Archivi tag: prezzemolo

Polpo e moscardini prezzemolati in insalata: voglia di mare!

“…In fondo al mar, in fondo al mar, nessuno ci frigge o ci cucina in fricassea.
E non si rischia di abboccar no, non c’è un amo in fondo al mar.
La vita è ricca di bollicine, in fondo al mar… “

202341705-3ffdf27f-cb9a-4b2c-a2eb-27f65215341b

La Sirenetta è uno dei cartoni preferiti da sempre da Serena e ultimamente anche la piccola Greta lo guarda spessissimo. Sarà forse per quello che Serena è una gran amante del pesce, di ogni genere, ma in particolare del meraviglioso Polpo. Alimento ipocalorico e ipolipidico, contiene buone quantità di minerali come il ferro, il fosforo (importante per i bambini in età scolare), il calcio e il potassio.
Stamattina ho deciso di comprare un freschissimo polpo e dei piccoli polpetti o meglio conosciuti come moscardini, che, come gli altri molluschi, si prestano notevolmente alle insalate fredde di mare. Così ho preparato una leggera insalatina di polpo e moscardini con prezzemolo, olio, limone e sale rosa: un semplice antipastino da presentare in tavola stasera alla mia Principessa del mare!

20140426_193456

Ingredienti:

300gr di polpetti
1 polpo da 500gr
2 foglie di alloro
1 costa di sedano
1 carota
1 ciuffo di prezzemolo
olio evo
1 limone
sale rosa q.b.

Premetto che sia il polpo che i polpetti erano già puliti (se il pescivendolo è disponibile fatelo fare da lui). Mettete sul fuoco una pentola di acqua con il sedano, la carota e le foglie di alloro e portate a bollore. Non appena l’acqua bollirà, tenendo il polpo dalla testa, immergetelo per 3 o 4 volte, affinché i tentacoli si arriccino e si ammorbidiscano nel contempo. Immergete poi completamente il polpo, unite i moscardini e coprite con un coperchio. Lasciate cuocere per 20 minuti circa e comunque verificatene la cottura prima di spegnere il fuoco.
Nel frattempo preparate l’emulsione per condire i polpetti, unendo in una ciotola l’olio evo, il succo del limone, il prezzemolo tritato e il sale rosa, mescolate bene e lasciate da parte.
Scolate il polpo e i moscardini. Lasciate raffreddare un attimo e poi tagliate il polpo a pezzetti e condite tutto con l’emulsione, in modo che assorba bene la salsina.

20140426_192730

Fate raffreddare a temperatura ambiente e poi mettete in frigorifero. Un quarto d’ora prima di servire, portate fuori dal frigorifero in modo di gustarlo alla giusta temperatura.

20140426_193534

Non vedo l’ora che arrivi stasera per vedere l’espressione di Sere … sono sicura che mangerà solo questo! Io intanto ho già assaggiato per pranzo …

Strudel salato con Merluzzo e Patate

Il Progetto di trasferirsi e ritornare nella mia Milano è ormai dimenticato … ancora un po’ di tristezza, ma se il destino, a cui credo profondamente, ha voluto così, io accetto a cuore aperto. Gli avvenimenti, più o meno belli, che sono accaduti nel frattempo, mi hanno fatto capire che è stata la decisione giusta.
I nostri nuovi progetti prevedono qualche ristrutturazione di casa: prima di tutto sistemare il giardino. Con il lavoro di Mauro, che lo porta tutto il giorno fuori casa, e l’arrivo della piccola Greta, un impegno gioioso per me ma pur sempre un impegno e seguire Serena che, anche se più grande, ha bisogno di tante più attenzioni, tenere il giardino ordinato era diventata un’impresa allucinante. Così per poterlo sfruttare al meglio abbiamo deciso di piastrellarne almeno una parte e lasciarne l’altra metà libera sia per la nostra piccola e vecchia cagnolina sia un angolino dove potrò dedicarmi alla mia passione per l’orto, in particolare per le erbe aromatiche.
In questi giorni gli operai hanno invaso il giardino … sembra un campo di battaglia. Tra le bimbe a casa da scuola e questo tram tram, il tempo di stare in cucina è veramente pochissimo. Non sono abituata a portare in tavola la classica pasta bianca oppure ordinare la pizza, con poco si possono preparare piatti semplici e gustosi. Per questo 25 Aprile ho deciso di preparare uno strudel salato ripieno di pesce e verdure!
Bando alle ciance, vi lascio subito la ricetta dello strudel.

Ingredienti

1 rotolo di pasta sfoglia integrale
4 filetti di merluzzo
2 patate
Prezzemolo in abbondanza
Olio evo
Sale q.b.

Sbucciate le patate e tagliatele a fettine sottili.

