiamo deciso di affrontare le cose insieme, perché L’UNIONE FA LA FORZA e oggi più di ieri, grazie anche al suo nuovo orario scolastico, passeremo più tempo insieme da sole prima dell’arrivo della piccola Greta!  Così, mentre prima pranzavo spesso sola con la nonna e ci arrangiavamo con un piattino di pasta e qualche insalata,  oggi siamo in tre a sederci a tavola e bisogna preparare qualcosa di buono, confortante e gustoso per il rientro da scuola della mia Serena! Come sapete la mia ciurma mangia praticamente tutto e si diverte ad assaggiare abbinamenti e piatti nuovi. Ieri per pranzo un secondo di carne un po’ particolare: delle tenere SCALOPPINE di POLLO aromatizzate allo ZAFFERANO e accompagnate dalla dolcezza del NERGI, di cui ve ne ho parlato i giorni scorsi qui. Adoro abbinare la carne a frutta e verdura, il mio arrosto alle mele è uno dei piatti preferiti dalle bimbe, insieme allo spinacino con mele e carciofi e al mio pollo con le prugne (che vi posterò a breve). Così ho pensato di arricchire delle semplici scaloppine con questo nuovo frutto di bosco, dal gusto dolce e unico, che ha resto questo secondo piatto veramente SPECIALE. Serena, che è la più critica di tutta la ciurma, lo ha apprezzato tantissimo: questo sapore agrodolce l’ha conquistata immediatamente! Non mi resta che lasciarvi la ricetta!

Ingredienti per 4 persone:

8 filetti di pollo
farina di riso q.b.
1 bustina di zafferano
1 bicchiere di vino bianco secco
12 nergi (1 vaschetta)
1 limone bio
menta fresca
olio evo q.b.
sale e pepe q.b.

20160909_103243Passate i filetti di pollo nella farina. In una padella antiaderente versate due cucchiai di olio evo, fate scaldare e poi aggiungete le scaloppine. Rosolatele a fiamma media in entrambi i lati, sfumate con il vino bianco, mettete il coperchio e fate cuocere per qualche minuto. Aggiustate di sale e pepe e aggiungete lo zafferano sciolto in un cucchiaio di acqua calda o brodo vegetale. Quando la carne è cotta togliete dalla padella e tenete da parte. Nella stessa padella, con tutto il condimento rimasto, aggiungete i Nergi, la scorza del limone grattugiata, un pochino del succo e la menta fresca. Fate saltare un paio di minuti. Rimettete le scaloppine nella padella e fate insaporire il tutto. Servite con una spolverata di pepe.

20160909_103900

20160909_103911

20160909_103917

blog-nergi_cucina

Riso Venere con Gamberetti, Avocado, Pomodorini e Nergi

Ritorna il nostro appuntamento mensile con la Rubrica “Bellissime Mamme”. Oggi voglio proporvi un primo piatto dai profumi e sapori estivi, visto il gran caldo che ancora ci fa compagnia. Un primo light, per ritrovare la forma  mangiando sano e con gusto! Vi ricordate del Nergi? nergi-towerVe ne avevo parlato l’anno scorso qui: il baby-frutto dolce e simpatico entrato da poco in commercio. Avevo avuto il piacere di essere tra i primi ad “assaggiarlo” e portarlo in tavola e avevo preparato un dolce al cucchiaio adorato dalla ciurma, Coppette di riso dolce, e dei buonissimi Tacos con il Pollo, naturalmente con il Nergi! Nella ricetta di oggi utilizzo proprio il Nergi e ci “condisco” un profumato RISO VENERE, dalle notevoli proprietà nutrizionale e  soprattutto, per l’alto contenuto di potenti antiossidanti che combatte i radicali liberi, riduce i livelli di colesterolo “cattivo” e previene l’infarto. Inoltre è ricco di vitamine, di fibre vegetali ed è meno calorico in quanto più povero di zuccheri. E poi? Piccoli e carnosi GAMBERETTI, che come tutti i crostacei contengono un basso contenuto di grassi, POMODORINI e il mio amato AVOCADO. L’Avocado è un frutto molto ricco di proteine e di grassi, abbonda  di vitamine, in particolare della A, della D, della E, della K e di quelle del gruppo B.Ha molte proprietà energetiche e fornisce 230 calorie circa per ogni 100 grammi di polpa. Molti i sali minerali che contiene:  il potassio, il fosforo, il magnesio e il calcio. La componente principale è rappresentata dall’acqua; elevata è la presenza di fibre. E’ ricco di antiossidanti e acido grasso linoleico e omega 3, i cosiddetti “grassi buoni”, che riescono ad inibire la produzione di colesterolo. Essendo un frutto molto calorico, Vi consiglio di utilizzarlo in piccole dosi così da sfruttare le sue proprietà senza intaccare la linea! Bene, non mi resta che portarvi in cucina con me e preparare questo buonissimo primo piatto senza glutine e senza lattosio!

