Archivi tag: pesce in tavola

Mazzancolle e pomodorini al brandy: in padella e via!

Ci sono alcune ricette che necessitano di pochissimo tempo e diventano grandi e gustosi piatti. Quella che vi propongo oggi è proprio una di queste: la cosa importante è sempre la materia prima di alta qualità, specialmente se si tratta di piatti di pesce come questo. Ieri era Venerdì e, come sempre, giornata di pesce. Giretto al mercato dove, su suggerimento di Serena, ho deciso di prendere qualche fetta di tonno fresco, che ho usato per preparare uno dei primi piatti preferiti dalla ciurma, gli spaghetti al tonno con pesto di menta (trovate la ricetta qui), e un po’ di mazzancolle fresche (ma potete optare per gamberi), che in pochissimo tempo sono diventate il nostro antipasto per la cena!
Ricetta veloce, semplice e gustosa, solo il tempo della marinatura e poi tutto in padella! Siete pronte a leccarvi le dita?

Ingredienti per 3 persone:

400gr di mazzancolle
1 bicchiere di brandy
60gr di pomodorini ciliegia
1 limone
1 cucchiaino di miele
zenzero fresco
sale e pepe q.b.
olio evo q.b.

Preparate la marinatura in una ciotola unendo il brandy, il succo del limone spremuto, un pochino di zenzero grattugiato, una generosa dose di pepe e un cucchiaino di miele. Pulite le mazzancolle dal filetto nero interno e poi mettetele nella ciotola della marinatura per almeno 30 minuti in frigorifero, girandole spesso.
In una larga padella mettete un cucchiaio di olio, aggiungete i pomodorini divisi a metà, salate e fate saltare un paio di minuti a fuoco dolce. Alzate la fiamma, unite le mazzancolle con un cucchiaio di marinatura, aggiustate di sale e portata a cottura: quando il succo è ben evaporato spegnete la fiamma (si tratta proprio di pochi minuti).

20140720_124351

Portate in tavola e servite caldo questo delizioso antipasto.
Le mazzancolle avranno un gusto meraviglioso, dolce e salato insieme, saranno morbide e succose, si scioglieranno in bocca! Da mangiare rigorosamente con le dita, per poi fare scarpetta nel sughino di pomodoro! Auguro a tutti di passare un buon Ferragosto… io per qualche giorno mi allontano un pochino dal blog… non andremo in vacanza ma voglio godermi al 100% le mia ciurma! Ci vediamo settimana prossima per continuare a raccontarvi la nostra meravigliosa Favola in tavola!

20140720_124338

Consiglio: la marinatura è la chiave di questo piatto, permette alle mazzancolle di rimanere succose e morbide!

Rotolo di Pangasio ai peperoni con ratatouille di verdurine: la ciurma vuole pesce!

Dopo svariati giorni di primi piatti veloci e gustosi, ieri mattina, la ciurma, ha richiesto per cena espressamente PESCE! Il mio pescivendolo mi ha proposto un bel filetto di Pangasio, pesce dalla carne tenera e senza spine. Inizialmente volevo prepararlo al forno, semplicemente con aromi e limone, ma poi mi è venuta in mente una ricetta di Simone Rugiati: aveva preparato un rotolo di pesce ripieno di una verdura a scelta. Lui aveva optato per un filetto di Salmone con zucchine… io ho provato con le falde del mio adorato peperone rosso, dolce e succoso, con qualche foglia di basilico fresco, accompagnando il tutto da un ratatouille di zucchine e peperoni!
Il risultato è un piatto freschissimo, adatto per la stagione estiva, ottimo anche a temperatura ambiente (noi lo abbiamo mangiato tiepido). Il Piatto nella foto è quello che è andato a Serena: ripulito alla perfezione con tanto di scarpetta del sughino!

Ingredienti per 4 persone:

1 filetto di pangasio (o pesce a scelta)
2 peperoni rossi
2 zucchine
5 foglie di basilico
olio evo
sale q.b.

20140613_182319

Adagiate il filetto su un tagliere, controllate se ci sono delle spine ed eventualmente, con l’aiuto di una pinzetta, tiratele via. Salate il pesce su entrambi i lati. Lavate i peperoni e puliteli, tagliandone uno in falde mentre l’altro, insieme alle zucchine, a pezzetti piccoli. Adagiate le falde sul filetto di pesce, aggiungete il basilico e poi arrotolate il filetto fermando l’estremità con uno stecchino.

20140613_182518 20140613_183142

Mettete il tutto in una pirofila da forno, irrorate con olio evo e salate. Infornate a 200° per 30 minuti circa (controllate che il pesce sia ben cotto). Aspettate che si raffreddi un pochino e poi tagliate a fette.

20140613_190438

Noterete che il peperone rimane abbastanza croccante, cosa che a noi è piaciuta moltissimo! Servite in tavola con la ratatouille e il sughino che si è formato dai succhi del pesce e delle verdure.

20140613_191547

Vi assicuro che è buonissimo, delicato e saporito. La piccola Greta, come Serena, ha divorato la sua fettone gigante e tutte le verdure di contorno: un modo diverso per portare a tavola pesce e ortaggi!

Consiglio: se avete difficolta a digerire il peperone ma vi piace l’idea, potete abbrustolire i peperoni in forno per 40 minuti e poi tirare via la pelle: così risulteranno sicuramente più digeribili.

Idea salvavanzi: Come vi dicevo sopra, è ottimo anche freddo, basta conservarlo in frigorifero e mangiarlo il giorno dopo, magari con una buona maionese!