Archivi tag: cioccolato

Biscotti al Profumo di Rosa Canina e gocce di cioccolato … la storia di San Valentino

100x-amore-cuore-in-legno-matrimonio-tavolo-decorQuesto nostro appuntamento mensile con la Rubrica “Bellissime Mamme” cade il giorno prima di San Valentino.
San Valentino, nato a Interamna Nahars, l’attuale Terni, nel 176 d.C. era un vescovo romano che era stato martirizzato.  È considerato il patrono degli innamorati poiché la leggenda narra che egli fu il primo religioso che celebrò l’unione fra un legionario pagano e una giovane cristiana:
Si dice che un giorno San Valentino sentì passare, vicino al suo giardino, due giovani fidanzati che stavano litigando. Allora gli andò incontro con in mano una rosa che regalò loro, pregandoli di riconciliarsi stringendo insieme il gambo della stessa, facendo attenzione a non pungersi e pregando affinché il Signore mantenesse vivo in eterno il loro amore. Qualche tempo dopo la coppia gli chiese la benedizione del loro matrimonio. Quando la storia si diffuse, molti decisero di andare in pellegrinaggio dal vescovo di Terni il 14 di ogni mese, il giorno dedicato alle benedizioni. Poi la data è stata ristretta solo a febbraio, perché in quel giorno del 273 San Valentino morì.
rosa-caninaPer questo meraviglioso giorno ho voluto preparare dei semplicissimi biscotti al profumo di Rosa Canina, senza glutine e senza lattosio, con gocce di cioccolato, in ricordo della rosa donata da San Valentino. La Rosa Canina è un arbusto spinoso, appartenente alla famiglia delle Rosaceae. Già conosciuta al tempo degli Antichi Romani, la rosa canina deve il suo nome a Plinio il Vecchio che curò, dai sintomi della rabbia, un soldato della legione romana morso da un cane infetto, facendogli bere un decotto ricavato dalle radici di questa pianta. Sempre Plinio il Vecchio, poi, utilizzò la rosa canina per altri scopi terapeutici e raccolse in un trattato tutti i suoi utilizzi. Risalgono al Medio Evo erbari medici con la descrizione di vari rimedi naturali a base di rosa canina; per lo più tisane e sciroppi per curare le affezioni delle vie respiratorie, ma anche marmellate e salse utilizzate per preparare dolci tipici di quel periodo storico. Durante la Seconda Guerra mondiale, in Inghilterra, la rosa canina venne utilizzata massivamente, per la preparazione di uno sciroppo da somministrare ai bambini come integratore di vitamina C, al posto delle arance. Ai giorni nostri, si fa largo uso di tisane e infusi a base di rosa canina. E’ proprio con uno di questi infusi che ho voluto profumare i miei biscotti.
Ma prima della ricetta scopriamo le caratteristiche di questo magnifico arbusto:
uid_1555eeef9dd-650-340La rosa canina è ricchissima di vitamina C, tanto che 100 grammi di queste bacche hanno lo stesso contenuto di vitamina C che può avere un chilo di arance. Altre vitamine in essa contenute sono le vitamine A, E, K e alcune del gruppo B. Contiene inoltre, acido folico, flavonoidi, tannini, carotenoidi (tra cui licopene e beta-carotene) e acidi grassi (tra cui acido oleico, palmitico, oleanolico, stearico e linoleico). E’ ricca anche come contenuto di sali minerali, in particolare ferro, zinco, rame, calcio, manganese, boro, sodio, fosforo, potassio e magnesio. Le bacche di rosa canina sono ricche di acqua (75%) e fibre (24%), proteine (7,2%), pectina (5,1%).
Le bacche le trovate in qualsiasi erboristeria. * L’infusione va fatta con acqua calda, ma non bollente, altrimenti si perde in contenuto vitaminico, per almeno 10 minuti. Filtrare e dolcificare a piacere con miele o succo d’agave. Gustare la bevanda calda, per un effetto rilassante, oppure anche fresca, per un effetto rinvigorente.
Non mi resta che lasciarvi la ricetta e augurare a tutti voi un FAVOLOSO SAN VALENTINO!

