Archivi tag: cotolette per bambini

Cotolette alla Pizzaiola: sei troppo brava!

Secondo giorno di asilo per la piccola Greta: un entusiasmo mai visto che spero tanto continui per tutto l’anno! E’ felice, si diverte e ha vissuto questi due primi giorni di asili con una gioia in viso che mi ha veramente sorpreso. E come immaginavo… ha già il raffreddore!! Ahahahah! Ricordo l’inserimento di Serena ben 7 anni fa: traumatico, piangeva e non voleva lasciarmi andare. Dopo una settimana era già a casa con la febbre! Questa mia seconda avventura è iniziata decisamente al meglio… ma mi fermo qui, non voglio portarmi “sfiga” da sola!
Oggi per pranzo una buona Cotoletta alla Pizzaiola cotte al forno, uno dei secondi piatti, dopo le polpette, preferiti da Greta: questa settimana in tavola solo piattini deliziosi tutti per lei per farla rientrare a casa con gioia!
Ricetta semplice ma che ha da sempre un grande successo con i bambini: sottili fettine di vitello impanate in un mix gustosissimo al gusto di pizza, in una versione senza glutine e senza lattosio.
Vi lascio la ricettina al volo e corro dalle mie pupe: domani ricomincia anche Serena, oggi coccole doppie!

Ingredienti per 4 persone:

4 fettine di vitello (oppure 8 se troppo piccole)
3 cucchiai di pangrattato Coop senza glutine
3 cucchiai di parmigiano reggiano stagionato 36 mesi (senza lattosio)
15 pomodorini secchi sott’olio
1 cucchiaio di origano secco
olio evo q.b.
sale e pepe q.b.

Mettete in un frullatore i pomodorini secchi con un pochino del loro olio, il pangrattato e il parmigiano e frullate tutto sino ad ottenere una poltiglia. Unite l’origano secco, assaggiate ed eventualmente regolate di sale e pepe.

20150609_184219

Prendete le fettine di vitello, ungetele leggermente su tutti i lati e poi ricopritele con la panatura ottenuta pressando bene. Una volta terminato, disponetele su una teglia ricoperta da carta forno leggermente unta e infornate a 200° per 10 minuti.

20150609_184157

La Cotoletta è pronta! io ho voluto accompagnarla con delle maionese vegana e una insalatina di pomodorini e ravanelli! Buon appettito!

20150609_184300

Cotolette di melanzane: meglio della carne!

Chi mi conosce bene, sa quanto io ami portare in tavola piatti con La Melanzana, una di quelle verdure che sin da piccola trovavo sulla tavola di casa cucinata in tantissimi modi. Qui si vede quanto le origini siciliane di papà abbiamo condizionato da sempre il modo di cucinare della famiglia. Uno dei piatti che più amo da sempre è quello che vi propongo oggi: le cotolette di melanzane. Un piatto semplice e di facilissima esecuzione, vegetariano, pronto in pochissimo tempo ma che soddisfa alla grande il palato di tutti i commensali. Uno dei primi modi in cui ho fatto assaggiare questo ortaggio alle mie bimbe: la ciurma adora queste cotolette, molto di più di quelle di carne! Naturalmente sono fritte e non posso assolutamente proporvele in altro modo: vanno gustate così! E poi il fritto ogni tanto ci vuole, e quello fatto in casa è sicuramente più buono e fa meno male!
L’unico consiglio è di far spurgare la melanzana dalla sua acqua, così avrete delle cotolette buonissime e leggere! Io le preparo almeno un paio di volte al mese e martedì è stato uno di quei giorni: prima di portare Serena a Danza le ho tagliate a fette e una volta cosparse di sale, le ho lasciate nello scolapasta a perdere la loro acqua. Al rientro, mentre le bimbe si lavavano, le ho impanate e fritte, accompagnate da una buona insalata di finocchi e pomodori e pane caldo: in 10 minuti la cena è servita e la ciurma è rimasta super soddisfatta!

