Archivi tag: colazione

Plum cake alla frutta candita: il nostro panettone

In questi giorni le mie amiche food blogger stanno sfornando dei meravigliosi Panettoni e Pandori, con e senza glutine: SIETE TROPPO BRAVE! Io non mi sono ancora cimentata in questa avventura culinaria, per due semplici motivi: primo non ho ancora fatto il mio lievito madre (ma in queste vacanze invernali ho deciso di farlo e in versione gluten free) che trovo sia il migliore per queste preparazioni e secondo… noi siamo probabilmente una delle poche famiglie che non ama i dolci classici di Natale, come Pandoro e Panettone. Se proprio dobbiamo sceglierne uno, optiamo per il secondo: la cosa importante è che sia pieno, e ripeto pieno, di uvetta e canditi e che venga accompagnato da tanta, e ripeto tanta, crema al mascarpone.  Dovreste vedere cosa rimane della fetta di panettone messa davanti alla piccola Greta: distrutta, completamente fatta a pezzi senza più nemmeno un candito o un chicco di uvetta! Che ci volete fare, ognuno ha i suoi gusti! Quindi, secondo voi, mi devo mettere a preparare con tanta fatica e  impegno un dolce che poi nessuno mangia? DIREI DI NO!! Così, come ogni anno, in questo periodo di festa io preparo il “nostro panettone” che è semplicemente un PLUM CAKE con tanta frutta candita all’interno: *uvetta, zenzero mango papaia mela e arancia candita, albicocche secche e tanti mirtilli rossi. Un dolce dei più semplici da preparare, in versione senza glutine e senza lattosio,  aromatizzato con zenzero in polvere e profumato con succo d’arancia e mandarino.  Buono… veramente buono!!! Perfetto per la colazione, inzuppato in un tiepido tè verde o in una scodella di caffè-latte!

20151204_075331

Noi siamo così, la semplicità fa sempre da padrona nella nostra Vita, sulla nostra Nave e sulla nostra Tavola!

Ingredienti:

1 Confezione di Preparato Tante Torte Tre Mulini senza glutine
3 uova
1 arancia succo
3 mandarini succo
120gr di burrolì
150gr di frutta candita varia *

In una ciotola lavorate il burrolì con la farina, unite le uova, i canditi e mescolate bene il tutto. Aggiungete il succo di arancia e mandarino amalgamando bene gli ingredienti. Versate in uno stampo da plum cake foderato di carta forno e infornate a 180° preriscaldato per 30/35 minuti circa (fate prova stecchino). Sfornate, lasciate riposare, estraete dallo stampo e fate raffreddare su una graticola.

20151204_074012

A piacere spolverate di zucchero a velo!

20151204_075422

20151204_074226

Torta allo Yogurt, Pere, Arancio e nocciole (senza glutine): piede, schiena e spalla!

La settimana appena trascorsa è stata veramente dura: zoppa, con mal di schiena e spalla destra bloccata! Si, sono una sfigata! Sul conto mille impegni, visite mediche dei suoceri, Mauro bloccato senza macchina e una casa da portare avanti. Non nego di essere scoppiata in un pianto pieno di rabbia, oltre alle lacrime per la botta “Stupida” al piede: ore 23.45, Greta piange, mi alzo di corsa dal divano, dove ero crollata in un sonno profondo, per andare in cameretta e non so come ho messo male il piede sinistro e sono inciampata nelle ciabatte di mauro. Un solo rumore … CRACK!! Piede gonfio sul lato, impossibile appoggiarlo e muovere le dita finali. Visto l’orario, solo ghiaccio e crema. Pronto soccorso il giorno dopo? no, troppe cose da fare. Quindi tanta pomata, fascia e cercare di camminare. Risultato un mal di schiena da paura e, non potendomi chinare, ho forzato il braccio destro e mi sono fatta male alla spalla. A questo punto non mi restava che stare sdraiata sul divano e riposare almeno un giorno. Fatto… ma in parte: avevo una voglia matta di coccole, di qualcosa di dolce. Così mezza sbilenca e con l’aiuto di Greta e Serena, ho preparato una Torta, usando farine senza glutine (così da poterla mangiare senza problemi anch’io), yogurt di soia, delle nocciole tritate, delle pere succose e al posto del latte, il succo di arance fresche spremute. Soffice, leggera, morbida e succosa, profumatissima e bella: una dolce coccola! Accompagnata da una tazza di thè caldo o da una semplice spremuta di arancio come hanno fatto le bimbe è veramente la colazione e la merenda ideale in queste giornate uggiose e fredde!
Il Capitano si è rimesso in piedi, solo un lieve dolore al braccio! Ma se Capitan Uncino riusciva a guidare la sua nave perché non può farlo anche Capitan Manu? Forza ciurma, il viaggio continua!

