Archivi tag: farine naturali senza glutine

Biscotti al Miele senza glutine senza lattosio: C’era una Volta… L’APE MAIA e il Miele

In questa meravigliosa e colorata stagione tanti piccoli e grandi insetti ci fanno compagnia, svolazzando nell’aria e sorvolando i meravigliosi prati fioriti. Tra loro c’è un insetto che spesso spaventa, ma che è fondamentale per l’equilibrio della natura: L’APE! E quando si parla di APE tanti di noi pensano subito alla nostra amica APE MAIA, che con le sue divertenti avventure ci ha fatto compagnia!

“Si sveglia il mondo lo accarezza il sole
si sveglia l’ape Maia dentro un fiore
Apre i suoi occhi sorridenti
stropiccia le sue ali trasparenti

Vola, vola, vola vola, vola l’ape Maia
gialla e nera nera e gialla, tanto gaia
Vola sopra un monte, sfiora il cielo
per rubare il nettare da un melo

Vola, vola, vola vola, vola l’ape Maia
gialla e nera nera e gialla, tanto gaia

Il grillo canterino s’è svegliato
fa la serenata a tutto il prato
In quel prato verde come il mare
l’importante è un fiore da trovare

Bzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzz

Vola, vola, vola vola, vola l’ape Maia
gialla e nera nera e gialla, tanto gaia
Finché il ragno tesse la sua tela
mentre il vento la sua trama svela

Vola, vola, vola vola, vola l’ape Maia
gialla e nera nera e gialla, tanto gaia

Bzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzz

Vola, vola, vola vola, vola l’ape Maia
gialla e nera nera e gialla, tanto gaia
Nuvole di panna su nel cielo
brilla sulla Terra e sotto un melo

Vola, vola, vola vola, vola l’ape Maia
gialla e nera nera e gialla, tanto gaia”

Adoro questa sigla, io e la piccola Greta la cantiamo ogni volta che un ape ci ronza intorno!
Ed eccola qui l’Ape Maia  che vive in un campo di fiori, ama la libertà e le regole dell’alveare le vanno un po’ strette. Assieme al suo migliore amico Willy, e a molti altri amici del prato, Alessandro il topo, Kurt lo scarafaggio, Tecla il ragno, Max il lombrico, è sempre alla ricerca di nuove avventure. Spesso le appassionanti situazioni che si trova ad affrontare si complicano e, con l’aiuto del saggio grillo Flip, riesce sempre a trovare una soluzione adeguata. Il suo carattere vivace e curioso unito alla sua grande sete di scoperta la portano a sperimentare avventure sempre nuove e diverse, espolarndo un mondo di bellezze, muovendosi in meravigliosi e avvolgenti paesaggi. Una storia fantastica che ha fatto amare questo importantissimo insetto a tanti di noi.
Ma perché le Api sono così importanti? Le api non si possono addomesticare, eppure da millenni vivono in simbiosi con gli apicoltori, producendo miele, pappa reale, cera, polline e propoli. Inoltre, volando di fiore in fiore, impollinano circa il 70% di tutte le piante al mondo. Le api si nutrono infatti del nettare contenuto nei fiori e sono attratte dai loro colori, profumi e forme. Nei fiori si trova però anche il polline, una “polverina gialla” attraverso la quale le piante si riproducono. Il polline resta attaccato alle api che lo trasportano di pianta in pianta. Si può dire che in cambio del nettare, le api donano al mondo la vita. Frutta, ortaggi, foraggi per animali, piante officinali e diverse colture, come il cotone o la soia, non esisterebbero, senza l’impollinazione effettuata dalle api e da altri insetti. Quindi quando un ape vi ronza intorno, o entra in casa, non uccidetela… lasciatela volare via, aiutatela a liberarsi senza agitarvi: sapete bene che punge solo perché vuole difendersi !

E poi voi rinuncereste a un prodotto buono come il miele? La ciurma dice NO!!! Il miele, prodotto della trasformazione effettuata dalle api del nettare e della melata, è un alimento importantissimo, che andrebbe portato in tavola ogni giorno! E’ composto da zuccheri semplici, facilmente digeribile, contiene  enzimi, vitamine, oligominerali, sostanze antibiotico-simili e sostanze che possono favorire i processi di accrescimento.

I suoi benefici sul nostro corpo sono tantissimo:
– azione decongestionante, calmante della tosse
– aumento della potenza fisica e della resistenza
– azione cardiotropa
– azione protettiva e disintossicante sul fegato
– azione protettiva, stimolante, regolatrice sull’apparato digestivo
– azione diuretica
– azione antianemica

A voi piace il miele? e ai vostri piccoli? Greta ne mangia regolarmente un paio di cucchiai al giorno e naturalmente lo usiamo per dolcificare un po’ di tutto, dal thè, al latte alle spremute! Ma la cosa che piace di più alla ciurma sono i biscottini al miele, buoni in ogni momento della giornata! Le ragazze si divertono moltissimo a prepararli e per una merenda speciale in compagnia di amici, abbiamo voluto preparali a forma di fiorellino. Ho usato la mia semplice frolla #senzaglutine e #senzalattosio con farine naturali, arricchita da tanto buon miele. Che dite? Andiamo a prepararli ?

