Archivi tag: piatto unico

Torta salata di carote viola, porro e ricotta senza glutine senza lattosio: essere belle dentro

73c007795274935d245b01ecfa6f23adPer l’appuntamento mensile con la Rubrica “Bellissime Mamme” oggi voglio condividere con Voi amiche mamme e donne il mio essere Donna, Madre, Moglie, Figlia, Zia, Amica e non so cos’altro. Si, perché noi, siamo tutto questo racchiuso in solo corpo. In questa Rubrica spesso vi ho dato consigli su come mantenersi in forma, abbiamo cucinato piatti light, semplici e veloci per quelle mamme che hanno poco tempo. Abbiamo scoperto cibi che non sapevamo potessero farci bene. Abbiamo curato il nostro corpo dall’interno per essere belle fuori. E DENTRO? per essere belle fuori dobbiamo esserlo dentro, il nostro corpo è lo specchio della nostra anima. Possiamo anche essere magre, con addominali scolpiti, capelli perfetti e trucco impeccabile, ma vi assicuro che se dentro vi sentite uno schifo, chi vi guarda da fuori lo percepisce! E per essere belle dentro bisogna essere sereni con se stessi e DECIDERE DI ESSERE FELICI, cercando la gioia! Lo so, tante parole , ma vi assicuro che è proprio così. La vita spesso ci travolge come uno tsunami con i suoi momenti difficili: solo con la forza e la voglia di ritrovarsi si può sopravvivere e ricominciare a VIVERE. E se vivi bene, e dentro di te la gioia domina su tutto vi assicuro che anche senza trucco, con qualche chilo in più, voi sarete BELLISSIME! Da Donna a Donne credetemi, pensate a voi più spesso, dedicatevi più tempo, magari anche solo una semplice passeggiata all’aria aperta o un bagno caldo con sottofondo la vostra musica preferita. Da Donna a Donne… NON DIMENTICATEVI MAI E AMATEVI TANTO, perché LA PACE E LA GIOIA VIENE DA DENTRO, non cercatela fuori (cit. Buddha) . Oggi volevo solo condividere con voi la mia esperienza e il lavoro che sto facendo su me stessa e la mia ritrovata passione per il cibo regalandovi una ricettina semplice e gustosa, veloce e sana, con le mie amate carote viola, di cui qui vi ho parlato tempo fa. Una TORTA SALATA CON CAROTE VIOLA, PORRI E RICOTTA MAGRA SENZA LATTOSIO. Nel mio caso ho usato una sfoglia già pronta SENZA GLUTINE, ma in questa ricetta quello che conta è il gustoso ripieno! Ci rivediamo il mese prossimo con il nostro appuntamento mensile “Bellissime Mamme”!

Ingredienti:

1 rotolo di pasta sfoglia nel mio caso senza glutine
2 porri
8 carote viola
300gr di ricotta magra senza lattosio
parmigiano grattugiato *
olio evo q.b.
sale e pepe q.b.

* stagionato 48mesi è senza lattosio

20160910_130427Pulite le carote e il porro. Stufate il porro in un tegame con due cucchiai di olio, aggiungete le carote viola e fate cuocere a fuoco lento per circa 20 minuti, fino a quando non saranno cotte. Una volta fredde versate in una ciotola e unite la ricotta, aggiustate di sale e pepe e mescolate bene il tutto.

Srotolate la pasta sfoglia in una teglia, versate tutto il ripieno e spolverizzate con parmigiano. Infornate a 180° per circa 20 minuti. Non vi resta che farla raffreddare per qualche minuto e poi gustarla!

20160910_173048

Gattò di patate con formaggio e prosciutto: la nonna del Gattò

“Nessuno può fare per i bambini ciò che fanno i nonni. I nonni cospargono la polvere di stelle sulla vita dei bambini” (Alex Haley)