Ingredienti per una persona:

65gr di riso venere
1/2 avocado
100gr di gamberetti (nel mio caso surgelati)
10 pomodorini ciliegia
2cm di zenzero fresco
1/2 limone succo
5 nergi
sale e pepe q.b.
olio evo q.b.

20160908_105148

Io ho usato gamberetti precotti surgelati, quindi fateli scongelare un po’ prima a temperatura ambiente. Mentre il riso Venere cuoce occupiamoci del condimento. Pulite l’avocado e tagliatelo a pezzetti. Mettetelo in una ciotola. Unite i pomodorini e i nergi ben lavati e tagliati a cubetti e condite il tutto con lo zenzero grattugiato, sale e pepe. Quando manca poco alla cottura del riso aggiungere i gamberetti così che riacquistino vigore nella polpa e diventino bei carnosi. Scolate riso e gamberi e versateli nella ciotola con il condimento. Aggiungete succo di limone e mescolate bene il tutto in modo da far insaporire il riso. Aggiustate di pepe e olio se necessita e servite!

20160908_110612

20160908_110644

Con questa ricetta partecipo a #NERGIFOOD e #ILNERGIDELLADOMENICA

blog-nergi_cucina il-nergi-della-domenicar

Budino light ai Pistacchi e Cardamomo

Eccoci all’appuntamento mensile con la Rubrica “Bellissime Mamme”.  Siamo oramai in piena estate e questo, per noi donne, è il classico periodo della prova costume: mille diete compaiono sui giornali e super modelle appaiono in tv! Come ben sapete io non amo fare diete e solo una volta mi è capitato: dopo la prima gravidanza. Per il resto cerco di mantenermi in forma tutto l’anno, con una sana e corretta alimentazione: tanta frutta e verdura, tante tisane e un po’ di esercizio fisico. E naturalmente qualche dolcetto, perché se si mangia bene sempre non c’è bisogno di rinunce. Oggi un dolcetto estivo molto molto buono, uno dei miei preferiti: un Budino, in versione light senza lattosio e senza glutine ai Pistacchi e al Cardamomo. Leggero, fresco, profumato e goloso! Il Cardamomo è una spezia che ho scoperto da poco e che sto utilizzando tantissimo nella preparazione dei mie dolci e delle mie tisane, vi ricordate i brownies al cioccolato e cardamomo? Vi ricordo che è una spezia eccezionale che contiene manganese, calcio, potassio, zinco, ferro, fosforo, magnesio e rame ed è un ottimo alleato per calmare e risolvere il gonfiore intestinale. E i Pistacchi? images (50)I pistacchi, frutti dalle buone proprietà nutritive, sono il prodotto della pianta Pistacia vera, un albero appartenente alla famiglia delle Anacardiaceae e di origine orientale. Il pistacchio è un frutto secco dal caratteristico colore verde ed è racchiuso in un guscio rigido dall’aspetto legnoso. I principali paesi produttori di pistacchi sono l’Iran, la California e la Turchia, in Italia viene coltivato con successo in Sicilia dove troviamo i rinomati pistacchi del Bronte, cittadina in provincia di Catania, dove hanno acquisito il marchio D.O.P.images (49)
Calcio, fosforo, potassio, ferro, zinco, magnesio, manganese, selenio, fluoro e rame sono i minerali presenti in questi frutti insieme a vitamina A, le vitamine B1, B2, B3, B5, B6, la vitamina C, la vitamina E e la K. Tanti i benefici: Abbassano il colesterolo riducendo così il rischio di malattie cardiovascolari. La presenza nei pistacchi di sostanze con proprietà antiossidanti, dei fitosteroli e degli acidi grassi insaturi porta benefici al cuore rendendo questo frutto un alimento idoneo per la sua salute. Proteggono gli occhi, fanno bene alla pelle, l’alto contenuto di rame è d’aiuto nei casi di anemia in quanto questo minerale facilita l’assorbimento del ferro da parte dell’organismo e grazie al suo contenuto di vitamina A, di ferro e di fosforo, il pistacchio è un alimento molto indicato come ricostituente del sistema nervoso e rafforza le difese contro i radicali liberi. images (51)Tra tutta la frutta secca il pistacchio è quella che fornisce il maggior apporto calorico, ma nonostante questo  è molto indicato per chi si mette a dieta, infatti contenendo una buona percentuale di fibre e proteine ed essendo molto nutriente, è in grado di calmare a lungo l’appetito permettendo così di mangiare meno durante il pasto che ne segue. Non ci resta che metterci ai fornelli e preparare una buona merenda, in versione light, per sfruttare al meglio le proprietà di Pistacchi e Cardamomo e per non rinunciare a nulla anche se siamo a dieta!

