Archivi tag: erbe aromatiche

Tacchino alla birra con erbe aromatiche e pomodorini: è finita la scuola!

images (47)“Ci sarà sempre un’altra opportunità, un altra amicizia, un altro amore, una nuova forza. Per ogni fine c’è sempre un nuovo inizio” ( Il Piccolo Principe)

La scuola è finita e con lei l’avventura ELEMENTARI per Serena… qualche mese di riposo e poi si ricomincia, un NUOVO VIAGGIO… LE MEDIE! Il dispiacere iniziale per aver “lasciato” maestre e compagni ha dato spazio in questi giorni ad una grande emozione e un enorme entusiasmo. Ora pensiamo solo a rilassarci e goderci queste vacanze che devono essere di assoluto riposo, tanto divertimento e tempo libero.  E naturalmente buon cibo e coccole, come queste semplici fettine di Tacchino con pomodorini appena colti dall’orto, insaporite da erbe aromatiche e sfumate con delle birra, nel mio caso senza glutine. Una ricetta molto semplice, estiva, leggera e gustosa, senza glutine e senza lattosio.  La ciurma, in particolare Serena, che è la mangiona di casa di carne, adora questo piatto… come sempre le cose semplici ai bimbi piacciono di più!

Ingredienti per 4 persone:

4 fette di tacchino
1 bicchiere di birra senza glutine
farina di riso q.b.
250gr di pomodorini ciliegia
erbe aromatiche a piacere (timo e rosmarino)
olio evo q.b.
sale alle erbe aromatiche q.b.

20160610_181622                                              20160610_182645

20160606_190035In un vassoio mescolate la farina di riso con un po’ di sale alle erbe. Prendete le fette di tacchino e passatele in questo mix in modo che siano ben ricoperte. In una padella con 3 cucchiai di olio evo fate rosolare le fettine di carne da entrambi i lati insieme alle erbe aromatiche, sfumate con la birra e aggiungete i pomodorini tagliati a pezzetti. Fate cuocere a fiamma moderata per qualche minuto e via, il piatto è pronto!

20160606_191522

 20160606_191620

 

Pasta fredda (senza glutine) con salmone al vapore ed erbe aromatiche:

Quando arriva la bella stagione la presenza del pesce aumenta in tavola. Uno dei pesci preferiti dalla ciurma è il salmone, così viste le sue notevoli proprietà, cerco di portarlo in tavola spesso, usandolo anche per preparare quei piatti che alle bimbe piacciono molto, come la pasta fredda. Se poi trovate, come è capitato a me l’altro giorno, dei bei tranci di salmone fresco  non esitate a comprarlo, basta cuocerlo a vapore con erbe aromatiche e una volta freddo condirci pasta (io ho usato quella senza glutine per questa ricetta) o riso a vostro piacere, ma anche aggiungerlo ad una ricca insalata (fra qualche giorno vi posterò la ricetta… divina). Un piatto molto semplice e fresco, perfetto per la stagione estiva e da gustare in qualsiasi momento: ottimo per un pranzo in giardino e perfetto nel cestino da pic nic per una bella gita in mezzo al verde!

Ingredienti per 4 persone:

2 tranci di salmone fresco
350gr di pasta Mais, Quinoa, riso e fibre Garofalo senza glutine (o altra pasta a vostra scelta)
menta
erba cipollina
prezzemolo
aneto
alloro
1 limone bio
olio evo q.b.
sale e pepe q.b.

Per prima cosa dobbiamo cuocere a vapore il salmone: con l’aiuto di una pinzetta privatelo di tutte le spine, adagiatelo sul cestello per cuocere a vapore, ricopritelo di qualche ramoscello di aneto e qualche foglia di alloro, spolveratelo con un pochino di sale e mettete nella pentola con due dita d’ acqua, coprite con il coperchio e fate cuocere per almeno 15/20 minuti (dipende dallo spessore del pesce). Nel frattempo fate cuocere la pasta in abbondante acqua salata in ebollizione, scolatela, conditela con olio e fatela raffreddare. Una volta che il pesce si è raffreddato, privatelo della pelle, riducetelo in pezzetti con le mani e aggiungetelo alla pasta. Concludete il tutto con un trito di menta, erba cipollina, prezzemolo, buccia grattugiata del limone (se vi piace)e una spolverata di pepe.

20150416_122945

Buon appetito!

