Archivi tag: pesto senza aglio

Pesto al basilico: varianti simpatiche

Il pesto è il tipico condimento della tradizione ligure preparato con basilico Genovese, pinoli, aglio, parmigiano o pecorino e olio extra vergine. Il Basilico è una delle erbe aromatiche più utilizzate in famiglia, la ciurma lo adora, e viste le mie origini siciliane, insieme alla menta, riempie gran parte del mio orticello nella bella stagione e della dispensa in inverno (essiccato o conservato sott’olio). Grazie poi al papà fruttivendolo, riesco ad averlo fresco anche nella stagione invernale.
Oltre alla classica ricetta, io lo preparo anche con diverse varianti, qualcuno della tradizione familiare, altre sperimentate in cucina. Ecco le ricette del pesto che preparo più spesso!

PESTO AL BASILICO CON MANDORLE e RICOTTA SALATA

un mazzo di basilico fresco
50gr di mandorle spellate
100gr di ricotta salata
olio extravergine di oliva
sale q.b.

Mettete tutti gli ingredienti nel mortaio e pestate aggiungendo l’olio a filo sino ad ottenere una crema, oppure per velocizzare il tempo utilizzate il mixer.

20140702_131415 20140702_132102

 

PESTO AL BASILICO CON POMODORINI SECCHI

un mazzo di basilico fresco
50gr di pinoli
100gr di parmigiano grattugiato
8 pomodorini secchi sott’olio
olio extravergine di oliva
sale q.b.

Mettete tutti gli ingredienti nel mixer e frullate fino ad ottenere una bella crema.

20140702_132839 20140702_133400

 

PESTO ALLA SICILIANA

un mazzo di basilico fresco
400gr di pomodori ramati
50gr di pinoli
150gr di ricotta
100gr di parmigiano reggiano
olio extravergine di oliva
sale q.b.

Dividete a metà i pomodori, svuotateli dai semi e metteteli nel mixer insieme agli altri ingredienti. Frullate il tutto aggiungendo l’olio piano piano sino a raggiungere la cremosità desiderata.

20140702_133613 20140702_133911

20140702_134240

 

PESTO DI ZUCCHINE

un mazzo di basilico
2 zucchine
50gr di pinoli
olio extravergine di oliva
sale q.b.
100gr di parmigiano grattugiato

Fate cuocere le zucchine per 5 minuti in acqua salata. Scolatele e mettetele nel mixer insieme agli altri ingredienti. Frullate il tutto sino a raggiungere la consistenza desiderata. Unite il parmigiano grattugiato e aggiustate di sale.

20140624_124814 20140702_140018

Come avete potuto vedere in nessuno di questi pesti c’è aglio: alla ciurma piace così e io ne sono felice perché altrimenti farei fatica a digerirlo. Se a voi piace, basta aggiungerne metà spicchio (o uno intero per chi lo ama molto) !

Risotto alla Cipolla Rossa di Tropea con Pesto di Basilico alle Mandorle

Oggi vi presento una ricetta che amo molto, semplice ma raffinata, curata nei minimi particolari con amore e sentita profondamente “MIA”. Ogni ingrediente è dosato nel modo più giusto per bilanciare alla perfezione questi sapori mediterranei che amo e che mi fanno sognare: basilico, mandorle, pecorino, olio extra vergine prodotto direttamente da ulivi siciliani e la Cipolla Rossa di Tropea, simbolo della meravigliosa Calabria. Amo i risotti, un piatto che prendo solitamente quando sono fuori a mangiare e che preparo tutte le settimane per la ciurma in modi sempre diversi. Mi sento quasi un’esperta (visto quanti ne ho mangiati) e sono severamente autocritica nei miei confronti quando li preparo.
Ma per questo risotto mi attribuisco da sola una Stella Michelin: per la prima volta sono orgogliosa di me stessa (solitamente non va mai bene nulla … molto, ma molto autocritica). Ecco la ricetta e a voi l’assaggio … sperando di portarvi con me in quei luoghi caldi e meravigliosi del nostro meridione!

Ingredienti per 4 persone:

320gr di riso Carnaroli
2 cipolle Rosse di Tropea
50gr di basilico fresco
50gr di mandorle
80gr di pecorino stagionato
olio evo
sale q.b.
brodo vegetale

In una casseruola con tre cucchiai di olio evo mettete a stufare la cipolla affettata finemente.

20140514_185457

Aggiungete il riso e fate tostare qualche minuto. Versate il brodo vegetale piano piano e portate a cottura (ricordate di aspettare sempre che il liquido di assorbi prima di versarne altro nel riso, solo così l’amido fuoriuscirà nel modo giusto e darà al risotto la giusta cremosità).

20140514_185903

Nel frattempo preparate il pesto: il mio basilico sta crescendo benissimo e il suo profumo è meraviglioso, non potevo non usarlo ( mi raccomando, se avete le piantine in casa, quando decidete di raccoglierlo dovete tagliare le punte, appena sopra una delle sue biforcazioni. Così facendo eviterete la formazione dei fiori e renderete il basilico più robusto e foglioso).

20140514_192949

In un bicchiere del mixer mettete il basilico, le mandorle, 50gr di pecorino e iniziate a frullare aggiungendo piano piano l’olio evo. Ideale è l’utilizzo del mortaio ma, per chi come me si è ritrovata senza perché una delle sue bimbe ha ben pensato di buttarlo dal balcone in giardino, può usare tranquillamente il frullatore.

20140514_192452 20140514_192851

A fine cottura del riso (lasciatelo sempre al dente, tanto cuoce ancora nel tegame durante la mantecatura) aggiungete il restante pecorino grattugiato e mantecate bene.

20140514_195955

Servite in un bel piatto piano aggiungendo un cucchiaio di pesto al centro del riso, spolverizzate con del pecorino e gustate ben caldo. Mescolate delicatamente il pesto al riso, prendetene un po’ e chiudendo gli occhi portate alla bocca …

20140514_200701