Ingredienti per 4 budini:

250ml di latte di riso al naturale
30gr di stevia
40gr di fecola di patate
2 bacche di cardamomo
4 cucchiaini di granella fine di pistacchi

Versate il latte in un pentolino, scaldate e fate sciogliere la stevia. Aprite le bacche di cardamomo e macinate i semini con pestello e mortaio o schiacciarli con la parte piatta di un coltello. Unite la polvere di cardamomo alla fecola e versate il tutto nel latte caldo a fiamma spenta mescolando bene: il composto diventerà denso. Prendete gli stampini e in ognuno mettete un cucchiaino di granella di pistacchio, versate sopra il composto e lasciate raffreddare a temperatura ambiente per 2 ore e poi in frigorifero per altre due. Sformate e gustate questo delizioso budino light!

20160704_194220

20160704_194343

Informazioni e foto dal web

 

Filetto di Salmone al Curry: stimoliamo il metabolismo pt.15

Ed eccoci al nostro appuntamento bis-mensile del Martedì con la Rubrica “Bellissime Mamme” . Come vi dicevo qui, questo mese doppio appuntamento e ultimo per quanto riguarda il nostro percorso alla conoscenza dei 15 cibi che ci aiutano a Stimolare il metabolismo. FB_IMG_1435238875347 Dopo POMPELMO, THè VERDE, YOGURT, MANDORLE, CAFFè, TACCHINO, MELA, SPINACI, FAGIOLI, FRIGGITELLI, BROCCOLI, FARINA DI AVENA, LATTE DI SOIA E CANNELLA, oggi parliamo di CURRY! Il curry indiano o masala è una miscela ben dosata di spezie diverse, la ricetta classica comprende pepe nero, cumino, coriandolo, cannella, curcuma, ma anche chiodi di garofano, zenzero, noce moscata, fieno greco, peperoncino. imagesBILQ56X3Una prelibatezza diffusa dall’egemonia inglese in terra indiana, trasportata viaggio dopo viaggio e utilizzata per insaporire i piatti.  Anche il nome è una modifica di matrice anglosassone del termine di origine Tamil, perché in India la suddetta miscela è più conosciuta come masala. Curry significa salsa, zuppa e deriva dalla parola Cari. La differente miscelazione ha fatto si che il nome cambiasse di nazione in nazione:  in Thailandia il curry è più diffuso con la terminologia green curry o kaeng khiao wan, ed è verde per l’alta percentuale di polveri a base di basilico.  A Singapore e Malacca è conosciuto come kaeng kari o curry giallo, e kaeng phet. Nella cultura cino-tahilandese è noto come Prik khing curry e il massaman curry o nam phrik kaeng massaman. Mentre in Giappone è chiamato karē. La particolarità che differenzia i vari curry è data dagli ingredienti che compongono le diverse miscele. Ogni curry è differente, anche nelle rispettive terre d’origine, e la combinazione e le dosi costituiscono la creazioni di una miscela che va dal saporito, al mediamente piccante (mild) fino al molto piccante (sweet). La cucina italiana da tempo ha inserito il curry tra le spezie più utilizzate, per insaporire con leggerezza contorni, primi e secondi. untitled (75)Facile da miscelare può trasformarsi in crema, salsa e colore per la tavola; è indispensabile però spargere la mistura di spezie con l’ausilio di un cucchiaino, quindi mai a pioggia diretta sui vapori dei cibi in cottura. In questo modo la fragranza e il sapore rimarranno intatti, mescolandosi e amalgamandosi alle pietanze. I piatti tipici conosciuti sono moltissimi: il Dal indiano, il classico Pollo al curry e le varie zuppe di verdure. Oggi voglio proporvi un secondo piatto, di pesce, che ho gustato in un ristorante l’anno scorso e che spesso ripropongo alla ciurma perché è buonissimo, oltre ad essere leggero: SALMONE AL CURRY! Un piatto semplice, che richiede pochissimo impegno, dai mille profumi, esotico e gustoso al punto giusto…un piatto che dovete provare se non lo avete ancora fatto. Io ho utilizzato un mix di curry giallo  che ho preso in un negozio indiano e contiene pepe nero, cumino, coriandolo, cannella, curcuma, chiodi di garofano, zenzero, noce moscata, fieno greco, peperoncino. Ho accompagnato il tutto da quinoa e mais, voi potete scegliere anche del riso basmati, o riso rosso selvaggio! Non mi resta che lasciarvi la ricetta, ci rivediamo a luglio per un altro appuntamento con la Rubrica dedicata a noi … bellissime Mamme!

