Archivi tag: patatine fritte

Patate americane speziate al forno

La patata americana è l’alimento tipico della cucina degli Stati più a sud del continente americano. Ne esistono due varietà, la prima caratterizzata da una pasta di spiccato color arancione, dalla consistenza molto cremosa dopo la cottura e dal sapore dolce; la seconda ha la pasta bianca o leggermente tendente al giallo e meno dolce. La prima viene più utilizzata per le ricette dolci come la tipica Sweet Potato Pie americana, che vi presenterò uno dei prossimi giorni, oppure per soufflé o ancora per una squisita marmellata (appena riesco, ve la preparo); la seconda invece essendo molto più simile alla nostra è utilizzata per ricette al forno o al vapore.

Ingredienti:

4 Patate americane
Rosmarino
Spezie e aromi misti (quelli che trovate già pronti vanno benissimo.)
Sale q.b.
Olio evo

Lavate accuratamente le patate e asciugatele. Tagliatele a cubetti circa della stessa dimensione. In una teglia ricoperta da un foglio di carta forno, mettete le patate tagliate, l’olio, cospargete con le spezie, con del rosmarino e salate (se utilizzate gli aromi già pronti, non aggiungete sale).
IMG_5013

Infornate a 180° per circa 30-40 minuti.

Io le ho usate per accompagnare il pollo all’arancia al cartoccio.

IMG_5018

La Patata

La prima Verdura di cui voglio parlarvi è la regina della cucina: LA PATATA!

Originaria delle regioni delle Ande, nell’America centro-meridionale, pare che sia stata portata in Europa da esploratori inglesi, spagnoli e italiani verso la fine del XVI secolo, ma è merito degli Inglesi aver diffuso la coltivazione. In Italia solo nei primi decenni dell’Ottocento la coltura della patata cominciò a diffondersi, a partire dal Piemonte e oggi è uno degli ortaggi più diffusi di cui ormai non potremmo più farne a meno.

In cucina è tra gli ortaggi più versatili: piace a tutti in qualsiasi modo venga preparata (fritta, al forno, lessata, saltata e ….); la cosa importante è scegliere quella giusta per la perfetta riuscita del piatto.

In linea generale è possibile fare una prima selezione in base al colore della buccia (gialla o rossa) e quella della pasta (dal bianco al giallo carico): i tuberi gialli a pasta gialla sono indicati un po’ per tutte le preparazioni; quelli gialli a pasta bianca per purè e dolci; e quelli rossi a pasta gialla per fritto e gnocchi.

Al di là del colore il criterio fondamentale per scegliere al meglio è quello della consistenza e della farinosità della pasta: patate a polpa soda (fritte, al cartoccio, al vapore, per gli gnocchi) e patate abbastanza farinose (purè, gattò, timballi).

Diciamo che oggi al supermercato troviamo già sulla confezione l’indicazione per l’uso migliore, ma per chi di voi ama ancora andare al mercato a fare la spesa questi piccoli consigli possono esservi utili e comunque non dimenticatevi mai di chiedere al vostro ortolano di fiducia!