Archivi tag: melanzane

Maccheroni con pesto di melanzane e cipolle rosse di tropea

Azienda Girolomoni, ve ne avevo già parlato qui, che aderisce al progetto Fedagri di Qui da Noi, produce una pasta biologica al 100%, senza l’uso di sostanze chimiche di sintesi in ogni fase della coltivazione, passando per la conservazione e la trasformazione. Per l’agricoltura biologica la terra non è un supporto inerte, ma un organismo vivente che come tale va rispettato. Per questo il problema della fertilità è affrontato solo con concimazioni organiche e quello delle erbe infestanti con la rotazione delle colture. Insomma, per Gino Girolomoni “Mangiare non è soltanto trasformare e cuocere il cibo: è dono, spiritualità, amicizia, fraternità, bellezza, calore, colore, sapienza, profumo, semplicità, compagnia”.
Noi siamo la tipica ciurma all’italiana: adoriamo i primi piatti e un buon piatto di pasta non manca mai sulla tavola!
Oggi per il nostro appuntamento con la Rubrica “L’angolino del Papà” porto in tavola i Maccheroni Girolomoni, conditi con un pesto speciale, uno di quelli più apprezzati dal nostro eroe di casa. Un pesto cremoso e avvolgente, con le ultime melanzane di stagione, cipolla rossa di tropea, qualche fogliolina di basilico fresco, pinoli e concentrato di pomodori Cirio (che aderisce al progetto Fedagri di Qui da Noi) che conferisce a questo sugo non soltanto un colore più acceso, smorzando il grigio delle melanzane, ma un sapore più fresco!
A questo punto tutti ai fornelli: prepariamo un buon piatto di pasta!

Ingredienti per 4 persone:

350gr di Maccheroni grano duro Capelli Girolomoni
1 melanzana grosso
1 cipolla rossa di tropea
15gr di pinoli
20gr di foglie di basilico
2 cucchiaini di concentrato di pomodoro Cirio
sale q.b.
olio evo q.b.

Lavate la melanzana, tagliatela a cubetti e mettetela in una larga padella con 3 cucchiai di olio evo e la cipolla rossa affettata. Salate e fate cuocere per circa 20 minuti, aggiungendo un pochino di acqua fino a rendere il tutto morbido. Una volta pronto aggiungete pinoli, basilico, concentrato di pomodoro, sale e frullate il tutto.

 

 

 

 

 

 

 

Lessate la pasta al dento, scolatela e versatela nella padella del pesto, amalgamate bene il tutto aggiungendo un pochino di acqua di cottura e servite !

Torta salata senza glutine con melanzane, pomodorini e ricotta di capra

Il week end ci ha concesso una tregua: il sole cocente dei giorni scorsi si è nascosto dietro le nuvole e una leggera arietta fresca ci ha fatto compagnia. Questo non vuol dire che non facesse caldo, ma sicuramente meno afa! Mangiare in giardino è stato ancora più piacevole e ci siamo concessi lo stesso un bagnetto rinfrescante nella nostra piscinetta. E… ho acceso il forno dopo un bel po’ che non lo facevo. Quando ho poca voglia di stare ai fornelli porto in tavola cose veloci e gustose e le Torte salate sono da sempre le nostre preferite. Quella di oggi è una sorta di parmigiana dentro una sfoglia, nel mio caso senza glutine, con melanzane grigliate, pomodorini e ricotta di capra, che in questi ultimi tempi è spesso richiesta dalla ciurma. Un piatto leggero e semplice, buonissimo da gustare a temperatura ambiente… e ancora meglio in famiglia tutti insieme all’aria aperta!!! buon inizio di settimana!!

Ingredienti:

1 rotolo di pasta sfoglia senza glutine
2 melanzane
pomodorini q.b.
basilico q.b.
250gr di ricotta di capra
olio evo q.b.
sale e pepe q.b.