Ingredienti:

2 filetto di salmone
2 cucchiai di salsa di soia
2 cucchiaini rasi di curry
1 limone bio
2 cm di radice di zenzero
sale e pepe q.b.
olio evo q.b.
50gr mix di Quinoa e Mais Pedon
Menta q.b.

20160627_105624Mettete il salmone in una ciotola, aggiungete la salsa di soia, la bucci grattugiata del limone e un pò di menta sminuzzata e lasciate marinare per 1 ora in frigorifero. Nel frattempo cuocete il mix di Mais e Quinoa, scolatelo bene e condite con olio evo, una macinata di pepe e zenzero grattugiato. Lasciate riposare e raffreddare. Riprendete il salmone, scolatelo e tamponatelo per asciugarlo. Ricoprite il salmone con il curry e con scorza di limone, massaggiate bene così che le spezie insaporiscano il filetto.
Scaldate una padella con un filo di olio e cuocete il salmone a fiamma media per qualche minuto per lato. Non vi resta che impiattare con il contorno scelto e portare in tavola!

20160627_122121

20160627_105450

20160627_122126

Informazioni e immagini prese dal Web

 

Ciambella di Ceci e Cocco light con Cioccolato e Cannella: Stimoliamo il metabolismo pt.

FB_IMG_1435238875347Il mese scorso i vari impegni non mi hanno permesso di mantenere l’appuntamento  del 1° Martedì del mese con la Rubrica  “Bellissime Mamme”. Quindi per questo martedì di giugno ho deciso di regalarvi un doppio appuntamento. Riprendiamo il nostro cammino interrotto con il percorso “Stimoliamo il metabolismo”: dopo Pompelmo, Tè Verde, Yogurt, Mandorle, Caffè, Tacchino, Mela, Spinaci, Fagioli, Friggitteli, Broccoli, farina d’avena, latte di soia, oggi parliamo della Cannella! Gia qui vi ho parlato molto di questa spezia che a noi piace tantissimo e che uso molto spesso per profumare e aromatizzare dolci, creme e tisane. untitled (72)E’ un potente antiossidante, stimola la circolazione sanguigna ed è un ottimo alleate per controllare il colesterolo. Inoltre ha proprietà antibatteriche, stimolanti, digestive e dimagranti! Eh si, perché la nostra adorata Cannella, aumenta la velocità del metabolismo di 20 volte rendendo le cellule di grasso più reattive all’insulina! Potete usarla ovunque, aggiungerla ad una macedonia, al caffè, al tè, a dolci … usate la fantasia! Un aiuto in più ce lo dà anche l’olio essenziale di cannella, che oltre ad essere un ottimo tonico, riscalda. images (44)Per stimolare il metabolismo, massaggiate due gocce di olio essenziale di cannella, diluito in olio vegetale, sulla zona del plesso solare. Oppure, aggiungetene tre gocce all’acqua del bagno. Insomma, questa Cannella è veramente una spezia Magica. Tra le pagine del blog troverete tantissime ricette con la cannella, dalle più light alle più golose. Oggi