20140422_182345

Fatele cuocere per qualche minuto in una padella con un filo di olio e un goccio di acqua. Aggiustate di sale, spegnete la fiamma e fate raffreddare.
Nel frattempo, in un altro tegame, fate cuocere per 7 minuti circa il merluzzo spezzettato grossolanamente con del prezzemolo tritato e un pizzico di sale. Mi raccomando alle spine … pulite bene i filetti prima!

20140422_183524

In una larga teglia disponete la vostra pasta sfoglia su della carta da forno, ricopritela con le fettine di patate, adagiate sopra il merluzzo e poi aiutandovi con la carta forno chiudete ripiegando verso l’interno entrambi i lati.

20140422_183637

Sigillate bene le estremità e infornate a 180° per 35 minuti circa.

20140422_183759
Sfornate, lasciate intiepidire e portate in tavola.

20140422_190303

La ciurma l’ha divorato in un batter d’occhio: un modo diverso e simpatico per portare in tavola un pesce fantastico come il merluzzo. I vostri bimbi apprezzeranno moltissimo, parola di Capitana!

20140422_191802 - Copia

Sua maestà la Regina in tavola: Orata prezzemolata in crosta di sale

Anche la Pasqua è passata e con lei l’ultima abbuffata delle feste. Carne, troppa carne in quest’ultimo periodo … così stamattina al mercato ho deciso di comprare tanto, tanto pesce e preparare subito una ricettina per il pranzo di oggi. Uno dei piatti preferiti da Serena è l’orata in crosta di sale: un piatto semplice e facile da preparare, la cosa importante è che il pesce sia fresco (colore vivo, carne compatta e soda e squame ben attaccate al corpo). L’orata, sua maestà la regina del mare, come la chiama il mio pescivendolo, per quella specie di mezzaluna dorata che ha in mezzo agli occhi simile a una corona, è un pesce molto magro, ricca di proteine nobili, contiene vitamine B1, B2 e vitamine PP. Tanti sali minerali: fosforo, iodio, ferro e una discreta quantità di calcio. Indicata nell’infanzia, adolescenza ed età avanzata, per i convalescenti, nelle malattie del fegato e gastrointestinali, nell’arteriosclerosi e nell’obesità. Non è un pesce molto economico, ma fa bene alla salute ed è molto buono, specialmente su cucinato in modo semplice come nella mia ricetta!

Ingredienti per 4 persone:

4 orate
1 limone
6 acciughe
Prezzemolo fresco
1 kg di sale grosso

Per prima cosa pulite bene le orate, meglio fatevele pulire direttamente dal vostro pescivendolo. Preparate un trito di prezzemolo e acciughe. Tagliate il limone a fette e riempite la pancia dell’orata.

20140416_190207
Mettete i pesci in una teglia, dove avete già versato del sale e ricopritele con il sale rimanente.

20140416_190309
Infornate a 200° per 35 minuti: il gioco è fatto!
Potete servirle intere a ogni commensale accanto ad una buona insalata. Io, per agevolare le bimbe, le pulisco, togliendo bene le spine, e le servo già in filetti, senza dimenticare il trito all’interno che avrà formato una salsina con il limone, sopra una buona insalata di rucola e pomodori.

20140416_194501

Basta affondarci la forchetta e … Gnam: il sapore delicato di questo pesce, leggermente salato, perfettamente condito con la salsina di prezzemolo e limone vi lascerà senza parole!

20140416_195409

Involtini di pesce con zucchine prezzemolate: sistemiamo il pancino con gusto!

Settimana scorsa, mentre organizzavo le ultime cose per il viaggio a Londra (domani sera si parteeee!!), dicevo a Mauro che avremmo dovuto fare qualche giorno a mangiare molto più leggero del solito, in previsione dei “pasticci” che faremo in questa breve vacanza. Insomma, Londra non è certo famosa per la sua cucina: ricordo che l’ultima volta che ci siamo stati i nostri pasti erano a base di pizza, fish and chips e hamburger, con una maschera di brufoli come souvenir del rientro. In quel caso eravamo soli e giovani, oggi invece con noi ci sono le due monelle, quindi abbiamo cercato su internet posti che potessero offrire qualcosina di meglio. Ciò non toglie che siamo in vacanza e quindi i “ NO” saranno limitati un po’ per tutti!
Non mi sarei certo aspettata di beccarmi un bel virus: nausea, vomito e febbre! Si sì, ditelo pure ad alta voce: che sfigata! Da venerdì pomeriggio a ieri mattina, solo il pensiero di avvicinarmi a qualunque tipo di cibo mi faceva correre in bagno. Meno male che il congelatore era pieno di sughi pronti, quindi la ciurma è riuscita a sopravvivere e Mauro è stato veramente bravo. Sono pronta per Londra … persi 2 kg in 2 gg!
Ieri sera invece, avevo fame (direi dopo due giorni di acqua e zucchero), quindi mi sono messa ai fornelli e ho preparato qualcosa di leggero e delicato, il mio pancino è ancora indolenzito e sotto fermenti lattici per riprendersi. No a riso in bianco e prosciutto cotto: l’ospedale non è casa mia! Si a filetti di platessa con zucchine, prezzemolo e limone.
Sapete che amo presentare i miei piatti in modo un po’ diverso dal solito, per stimolare sempre le bimbe a mangiare. Così ho pensato a degli involtini di pesce, al posto del classico triste filetto, ripieni di zucchine e prezzemolo, fatti cuocere in modo delicato con olio e limone: vi assicuro che sono buonissimi, delicatissimi, economici e portati in tavola per una cena tra amici vi faranno fare un gran figurone!

