Archivi tag: intolleranza al glutine

Tiramisù ai lamponi (senza glutine e senza lattosio): ultimo dolce estivo?

Non so voi, ma questo tempo balordo mi ha veramente scocciato. I giorni di sole e caldo di inizio settimana sono stati una dolce illusione, l’altra notte diluvio universale, ieri mattina un freddo pazzesco, poi sole, poi nuvole, poi pioggia, poi ancora sole. Di certo le temperature sono scese e anche il mio umore. Sarà il fatto che non ho fatto ferie e non ho visto il mare, ma la mia voglia di estate è ancora tanta. Così ieri, dopo aver sfornato in mattinata i muffin ai mirtilli e zenzero, ho deciso nel primo pomeriggio di preparare un dolce fresco e goloso, molto estivo: in frigorifero dei meravigliosi lamponi rossi, in dispensa un nuovo acquisto del reparto gluten free e via montiamo un tiramisù, se così posso chiamarlo, con freschi lamponi, savoiardi della Ds senza glutine (nuova scoperta) e al posto del mascarpone, la mia leggera crema chantilly senza uova e senza lattosio.
Preparo spesso il tiramisù, dolce veloce e semplice, ma non avevo mai azzardato ad inserire la frutta: è buonissimo, anche nella mia versione per intolleranti. E’ un perfetto dolce per i bambini, per una sana e leggera merenda. La ciurma lo ha divorato tutto come dessert ieri sera, facendo a gara per l’ultimo cucchiaio, che questa volta è stato mio: mi sono premiata da sola per questo magnifico dolce, bravo Capitan Manu! E mentre preparavo il caffè guardavo la mia ciurma, sdraiata sul divano, qualcuno ancora con la bocca sporca di crema e qualcun altro già in pigiama e mi sono sentita tanto fortunata di poter vivere e scrivere ogni giorno la mia Favola! Ora basta “sdolcinerie”, passiamo subito alla ricetta!

Ingredienti:

crema chantilly senza lattosio e senza uova (ricetta qui)
1 confezione di savoiardi DS gluten free
125gr di lamponi lavati e asciugati
succo di mela bio q.b.
1 cucchiaio di zucchero
cacao amaro q.b.

In una ciotola mettete i lamponi, lasciandone da parte qualcuno per la decorazione finale, aggiungete lo zucchero e iniziate a frullare.

20140902_203442

Unite del succo di mela per rendere più liquido il composto dove inzupperete i savoiardi. Prendete la pirofila, mettete un cucchiaio di crema, iniziate ad inzuppare i savoiardi e componete il tiramisù facendo un strato di biscotti

20140902_204047

grandi cucchiai di crema, ancora biscotti e crema. Io di solito faccio due strati, ma lascio a voi la libera scelta. Finite con la crema, i lamponi come decorazione e una spolverata di cacao amaro.

20140902_205237

Non è bellissimo? e vi assicuro che è anche dannatamente BUONO!!!

20140903_192024

Pennette di Mais con Fiori di Zucca e Menta: intolleranza?

Oggi per pranzo un piatto semplice e veloce, ma particolarmente buono e raffinato. Ho usato la pasta di mais .. perché? Come vi dicevo qualche giorno fa, ultimamente non sono in formissima, dolori di pancia dopo i pasti, pruriti vari e altri piccoli sintomi che però messi insieme sono molto fastidiosi. Gli esami del sangue e il resto sono perfetti. Così il mio dottore mi ha messo “a regime intolleranze”. Cosa vuol dire? Semplice, mi ha tolto tutti quegli alimenti che possono creare infiammazioni e fastidi, generando intolleranze: latticini (già riscontrata intolleranza al lattosio da qualche anno… ora messa in dubbio), soia, zuccheri, uova e, naturalmente, il glutine! Dunque … non sto parlando di celiachia ma di intolleranza … io però sono andata in paranoia! Niente pasta e … niente pane???? Lui (e altri medici a cui mi sono rivolta) mi hanno sconsigliato i costosi test delle intolleranze perchè spesso i risultati non sono giusti (vedi lattosio). L’unica soluzione è fare a meno di questi alimenti per 25 giorni e poi inserirne uno per volta e vedere la reazione del mio corpo. Intanto Serena, da quando è a casa da scuola, non soffre più di mal di pancia e dissenteria. La pediatra, che concorda con il parere degli altri medici, mi ha detto che probabilmente sotto stress scolastico, certi alimenti quali il lattosio che le avevo tolto, provocano queste reazioni, quindi bisogna solo adeguarsi. Nel frattempo mi sono comprata un libro in merito “La Dieta delle intolleranza” di JJ Virgin … sembra scritto dal mio dottore, hihihi! La parola chiave, insieme ad infiammazione da intolleranza, è STRESS! Sono forse un po’ stressata ultimamente?

20140617_145832

Così eccoci a questa pasta di mais (che comunque è un alimento che può dare intolleranze ma che ancora non mi ha tolto, visto che settimana scorsa mi sono mangiata la polenta e non ho avuto disturbi.) Tra tutti gli alimenti quelli che mi mancano di più sono a base di glutine ma, devo ammettere, che in questi giorni non ho più avuto disturbi. Resistiamo ancora 15 gg e poi vediamo!
La ricetta è veramente semplice e vi assicuro che è buonissima: con stupore ho visto la ciurma mangiarne un piattone gigante senza accorgersi della pasta diversa e questo mi ha risollevato l’umore! Amo la mia CIURMA!!

Ingredienti per 4 persone:

350gr di pasta di mais
16fiori di zucca
una manciata di menta fresca
olio evo
parmigiano reggiano
sale e pepe q.b.

Pulite i fiori di zucca dal picciolo interno e poi tagliateli a listarelle senza usare il coltello ma con le mani. Metteteli in una padella con tre cucchiai di olio e fateli saltare un minuto. Aggiustate di sale e di pepe e aggiungete, a fuoco spento, la menta.

20140611_190214

Scolate la pasta, fatela saltare nel tegame del condimento e servite con una spolverata di parmigiano e altra menta fresca!

20140611_192902

Consiglio: fate cuocere i fiori di zucca per brevissimo tempo e, se vi piace la menta, abbondate!!!

Idea salvavanzi: difficile che un piatto di pasta avanzi a casa nostra e onestamente questa pasta, secondo il mio parere, è ciccosa se mangiata fredda….quindi in caso vi rimanesse credo la soluzione migliore sia passarla in forno, magari aggiungendo formaggio filante e pangrattato!

20140611_192923