Ingredienti:

70gr di farina di riso Almaverde
70gr di maizena
70gr di farina di mais per dolci senza glutine
80gr di olio di mais
80gr di zucchero di canna integrale
cioccolato senza glutine e senza lattosio (io ho usato Cioccolato fondente Leoni)
1 uovo
1 pizzico di sale
1 cucchiaino di lievito per dolci S.Martino senza glutine
infuso di rosa canina*

Preparate l’infuso di rosa canina come descritto sopra* e lasciatelo raffreddare. Tritate il cioccolato grossolanamente e unitelo alle farine setacciate insieme al lievito. Lavorate l’uovo con lo zucchero, il pizzico di sale, aggiungete le farine e iniziate a lavorare. Ora unite un pochino di infuso di rosa canina, fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo. Avvolgetelo nella pellicola e lasciate riposare in frigorifero per 30 minuti.
Stendete l’impasto con l’aiuto di altra farina e ritagliate i vostri biscottini con la formina a cuore. Noi ne abbiamo fatti un po’ a cuore e un po’ a forma di sole.
Infornate a 180° per 10 minuti circa. Spolverate con zucchero a velo a piacere!

20160322_175004

20160322_174946

Tiramisù alla Crema di Yogurt con liquore alla Menta e Nergi

Un altro Venerdì insieme con la Rubrica “L’Angolino del Papà”. Oggi prepariamo un dolce che tutti adoriamo, Il Tiramisù, in una versione alla frutta più leggera e alcolica di quella classica:  una base di biscotti savoiardi senza glutine inzuppati in succo di kiwi e liquore alla menta, una crema di yogurt greco senza lattosio, del buon cioccolato senza glutine e senza lattosio  e naturalmente il nostro frutto della settimana, il NERGI che ormai conoscete bene.  Una preparazione semplice come quella del tiramisù classico per un risultato sorprendentemente buono, fresco e goloso! A Voi la ricetta e un augurio di un Sereno week end!

Ingredienti per 2 porzioni:

12 biscotti savoiardi senza glutine
250ml di crema di yogurt senza lattosio (io ho usato MEGVAL)
4 cucchiai di zucchero a velo senza glutine
1 bicchiere di succo di kiwi senza zuccheri
1 bicchierino di liquore alla menta fatto in casa
12 Nergi
cioccolato fondente senza glutine e senza lattosio (da grattugiare)

20160908_111646

In una ciotola unite il succo di kiwi al liquore alla menta; in un altra ciotola unite la crema di yogurt con lo zucchero a velo e mescolate bene. Ora procediamo alla composizione del dolce: inzuppate i biscotti nel succo al liquore e fate il fondo della vostra coppa (o della vostra teglia), versate qualche cucchiaio di crema allo yogurt, aggiungete i nergi tagliati a fettine e spolverate il tutto con una generosa grattugiata di cioccolato.

20160908_112219

Fate un altro strato sempre con savoiardi, crema, nergi e ancora tanto cioccolato grattugiato.

20160908_112728

Mettete in frigorifero per un paio di ore e poi gustate questo buonissimo Tiramisù!

20160908_112721

20160908_112712

blog-nergi_cucina

 

Torta soffice al cioccolato glassata con lamponi e mirtilli: sono già 4

Settimana scorsa la mia piccola principessa ha festeggiato il compleanno: 4 anni! Sembra ieri che la stringevo per la prima volta tra le braccia: piccola e delicata, con quegli immensi occhioni scuri. Lei… un raggio di sole, una gioia infinita… lei … sempre sorridente, bella e felice… lei …. la mia meravigliosa creatura! Anche quest’anno la piccolina ha voluto che le preparassi la torta: come? Semplicemente … tutta cioccolato. Così ecco qui una deliziosa Torta soffice, senza glutine e senza lattosio, al cacao con scaglie di cioccolato fondente all’interno e ricoperta da una semplice glassa e da tanti mirtilli, il suo frutto preferito e da succosi lamponi! Un dolce classico che piace a tutti e perfetto per qualunque occasione!

Ingredienti:

100gr di Farina di riso
100gr di farina di tapioca
150gr di Zucchero di canna integrale
150gr di Cioccolato fondente Leoni senza glutine senza lattosio
50gr di Cacao in polvere amaro senza glutine
6 Uova
200gr di Burro senza lattosio a temperatura
10gr di polvere lievitante Decorì Lo Conte senza glutine
Sale 1 pizzico
per la glassa:
250gr di zucchero a velo
5 cucchiai di acqua calda
100gr di mirtilli
lamponi q.b.