Chi mi conosce sa bene quanto nella mia Vita i nonni abbiano avuto un ruolo fondamentale, tanto ve ne ho parlato e tanto ancora ne parlerò. Loro sono il filo di unione, la stabilità e la forza di ogni famiglia. La Vita ci ha portato via un nonno proprio all’inizio di questo anno: mentre per Greta, ancora piccola, la separazione non ha provocato sofferenza (il nonno è in cielo a lavorare per Gesù e quando finirà tornerà da noi) per Serena il colpo è stato forte, per lei è stato il primo vero trauma da distacco. Questo “dispiacere” ha fatto si che il filo di unione tra tutti diventasse ancora più forte: la nonna rimasta sola è super coccolata da tutti, nipoti compresi e gli altri nonni hanno riempito le nipotine di tantissimo amore, rassicurandole e viziandole come solo loro possono fare. E così, tra tutte queste coccole, ecco arrivare anche sulla tavole piccole primizie dal nonno Gianni (che nonostante sia in pensione non ci fa mancare mai la migliore frutta e verdura di stagione) e i piatti preferiti dalle bimbe dalla nonna Rosa. Mamma è, come dice Serena, la nonna del Gattò, come lo fa lei non lo fa nessuno. Naturalmente in questi anni ha dovuto cambiare un po’ gli ingredienti, le mie intolleranze e quelle ora di Serena, la obbligano ad utilizzare formaggi privi di lattosio e alimenti senza glutine. Tempo fa vi avevo lasciato la ricetta del Gattò di patate con carne e piselli, uno dei miei preferiti e quella della Torta di patate con Radicchio, formaggio e prosciutto. Oggi invece vi lascio quella del Gattò con prosciutto e formaggio, senza glutine e senza lattosio: il piatto preferito da Serena. Come ben sapete non è altro che uno sformato di patate farcito all’interno, tipico campano, ed è uno dei piatti che solitamente piace tanto ai bambini. Una ricetta gustosa, versatile, di facile preparazione che io spesso porto in tavola, specialmente nella stagione invernale e che spesso la nonna Rosa ci omaggia! Evviva i nonni!

Ingredienti per 4 persone:

2kg di patate (scegliete patate farinose, come la patata viola)
2 uovo
2 etti di prosciutto cotto *
200gr di scamorza senza lattosio
parmigiano 48mesi grattugiato q.b.**
noce moscata q.b.
sale e pepe q.b.
pangrattato grattugiato senza glutine q.b.
burro senza lattosio q.b

*controllate che sia senza glutine e senza lattosio
** il parmigiano stagionato 48mesi è privo di lattosio

Lessate le patate per circa 40 minuti o fino a quando non saranno morbide. Sbucciatele e poi schiacciatele con lo strumento apposito o in mancanza con la forchetta. Raccogliete la purea in una ciotola, unite le uova, 3 cucchiai di formaggio grattugiato, aggiustate di sale, pepe e aggiungete una generosa grattugiata di noce moscata. Mescolate bene il tutto. Imburrate una teglia o una pirofila, spolverizzate con pangrattato e poi versate metà composto di purea. Livellate bene il tutto, farcite con il prosciutto cotto e la scamorza tagliata a fettine sottili e ricoprite con la restante purea. Livellate nuovamente, spolverizzate la superficie con parmigiano, pangrattato e qualche fiocchetto di burro.

20160223_180406

Infornate a 200° per 30 minuti circa: si deve formare una bella crosticina dorata e croccante in superficie.

20160223_192017

Sfornate, lasciate intiepidire e poi servite!

20160223_194454

20160223_194509

Come dice Serena… UNA BOMBA!

Calamari ripieni di Broccoletti, Mandorle e Peperoncino

Il Venerdì si cucina per i nostri eroi di casa e per la Rubrica “L’Angolino del Papà”. Oggi prepariamo un secondo molto gustoso a base di pesce e affronto una sfida importante: portare in tavola il CALAMARO, un mollusco dalla carne magra, poco amato dal nostro papà di casa. Eh si, l’unico modo per farglielo mangiare è nel classico FRITTO MISTO.  Ma al contrario io adoro questo mollusco e mi piace tantissimo nella versione ripiena. Così ho deciso di prepararlo con una farcia di stagione usando i Broccoletti, aggiungendo del peperoncino fresco e tante Mandorle tritate.  Una cottura lenta che ha portato ad un risultato magnifico: teneri e saporiti, meravigliosi alla vista e sorprendentemente buoni al palato! Vice capitano conquistato … con ciurma al seguito!

Ingredienti:

2 calamari grandi già puliti
1 broccoletto
3 cucchiai di mandorle tritate grossolanamente
1 bicchiere e mezzo di vino bianco
1/2 peperoncino rosso
1 spicchio aglio
prezzemolo fresco tritato q.b.
olio evo q.b.
sale q.b.

