Archivi tag: pane senza glutine

Pane alla lavanda senza glutine con lievito madre: pace e serenità

cop“Quando sei contenta per te stessa, la gioia ti riempie. Quando lo sei per qualcun altro, sgorga” (cit. Da Il profumo del pane lavanda”).
Avete mai letto questo libro? Io mi ci sono imbattuta per caso su consiglio di mia nipote ed è stata subito MAGIA: un romanzo che parla con dolcezza d’amore, di rimpianto e di perdono. Nonne, madri, amiche e nemiche si intrecciano accompagnate da piatti a base di fiori e frutti magici… un giardino incantato e un melo come amico.  Un libro leggero, poco impegnativo, da leggere tutto d’un fiato, che regala sensazioni positive: pace e serenità … proprio come la Lavanda! Sono una fan di questa meravigliosa pianta aromatica di origini mediterranee: adoro il suo aspetto e sono innamorata del suo meraviglioso profumo. La storia della Lavanda si perde nella notte dei tempi. Conosciuta e utilizzata dall’uomo da oltre 2500 anni, veniva anticamente impiegata per la preparazione di talismani portafortuna e incantesimi d’amore, per il suo profumo intenso e inebriante. images (46)Il nome di questa pianta deriva dal latino ”lavare” e si riferisce all’uso che ne facevano  greci e romani che raccoglievano i suoi fiori per profumare l’acqua delle terme in cui si immergevano, abbandonandosi a bagni rilassanti e profumati. Può curare disturbi molto comuni, come mal di testa, insonnia, ipertensione, malattie respiratorie, dolori reumatici ecc. e i suoi  fiori conservano a lungo il loro profumo, anche se secchi: nonna riempiva i sacchettini di tela e li metteva nei cassetti e negli armadi, è un ottimo antiparassitario.  Il suo colore che sfuma dal blu al lilla evoca il silenzio, la calma e la tranquillità: in aromaterapia viene infatti utilizzata per ritrovare il giusto equilibrio tra gli estremi, come tranquillizzante e riequilibrante del sistema nervoso. Single_lavendar_flower02Sono molto conosciute le sue virtù antinfiammatorie e antireumatiche, le sue proprietà analgesiche e antinevralgiche ed è un efficace battericida. ha note proprietà antisettiche e cicatrizzanti e favorisce la guarigione di ferite infette, allevia il dolore delle bruciature e il fastidio delle punture d’insetti e di ragni. Il profumo della Lavanda non piace alle zanzare che ne vengono infastidite: è consigliabile, dunque, nelle afose sere estive, frizionarsi con acqua di Lavanda per rinfrescarsi e, nello stesso tempo, evitare fastidiose punture. E’ un valido aiuto in caso di raffreddore per il suo potere decongestionante e per le sue proprietà balsamiche che si sprigionano respirandone il vapore. images (45)Per purificare la stanza e per conciliare il sonno dei bambini che faticano ad addormentarsi (come la mia piccola Greta fino a un anno fa) e per quelli iperattivi, non c’è niente di meglio  dell’Olio Essenziale di Lavanda, il cui profumo discreto, fresco e delicato avrà un immediato effetto tonificante e calmante (basta qualche goccia sul cuscino o nel diffusore) . In casa mia questo olio non manca mai (qui vi avevo anche mostrato un tonico e un Balsamo) , come i prodotti d’igiene, shampo-bagnodoccia-crema corpo, alla lavanda! E naturalmente eccola nel mio orto in giardino, quella in terra e quelle in vaso.

untitled (73)

 20160608_142144Anche in cucina la LAVANDA trova il suo spazio: già vi ho presentato la marmellata mela e lavanda e  lo Strudel di Ciliegie e lamponi all’infuso di lavanda. Dopo aver letto questo libro, dove il profumo di lavanda scorre tra le pagine, ho deciso di preparare proprio un pane profumato alla lavanda.  Ricetta semplice, con mix di farine senza glutine e il mio lievito madre     , lievitazione di 8 ore e naturalmente infuso di lavanda. Si va in cucina!

Ingredienti:

280gr di Mix Pane Revolution
220gr di Mix Pane Nutrifree
160gr di Lievito madre senza glutine
400gr di Infuso di lavanda
2 cucchiai di olio evo
5gr di sale
1 cucchiaio di miele al timo

20140922_093919Sciogliete il lievito madre nell’infuso alla lavanda con il miele. Lasciate riposare qualche minuto e poi unite le farine iniziano a lavorare a mano l’impasto che risulterà appiccicaticcio. Quando è amalgamato unite sale e olio e lavorate ancora fino a quando otterrete un impasto omogeneo. 20160125_181534 Fate una pagnotta e lasciate riposare per 15 minuti. Riprendete l’impasto e fate qualche piega tirando un pezzo di lato e riportandolo al centro. Ripete questa operazione 4 volte lasciando sempre riposare tra una e l’altra almeno 15 minuti. Prendete l’impasto e mettetelo a lievitare dentro una capiente ciotola infarinata per 8 ore. 20160207_171453 Trascorso il tempo riversate su un foglio di carta forno, praticate i tagli che vi piacciono, spennellate con un pochino di acqua e olio e infornate a 220° per 15 minuti, abbassate a 190° e cuocete per circa 50 minuti. Prima di sfornare bussate il pane sotto: se suona vuoto vuol dire che è cotto.