Per prima tritate grossolanamente il cioccolato fondente, tenete metà da parte mentre l’altra scioglietela a bagnomaria e lasciate intiepidire. Dividete il burro a cubetti e unitelo allo zucchero lavorandolo bene fino a ridurlo in crema. Aggiungete un uovo alla volta continuando ad amalgamare gli ingredienti. Continuate in questo modo fino ad ottenere una crema soffice ed omogenea. Unite il cioccolato sciolto e il sale. Incorporate ora la farina e il lievito con il cacao setacciati e con una spatola amalgamate delicatamente. Aggiungete ora le scaglie di cioccolato. Foderate con la carta forno una tortiera da 22-24 cm e versate l’impasto al suo interno, infornate in forno ventilato preriscaldato a 160° per circa 35 minuti. Per verificare la cottura fate la prova con uno stecchino: se, infilandolo, risulterà asciutto, significa che la torta è pronta; in caso contrario, proseguite la cottura per qualche minuto. Una volta cotta sfornate la torta e lasciatela intiepidire prima di sformarla dallo stampo. Ponetela quindi su una gratella per farla raffreddare e nel frattempo preparate la glassa. In una ciotola versate lo zucchero a velo e unite un cucchiaio di acqua calda alla volta mescolando energicamente. Ora non vi resta che versare la glassa sopra la torta delicatamente e poi decorarla con mirtilli e lamponi. La torta è pronta e la mia piccolina è stata felicissima!

20160519_111905

20160519_11193520160519_163208

20160520_124949

 

Torta agli Amaretti, con miele, Cioccolato e banane (senza glutine e senza lattosio): il mio amico Winnie

«”Quando ti svegli al mattino, Pooh – disse Porcelletto alla fine – cos’è la prima cosa che dici a te stesso?”
“Cosa c’è per colazione?’ – disse Pooh – Tu cosa dici Porcelletto?”
“Io dico ‘Cosa succederà di emozionante oggi?’ disse Porcelletto”.
Pooh annuì pensierosamente. “È la stessa cosa”, disse». (Winnie the Pooh)

SouluMF

Winnie the Pooh è uno di quei personaggi che non si può non amare: un pò tontolone, ma tanto tenero, goloso di miele, un sincero amico per i suoi compagni di avventura, Tigro, Pimpi, Tappo, Ro e l’umano Christopher Robin. In ogni racconto, ogni avventura è pieni di consigli, di parole importanti, di gesti carichi di saggezza. Le mie bambine lo adorano e ancora oggi Serena, anche se grande, si diverte a guardare i cartoni e a leggere le favole alla piccola Greta .. e io con loro! 3bffa896-1e93-4ab4-930b-188da069c01cQuesto simpatico orsetto arriva dritto al cuore… impossibile non affezionarsi a lui, è unico! E poi è un gran golosone, come tutti gli orsi adora il miele e qualsiasi cosa di dolce! Proprio ieri pomeriggio, guardando una delle sue avventure, ci è venuta voglia di TORTA e così in un batter d’occhio ecco qui la nostra colazione di stamattina: una buonissima TORTA, addolcita da tanto MIELE e resa ancora più golosa dall’aggiunta degli ingredienti preferiti dalla mia ciurma: AMARETTI per Serena, CIOCCOLATO per Greta e BANANA per il papà! Naturalmente una versione senza glutine e senza lattosio, (come sempre ho usato il mix di farine di Felix, ormai non ne posso più fare a meno) perfetta per me! FANTASTICA, leggera e soffice, inzuppata nel latte caldo è una vera goduria, con quel cioccolato in pezzi che si scioglie leggermente.

20160213_162544

Il profumo degli amaretti è unico e la banana le dà una consistenza soffice all’interno. Mi sa che oggi questa buonissima torta ci delizierà anche per merenda!

Ingredienti:

100gr di mix farina per torte*
100gr di cioccolato a pezzetti senza glutine Leone
100gr di amaretti senza glutine
80gr di burro senza lattosio
100gr di Miele
1 banana
1 uovo
1 cucchiaino di polvere lievitante senza glutine Lo Conte Decorì
Zucchero a velo senza glutine

* 290gr di farina di riso
80gr di fecola
50gr di amido di tapioca

In una ciotola lavorate il burro con lo zucchero e il rosso dell’uovo sino ad ottenere un composto ben amalgamato. Unite gli amaretti sbriciolati, la farina, il lievito, la banana a pezzetti e il cioccolato tritato grossolanamente, lavorando bene il composto. A questo punto incorporate gli albumi montati a neve delicatamente. Versate il tutto in una tortiera imburrata e cuocete a 180° per 35/40 minuti. Fate raffreddare, togliete dallo stampo, spolverizzate con zucchero a velo e gustate!