20150416_123000

Spaghetti con erbe aromatiche aglio, olio e peperoncino giallo

Come ogni Venerdì portiamo a tavola una ricetta per la Rubrica del giorno “L’Angolino del Papà”: niente dolci o liquori, ma bensì un primo piatto. Vi propongo la mia rivisitazione della classica pasta aglio, olio e peperoncino: deliziosi spaghetti conditi con un trito di profumate erbe aromatiche all’aglio e il mio peperoncino giallo Cumari.
Questo peperoncino è molto piccante e proviene dal Brasile. La mia piantina quest’anno mi ha regalato tanti bellissimi frutti di colore giallo che ho in parte essiccato e in parte utilizzato per vari piatti e per aromatizzare oli.
Una pastasciutta grandiosa che farà felice l’eroe di casa!

Ingredienti per 2 persone:

180gr di spaghetti integrali
1 spicchio di aglio
2 cucchiai di trito di erbe aromatiche fresco (rosmarino, salvia, origano, erba cipollina, prezzemolo)
1/2 peperoncino giallo Cumari (o altro a vostra scelta)
4 cucchiai di pangrattato
olio evo
sale q.b.

20141006_171614

Mentre l’acqua per la pasta bolle, preparate il trito di erbe. Potete anche utilizzare un frullatore o, come nel mio caso, far tutto al coltello. Lavate il peperoncino e tritatelo con il coltello a pezzetti piccolini.

20141009_123324

Calate la pasta nell’acqua salata in ebollizione e nel frattempo preparate il condimento.
In un largo tegame mettete 3 cucchiai di olio evo, unite l’aglio intero schiacciato con le erbe aromatiche e fate rosolare a fiamma molto dolce in modo che le erbe sprigionino tutti i loro profumi senza bruciare e assorbano il sapore dell’aglio. Tirate via lo spicchio e unite il peperoncino, fate insaporire un minuto, salate e spegnete la fiamma.

20141009_124542

In un altro tegame con un cucchiaio di olio fate abbrustolire il pangrattato: deve dorare e non bruciare. Unite un pizzico di sale.
Scolate la pasta al dente, versate nel tegame e fate mantecare bene il tutto con il sugo.
Servite nei piatti, spolverizzate con il pangrattato abbrustolito e … buon appetito!

20141009_193029

Ci vediamo Venerdì prossimo per un altra bellissima ricetta per i nostri Papà!

20141009_193110

Con questa ricetta partecipo nella categoria B al 4° contest “Evviva il peperoncino” del blog “La stufa Economica

peperoncino_contest_banner

Zucchine ripiene alle erbe aromatiche

Le verdure ripiene al forno sono la soluzione ideale per consumare le verdure: con un’ottima farcitura diventano un piatto ricco di gusto e sostanza. I ripieni possono essere di svariato genere: di carne, di pesce, di cereali, di formaggi, insomma ampio sfogo alla fantasia. Le migliori verdure adatte a questo tipo di ricette sono le zucchine, le melanzane e i peperoni. Ieri sera ho preparato delle magnifiche zucchine che mi ha portato mio papà, farcendole in modo molto semplice e leggero: mollica di pane, le stesse zucchine, un trito di erbe aromatiche, della ricotta, provola affumicata e del parmigiano reggiano. Solitamente preparo anche la versione ligure, con il tonno nella farcia, ma trovo che la sera siano un pochino pesanti da digerire per le bimbe.
Mentre ero ai fornelli, la ciurma ha  finito la tortilla avanzata a pranzo che si è trasformata, tagliata in cubetti, in un aperitivo sfizioso.

Ingredienti per 4 persone:

4 zucchine medie
100gr ricotta di pecora
50gr parmigiano grattugiato
100gr Mollica di pane
1 cucchiaio di nocciole tritate
50 ml di latte
2 rametti di rosmarino
2 foglie di salvia
1 rametto di timo
50gr provola a dadini
olio extravergine d’oliva
sale e pepe

Premetto che io non lesso mai le zucchine prima, mi piacciono croccanti al palato e spesso assorbono troppa acqua. Mi limito a cuocerle 10 minuti in forno mentre preparo la farcia.
Accendete il forno a 180° e mettete la mollica di pane in ammollo nel latte.
Tagliate le zucchine a metà e con l’aiuto di un coltellino tirate via la polpa interna che metterete in una ciotola. Su una teglia con carta forno adagiate le zucchine e infornatele per 10 minuti. Sfornate e lasciate intepidire.

20140324_182943_1
Tagliate la farcia a pezzetti e mettetela in un tegame a cuocere con un cucchiaio di olio, il trito delle erbe aromatiche, il trito di nocciola, del sale e del pepe per 10 minuti.