ho deciso di preparare per Voi una torta, in versione ciambella, che io adoro e che in questi mesi mi ha accompagnato nelle mie colazioni di prima mattina (molto molto presto) e che mi ha dato la carica giusta, mantenendomi in linea, per affrontare questo pesante periodo. Una torta di ceci e cocco, con farina di ceci e farina di cocco, qualche scaglia di cioccolato fondente senza glutine e senza lattosio e naturalmente tanta cannella! Perché ho utilizzato queste farine?  La farina di cocco contiene meno calorie rispetto ad altre farine, ha un gusto raffinato e delizioso, è priva di glutine, senza lattosio e ricca di fibre (oltre il 38%). Si può sostituire fino al 25% della farina di frumento di una ricetta con farina di cocco. In questo modo i dolci saranno più ricchi di fibre; anche il contenuto di proteine aumenterà, infatti la farina di cocco contiene quasi il 20% di proteine. Potrete inoltre diminuire la quantità di zucchero delle vostre ricette poichè la farina di cocco è dolce per natura. La farina di Ceci ha un sapore intenso ed è apprezzata per le sue qualità nutrizionali: infatti è un alimento ricco di proteine vegetali, ma anche sali minerali come calcio, ferro e fosforo, nonché vitamine C e B.  E’ senza glutine e senza lattosio. Quindi una torta SANA e light senza dover rinunciare al gusto ! Soffice, profumatissima e gustosa, semplice e veloce da fare, senza burro e come dicevo prima, senza glutine e senza lattosio. Non c’è niente di meglio per iniziare la giornata ed è perfetta non solo per voi ma anche per i vostri bambini: le mie la adorano!
Che aggiungere di altro… vi lascio la ricetta e ci rivediamo, come promesso, per il doppio appuntamento con la Rubrica fra 15 giorni!

Ingredienti per uno stampo da 20cm di diametro:

180gr di farina di ceci Bio*
60gr di farina di cocco*
50gr di cioccolato fondente Leone senza glutine e senza lattosio
2 uova
50gr di olio di semi
2 cucchiai di cannella
100ml di acqua o latte di soia
1/2 bustina di lievito per dolci senza glutine
zucchero a velo*

*controllate che siano tutti senza glutine e senza lattosio

Tritate il cioccolato finemente con un coltello. Unitelo in una ciotola con le farine, il lievito e la cannella. Aggiungete le uova, l’olio e l’acqua e mescolate con una forchetta. Oliate uno stampo da ciambella e versate il composto. Infornate a 180° per 30/35 minuti circa, facendo la prova stecchino per controllare la cottura.
Una volta cotta fate raffreddare, estraete dallo stampo e a piacere spolverate con zucchero a velo.20160604_180026

 20160604_180052

20160604_180233

Frittata di Broccoletti: Stimoliamo il metabolismo pt.13 per la Rubrica “Bellissime Mamme”