Ingredienti per 4 persone:

2 melanzane tonde medie
2 uova
pangrattato senza glutine q.b.
sale q.b.
olio per friggere

Lavate la melanzane e tagliatele a fette dello spessore di 5mm. Cospargetele di sale, mettetele in un colapasta e copritele con un piatto e un peso, lasciandole spurgare dalla loro acqua di vegetazione per almeno 2 ore. Una volta trascorso il tempo sciacquate ogni fetta velocemente sotto l’acqua corrente e asciugatele con un panno da cucina. In una ciotola sbattete le uova, immergete le fette di melanzane una alla volta e poi passatele bene nel pangrattato.

20150219_192006

Friggete ogni fetta in olio bollente, scolatele in un piatto con carta assorbente e poi disponete in un vassoio e salate leggermente.

20150219_193753

Le cotolette sono pronto per essere portate a tavola ancora tiepide!

20150219_193958

Ricordo a tutti voi la Raccolta “L’orto del bimbo intollerante”

raccolta

che questo mese prevede ricette senza lattosio con kiwi o broccoli! Vi aspettiamo numerosi! Tutte le info le trovate QUI.

Cotolette di Funghi per una cena alternativa!

Un pranzo super veloce e tutti sul divano a “cazzeggiare” tra filmetti e coccole: ecco come abbiamo passato il pomeriggio di domenica. Il sabato frenetico e il rientro veloce da Milano in mattinata ci avevano distrutto, così un pò di sano e meritato relax ci serviva proprio. L’unico pensiero era la cena, da fare presto, perché in serata ci sarebbe stata la partita dell’Inter: la mamma in quell’occasione è totalmente assente e si trasforma in una tifosa accanita. Che fare? La pizza l’avevamo mangiata la sera prima, a pranzo una super carbonara… non mi rimaneva che pensare a un secondo piatto. In frigorifero tantissime verdure fresche, il papà non mi lascia mai andare via a mani vuote e tra melanzane, zucchine, finocchi, peperoni, zucca, c’era un sacchettino di carta con dentro dei grandissimi funghi, i Pleurotus o meglio conosciuti come orecchioni, avete presenti quali sono?
Ogni cappello era abbastanza grande da sembrare una bistecchina e il mio pensiero è andato subito verso una ricetta che io adoro, che mamma mi faceva sempre quando ero piccola: le cotolette di funghi. Non le avevo mai preparate alla ciurma e quella era l’occasione giusta. Già che ero pronta per impanare e friggere ho fatto anche le cotolette di melanzane e quelle di zucchine (che le bimbe adorano), ho messo qualche patata in forno e via, una cena alternativa: solo cotolette!
Naturalmente si possono preparare con qualsiasi altro tipo di fungo con cappello grande, eventualmente tagliandolo anche a fette.
Successo garantito con tanto di sgridata da parte di Serena perché non gliele avevo mai fatte: onestamente non avrei mai immaginato di riuscire a farle mangiare così i funghi. E Greta? la mia piccola monella ne ha divorati ben due a mani nude, non ha voluto neanche che glieli tagliassi a pezzetti. Mauro è rimasto senza parole e il buon Gutturnio fermo che ha accompagnato la cena ci stava a pennello!
Anche questa avventura si è conclusa per il meglio… e queste “nuove” cotolette saranno sicuramente le protagoniste di tanti altre cene della nostra Favola in tavola.

Ingredienti:

20 Funghi Pleurotus
2 uova
pangrattato senza glutine q.b.
timo tritato q.b.
sale q.b.
oli per friggere

Per prima cosa staccate il cappello dal gambo lungo dei funghi, pulitelo con dello scottex umido tirando bene via ogni residuo di terra.

20140928_115118

Sbattete le uova e procedete come per impanare una classica cotoletta: passate il fungo prima nell’uovo e poi nel pangrattato che avrete aromatizzato con del timo tritato.

20140928_115158

Mettete una larga padella sul fuoco con l’olio per friggere, quando ha raggiunto il calore giusto, immergete i funghi e friggeteli sino a doratura.

20140928_115239

Appoggiateli su un vassoi ricoperto di carta assorbente, fateli scolare bene dall’olio in eccesso, salateli leggermente e portate in tavola.

20140928_115346

20140928_120848

Visto che belli? e vi assicuro che sono buonissimi.