20160718_100937

Lavate le melanzane, tagliatele a fette, cospargetele di sale e mettetele in un colapasta per 1 oretta con un peso sopra, cosicché possano perdere tutta la loro acqua di vegetazione. Tagliate i pomodorini a fettine e, come per le melanzane, lasciate scolare dalla loro acqua. Trascorso il tempo, asciugatele bene e grigliatele. Mettetele su un vassoio e conditele con olio, un pizzico di sale, pepe e basilico fresco. Srotolate la pasta sfoglia, adagiatela all’interno di una teglia con la sua carta forno e farcitela a strati con melanzane, pomodorini a fette, basilico fresco e cucchiai di ricotta di capra. Continuate così facendo tre strati e arrivati all’ultimo spolverate con pepe macinato e un filo di olio evo. Infornate a 180° per 20 minuti.
Sfornate e fate raffreddare … non vi resta che portare in tavola!

20160718_120520

Noi l’abbiamo gustata a temperatura ambiente … ottima, il gusto della ricotta di capra si sentiva benissimo e trovo che sia perfetto in abbinamento alle dolci e polpose melanzane!

20160718_120551

20160718_120627

Melanzane ripiene di friggitelli e provolone: mai mangiato le verdure ripiene

Vi sembrerà strano, ma mia suocera non ha mai mangiato fino ad oggi, le verdure ripiene. Eh si, lei cuoca di vecchia generazione, ha sempre preparato i classici piatti e le verdure sono sempre state solo condimenti a primi piatti e contorni ai secondi. In effetti pensadoci bene in questi anni  non ho mai mangiato certi piatti a casa sua: il suo menù è sempre e solo stato “i piatti tradizionali” della cucina veneta e piacentina.  Pasta fresca di ogni genere, dai tortelli in brodo, ai pisarei e fasoi, agli gnocchi e chicche, merluzzo fritto,  polenta, brasato, anatra all’arancia e così via, le uniche verdure sempre presenti erano quelle dell’orto del suocero: le patate, tante patate, arrosto e fritte, cipolle, zucca, piselli, fagioli, insalata e pomodori, buoni e profumati.  E poi i funghi e tutte le meravigliose erbe aromatiche che riempiono il balcone della suocera e che ora porterò nel mio giardino. Così, in questo periodo di convivenza, sto cercando di farle assaggiare e scoprire nuovi piatti e nuovi sapori, dove le verdure in particolare sono protagoniste della ricetta. La ciurma adora le verdure ripiene,  in questi anni vi ho proposto tantissime versioni:  peperoni ripieni, melanzane vegetariane, pomodori, zucchine ripiene e zucchine tonde. Oggi un’altra ricetta si aggiunge alla lista: melanzane ripiene di friggitelli e provolone. Le melanzane non mancano mai nel mio frigorifero, anche fuori stagione, la ciurma e io le amiamo tantissimo, fritte sulla pasta , a cotoletta, nella parmigiana o sulla focaccia e pizza, insomma sempre! Ultimamente un nuovo ortaggio ha conquistato la ciurma: i friggitelli, questi piccoli peperoni dolci tanto tanto buoni. Dopo averli usati come condimento per gli spaghetti, ho pensato di utilizzarli come ripieno alle melanzane, aggiungendo uno dei formaggi più buoni in assoluto, il provolone, che per chi non lo sapesse è concesso agli intolleranti al lattosio perché ha subito una lunga stagionatura quindi presenta un quantitativo nullo di lattosio.  Piatto unico, super veloce e facile, gustosissimo e leggero: un piatto speciale che la suocera ieri sera ha gustato con piacere e che mi ha reso felice!

Ingredienti per 4 persone:

4 melanzane lunghe
500gr di friggitelli
200gr di provolone
1 spicchio di aglio
olio evo q.b.
1/2 bicchiere di birra
sale e pepe q.b.
timo q.b.

