Archivi tag: pasta senza glutine e senza lattosio

Riccioli di Amaranto con crema di carciofi e timo: e vai di batteria!

Pianoforte, flauto traverso, chitarra, violino e percussioni… questi gli strumenti a scelta per le medie, naturalmente per chi volesse fare musica. Cosa poteva scegliere Serena ? Il violino? Noooo! Il Flauto? ma scherziamo? Il Pianoforte! e no… troppo scontato! LEI VUOLE IMPARARE A SUONARE LA BATTERIA! Si avete capito bene… LA BATTERIA, quella cosa che fa un casino allucinante! Da un lato sono contentissima perché è uno strumento che amo molto, dall’altro il pensiero di averla in casa mi terrorizza. Il primo anno probabilmente ci salveremo dall’ingresso in casa di questo mastodontico strumento… ma andando avanti sicuramente dovremo organizzarci. Lei è entusiasta, non vede l’ora: “mamma per me è uno sfogo, li posso scaricare tutte le mie paure e pensare solo al ritmo”…. come dargli contro… la mia piccola bimba diventa Grande. Nel frattempo per Pasqua mio cognato gli ha regalato una “batteria” elettronica, quelle da tavolo, dotata di bacchette e, per mia fortuna, di cuffie: così tutto avviene nel silenzio totale… evvai!  Lo devo ammettere… è una figata, ci divertiamo un po’ tutti a suonarla! Parlando di Pasqua… passata bene? Noi ci siamo “isolati” dal resto del mondo e abbiamo dedicato del tempo solo a noi: gita in un parco naturale, passeggiate sulle colline Piacentine e relax sul divano! I pasticci non sono mancati, ma nessuna abbuffata. Tornare a regime è stato facile e in questi giorni post-festa abbiamo voluto provare qualche pasta nuova, in particolare quelle che avevamo preso alla Fiera di Rimini. AMARANTO prelibatezze senza glutine della GLUTEN FREE HOUSE di Salsomaggiore è una linea di pasta che mi ha conquistato già al primo assaggio in Fiera. A casa ne ho portati alcuni pacchi tra i quali quella di oggi: Riccioli di Amaranto 100% senza glutine, senza lattosio, senza uova. Il mio condimento è molto semplice, con una verdura di stagione che amiamo tantissimo: una crema di carciofi e timo. Ricetta veloce e gustosa, che piacerà anche ai vostri bimbi visto che i carciofi si sono trasformati in una deliziosa crema, molto gustosa e leggera, profumata di timo. Il formaggio è un obbligo e noi abbiamo optato naturalmente per del parmigiano stagionato 48 mesi che è privo di lattosio. La pasta è buonissima, tiene molto bene la cottura: non vi resta che provarla! Buon inizio di settimana a tutti!

Ingredienti per 4 persone:

350gr di pasta Riccioli di Amaranto
3 carciofi
1/2 cipolla bianca
1 rametto di timo
brodo vegetale q.b.
olio evo q.b.
sale e pepe q.b.
prezzemolo fresco q.b.
parmigiano grattugiato q.b.

Pulite i carciofi dalle foglie dure esterne, tagliateli a metà, togliete la barbetta e tagliateli a spicchi. In una casseruola con due cucchiai di olio mettete a rosolare a fuoco basso la cipolla tritata con il timo, aggiungete poi gli spicchi di carciofo e fare insaporire il tutto. Unite un bicchiere di brodo vegetale (o acqua) e fate cuocere sino a quando sono teneri, aggiungendo brodo o acqua se necessita. Con l’aiuto di un frullatore ad immersione, frullate il tutto sino ad ottenere una crema. Aggiustate di sale e pepe e tenete da parte. Cuocete la pasta, scolatela al dente, tenendo un po’ di acqua di cottura da parte e riversatela nella pentola. Unite la crema e mantecate il tutto con del parmigiano grattugiato, unendo un pochino di acqua di cottura della pasta. Servite in tavola con una macinata di pepe fresco, una grattugiata di parmigiano e una spolverata di prezzemolo.

20160315_113822

20160315_113830

20160315_113850

Tagliatelle all’uovo senza glutine con Salmone, Vodka e Arancia: rivisitiamo un classico anni ’70

Uno dei primi piatti più in voga sulle tavole di tutto il mondo negli anni ’70 era la pasta con salmone e vodka, con l’aggiunta di panna, ingrediente molto usato a quei tempi. Semplice e veloce da preparare, raffinata e gustosa, adatto per ogni occasione, questa pasta, nel  formato  Penne veniva cucinata da chiunque ed è stato uno dei primi piatti che io personalmente ho preparato al mio maritino, al tempo fidanzato in una delle prime cenette romantiche insieme. Per la Rubrica del Venerdì “L’Angolino del Papà” ho pensato di ripresentarla in tavola, rendendola più profumata con l’aggiunta di succo e scorza d’arancia (che adoro in abbinamento al salmone), un trito di erbe aromatiche fresche , un mix di pepe e naturalmente panna di soia, senza lattosio. Ho voluto prepararla utilizzando delle Tagliatelle all’uovo senza glutine e senza lattosio, così da potermi gustare anch’io questo delizioso primo piatto!

Ingredienti per due persone:

200gr di tagliatelle all’uovo senza glutine e senza lattosio (oppure pasta che preferite)
100ml di panna di soia
1 arancia bio non trattata
100gr di salmone fresco o affumicato
2 cucchiai di vodka secca
1/2 scalogno
prezzemolo fresco q.b.
erba cipollina q.b.
tris di pepe (bianco, nero e rosa)
olio evo q.b.
sale q.b.

Lavate le erbe aromatiche e tritatele. Lavate bene l’arancia, grattugiate la buccia e spremetene metà. Tritate lo scalogno, mettetelo in una casseruola con due cucchiai di olio e fate rosolare. Aggiungete il salmone tagliato a cubetti o listarelle, fate insaporire e poi sfumate con la vodka e con il succo di arancia, aggiustate di sale, mescolate e per ultimo unite la scorza di arancia grattugiata, la panna, una generosa grattugiata di mix di pepe e le erbe aromatiche. Mentre il sugo si restringe cuocete la pasta in acqua in ebollizione salata. Scolate e fate saltare nel tegame del sugo. Servite in tavola con una ulteriore spolverizzata di pepe e scorza di arancia.

20160225_191649

Il succo di arancia dona al piatto un profumo eccezionale e addolcisce il secco della vodka che spesso può dare fastidio.

20160225_191627