Lessate il broccolo in acqua salata tenendolo ancora croccante. Per i calamari io li ho presi freschi dal mio pescivendolo già puliti, ma l’operazione di pulizia è molto facile: sciacquate i calamari sotto acqua corrente, staccate la testa dal mantello e poi delicatamente estraete la penna di cartilagine trasparente che si trova nel mantello. Risciacquate sotto l’acqua e ora tirate via le interiora, che vanno buttate, e la rispettiva sacca di inchiostro che si trova nella cavità interna (che potete svuotare e utilizzare il nero per farci un bel risotto o della pasta fresca come ho fatto io qui). Ora non vi resta che eliminare la pelle esterna, incidendo con un coltellino delicatamente la parte finale sollevando la pellicina e strappate il rivestimento esterno piano piano.  Ora riprendete la testa e  tirate via i tentacoli, tritateli al coltello e metteteli in una padella con uno spicchio d’aglio schiacciato, il peperoncino tritato e tre cucchiai di olio evo. Aggiustate di sale e cuocete un paio di minuti, sfumando con mezzo bicchiere di vino bianco. Portate a cottura, spegnete il fuoco e unite il broccoletto lessato, le mandorle e il prezzemolo tritato. Assaggiate e regolate di sale se serve.

20151128_173138

Prendete il calamaro e riempitelo con calma con la farcia lasciando un pochino di spazio verso la chiusura per sigillare con uno stuzzicadenti. Io ho preparato due calamari, uno per noi e uno per le bimbe e naturalmente il loro ripieno era senza peperoncino. In una padella alta ai bordi mettete i calamari con due cucchiai di olio, fate rosolare entrambi i lati a fiamma media, poi abbassate, versate il bicchiere di vino bianco, mettete il coperchio e fate cuocere per circa 15 minuti o fino a quando non sono cotti. Fate raffreddare qualche minuto, tirate via lo stuzzicadente e tagliate a fette con un coltello ben affilato.

20151128_184844

20151128_185314

Non vi resta che impiattare e gustare questo meraviglioso piatto di pesce senza glutine e senza lattosio, perfetto per grandi e piccini (naturalmente senza o con pochissimo peperoncino)!

20151128_185340

Buon appetito!

Polenta con sughetto piccante di vongole veraci

“L’Angolino del Papà” è il nostro appuntamento fisso del Venerdì: ricette gustose per accontentare i grandi eroi di casa! Il piatto di oggi è proprio uno di quelli, un piatto per il nostro Papà che ama tantissimo i frutti di mare, cozze e vongole potrebbero tutti i giorni far parte dei nostri pasti. Così  Terra e Mare si incontrano nuovamente, dopo gli Gnocchi all’Amatriciana con cozze,  ho deciso di portare in tavola le VONGOLE, ma non nel solito primo piatto di Spaghetti  o in un delizioso Risotto,  ma in una versione nuova, in un piatto unico gustosissimo, profumato, avvolgente e confortante, senza glutine e senza lattosio: una deliziosa POLENTA condita con un saporito e PICCANTE sughetto di VONGOLE veraci… una vera BOMBA!

Ingredienti per 4 persone:

500gr di farina di mais bramata
2lt di acqua
1 cucchiaio di olio evo
1 cucchiaio di sale
500gr di vongole veraci
400gr di polpa di pomodoro
1 spicchio di aglio
1 peperoncino
olio evo q.b.
sale q.b.

Preparate una ciotola con acqua e sale e versatevi dentro le vongole: lasciatele in ammollo almeno 8 ore, cambiando l’acqua almeno un paio di volte, così da farle spurgare bene dalla sabbia eventuale interna.

20151119_103121

In una grande pentola mettete i due litri di acqua, portate ad ebollizione e poi aggiungete il sale e l’olio e versate a pioggia piano piano la farina di mais continuando a mescolare. Fate cuocere per 1 ora circa. Se non avete tempo esistono in commercio le classiche Farine istantanee che spesso sono ugualmente buone. Vi ricordo se siete intolleranti al glutine o celiaci di controllare che ci sia la spiga sbarrata.
Risciacquate le vongole sotto acqua corrente. In una larga padella con 3 cucchiai di olio fate soffriggere lo spicchio di aglio in camicia insieme al peperoncino, unite poi la polpa di pomodoro, aggiustate di sale e fate restringere il sugo.  Abbassate la fiamma e unite le vongole, mettete il coperchio e nel giro di qualche minuto di apriranno, rilasciando la loro acqua che darà al sughetto un buonissimo sapore e profumo di mare.