Ingredienti:

150gr di farina di riso
70gr di maizena
80gr di olio di mais
80gr di miele
1 uovo
1 pizzico di sale
1 cucchiaino di lievito per dolci S.Martino senza glutine
miele q.b.
zucchero integrale di cocco q.b.
fiocchi di cocco essiccati q.b.

Unite e setacciate le farine insieme al lievito. Lavorate l’uovo con il miele, il pizzico di sale, aggiungete le farine e iniziate a lavorare fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo. Avvolgetelo nella pellicola e lasciate riposare in frigorifero per 30 minuti. Riprendete l’impasto, stendetelo e ritagliate tanti fiorellini con lo stampino. Su metà dei fiori ritagliate anche il centro con un piccolo bicchierino. Ora prendete un fiorellino normale, spalmate con un pochino di miele e adagiate sopra un fiorellino con il buco. Aggiungete al centro un pochino di zucchero integrale di cocco oppure dei fiocchi di cocco essiccati. Infornate a 180° per 15/20 minuti! Fate raffreddare e godetevi questi buonissimi e dolci biscottini al miele!

Pane al profumo di limone con farine naturali e lievito madre senza glutine: facciamo pulizie e viviamo di piccole gioie

Alcune volte penso di non essere così forte come credo… forse è solo la stanchezza che mi rattrista il cuore e mi riempie gli occhi di lacrime. La testa non vuole smettere di pensare, ormai le notti sono insonni e neanche un buon libro e una tisana mi aiutano a staccare la spina. Accidenti, ho proprio un brutto carattere, alcune volte vorrei essere egoista come tante altre persone intorno a me, invece di addossarmi tutto sulle spalle e voler risolvere e aiutare tutti. Ma come si fa? Come? Ed è proprio in questi momenti che poi ti accorgi di chi hai intorno, di chi ti è amico per convenienze, di chi ha approfittato di te, di chi ti sorride davanti e ti sparla alla spalle, di chi semplicemente c’è veramente! In uno di quei divertenti test su Facebook che ho fatto a dicembre veniva fuori quale doveva essere la mia parola per il 2016: “SAGGEZZA, dovrai prendere molte decisioni dure e grazie alla tua saggezza prenderai sempre quelle giuste!”. Bene, quindi con tutta la mia Saggezza, ho deciso di fare un po’ di pulizia e allontanarmi da quelle persone che mi hanno deluso, far uscire dalla mia vita la falsità e l’invidia. Nonna mi diceva sempre che è meglio stare soli che essere circondati dalla brutta gente: mai come in questo momento la cosa mi è chiara! Ora quello che voglio è cercare di “ricostruire” una stabilità sulla mia nave e riportare l’equilibrio all’interno della ciurma. Ma prima ho assolutamente bisogno di riposare, alleggerire il cuore e ritrovare il sorriso….  e le uniche persone che possono aiutarmi realmente sono le mie piccole principesse. Ed è proprio con loro che ho preparato l’altro pomeriggio questo meraviglioso PANE, il mio primo pane con farine naturali e Luigi, il mio lievito madre senza glutine. Un pane profumato di limone, soffice e leggero, con una croccante crosticina piena di semi di sesamo. Ho sorriso di questa mia prima conquista e vedere la ciurma apprezzare con gusto questa piccola creazione è stato per me un vero momento di gioia! Come sempre ho seguito i consigli di Felix e ho preparato il mix per pane, pizza e focacce da lei consigliato apportando solo qualche leggera modifica, perché non avevo in casa né la farina di sorgo né quella di grano saraceno bianca.

Ingredienti per il mix per pane

150gr di farina di riso finissima
200gr di fecola di patate
110gr di farina di quinoa
40gr di farina di tapioca
15gr di xantano

per il pane ho usato

300gr di mix di farina
150gr di lievito madre senza glutine
200gr di acqua
1 cucchiaino di miele
10gr di olio
1/2 cucchiaino di sale
50ml di succo di limone spremuto + buccia grattugiata
semi di sesamo senza glutine

Sciogliete il lievito madre nell’acqua insieme al miele. Aggiungete poi il mix di farine e infine olio, succo e scorza di limone e sale. Lavorate bene, coprite con pellicola e lasciate lievitare per 6 ore. Riprendete l’impasto, che nel frattempo avrà lievitato e raddoppiato il suo volume, capovolgetelo su una teglia con carta forno leggermente unta e date la forma che più vi piace: io ero al primo esperimento e ho lasciato la forma a pagnotta. Ungete la superficie e ricoprite con i semi di sesamo. Lasciate lievitare nuovamente per un paio di ore e poi infornate in forno già caldo, a 220° per circa 30 minuti e abbassando a 200° per il restanti 10/15.

20160119_214520

Adagiate il pane su una gratella perché raffreddi bene e poi non vi resta che affettarlo.

20160120_080607
…. Buonissimo!!!!

20160120_080618

Con questa ricetta partecipo alla #settimanasenzaprodottiglutenfree iniziativa di Silvia di Eppur non c’è in collaborazione con Gluten Free Travel & Living

settimana-senza-prodotti-gluten-free-1-300x300