 

Lavate le melanzane, dividetele a metà per il lungo e svuotatele. Spolveratele di sale e capovolgetele su uno straccio pulito così che rilascino la loro acqua. Tagliate a cubetti l’interno delle melanzane; lavate e pulite i friggitelli togliendo il piccolo e i semini interni e tagliateli a listarelle. In una larga padella versate un paio di cucchiai di olio, aggiungete lo spicchio d’aglio schiacciato, le verdure e il timo fresco, facendo insaporire bene il tutto. Togliete lo spicchio e sfumate il tutto con la birra, fate evaporare e cuocete sino a quando le verdure non saranno ben cotte, le melanzane in particolare. Aggiustate di sale e pepe e lasciate raffreddare. Tagliate il provolone a pezzetti. Riprendete le melanzane tagliate a metà e asciugate bene l’interno con panno carta, riempite con le verdure e con dei pezzetti di provolone. Infornate a 200° per circa 20 minuti: la melanzana deve cuocere, il formaggio sciogliersi e una leggera crosticina deve formarsi in superficie. Sfornate, fate raffreddare qualche minuto e poi portate in tavola.

20160202_193436

Non dimenticatevi il pane!

20160202_193507

Cordon bleu di melanzane al forno: ritorno alla normalità!

Dopo qualche giorno di assenza e di relax lontano dalla cucina, eccomi nuovamente tra Voi, con una anno in più sulle spalle e con una gran voglia di rimettermi ai fornelli! Ebbene si, Lunedi ho compiuto gli anni e ho raggiunto il primo grande traguardo per una Donna: i 40! La ciurma, dopo un week end dedicato al montaggio della piscina e alla sistemazione del giardino, con piatti veloci e freddi, mi ha regalato una bella giornata tutti insieme, tra coccole e vizi! Ma si torna alla normalità velocemente e ieri ho ripreso in mano il timone, ho rimesso la nave sulla giusta rotta e dopo aver riempito la dispensa, rieccomi ai fornelli! Oggi una ricettina molto gustosa che ha fatto felici proprio tutti: dei buonissimi Cordon Bleu di melanzane gluten free cotti al forno, ripieni di formaggio senza lattosio e prosciutto! Super golosi e decisamente più leggeri: spazzolati in pochissimi minuti!

Ingredienti per 4 persone (8 cordon bleu , 2 a testa):

1 melanzana tonda grande
4 sottilette senza lattosio
prosciutto cotto (senza glutine)
1 uovo grande bio
farina di riso bio q.b.
pangrattato senza glutine Coop q.b.
olio evo q.b.
sale e pepe q.b.

Lavate la melanzana e tagliatela a fette rotonde di spessore 4mm circa. Mettetele in un colapasta, cospargetele di sale e fatele “spurgare” dalla loro acqua per almeno un paio di ore. Trascorso il tempo sciacquatele sotto l’acqua corrente, asciugatele per bene e poi tagliatele a metà. Farcite con mezza sottiletta, un po’ di prosciutto cotto e chiudete a panino.

20150610_181150

In una ciotola sbattete l’uovo con un pizzico di sale e pepe, mettete in un piatto un po’ di farina e in un altro il pangrattato. Prendete i panini di melanzana, schiacciateli bene, passateli prima nella farina di riso, poi nell’uovo e successivamente nel pangrattato: fate in modo da sigillare bene tutti i bordi e se serve ripassate la parte intorno da sigillare nuovamente.

20150610_181157

Una volta preparati tutti i cordon bleu, metteteli in una teglia ricoperta da carta forno leggermente oliata, spruzzate ancora un filo di olio su ogni cordon bleu e infornate poi per 15 minuti circa, devono dorare, a 200° preriscaldato.

20150610_184649

Appena pronti, fateli raffreddare qualche minuto e servitili con una fresca insalata!

20150610_184708

Buon appetito!!!

20150610_184732

Cotolette di melanzane: meglio della carne!