Primo martedì del mese ed eccoci qui con la nostra Rubrica “Bellissime Mamme”. Continuiamo il nostro percorso intrapreso qualche mese fa “Stimoliamo il metabolismo” con i 15 alimenti indicati nella tabella! FB_IMG_1435238875347Abbiamo parlato del POMPELMO, del Tè VERDE, dello YOGURT, MANDORLE, CAFFè, TACCHINO, MELA, SPINACI, FAGIOLI, FRIGGITELLI, FARINA D’AVENA e LATTE DI SOIA e vi ho proposto per ognuno una semplice e leggera ricettina. Oggi parliamo di un ortaggio, uno dei miei preferiti: Il BROCCOLETTO. Ne abbiamo già tanto parlato qui, abbiamo visto tutti i suoi effetti benefici sulla salute e quanto sia importante durante la sua stagione portarlo in tavola, sia per noi grandi che in particolare per i piccini di casa (voi sapete bene quanto io ci tenga ad una sana alimentazione per i bimbi). Questo meraviglioso dono della natura è una fonte di sali minerali importantissimi come il calcio, ferro, fosforo e potassio, per non parlare di tanta Vitamina C, A, B1, B2 e K.  Ma non finisce qui: il broccolo grazie alla presenza di tantissime fibre vegetali è un ottimo alleato per il buon funzionamento del nostro apparato digerente e quindi utilissimo per chi deve mettersi a dieta: previene la ritenzione idrica, è depurativo e disintossicante. Inoltre la grande quantità di antiossidanti e folati, necessari per il processo del metabolismo dell’omocisteina, la cui elevata presenza nel sangue è un fattore a rischio cardiovascolare, è un fattore importantissimo per una sana alimentazione in regime dietetico. Questo fantastico ortaggio è spessissimo sulla nostra tavola e navigando nel blog troverete tantissime ricette, spesso molto leggere, sempre semplici e gustose come per esempio le polpette di broccoletti, gli spaghetti con broccoli e gamberi,  crema di Rapa bianca e broccoli, Calamari ripieni di broccoletti, cous cous con brocoletti, e tante altre. Cosa facciamo oggi? Oggi prepariamo una semplice, profumata e gustosa FRITTATA DI BROCOLETTI, cotta al forno, piena di spezie e erbe aromatiche che ci aiutano a mantenerci in forma. In un regime alimentare corretto sono previste 2/3 uova a settimana, importantissime perché ricche di proteine e amminoacidi di altissima qualità e fonte di vitamina D (importantissima), B12 e zolfo. Mi raccomando SOLO UOVA BIOLOGICHE: per mia fortuna io le prendo direttamente in cascina, dove le “signore galline” in compagnia del loro gallo, vivono all’aria aperta e si cibano di mangime senza OGM e altre schifezze. In commercio trovate anche nei supermercati le Uova Biologiche : scegliete bene! Torniamo alla ricetta: ho voluto dare un gusto particolare alla frittata aggiungendo erbe aromatiche, quali il timo e erba cipollina  e spezie come pepe (che aiuta a bruciare i grassi), curcuma (che ormai metto ovunque viste le proprietà uniche imporantissime per il nostro benessere) e zenzero che come ben sapete è ottimo alleato nei periodi di dieta. Una ricetta semplice ma particolarmente gustosa, ottima a pranzo, anche da portare al lavoro ma altrettanto buona la sera, specialmente se tornate dal lavoro e avete poco tempo ma tanta fame! Noi ci rivediamo con la rubrica il primo martedì di maggio… buona giornata a tutti!

Ingredienti per 1 persona:

3 uova
150gr di broccoletti già lessati
3 rametti di timo fresco
6 fili di erba cipollina
pepe q.b.
1/2 cucchiaino di curcuma
1cm di zenzero fresco grattugiato oppure 1/2 cucchiaino di zenzero in polvere
2 cucchiai di latte di soia
olio evo q.b.
sale q.b.

Tritate l’erba cipollina e togliete le foglioline di timo dai rametti. In una ciotola unite le uova, le erbe aromatiche, le spezie (il pepe a vostro piacere) e il latte. Con l’aiuto di una frusta sbattete bene il tutto, unite i broccoletti e un pizzico di sale. Rivestite una piccola teglia con carta forno leggermente umida, ungete il fondo con un filo di olio (io uso lo spruzzino) e versate il composto. Infornate per 10 minuti a 190°. Se volete farla in padella basta utilizzare una padella antiaderente e ungerla leggermente sul fondo. A fuoco basso fate cuocere prima da un lato e poi delicatamente girarla dall’altro (io mi aiuto con un piatto).
Voilà la Frittata di Broccoletti, calda, profumata e gustosa è pronta! Bon apetit!

20160404_121146

20160404_121128

20160404_121137

 

 

