Archivi tag: pepe di jamaica

Frullato alla Mela Verde, Zenzero, Arancia e Pepe di Jamaica

Iniziamo al meglio questo martedì mattina con la Rubrica “Bellissime Mamme” proponendovi un bel frullato: Mela verde, il frutto della giovinezza, ricca di vitamina C e di acidi organici antiossidanti che contrastano l’invecchiamento e rafforzano le difese, Zenzero fresco grattugiato, bruciagrassi, depurativo, anticellulite oltre ad essere un antiossidante e antitumorale naturale, succo di Arancia, frutto ricchissimo di vitamina C, A, B1 e P, Sali minerali, acido citrico che aiuta il sistema immunitario ad aumentare le difese e Pepe di Jamaica, le cui bacche hanno proprietà carminative, digestive, antidepressive e antisettiche, oltre a note speziate di chiodi di Garofano, noce Moscata e Cannella (ve ne avevo parlato qui).

Ingredienti:

1 mela verde
succo di 1 arancia
3cm di zenzero fresco grattugiato
pepe di Jamaica q.b.

20141006_123642

Lavate bene la mela e tagliatela a fette tirando via solo il torsolo e lasciando la buccia, che racchiude tutte le proprietà. Spremete il succo di arancia, grattugiate lo zenzero e unite il tutto nel bicchiere del frullatore. Frullate per qualche minuto, unite una spolverata di pepe, mescolate bene, versate in un bicchiere e bevete subito. Io ho aggiunto un pezzettino di zenzero candito!

20141006_124813

Ottimo a colazione, ma anche come spuntino di metà giornata: una carica in più!
Vi aspetto martedì prossimo mie Bellissime Mamme, con tante altre ricette!

Marmellata di Albicocche e Pepe di Jamaica: profumi di spezie

Una delle ultime spezie che è entrata nella mia dispensa è questo meraviglioso Pepe di Jamaica, detto anche Pepe Garofanato.Le tonde palline, molto usate nella cucina caraibica, sono una miscela di spezie diverse: gusto particolare intenso e aromatico, poco piccante, con note di cannella, pepe nero, chiodi di garofano e noce moscata insieme. Mi sono un po’ informata su internet ed ho scoperto che le bacche di questa spezia hanno proprietà carminative, digestive, antidepressive e antisettiche. Vengono impiegate per combattere le digestioni difficili e per contrastare gli esaurimenti nervosi.
Sono molto utilizzate all’estero: nei Caraibi si usa steccare la carne da cuocere alla griglia, in Messico le bacche entrano nei moles, le celebri salse di questa nazione, negli Stati Uniti, la torta alla zucca, tipica del Giorno del ringraziamento, viene aromatizzata proprio con il pimento. Anche gli inglesi e gli scandinavi lo usano, i primi per salse e sottaceti (insieme a semi di senape), oltre che per aromatizzare i dolci tradizionali di Natale; i secondi per condire gli smorrenbrod (tartine di pane nero guarnite, che rappresentano i tradizionali antipasti danesi) e per insaporire le torte salate con la carne e le aringhe marinate.
In Etiopia, si trova il pimento nella ricca miscela nota come berberé e i alcuni liquori, come la Chartreuse, ricorrono al profumo del pimento, peraltro apprezzato pure in preparati cosmetici e farmaceutici.
La medicina popolare sudamericana ricorreva al pimento per curare i disturbi di stomaco, e gli Aztechi lo usavano pure per aromatizzare il cioccolato.
Totalmente affascinata da quello che ho scoperto, ho iniziato ad usarlo un po’ ovunque, unendolo a piatti sia dolci che salati. L’abbinamento con la frutta è stato uno dei migliori … e la raccolta di albicocche dall’albero mi ha ispirato per questa marmellata: profumi magici hanno invaso la cucina e sapori unici hanno reso sublime una semplice fetta di pane. La gioia del palato!

Ingredienti:

1kg di albicocche
succo di 1/2 limone
250gr di zucchero semolato
5 grani di pepe di Jamaica

20140708_170153

Lavata accuratamente le albicocche, asciugatele con un panno e tagliatele a fettine. Mettetele in una ciotola capiente, unite lo zucchero, il succo del limone e mescolate bene il tutto. Coprite con la pellicola e lasciate riposare per una notte intera.
Trascorso il tempo versate il tutto dentro un tegame, aggiungete i grandi di pepe e fate cuocere a fuoco moderato per 20/30 minuti, continuando a mescolare. Le albicocche si sfalderanno e il pepe con il calore rilascerà tutte le sue note speziate. Prelevate un po’ di marmellata con un cucchiaino e lasciatela cadere su un piatto: se resta compatta questa è la prova che la vostra confettura è pronta. Aiutatevi con un cucchiaino per estrarre i grani di pepe e poi invasate a caldo. Conservate in un luogo fresco e buio. Una volta aperta si conserva in frigorifero per 4/5 giorni al max!

20140708_165632

Le bambine hanno svuotato un barattolo in pochi giorni, semplicemente spalmando qualche cucchiaiata su una fetta di pane a colazione. Ora mi rimane un altro barattolo … facciamo un bel dolcetto per i prossimi giorni!

20140708_165824