Ingredienti:

200gr di farina di riso
100gr di farina per dolci senza glutine Farmo
90gr di fecola di patate
125gr di yogurt di soia
100gr di zucchero di canna
125ml di spremuta di arancio
1 bustina di lievito senza glutine S.Martino
3 cucchiai di nocciole tritate
2 pere
1 limone bio
2 arance bio succo + buccia
1 cucchiaino di zenzero in polvere
65gr di olio di mais
2 uova

Sbucciate le pere, tagliatene una e mezza in cubetti e l’altra metà a fettine sottili, irrorate con del succo di limone in modo che non diventino nere. In una ciotola lavorate le uova con lo zucchero e l’olio. Unire le farine setacciate con il lievito, le nocciole, lo zenzero in polvere e lavorate bene il composto. Unite la spremuta di arancio, la buccia dell’arancio grattugiata e la pera a pezzetti. Versate il tutto in una teglia ricoperta da carta forno, decorate la superficie con le fette di pera, spolverizzate con dello zucchero di canna e infornate a 180°, forno preriscaldato, per 40 minuti.
Sfornate, fate raffreddare e togliete dallo stampo.

20141018_082351

Servite in tavola con una spolverata di zucchero a velo a piacere!

20141018_082705

Vi presento Ciop, lo scoiattolino che si nasconde nella stiva e divora tutte le noccioline!

 20141018_082549

Tortine al cacao e pesche: è ora della merenda!

Settimana scorsa il tempo era ancora bello, il sole caldo riscaldava tutto … compresa l’acqua della piscina in giardino. Temperatura perfetta per buttarsi in acqua e far divertire un po’ le monelle. A farci compagnia la mia adorata amica Gloria con la sua piccola Anita: bellissimo vedere le bambine tutte insieme divertirsi in acqua. Dopo un bagno lungo e stancante, non può mancare la MERENDA! Così, nelle prime ore del pomeriggio, ho preparato un buon thè freddo alla cannella e delle tortine ultra leggere e golosissime: cacao e pesche … abbinamento perfetto!
Ultimo tuffo in acqua e via: è ora della merenda!

Ingredienti per 8 tortine:

180gr di farina di riso
200ml di latte di riso
100gr di zucchero di canna
1 pesca
2 cucchiai di cacao amaro senza glutine
1/2 bicchiere olio di semi di mais
1/2 bustina di lievito per dolci senza glutine
zuccherini per decorare senza glutinr

In una ciotola unite farina, zucchero, cacao e lievito, mescolate e aggiungete il latte, l’olio e la pesca tagliata a pezzetti piccoli (lasciatene qualcuno da parte per la guarnizione). Mescolate molto bene tutti gli ingredienti e con questo composto riempite i pirottini classici dei muffin. Decorate la superficie con gli zuccherini e un pezzetto di pesca. Infornate a 180°, forno preriscaldato, per 15-20 minuti.

20140703_132932

Ecco pronte queste simpatiche e golose tortine, senza glutine, uova, burro e latte, perfette anche per gli intolleranti!

20140703_141958

Consiglio: sul procedimento nulla da dire, è veramente semplice. Invece se siete ancora più golosi potete aggiungere qualche goccia di cioccolato, magari bianco!!

Idea salvavanzi: queste tortine si possono congelare e conservare per la colazione del week end tutti insieme!

Un cuscino morbido e profumato… da mangiare: Plum cake alla Fragola!

Navigando in rete ho scoperto che nella lingua inglese s’intende per plumcake un dolce di origine tedesca, a base di prugne. Infatti, la parola “plum” indica la prugna ed erano dolci piatti fatti di pasta frolla oppure lievitata simili alla crostata. Da noi invece il Plum-cake è un dolce lievitato, simile per consistenza al pan di Spagna, e dalla forma rettangolare, come un cuscino. Io lo preparo spesso, trovo che sia un dolce facile e veloce da fare. Inoltre possiamo utilizzare tantissimi ingredienti, spaziando dal cioccolato ai vari tipi di frutta da fresca a secca, usare farine diverse e prepararlo anche nella versione salata.
Quello che ho deciso di fare stamattina è leggero, morbido e soffice, senza uova, senza burro, ricco di fragole fresche, profumato e umido quanto basta: ne mangereste a volontà! Le bambine (ma mica solo loro) ne sono ghiotte e per colazione o la merenda è sicuramente il dolce giusto; volendo proprio esagerare (senza farci mancare niente) ci si può spalmare della marmellata a piacere: il dolce perfetto per coccolarci!