20160428_073954

Non vi resta che farlo raffreddare e poi servire in tavola!

20160428_074127

informazioni e immagini prese dal WEB

Pane al profumo di limone con farine naturali e lievito madre senza glutine: facciamo pulizie e viviamo di piccole gioie

Alcune volte penso di non essere così forte come credo… forse è solo la stanchezza che mi rattrista il cuore e mi riempie gli occhi di lacrime. La testa non vuole smettere di pensare, ormai le notti sono insonni e neanche un buon libro e una tisana mi aiutano a staccare la spina. Accidenti, ho proprio un brutto carattere, alcune volte vorrei essere egoista come tante altre persone intorno a me, invece di addossarmi tutto sulle spalle e voler risolvere e aiutare tutti. Ma come si fa? Come? Ed è proprio in questi momenti che poi ti accorgi di chi hai intorno, di chi ti è amico per convenienze, di chi ha approfittato di te, di chi ti sorride davanti e ti sparla alla spalle, di chi semplicemente c’è veramente! In uno di quei divertenti test su Facebook che ho fatto a dicembre veniva fuori quale doveva essere la mia parola per il 2016: “SAGGEZZA, dovrai prendere molte decisioni dure e grazie alla tua saggezza prenderai sempre quelle giuste!”. Bene, quindi con tutta la mia Saggezza, ho deciso di fare un po’ di pulizia e allontanarmi da quelle persone che mi hanno deluso, far uscire dalla mia vita la falsità e l’invidia. Nonna mi diceva sempre che è meglio stare soli che essere circondati dalla brutta gente: mai come in questo momento la cosa mi è chiara! Ora quello che voglio è cercare di “ricostruire” una stabilità sulla mia nave e riportare l’equilibrio all’interno della ciurma. Ma prima ho assolutamente bisogno di riposare, alleggerire il cuore e ritrovare il sorriso….  e le uniche persone che possono aiutarmi realmente sono le mie piccole principesse. Ed è proprio con loro che ho preparato l’altro pomeriggio questo meraviglioso PANE, il mio primo pane con farine naturali e Luigi, il mio lievito madre senza glutine. Un pane profumato di limone, soffice e leggero, con una croccante crosticina piena di semi di sesamo. Ho sorriso di questa mia prima conquista e vedere la ciurma apprezzare con gusto questa piccola creazione è stato per me un vero momento di gioia! Come sempre ho seguito i consigli di Felix e ho preparato il mix per pane, pizza e focacce da lei consigliato apportando solo qualche leggera modifica, perché non avevo in casa né la farina di sorgo né quella di grano saraceno bianca.

Ingredienti per il mix per pane

150gr di farina di riso finissima
200gr di fecola di patate
110gr di farina di quinoa
40gr di farina di tapioca
15gr di xantano

per il pane ho usato

300gr di mix di farina
150gr di lievito madre senza glutine
200gr di acqua
1 cucchiaino di miele
10gr di olio
1/2 cucchiaino di sale
50ml di succo di limone spremuto + buccia grattugiata
semi di sesamo senza glutine

Sciogliete il lievito madre nell’acqua insieme al miele. Aggiungete poi il mix di farine e infine olio, succo e scorza di limone e sale. Lavorate bene, coprite con pellicola e lasciate lievitare per 6 ore. Riprendete l’impasto, che nel frattempo avrà lievitato e raddoppiato il suo volume, capovolgetelo su una teglia con carta forno leggermente unta e date la forma che più vi piace: io ero al primo esperimento e ho lasciato la forma a pagnotta. Ungete la superficie e ricoprite con i semi di sesamo. Lasciate lievitare nuovamente per un paio di ore e poi infornate in forno già caldo, a 220° per circa 30 minuti e abbassando a 200° per il restanti 10/15.

20160119_214520

Adagiate il pane su una gratella perché raffreddi bene e poi non vi resta che affettarlo.

20160120_080607
…. Buonissimo!!!!