Chi mi conosce bene, sa quanto io ami portare in tavola piatti con La Melanzana, una di quelle verdure che sin da piccola trovavo sulla tavola di casa cucinata in tantissimi modi. Qui si vede quanto le origini siciliane di papà abbiamo condizionato da sempre il modo di cucinare della famiglia. Uno dei piatti che più amo da sempre è quello che vi propongo oggi: le cotolette di melanzane. Un piatto semplice e di facilissima esecuzione, vegetariano, pronto in pochissimo tempo ma che soddisfa alla grande il palato di tutti i commensali. Uno dei primi modi in cui ho fatto assaggiare questo ortaggio alle mie bimbe: la ciurma adora queste cotolette, molto di più di quelle di carne! Naturalmente sono fritte e non posso assolutamente proporvele in altro modo: vanno gustate così! E poi il fritto ogni tanto ci vuole, e quello fatto in casa è sicuramente più buono e fa meno male!
L’unico consiglio è di far spurgare la melanzana dalla sua acqua, così avrete delle cotolette buonissime e leggere! Io le preparo almeno un paio di volte al mese e martedì è stato uno di quei giorni: prima di portare Serena a Danza le ho tagliate a fette e una volta cosparse di sale, le ho lasciate nello scolapasta a perdere la loro acqua. Al rientro, mentre le bimbe si lavavano, le ho impanate e fritte, accompagnate da una buona insalata di finocchi e pomodori e pane caldo: in 10 minuti la cena è servita e la ciurma è rimasta super soddisfatta!

Ingredienti per 4 persone:

2 melanzane tonde medie
2 uova
pangrattato senza glutine q.b.
sale q.b.
olio per friggere

Lavate la melanzane e tagliatele a fette dello spessore di 5mm. Cospargetele di sale, mettetele in un colapasta e copritele con un piatto e un peso, lasciandole spurgare dalla loro acqua di vegetazione per almeno 2 ore. Una volta trascorso il tempo sciacquate ogni fetta velocemente sotto l’acqua corrente e asciugatele con un panno da cucina. In una ciotola sbattete le uova, immergete le fette di melanzane una alla volta e poi passatele bene nel pangrattato.

20150219_192006

Friggete ogni fetta in olio bollente, scolatele in un piatto con carta assorbente e poi disponete in un vassoio e salate leggermente.

20150219_193753

Le cotolette sono pronto per essere portate a tavola ancora tiepide!

20150219_193958

Ricordo a tutti voi la Raccolta “L’orto del bimbo intollerante”

raccolta

che questo mese prevede ricette senza lattosio con kiwi o broccoli! Vi aspettiamo numerosi! Tutte le info le trovate QUI.

Involtini e Tortini con Menta e Melanzane: la cena dell’ultimo minuto

Ieri niente è andato come da programma … gli imprevisti hanno preso il sopravvento e tutto si è letteralmente incasinato. Rientrati a casa poco prima di cena, ho dovuto improvvisare qualcosa. La fame era tanta, così mentre l’acqua per una pastasciutta veloce era sul fuoco, ho aperto il frigorifero: un rotolo di pasta sfoglia e delle melanzane grigliate, aggiungiamo un po’ di fantasia e qualche profumo dell’orto e il gioco è fatto. Ho deciso di preparare un gustoso ripieno in pochi minuti, melanzane, tanta menta, pinoli, uvetta e formaggio … perfetto per degli spiedini di involtini di melanzane e per delle tortine di pasta sfoglia: in trenta minuti la cena è servita!

Ingredienti:

1 rotolo di pasta sfoglia 100% vegetale
12 fette di melanzane grigliate
1/2 melanzana
50 foglie di menta
un cucchiaio di pinoli
2 cucchiai di uvetta
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
pangrattato q.b.
olio evo
sale q.b.

In un tegame con tre cucchiai di olio far saltare per 10 minuti la melanzana a cubetti con i pinoli, l’uvetta, metà menta tritata e salate.

20140605_133450

Spegnete il fuoco e aggiungete l’altra metà della menta tritata e il formaggio grattugiato.

20140605_142945

Con questo composto farcite le fette di melanzane, chiudete a involtino e infilzate a spiedino: io ho fatto 4 spiedini di tre involtini l’uno. Disponeteli su una teglia, spolverateli con del pangrattato e un filo di olio evo.

20140605_145707

Con il restante ripieno farcite le tortine: aiutandovi con un coppa pasta ritagliate dei cerchi di pasta sfoglia, rivestite degli stampini di crostatine o di muffin e farcite.
Infornate tutto per 20 minuti a 200°.

20140605_191401

Portate in tavola e gustateli ancora caldi! Nel frattempo, mentre la ciurma gustava questi leggeri antipastini, ho preparato un buon piatto di pasta robiola, zafferano e menta … ma questa ricetta ve la posto i prossimi giorni!!