20151119_193058

Mescolate bene il tutto e una volta che la polenta è pronta non vi resta che comporre i piatti. Io ho usato piatti fondi: un fondo di polenta e sopra un bel mestolo di vongole con tanto sughetto! La polenta avanzata e il sughetto rimasto portateli in tavola in due belle ciotole di coccio, copriteli, in modo che restino caldi e lasciate la libertà ai commensali di servirsi nuovamente!
In quantità più ridotte questo piatto può essere anche un delizioso antipastino di Natale!

20151119_193032

Questa ricetta la Regalo alle mie amiche di PENTAGRAMMI DI FARINA e partecipo al loro Contest “Le Personalità in cucina” nella categoria “La tradizionalista Terrona”.

untitled (13)

Torta salata con funghi e ricotta: ricaricarsi con gusto

La settimana è iniziata alla grande: la giornata sportiva di Domenica ci ha regalato una carica pazzesca e, anche se stanchissimi, ieri mattina sembravamo tutti molto più felici. Passare del tempo tutti e 4 insieme divertendosi e “aiutare” la nostra Serena a vincere con il suo gruppo di ballo è stato molto emozionante e ci ha fatto tornare “bambini”, quello di cui forse avevamo bisogno dopo l’intenso e pesante periodo che abbiamo passato. Una leggerezza che non ricordavo provare da tanto… ne avevo bisogno!
E avevamo tutti bisogno di qualcosa di semplice e leggero che però ci facesse velocemente ritrovare le “forze” perdute. Niente di meglio, visto il mio poco tempo a disposizione ieri, di una Torta salata, semplice e veloce… molto gustosa! Nel congelatore un sacchettino di funghi misti, puliti e già pronti da mettere in padella, dolce regalo di un vicino di casa; in frigo uova e ricotta fresche… non mi restava che unire il tutto e mettere in forno! Una buona ratatouille ha accompagnato questo piatto unico, che ha deliziato tutti noi!

Ingredienti:

1 rotolo di pasta sfoglia
250gr di ricotta fresca di pecora
400gr di funghi misti
4 uova di media grandezza
prezzemolo q.b.
1/2 cucchiaino di curcuma
1/2 cucchiaino di noce moscata
1 spicchio aglio
1 rametto di rosmarino
olio evo q.b.
sale e pepe q.b.

In una padella con un filo di olio evo fate soffriggere leggermente lo spicchio di aglio schiacciato e il rametto di rosmarino. Unite poi i funghi e fateli rosolare per una decina di minuti, fino a quando non sono ben cotti e colorati. Aggiustate di sale e pepe, spegnete la fiamma, tirate via rosmarino e aglio e fate raffreddare. In una ciotola unite le uova, i funghi, la ricotta, il prezzemolo tritato, curcuma, noce moscata, un pizzico di sale e una macinata di pepe.

20150922_130704

Lavorate bene insieme tutti gli ingredienti.
Srotolate la pasta sfoglia e foderate una teglia. Versate il composto, livellate e infornate a 200° per 20 minuti circa.

20150922_130927

20150922_134459

Fate raffreddare, tagliate a fette e portate in tavola!

20150922_165820

20150922_165934

E’ buonissima!

20150922_165956

Zucchine tonde ripiene al tonno: … ultime verdure di stagione!

La Zucchina è un prodotto dell’orto tipico della tarda primavera e dell’estate, ed è una delle verdure preferite dalle mie monelle. La sua versatilità e il suo sapore piuttosto neutro, la rende perfetta per ogni piatto e adatta al palato dei critici bambini.

images92B52E5T

Al giorno d’oggi la si trova tutto l’anno ma conviene sempre gustarla, come ogni frutto e verdura, nella sua stagione, perchè più completa dal punto di vista nutrizionale, più buona e naturalmente più conveniente. Questo mese era anche una delle verdure della Raccolta “L’Orto del bimbo intollerante” che curo con la mia amica foodblogger Letizia di Senza è buono: trovate qui le nostre proposte e tante altre ricette delle amiche blogger che hanno partecipato.
Tornando alle Zucchine, proprio l’altro giorno, recuperate le bimbe rispettivamente a scuola e all’asilo, siamo andate a fare la spesa. Nel reparto frutta e verdura la piccola Greta ha scovato queste ultime Zucchine tonde, ancora belle sode e di un verde brillante.

images (3)

Su suggerimento di Serena, amante delle verdure ripiene al forno, le ho subito messe nel carrello: erano perfette per cena! Ricettina semplice e veloce, un ripieno classico, con tonno, formaggio senza lattosio e una spolverata di pepe e noce moscata. Con questa facile ricetta io e la mia adorata ciurma Vi salutiamo, ci attende un week end all’insegna della Danza e dello Sport: impostiamo la rotta verso Lodi … tutti alla Fiera dello Sport per Divertirsi e insieme cercare di Vincere!