Ingredienti per 4 persone:

8 filetti di platessa
2 zucchine
1 ciuffo di prezzemolo
½ limone
Olio evo
Sale q.b.

Lavate le zucchine, tagliatele a cubetti e mettetele con un filo di olio in una larga padella. Aggiustate di sale e fate cuocere a fuoco medio sino a quando non saranno morbide, circa per 20 minuti. Unite a qualche minuto dalla fine del prezzemolo fresco tritato.

20140406_114808
Prendete i filetti di platessa, stendeteli su un piano e farciteli con le zucchine prezzemolate.

20140406_114841

Arrotolate a involtino e metteteli in una padella con dell’olio e delle fette di limone.

20140406_114953 20140406_115250

Spolverizzate con altro prezzemolo fresco tritato, mettete il coperchio e fate cuocere 4 minuti per lato. Noterete che il limone si caramellizzerà creando una deliziosa salsina insieme all’olio.
Servite ben caldi con il sughino e decorate a piacere!

20140406_121352

Dipingiamo la tavola: Hamburger di Trota con salsa al Prezzemolo

Davanti a voi, c’è la prima Fan delle salse e delle creme, di qualsiasi genere, io le amo, anche da gustare semplicemente su una fetta di pane caldo. Oltre ad essere buonissime, penso che donino al piatto quel tocco in più, rendendolo bellissimo alla vista, propri come un dipinto. E’ proprio vero che prima si mangia con gli occhi e il modo migliore è sfruttare i colori dati dalla natura.
Evito di comprare quelle in commercio, piene di conservanti e grassi, e le preparo tutte da me, usando alimenti freschi e genuini: dalla maionese, che preparo in versione vegan, allo stesso ketchup, dalla salsa rosa, alla salsa all’yogurt, salse con erbe aromatiche, salse e creme di verdure per condire pasta e accompagnare secondi di pesce e carne, pesti di ogni genere … insomma cremosità, colori e profumi sulla mia tavola non devono mancare mai! L’unica salsa che compro è la Senape … che adoro!
Oltretutto credo che una buona salsa, preparata in modo sano, possa stimolare ulteriormente i bambini a mangiare certi alimenti. Molti bambini, per esempio, non mangiano la carne o alcune verdure: bene, provate ad accompagnarle con una salsina colorata, gustosa e fresca. Vedrete che i vostri bimbi apprezzeranno molto di più: ho provato io stessa con Serena, la prima criticona sul cibo, e ho fatto centro!
Un piatto che di certo non può essere accompagnato senza una salsa è l’Hamburger, che sia di carne sia di pesce. Usando la mia piantina di prezzemolo fresco, ho preparato un’ottima salsa verde, perfetta per accompagnare dei freschissimi hamburger di trota, comprati ieri mattina al banco del pesce. Tutti sappiamo che il prezzemolo è l’erba aromatica perfetta con il pesce, quindi non potevo preparare salsa diversa. Ho evitato aglio e peperoncino, semplicemente per rendere la salsa più idonea al palato delle mie bimbe; sicuramente aggiunti questi ingredienti la salsa sarà sicuramente più buona!
Per rendere gli hamburger più sfiziosi, ho preferito impanarli in un mix di sesamo, nocciole tritate e pangrattato integrale: vi assicuro che questo ha reso tutto decisamente più gustoso!

Ingredienti per 4 persone:

4 hamburger di pesce
1 cucchiaio di sesamo
1 cucchiaio di nocciole tritate
2 cucchiai di pangrattato integrale
20gr di prezzemolo
1 filetto di acciuga
15 capperi
Olio evo
Sale q.b.

Nel bicchiere del mixer mettete il prezzemolo ben lavato, le acciughe, i capperi e 3 cucchiai di olio. Frullate bene il tutto a crema.

20140402_190552 20140402_190820                           20140402_191637
In una ciotola unite il pangrattato, le nocciole tritate e il sesamo.

20140402_192954

Impanate gli hamburger di trota e fateli cuocere in una padella con due cucchiai di olio sino a quando non si sarà formata una bella crosticina sopra.

20140402_193420 20140402_193508
Salate e servite ben caldi accompagnati da pomodori freschi, o altra verdura a vostra scelta, e la salsa verde al prezzemolo!

20140402_194114
Un piatto fresco e gustosissimo!