Ingredienti:

200gr di farina di kamut
100gr di farina 0
1 bustina di lievito
180ml di latte di soia
60ml di olio di semi
180gr di zucchero di canna
1 cucchiaino di cannella
250gr di fragole

In una ciotola unite le due farine, il lievito e lo zucchero e aggiungete l’olio e il latte mescolando bene.
Unite la cannella e le fragole lavate, asciugate e fatte a pezzetti.

20140331_205211 20140331_205457

Amalgamate bene tutti gli ingredienti e versate il composto in uno stampo da plum cake leggermente unto.
Decorate con dei pezzi di fragola, che poi affonderanno nell’impasto, e infornate in forno preriscaldato a 180° per 40 minuti. Fate sempre la prova stecchino prima di estrarre il dolce dal forno.

20140331_205635  20140331_213716
Fate raffreddare e poi tirate via dallo stampo, spolverizzate con zucchero a velo e godetevi una fetta di questo morbidissimo e profumato plum cake!

20140401_074218 20140401_074605

 

Rosso rubino e profumo di Primavera: Marmellata di Fragole

Ai Romani le fragole piacevano davvero tanto, per via del loro profumo intenso, e infatti le chiamavano Fraga. Le mangiavano soprattutto durante le feste in onore di Adone e questo perché la leggenda narrava che quando Adone morì, Venere verso lacrime amare che, una volta cadute a terra, a contatto con il sangue di Adone si trasformarono in piccoli cuoricini rossi, le fragole.
La mia piantina di fragole non ha ancora fatto i frutti, ma da un contadino di fiducia, mi sono fatta dare un bel chilo di fragole, hanno un profumo fantastico e ho deciso di preparare la marmellata, ottima per farcire qualsiasi tipo di dolce ma anche semplicemente spalmata su una fetta di pane caldo!

20140331_144957
In famiglia piace la marmellata piuttosto densa, quindi per preservare il sapore delle fragole e non cuocerle molto ho usato la pectina 3:1, altrimenti, visto che le fragole non ne contengono naturalmente, la confettura rimarrebbe abbastanza fluida.

20140331_183703

Ingredienti per 4 barattoli da 250ml:

1kg di fragole
1 busta di pectina 3:1
300gr di zucchero di canna

Lavate rapidamente le fragole e allargatele su dei fogli di carta da cucina per asciugarle. Eliminate il picciolo e dividetele in pezzetti. Raccogliete in una ciotola con lo zucchero, coprite e lasciate riposare in frigorifero per mezza giornata.
Trascorso il periodo di riposo, versate il tutto in una casseruola e mettete sul fuoco. Appena inizia a bollire versate la pectina e fate cuocere per 3 minuti circa. Con una schiumarola tirate via la schiuma che si forma in superficie. Controllate la consistenza su un piattino e una volta raggiunta quella desiderata, spegnete la fiamma e invasate a caldo, cioè versate la marmellata bollente in vasetti sterilizzati bollenti anch’essi. Mettete subito i coperchi e fate raffreddare.

20140331_183739
La marmellata è pronta per essere consumata… il profumo che rimane in casa è fantastico … un barattolo è già aperto e stamattina a colazione biscotti ai cereali e marmellata!

Treccia di pan brioches con kiwi e gocce di cioccolato

Il profumo di brioches appena sfornate insieme con quello del pane caldo è senza dubbio uno degli odori più buoni esistenti al mondo. In questi giorno la voglia di impastare ha preso il sopravvento e dopo le brioscine e il pane di ieri, oggi ho voluto preparare un buon pan brioches.
La ricetta è molto facile ma richiede del tempo per la lievitazione dell’impasto. La cosa più bella del pan brioches è la sua versatilità: si può farcire come più piace, spaziando dal dolce al salato.
Quello che ho preparato è una classica treccia con kiwi e gocce di cioccolato, golosa e salutare, ottima per la colazione e la merenda dei bambini, che diventa un dolce sorprendente se accompagnata da cioccolata calda! Mi raccomando, non buttatela se vi avanza e diventa secca: tagliatela a fette e tostatela in padella o in forno qualche minuto, sostituisce perfettamente la fetta biscottata e diventa, sbriciolata, un’ottima base per cheesecake!