Ingredienti:

8 zucchine tonde
4 sottilette senza lattosio
3 scatolette di Tonno al naturale
olio evo q.b.
sale q.b.
pepe q.b.
noce moscata q.b.

Lavate bene le zucchine, tagliate la calotta superiore, che mettere da parte e con l’aiuto di un cucchiaio scavatele all’interno, raccogliendo la polpa in una ciotola. Una volta svuotate, capovolgetele su un telo così che perdano eventuale acqua interna.

20150803_175708

Con un coltello tritate grossolanamente la polpa, versatela in una padella con due cucchiai di olio evo, aggiustate di sale, aggiungete una generosa macinata di pepe e di nosce moscata e fate cuocere per 5 minuti rigirando spesso.

20150803_175439

Spegnete la fiamma e fare raffreddare. Nel frattempo aprite le scatolette di tonno e fatelo scolare bene dalla sua acqua. Aggiungete il tonno alla polpa delle zucchine, aggiustate di sale, unite qualche foglia di basilico

20150803_180209

e iniziate a farcire le Zucchine tonde: riempitene metà con il composto, aggiungete un pezzetto di formaggio, ricoprite con altro composto e finite con un altro pezzetto di formaggio.

20150803_180326

Una volta riempite tutte, copritele con la calotta e infornatele a 180° preriscaldato per 20 minuti circa: devono cuocere ma non sfaldarsi mi raccomando.

20150803_181409

Sfornate, fate raffreddare una decina di minuti e poi servite!

20150803_184428

20150803_184446

Parmigiana fredda di peperoni: non posso farne a meno

Adoro i peperoni, sono una delle mie verdure preferite insieme alle melanzane. Di stagione o no, non posso far a meno di comprarli: mi piacciono da impazzire. Una volta alla settimana ne inforno una decina, li spello e li conservo in frigorifero, così da averli a disposizione per qualsiasi piatto io voglia provare a fare. La mia crema di peperoni è da sempre uno dei condimenti per pasta preferiti dalla ciurma, per non parlare dei peperoni in agrodolce che non mancano mai in dispensa e del polpettone di peperoni e prosciutto… insomma, non manca mai sulla nostra tavola! Lo so che spesso risultano indigesti e pesanti, ma con le dovute accortezze, come spellarli e cuocerli per più tempo, vi assicuro che riuscirete a gustarli al meglio e a beneficiare di tutte le loro proprietà. Torniamo alla ricetta di oggi: ieri avevo proprio voglia di quella dolcezza particolare che ha questa verdura, così ho infornato di prima mattina una parmigiana di peperoni, che poi abbiamo gustato per pranzo fredda! Un piatto semplicissimo, senza glutine e senza lattosio, che le bimbe hanno apprezzato moltissimo … e che io ho gustato felicemente!

Ingredienti:

4 peperoni grandi
1 mozzarisella (o formaggio a vostra scelta)
menta fresca
pangrattato senza glutine Coop q.b.
olio evo q.b.
sale e pepe q.b.

Lavate bene i peperoni, asciugateli e metteteli su una placca da forno ricoperta da carta forno. Infornate a 200° abbrustolendoli per bene su ogni lato, fate raffreddare e poi spellateli.

20150507_115951

A questo punto dividete le falde su un piatto, tagliate a fette sottili metà mozzarisella e grattuggiate l’altra metà. Prendete una pirofila, oliate il fondo e spolverate con pangrattato, fate uno strato di peperoni, salate e pepate, distribuite qualche fogliolina di menta e le fette di mozzarisella, fate un ulteriore strato di peperoni, sale e pepe, ancora menta e  mozzarisella e un ultimo di peperoni.

20150507_122627

Spolverate il tutto con pangrattato, la mozzarisella grattugiata, salate e pepate e fate un giro di olio evo. Infornate a 220° per 15/20 minuti, deve formarsi una leggera crosticina in superficie.

20150507_190733

Ora non vi resta che far raffreddare e poi forchetta e coltello e via … e non dimenticate il pane!

20150507_193550