Archivi tag: farina di castagne

Torta con farina di castagne, pere cotogne e rum senza glutine e senza lattosio

Per questo Venerdì in compagnia della Rubrica “L’Angolino del Papà” portiamo in tavola un dolce sorprendente, soffice, rustico, veramente buonissimo! La mia amica Lia mi ha omaggiato di meravigliose Pere Cotogne, un frutto eccezionale, che ho utilizzato per preparare questa profumatissima Torta senza glutine e senza lattosio con farina di castagne e un buon bicchierino di Rum! Ci spostiamo in cambusa, recuperiamo tutti gli ingredienti e poi via in cucina!

Ingredienti:

3 Pere cotogne
1 cucchiaino di cannella
1 cucchiaio di burro senza lattosio
1 cucchiaio di zucchero
100gr di zucchero di canna
400gr di farina di castagne
400ml di latte di riso
3 uova
120gr di burro senza lattosio
1 bicchierino di Rum
1 bustina di lievito per dolci senza glutine

20161106_094025

Pulite le pere cotogne, tagliatele a pezzetti e mettetele in un pentolino con un cucchiaio di burro, la cannella, e un po’ di zucchero. Fatele ammorbidire e insaporire ed eventualmente aggiungete un pochino di acqua. Fate raffreddare. In una ciotola lavorate a crema le uova con lo zucchero, unite il latte tiepido, il burro ammorbidito e il rum: mescolate bene il tutto. Aggiungete la farina e le pere cotogne, lavorate bene il composto e versate il tutto in uno stampo ricoperto da carta forno.
Infornate a 170° per circa 50/60 minuti facendo la prova stecchino.

20161106_165908
La vostra torta è pronta: una vera delizia!

20161106_165312

20161106_165732

 

 

Gnocchi di castagne su fonduta di formaggi (senza glutine): buoni, buoni, buoni!

Era da un po’ che volevo preparare una ricetta salata con la farina di castagne, fino ad ora utilizzata unicamente per preparare il mio tanto adorato Castagnaccio, che vi ho proposto tempo fa in una versione alternativa con le mele (qui la ricetta). Pensare che questa farina in passato rappresentava un alimento base, in sostituzione della pregiata farina di grano, nella cucina povera.

farina_di_castagne

La mia nonnina lombarda mi raccontava spesso di quanto fosse buona la pasta fresca fatta con questa farina, per non parlare degli gnocchi. Così ho approfittato della Raccolta “L’Orto del bimbo intollerante” dove le  castagne sono un ingredienti scelto del mese e colto l’occasione per cimentarmi proprio nella preparazione di questi “tanto nominati” gnocchi in versione senza glutine. Risultato? BUONI, BUONI, BUONI! Tutta la ciurma ha apprezzato questo nuovo primo piatto, semplice e veloce da realizzare, che ho voluto condire con una fonduta leggera di formaggi misti: gorgonzola, brie e fontina. Vi lascio quindi la mia seconda proposta per la Raccolta di questo mese, e vi invito a mandarmi le Vostre ricette, avete tempo sino al 27 ottobre: forza, il bimbo intollerante aspetta le Vostre ricette!

raccolta-ottobre

Ingredienti per 4 persone:

300gr di farina di castagne
150gr di farina di riso Pedon
300ml di acqua tiepida
un pizzico di sale
100gr di fontina
80gr di gorgonzola
80gr di brie
latte di riso q.b.
olio evo q.b.

Setacciate le farine insieme, mettetele in una ciotola con il sale e aggiungendo piano piano l’acqua amalgamate gli ingredienti sino ad ottenere un composto compatto e morbido. Fate una palla, avvolgete nella pellicola e riponete in frigorifero per 1 ora.

20151014_165603

Nel frattempo tagliate i formaggi a pezzetti, raggruppateli in un pentolino, unite un cucchiaio di olio evo e, a fuoco basso, fateli sciogliere, aggiungendo un pochino di latte alla volta, sino ad ottenere una cremosa fonduta.

20151014_190032

Riprendete l’impasto, prelevate un pezzetto alla volta, fate i classici serpentelli e con un coltello tagliate a tocchetti.

20151014_182850

Fate lessare in abbondante acqua salata in ebollizione, scolate quanto vengono a galla e conditeli con la fonduta di formaggi. Io ho servito su un piatto piano: una base a specchio di fonduta, gli gnocchi sopra precedentemente conditi con un filo di olio e irrorati con altra fonduta, spolverata di parmigiano e via in tavola!

20151014_191103

un combinazione di sapori unico, assolutamente da provare!

20151014_191123

20151014_191134

Castagnaccio di mele con uvetta e pinoli: era.. solo per me!

Il dolce che vi propongo oggi è uno dei miei preferiti, che mangiavo sin da piccolina e che “sfortunatamente” non piace molto alla ciurma… anzi… mi correggo.. non piaceva! Un dolce che non preparavo mai ma, l’altro giorno, sistemando la dispensa e rimanendo in tema “non buttare gli avanzi”, ho trovato un sacchettino aperto di farina di castagne in scadenza usato qualche mese fa per fare questa Torta di mele  che aveva conquistato la ciurma al primo assaggio. Che fare? Nel cestino della frutta qualche mela ammaccata mi guardava, così ho pensato di farmi felice e preparare il mio adorato Castagnaccio, arricchendolo di mele, uvetta e pinoli. Un risultato fantastico, una versione buonissima, senza glutine e senza lattosio, che la ciurma ha voluto assaggiare e che ha gradito come mai avrei pensato! L’aggiunta della frutta lo ha reso meno “castagnaccio” più gustoso e umido. Sono riuscita a farlo assaggiare anche a mia zia Piera, che come me ama questo dolce: approvato!
Quindi non mi resta che darvi la ricetta !

Ingredienti:

300gr di farina di castagne
4 mele rosse
50gr di uvetta
50gr di pinoli
1/2 bicchiere di olio di semi vari
500ml di acqua circa
succo di 1 limone
40gr di zucchero di canna grezzo

Per prima cosa mettete l’uvetta in ammollo in acqua tiepida. Sbucciate le mele e tagliatele a spicchi, mettetele in una ciotola e irroratele del succo di un limone spremuto, in modo da non farle annerire.
In un’altra ciotola versate la farina di castagne setacciata con lo zucchero e unite piano piano l’acqua e l’olio, amalgamando bene tutti gli ingredienti. Lasciate riposare in frigorifero per una ventina di minuti.

20150203_183107

Nel frattempo ungete una tortiera e adagiatevi sopra le fette di mela, l’uvetta e i pinoli (la piccola Greta mi ha aiutato)

20150203_183702

cospargete con zucchero e versate poi sopra la il composto di farina. Infornate a 200° in forno preriscaldato per 50/60 minuti circa. A metà cottura coprite con un foglio di alluminio per evitare che si bruci la superficie.Sfornate, fate raffreddare e poi aiutandovi con un piatto capovolgete il castagnaccio decorando ancora a piacere con dei pinoli.

20150204_073041

Se vi piace più basso non dovete fare altro che usare una teglia più larga… io lo preferisco così

20150204_073058

buono buono… da rifare magari con le pere!

20150204_073153