20160120_080618

Con questa ricetta partecipo alla #settimanasenzaprodottiglutenfree iniziativa di Silvia di Eppur non c’è in collaborazione con Gluten Free Travel & Living

settimana-senza-prodotti-gluten-free-1-300x300

Pane in cassetta al timo e pepe rosa (senza glutine):

Settimana scorsa mentre girovagavo in rete mi sono imbattuta in un meraviglioso pane senza glutine  con grano Saraceno e cumino della mia vicina di blog “La Sphiga di Grano”: la voglia di assaggiarlo ha preso il sopravvento e, dopo aver segnato la ricetta, mi sono subito messa all’opera.  Come mia abitudine ho voluto aromatizzare il pane con qualche erba aromatica come il timo e dare un tocco in più con l’aggiunta del pepe rosa al posto del cumino: il risultato è stato sorprendente! Un pane meraviglioso, croccante fuori e soffice e profumato dentro, dal sapore unico e rustico dato dalla farina di grano saraceno insieme il timo. Anche la ciurma ha voluto assaggiarlo insieme ad un tagliere di affettati: abbinamento perfetto, ve lo consiglio proprio con della buona Coppa Piacentina e del dolce Crudo di Parma! E se il colore scuro vi rende scettici, bè prima assaggiatelo e poi mi direte la vostra!

Ingredienti:

300gr di farina senza glutine Farmo Lp Low Protein
125gr di farina di grano saraceno Le farine Magiche
400gr di acqua
1 bustina di lievito senza glutine
olio evo
1 cucchiaio di miele (oppure zucchero)
sale
1 cucchiaino di pepe rosa macinato
timo fresco

Unire le due farine nella ciotola dell’impastatrice oppure su un piano di lavoro, aggiungere il lievito in polvere e il miele e mescolare bene. Incorporate piano piano l’acqua iniziando ad impastare, fino ad ottenere un composto appiccicoso, ora aggiungere il sale, il pepe e il timo. Impastare il tutto e capovolgere l’impasto dentro una teglia da plum cake rivestita di carta forno. Lasciate lievitare per 30 minuti e una volta trascorso il tempo, spennellate la superfice del pane con un mix di acqua e olio evo.

20141128_172432

Infornate a 180° per 30 minuti, togliete dalla forma e infornate ancora per 10 minuti.
Fate raffreddare e tagliate a fette!

20141128_184821

Grazie ancora per la ricetta “La Sphiga di Grano”

20141128_184919

Pagnotta al profumo di origano (gluten free): voglia di pane!!!

Quell’ irresistibile voglia di impastare, quel desiderio di profumo di pane, quel piacere nel gustare la crosta croccante e la morbida mollica: da quando ho scoperto la mia intolleranza al glutine non preparo più il pane ogni week end come una volta.. difficile per me resistere all’assaggio!!! Il problema pizza è stato risolto, i miei esperimenti mi hanno portato ad un ottimo risultato (vedi qui la mia pizza in padella) ma per quanto riguarda il pane faccio ancora fatica a trovare qualcosa che soddisfi a pieno i miei gusti e che possa andare bene anche per la ciurma. Dal prossimo mese riproverò a reinserire il glutine… incrociate le dita per me!! Ieri sera però il piatto in tavola, delle buonissime polpettine al sugo, pretendevano il pane per fare scarpetta! Così ho deciso di fare un altro esperimento: la farina della Bi-Aglut è quella che mi ha reso più soddisfatta, quindi ho pensato di abbinarla alla farina di grano saraceno e di dare profumo al pane aggiungendo il mio adorato origano, fatto essiccare i giorni scorsi. Il profumo in casa era meraviglioso, molto simile al pane classico, la crosticina croccante una goduria, e all’interno una morbida e leggera mollica. Per avere usato il lievito in polvere senza glutine ho ottenuto un magnifico pane, ma sono convinta che con quello fresco il risultato sarebbe stato spettacolare.
Se pubblico la ricetta è perché, come ben sapete, la ciurma ha approvato al 100% e grazie a loro, ho quella carica in più e quell’ottimismo per rimettere le mani nella farina, e tornare a divertirmi ancora nel preparare questo magnifico alimento che è il Pane. Io torno a sorridere e la favola profuma di buono!

Ingredienti:

400gr di farina senza glutine Bi-Aglut
100gr di farina di grano saraceno
3 cucchiai di origano essiccato
250gr di acqua tiepida
10gr di sale
1 bustina di lievito in polvere
1 cucchiaio di olio evo

Mettete in una ciotola le farine setacciate con l’origano essiccato e un cucchiaio di olio evo.

20140826_143412

Fate sciogliere il lievito in 150gr di acqua tiepida e il sale negli altri 100gr. Aggiungete alle farine prima l’acqua con il lievito e con l’aiuto di un cucchiaio amalgamate tutto e poi unite la restante acqua con il sale continuando a miscelare gli ingredienti tra loro. Versate tutto sul piano di lavoro leggermente infarinato e lavorate l’impasto fino ad ottenere una pasta liscia.

20140826_143953

Formate una palla e mettetela direttamente nella teglia ricoperta da carta forno. Coprite e lasciate lievitare fino al raddoppio del suo volume. Cuocete in forno caldo a 220° per 25-30 minuti.

20140826_195547

Lasciate intiepidire e servite in tavola!

20140826_195623