Archivi tag: fiori di zucca

Risotto Fiori di Zucchina, Zucchine e Raspadura: il profumo della bontà

Greta lo mangia con le mani e Serena fa la scarpetta alla pentola: il risotto per la ciurma è il primo piatto per eccellenza. Quando erano più piccole, in fase di svezzamento, prima con Serena e poi con Greta, preparavo il riso a giorni alterni, su consiglio di Nonna, che diceva sempre che riso e polenta erano le farine e i cereali migliori per far crescere sane e forti le bimbe, proprio come si faceva ai suoi tempi. Dal risotto al pomodoro (Greta lo adora), al classico giallo con lo zafferano e funghi, dal risotto al pesto (il preferito di Serena) a quello con la salsiccia… man mano che crescevano e che crescono porto in tavola piatti sempre diversi in modo da fargli assaggiare ogni alimento. I bambini si annoiano se fanno sempre le stesse cose giusto? A tavola vale lo stesso principio: cambiate spesso, proponete sempre piatti diversi ma semplici, coinvolgeteli nella preparazione, vedrete che si divertiranno a scoprire nuovi sapori. Così almeno una volta alla settimana, in ogni stagione, il risotto si presenta sulla nostra tavola, utilizzando i prodotti stagionali dell’orto, proprio come in questo caso: i fiori di zucca, regalo magnifico del mio amico contadino, sono stati i protagonisti di questa cena. Ripieni al forno, come vi ho proposto qui, e all’interno di un cremoso risotto, con le zucchine e il formaggio tipico lodigiano, la Raspadura (uno dei pochi che riesco a tollerare) che ormai conoscerete, visto che è presente spesso nelle mie ricette!

Ingredienti per 4 persone:

320gr di risotto carnaroli
10 fiori di zucca
2 zucchine
formaggio raspadura
olio evo q.b.
pepe q.b.
brodo vegetale q.b.

20140713_191245

Lavate bene le zucchine e grattugiatele finemente. Mettetele in un tegame con un due cucchiai di olio evo e con il riso e fate tostare tutto insieme. Aggiungete piano piano il brodo portando a cottura il riso.

20140713_192803

Nel frattempo pulite i fiori eliminando il picciolo interno, lavateli e asciugateli delicatamente.
Aggiungeteli al risotto all’ultimo minuto, mescolate bene, spegnete la fiamma e mantecate il tutto con il formaggio Raspadura. Spolverizzate pepe a piacere e servite!

20140713_193705 20140713_194401

Un risotto dai profumi BUONI, leggero e cremoso. I fiori si sciolgono in bocca, i sorrisi compaiono sui visi e la favola continua…

20140713_194353

Consiglio: utilizzate zucchine fresche, dalla buccia tenera … quelle più dure renderebbero il risotto meno delicato.  Potete anche tagliarle a cubetti se preferite.

Idea salvavanzi: difficilmente in casa il risotto avanza, ma vi ricordo che è sempre ottimo ripassato in forno stile tortino oppure perfetto per i classici arancini di riso!

Fiori di Zucchina ripieni al Forno: la bontà sempre!

Se il prodotto è di prima qualità è sempre buono, in qualsiasi modo lo si prepari! Questi fiori di zucchina, un meraviglioso regalo del mio amico contadino, sono a dir poco stupendi! Ieri ho deciso di portarli in tavola in due modi diversi: un risottino delicato (che vi posterò i prossimi giorni) e in una versione ripiena ma… al forno! La ciurma adora i fiori di zucca, l’ultima volta che li ho preparati ripieni per un pranzo in famiglia, erano nella versione classica, fritti con la pastella di birra e farina di riso: per 6 persone ho fritto 60 fiori di zucca. Serena ha avuto il coraggio di mangiarne ben 10 e Greta 2!! Vedere le mie piccole mangiare con gusto tutte le verdure mi rende una mamma super orgogliosa e, scusate la modestia, soddisfatta per tutto quello che faccio!
Oggi invece, ne preparo meno, giusto un assaggio come antipasto, ma cotti al forno, più leggeri e salutari. Il risultato è stato sorprendente e la semplicità di una preparazione ha reso magico un piatto!

Ingredienti:

10 fiori di zucca
primo sale a pasta molle
acciughe
pangrattato senza glutine Coop
sale e pepe q.b.
olio evo q.b.