Penne con fagioli e pomodorini: stimoliamo il metabolismo pt.9

Il Martedì è dedicato a noi Donne, la Rubrica “Bellissime Mamme” vi propone ogni settimana qualche suggerimento per stare in forma. Già da qualche settimana ci stiamo occupando del metabolismo, di come stimolarlo con il cibo e abbiamo visto quali sono i 15 alimenti che ci possono aiutare. FB_IMG_1435238875347 Dopo aver parlato di POMPELMO,Tè VERDE, YOGURT, MANDORLE, CAFFè, TACCHINO, MELA E SPINACI, oggi portiamo in tavola i FAGIOLI. Ne abbiamo parlato tanto qui: I fagioli sono molto nutrienti e, ricchi di vitamine A, B, C, ed E, contengono inoltre sali minerali e oligominerali, come potassio, ferro, calcio, zinco e fosforo. Contengono molto amido resistente, che, oltre a dare un senso di sazietàfa assorbire circa la metà delle calorie assunte. Inoltre riducono la glicemia, aiutano a produrre l’acido di butirrato il quale aiuta a bruciare i grassi
più velocemente. Studi scientifici dimostrano che il butirrato migliora la funzione mitocondriale nelle cellule, portando una diminuzione del grasso. I fagioli pertanto stimolano il metabolismo rallentando la velocità con cui i livelli di zucchero aumentano nel sangue, quindi controllano i valori della glicemia. Cercate di aggiungere più fagioli alla vostra dieta almeno 3 volte a settimanaimages (22)Vi ricordo inoltre che sono un perfetto sostituto della carne, perché alimento molto proteico.  In natura esistono più di 500 varietà di fagioli alcune delle quali molto comuni nella nostra cucina: i borlotti, i cannellini, il bianco di spagna, i fagioli dell’occhio. Negli ultimi anni altre varietà sono entrate nella nostra cultura alimentare, come quelli neri, quelli rossi e gli azuki. Insomma, avete un ampia scelta davanti a voi, la cosa importante è usufruire al meglio di questo straordinario alimento che la natura ci regala. E in cucina? La nostra tradizione culinaria offre tantissime ricette con i fagioli, basta prepararle in versione light, più leggera e senza troppi grassi. Questo legume, insieme a ceci e lenticchie, è presente spesso sulla mia tavola: vi avevo per esempio proposto le polpette, leggere e gustose, adatte a tutta la famiglia, così da sentirsi meno “a dieta” da soli.  Oppure un buonissimo risotto con le vongole e fagioli, leggero e gustoso, o semplicemente polenta e fagioli, un antipasto sfizioso che si trasforma in un perfetto piatto unico. Oggi invece voglio rivisitare un classico della nostra cucina: la pasta e fagioli, una delle mie preferite! La ricetta classica prevede pasta corta tipo ditalini e un sugo leggermente brodoso (ma varia da zona a zona). Io invece utilizzo delle penne, in questo caso ho usato la pasta Dolce Vita, a basso indice glicemico e con chitosano, che riduce l’assorbimento dei grassi ossidati assunti con l’alimentazione e pertanto aiuta a mantenere un adeguato livello di colesterolo nel sangue. Un condimento semplicissimo: pomodorini pachino (lo so sono fuori stagione, ma oramai li trovate tutto l’anno e io, amante come sono di questo alimento, non posso farne a meno mai) e fagioli, nel mio caso i miei preferiti, i bianchi di spagna, leggeri e corposi, gustosi ma delicati. Qualche spezia, un po’ di erbe aromatiche e il gioco è fatto: in 15 minuti portate in tavola un primo piatto buonissimo e SANO, completo e senza lattosio, che vi aiuterà a rimanere in forma senza dover rinunciare ai piaceri della tavola. Non mi resta che lasciarvi la ricetta!

Ingredienti:

80gr di pasta Dolce Vita (oppure integrale o senza glutine per i celiaci)
50gr di pomodorini pachino
50gr di fagioli Bianchi di Spagna al naturale
1 cucchiaio di olio evo
curcuma q.b.
pepe q.b.
timo q.b.
sale q.b.

Mentre la pasta cuoce dedicatevi al sugo: in una padella con l’olio mettete i pomodorini tagliati a metà, aggiungete un pochino di timo e una generosa spolverata di pepe. Fate cuocere a fuoco medio per 5 minuti: devono rilasciare la loro acqua formando un sughino ma restando compatti. Spegnete la fiamma e unite i fagioli ben scolati dalla loro acqua e risciacquati, una punta di curcuma e aggiustate di sale. Mescolate bene il tutto. Scolate la pasta al dente e versatela nella padella del sugo. Riaccendete la fiamma e fate saltare il tutto un minuto.

20160114_120742

E’ Pronto, a tavola!

20160114_120619

Vi aspetto Martedì prossimo con l’alimento n.10!