Ingredienti:
500gr farina 00 (ho trovato in commercio anche il preparato già pronto … è da provare)
150ml latte
90gr di olio evo (oppure 100gr di burro)
25gr di lievito di birra
2 uova
1 pizzico di sale
50 gr zucchero
1 kiwi a pezzetti piccoli
100gr di gocce di cioccolato

La mia versione è un pochino più leggera della classica, perché ho evitato di mettere il burro e ho usato l’olio.
In una capiente ciotola unite la farina, lo zucchero con le uova e il lievito sciolto nel latte tiepido. Mescolate il tutto e poi aggiungete l’olio, il sale, il kiwi e le gocce di cioccolato. Impastate bene sino a ottenere un composto liscio e omogeneo.

IMG_6601
Coprite con un telo e lasciate lievitare per 40 minuti in un posto caldo.
Riprendete l’impasto, adagiatelo su una teglia con carta da forno e date la forma che più vi piace. Io ho diviso l’impasto in tre parti uguali formando delle strisce che poi ho usato per creare una treccia.

IMG_6602 IMG_6603
Coprite con il telo e lasciate lievitare nuovamente per almeno tre ore (io me ne sono dimenticata, presa a giocare con la piccola Greta e ha lievitato per 5 ore, infatti, la forma della treccia non è venuta proprio bene).
Infornate a 180° per 20/25 minuti. Fate raffreddare su una graticola e poi servite tiepida a fette!

IMG_6696
Le bimbe ne hanno mangiate due fette per merenda insieme a una buona spremuta d’arancia, mentre a Mauro ho voluto presentarla come dolce stasera … che dite gli sarà piaciuta in questa versione?

IMG_6699

Cornettini integrali con miele al timo

Il lunedì è una giornata traumatica non solo per noi adulti ma anche per i piccoli bimbi: la sveglia suona presto, cartella o sacca in spalla e via in direzione scuola o asilo per un’altra lunga settimana. Stamattina ho voluto rendere meno pesante questo inizio settimana preparando una colazione dolce per le mie principesse, in particolare per Serena molto stanca in questo periodo scolastico.

Invece delle classiche brioches, le ho preparate piccoline, un boccone e via, in modo da assicurarmi che almeno una Serena riuscisse a mangiarla. La colazione è il pasto più importante della giornata e per me il più preoccupante perché durante la settimana Serena, forse agitata per la scuola, non riesce a farla. Così devo inventarmi cose sfiziose per invogliarla e non farla uscire a stomaco vuoto. Cosa invece contraria con la piccola Greta: per lei colazione doppia! Naturalmente l’impasto va preparato prima, come ho fatto io ieri sera.
Devo ringraziare per la ricetta la mia amica Ines e il suo blog che seguo volentieri , http://inesweb.wordpress.com/ . Io non avevo il lievito madre quindi ho utilizzato un classico lievito in polvere. Il risultato non è lo stesso ma vi assicuro che sono venute buonissime!

Ingredienti:

300gr farina integrale
150ml acqua
mezza bustina di lievito
40gr burro
40 gr di zucchero
miele al timo
sale

Preparate un impasto unendo la farina, il lievito sciolto nell’acqua, un pizzico di sale e lo zucchero.
Lasciate lievitare per almeno 5 ore.
Prendete l’impasto e stendetelo in uno spessore di 2 cm circa. Adagiate il burro al centro, ricoprite con la pasta e stendetelo a rettangolo. Piegatelo in tre e lasciate riposare in frigo per circa mezz’ora. Ripetete questa operazione almeno tre volte.
Prendete l’impasto e stendetelo in una striscia, ricavando dei piccoli triangolini. Farcite a vostro piacere, io ho usato il miele al timo, arrotolate partendo dalla base e lasciate la punta nella parte sotto.
Adagiate su una teglia con carta forno e ideale è far lievitare ancora per 30 minuti. Io ho infornato subito a 210° per 15 minuti.
Vedere il piatto della colazione vuoto è stata la mia più grande gioia, la settimana è iniziata nel modo giusto.

IMG_6701