20140324_183344_1 20140324_183510_3

Una volta cotta, trasferitela in una ciotola e aggiungete la ricotta, la mollica ben strizzata, il parmigiano grattugiato e la provola.

20140324_184639 20140324_185157                             20140324_185353

Mescolate bene il tutto, io mi aiuto con le mani, amalgamando bene come se impastassi. Se il composto è troppo umido, aggiungete del pangrattato. Aggiustate di sale e con questo composto riempite le zucchine. Infornate per circa 30 minuti sino a quando non si sarà formata una bella crosticina sopra.

20140324_185544
Non vi resta che servire in tavola questo piatto gustoso, semplice ed economico! La vostra famiglia apprezzerà molto… le mie principesse le hanno divorate subito!

20140324_191918_5
Dimenticavo, se vi avanza un po’ di ripieno, fate delle polpettine e fatele cuocere in forno con le zucchine: golosissime!

Pane rustico al profumo di timo con burro aromatizzato

Alcune volte sono accusata di essere una mamma troppo apprensiva, in particolar modo con Serena. Forse non hanno torto, è la mia prima bimba, quella che mi ha fatto scoprire la gioia di essere mamma. Il suo carattere così emotivo e la sua intraprendenza-vitalità aumentano i miei pensieri. Vive ogni cosa al 100%, ha una sensibilità estrema e una lingua lunga … come dice mio marito, tutta la sua mamma!

Come tanti bambini, vive l’anno scolastico sotto pressione e il suo voler esser sempre tra i primi non la aiuta di certo a vivere più serenamente le cose. E qui arrivo io, la mamma che cerca di insegnarle a prendere la vita con un pochino più di leggerezza. Un compito difficile perché il soggetto è una capa tosta, ma l’amore e i vizi spesso aiutano ad ammorbidire anche i caratteri più difficili. Sembrano discorsi che riguardano un’adolescente, ma le mamme nella mia situazione capiranno che oggi già a otto anni le “bambine” sono veramente sveglie!

Dopo la dolce colazione di stamattina, per stasera ho deciso di darle una carica di energia, cucinando una buona tagliata: uno dei suoi piatti preferiti. La carne rossa è quella più ricca di Ferro, insieme ai legumi e agli spinaci, che Serena fatica a mangiare. E’ un nutriente essenziale per il benessere del nostro organismo e contribuisce a eliminare la stanchezza fisica. Premetto che la carna rossa in casa si mangia un paio di volte al mese, perché, per chi non lo sapesse, non fa molto bene alla salute. Non voglio dilungarmi in discorsi Vegani o altro, ci sono siti appropriati e altri che ne sanno molto più di me. Noi non siamo né vegani né vegetariani, ma ciò non toglie il fatto che alcuni cibi facciano meno bene di altri.

Per accompagnare questo piatto, poiché avevo già le mani nella farina, ho preparato un ottimo pane rustico con farina integrale, ricca di fibre e di ferro, al profumo di timo e del burro alle erbe aromatiche. Serena ne va matta, tagliato a fette e servito come bruschetta con dei pomodori e del buon olio extra vergine, mentre il burro è perfetto per accompagnare la tagliata.

Ingredienti:

500gr farina integrale
250gr acqua tiepida
10gr sale
3 cucchiaini di timo
1 cucchiaio di olio evo
1 cubetto di lievito di birra o 1 bustina di quello secco
100gr di burro
Erbe aromatiche

Preparate l’impasto unendo la farina con il sale e il timo. Sciogliete il lievito nell’acqua con un pizzico di zucchero e aggiungetelo alla farina insieme all’olio. Lavorate tutto sino a ottenere un impasto morbido ed elastico. Cospargete la pasta con un po’ di farina, copritela e lasciatela lievitare per almeno due ore.

IMG_6600

Trascorso il tempo, formate una pagnotta. Incidetela in superficie, cospargete con altro timo e lasciate lievitare nuovamente per altri 40 minuti.

IMG_6608

Infornate a 220° per circa 25 minuti.

IMG_6614

Fate ammorbidire il burro a temperatura ambiente. Lavoratelo con un cucchiaio a pomata, quindi aggiungete le erbe. Mettete tutto all’interno di stampini e fate raffreddare in frigorifero!

IMG_6706 IMG_6707

Vedrete che perfetto abbinamento!

Vi aspetto domani con altre gustose e semplici ricette per la vostra ciurma!

IMG_6692 IMG_6710