20140605_191352

Consiglio: le melanzane del ripieno devono essere ben cotte, altrimenti risultano indigeste. Se occorre aggiungete un pochino di acqua.

Idea salvavanzi: Questo ripieno non solo è ottimo come farcia (comprese delle fettine di carpaccio o di pesce) ma anche come condimento a un piatto di pasta: basta aggiungere un mestolo di acqua di cottura e mantecare il tutto!

Riso basmati alla curcuma con bocconcini di melanzane

Che magnifica giornata è stata ieri: partiti presto per Verona, con la sola intenzione di accompagnare mio marito in sede al lavoro per un impegno, ho trovato il centro città pieno di bancarelle di fiori, di ogni genere, piante, erbe aromatiche e spezie. Prima di rientrare a casa non potevo non fermarmi! Cosi, dopo aver comprato diverse piantine aromatiche come il basilico rosso e del profumatissimo aneto, mi sono incantata davanti a un banco di spezie. Profumi, aromi che mi hanno accompagnato sino a tarda notte, colori … una magia unica. Ho arricchito la mia dispensa con del buon pepe di cayenne che avevo finito, della paprica dolce affumicata, curcuma che stava per finire, senape nera, cardamomo, noce moscata tostata e due tipi di thè, uno verde con cannella e l’altro rosso, perfetto anche per i bambini.
Tutti questi profumi mi hanno fatto venire voglia di preparare un piatto speziato che faccio ogni tanto: un cous cous aromatizzato con melanzane. Questa volta però ho voluto sostituire il cous cous con del riso basmati e preparare il ripieno di melanzane in modo diverso. Così ho creato questo riso aromatizzato alla curcuma, condito con un sugo di pomodorini e ceci, e nel ripieno degli involtini di melanzane mettere la robiola al posto del caprino e profumarla con noce moscata e zenzero: un successone!
Ecco la ricetta!

Ingredienti:

15 pomodorini
100gr di ceci precotti
250gr di riso basmati
2 melanzane lunghe
100gr di robiola
1 spicchio di aglio
2 cucchiai di curcuma
1 cucchiaio di paprica dolce affumicata
1 cucchiaio di noce moscata tostata
1 cucchiaio di zenzero in polvere
Menta essiccata
Menta fresca
Olio evo
Sale q.b.

Tagliate i pomodorini a cubetti piccolini e fateli saltare in padella con uno spicchio di aglio in camicia e due cucchiai di olio.

20140328_191215_1

Dopo cinque minuti, togliete l’aglio e aggiungete i ceci e la paprica, aggiustate di sale e fate insaporire per un paio di minuti. Spegnete il fuoco e spolverizzate con menta fresca.

20140328_191546_3 20140328_193644_2
Tagliate le melanzane a fettine sottili e grigliatele in una padella. Mentre raffreddano, in una ciotola, unite la robiola, lo zenzero, due cucchiai di olio evo, la noce moscata e la menta. Mescolate il tutto creando una crema.

20140328_192550_2
Farcite le fette di melanzane con un cucchiaino di crema e poi avvolgetele su stesse come un involtino.

20140328_192849_2 20140328_192942_2                        20140328_193311_2

In una pentola mettete acqua per il doppio del peso del riso, quindi nel mio caso 500 ml. Quando raggiunge il bollore, salate e aggiungete la curcuma.

20140328_192117_1

Dopo un paio di minuti versate il riso basmati e portate a cottura per circa 12 minuti o comunque per il tempo indicato sulla confezione.

20140328_192424
Una volta cotto dovrebbe aver assorbito tutta l’acqua, quindi non necessita di essere scolato. Trasferitelo nel tegame del sugo e fatelo saltare un minuto.

20140328_194047_2
Servite in un piatto da portata abbastanza grande, adagiatevi sopra i bocconcini di melanzana, spolverizzate con menta essiccata e decorate con menta fresca. Un piatto diverso, profumatissimo di spezie delicate, saporito e gustoso. Le mie bimbe hanno molto più apprezzato questa versione con il riso rispetto a quella che avevo fatto con il cous cous, effettivamente il piatto è più leggero.

20140328_194507_5