Pulite delicatamente i fiori di zucca togliendo il pistillo interno, lavateli e asciugateli delicatamente. Riempite ognuno con un pezzettino di formaggio e un’acciuga.

20140708_175012

Avvolgete la punta su se stessa arrotolandola, ungeteli leggermente con l’olio e passateli nel pangrattato. Adagiateli in una teglia con carta da forno, spolverateli con un pizzico di sale e di pepe e infornate a 200° sino a quando non saranno ben croccanti fuori, circa 20 minuti!

20140708_175406

Gustateli ben caldi…la crosticina croccante e leggera sotto i denti, racchiude il classico ripieno in un modo strabiliante!

20140708_192319

Ho provato ad assaggiarne uno (formaggio interno…lattosio)… che dire… provate!

20140708_192332

Consiglio: avvolgete bene il fiore di zucca così che il formaggio non fuoriesca durante l’attesa in forno!

Pennette di Mais con Fiori di Zucca e Menta: intolleranza?

Oggi per pranzo un piatto semplice e veloce, ma particolarmente buono e raffinato. Ho usato la pasta di mais .. perché? Come vi dicevo qualche giorno fa, ultimamente non sono in formissima, dolori di pancia dopo i pasti, pruriti vari e altri piccoli sintomi che però messi insieme sono molto fastidiosi. Gli esami del sangue e il resto sono perfetti. Così il mio dottore mi ha messo “a regime intolleranze”. Cosa vuol dire? Semplice, mi ha tolto tutti quegli alimenti che possono creare infiammazioni e fastidi, generando intolleranze: latticini (già riscontrata intolleranza al lattosio da qualche anno… ora messa in dubbio), soia, zuccheri, uova e, naturalmente, il glutine! Dunque … non sto parlando di celiachia ma di intolleranza … io però sono andata in paranoia! Niente pasta e … niente pane???? Lui (e altri medici a cui mi sono rivolta) mi hanno sconsigliato i costosi test delle intolleranze perchè spesso i risultati non sono giusti (vedi lattosio). L’unica soluzione è fare a meno di questi alimenti per 25 giorni e poi inserirne uno per volta e vedere la reazione del mio corpo. Intanto Serena, da quando è a casa da scuola, non soffre più di mal di pancia e dissenteria. La pediatra, che concorda con il parere degli altri medici, mi ha detto che probabilmente sotto stress scolastico, certi alimenti quali il lattosio che le avevo tolto, provocano queste reazioni, quindi bisogna solo adeguarsi. Nel frattempo mi sono comprata un libro in merito “La Dieta delle intolleranza” di JJ Virgin … sembra scritto dal mio dottore, hihihi! La parola chiave, insieme ad infiammazione da intolleranza, è STRESS! Sono forse un po’ stressata ultimamente?

20140617_145832

Così eccoci a questa pasta di mais (che comunque è un alimento che può dare intolleranze ma che ancora non mi ha tolto, visto che settimana scorsa mi sono mangiata la polenta e non ho avuto disturbi.) Tra tutti gli alimenti quelli che mi mancano di più sono a base di glutine ma, devo ammettere, che in questi giorni non ho più avuto disturbi. Resistiamo ancora 15 gg e poi vediamo!
La ricetta è veramente semplice e vi assicuro che è buonissima: con stupore ho visto la ciurma mangiarne un piattone gigante senza accorgersi della pasta diversa e questo mi ha risollevato l’umore! Amo la mia CIURMA!!

Ingredienti per 4 persone:

350gr di pasta di mais
16fiori di zucca
una manciata di menta fresca
olio evo
parmigiano reggiano
sale e pepe q.b.

Pulite i fiori di zucca dal picciolo interno e poi tagliateli a listarelle senza usare il coltello ma con le mani. Metteteli in una padella con tre cucchiai di olio e fateli saltare un minuto. Aggiustate di sale e di pepe e aggiungete, a fuoco spento, la menta.

20140611_190214

Scolate la pasta, fatela saltare nel tegame del condimento e servite con una spolverata di parmigiano e altra menta fresca!

20140611_192902

Consiglio: fate cuocere i fiori di zucca per brevissimo tempo e, se vi piace la menta, abbondate!!!

Idea salvavanzi: difficile che un piatto di pasta avanzi a casa nostra e onestamente questa pasta, secondo il mio parere, è ciccosa se mangiata fredda….quindi in caso vi rimanesse credo la soluzione migliore sia passarla in forno, magari aggiungendo formaggio filante e pangrattato!

20140611_192923