20160213_162137

20160213_162337

Muffin con farina di miglio, Cioccolato e Pera alla cannella: una nuova farina

Con Come voi bene sapete, oltre all’intolleranza al lattosio, devo affrontare da oramai più di un anno anche quella al glutine. La Sensibilità al glutine è una sindrome caratterizzata da sintomi gastrointestinali e non,  collegati  alla presenza di glutine nell’alimentazione ed è una cosa totalmente diversa dalla celiachia. Come ci spiega Fabiana in questo articolo sul portare di Gluten Free Travel & Living, la ricerca sui veri responsabili di questa intolleranza non sono ancora chiari. A differenza dei Celiaci, gli intolleranti non hanno buoni da poter utilizzare per l’acquisto di prodotti e farine senza glutine, che come ben sapete hanno costi piuttosto elevati. Cosa fare allora? La natura ci offre tantissimi cereali privi di glutine: il primo in assoluto il RISO, che per mia grande fortuna io amo tantissimo, e poi troviamo il mais, il grano saraceno, l’amaranto, il sorgo e il miglio (qui e qui trovate alcune ricette) che oggi ho deciso di utilizzare nella versione farina. untitled (41)Oltre ai cereali e alle loro farine, tuberi come le patate e la tapioca sono concessi e poi naturalmente tutta la frutta e la verdura, carne e pesce, uova e latticini (nel mio caso senza lattosio). Per quanto riguarda i prodotti confezionati, come gli affettati e le carni, formaggi,  oli ai cereali, creme spalmabili, marmellate e così via dovete sempre controllare che ci sia la spiga sbarrata. Nella mia particolare situazione, se “sgarro” e mi concedo alimenti con glutine, mal di testa, gonfiori addominali e prurito, sono i primi sintomi che nel corso di qualche ora iniziano a disturbarmi. Naturalmente dipende anche dal tipo di alimento che mi sono concessa: solitamente le farine meno raffinate, integrali, macinate a pietra e proveniente da ottimi mulini, mi provocano meno disturbi di quelle “normali”. L’alimentazione senza  glutine ha naturalmente coinvolto tutta la ciurma, per lo meno quando si mangia a casa: cucinare cose diverse è possibile, visto che la contaminazione non provoca disturbi, ma oltre che per una questione di comodità, trovo questo nuovo regime alimentare molto più sano e mi ha dato modo di scoprire tantissimi fantastici alimenti. I mix di farine in commercio sono ottimi, ma contengono tantissimi additivi e zuccheri, così cerco di utilizzarli solo quella volta alla settimana dove preparo pizza e pane, preferendo per i dolci, torte e biscotti, le farine naturalmente prive di glutine. Questa settimana la mia amica Silvia di Eppur non c’è insieme con Gluten Free Travel & Living ha promosso una fantastica iniziativa: la #settimanasenzprodottiglutenfree, dove si portano in tavola piatti preparati solo con farine naturali. Dopo le mie castagnole al forno, senza glutine e senza lattosio, oggi ho preparato dei buonissimi Muffin con la farina di miglio. Un esperimento ben riuscito, la ciurma ha apprezzato tantissimo. Le foto non sono bellissime, ma come avrete capito, è un periodaccio, il tempo ha disposizione è poco, cerco di stare dietro a tutto e spero di riuscirci, ma naturalmente qualcosa rimane per strada. Torniamo ai Muffin, che come vi dicevo sono preparati con farina di miglio, resi ancora più golosi dalla presenza di cioccolato a scaglie e pezzettini di pera alla cannella. Profumati, soffici, leggeri e buonissimi, specialmente la mattina per colazione! Dopo la prima infornata, che è sparita in due giorni (la ciurma si è allargata come ben sapete, la suocera apprezza queste dolci coccole) dove non avevo aggiunto la cannella, ieri ho provato a rifarli e devo dire che l’aggiunta della cannella li ha resi ancora più buoni. Perfetto, Vi lascio la ricetta  e vi auguro una magnifica giornata!

Ingredienti:

200gr di farina di miglio senza glutine
1 bustina di polvere lievitante Decorì
70gr di cioccolato senza glutine e senza lattosio Leoni
1/2 pera
1 cucchiaino di cannella
2 uova
100gr di zucchero di canna integrale
80gr di olio di semi
1 cucchiaino di burro senza lattosio
zucchero a velo senza glutine

20160131_115535

Pulite la pera e tagliatela a cubetti piccoli. In un padellino fate sciogliere il burro, aggiungete la pera a cubetti, due cucchiai di zucchero di canna e la cannella. Fate insaporire bene la pera, facendola ammorbidire leggermente. In una ciotola unite tutti gli ingredienti secchi: farina, lievito e il cioccolato fatto a scaglie. In un’altra ciotola rompete le uova, aggiungete l’olio e lo zucchero . Sbattete il tutto con l’aiuto di una frusta e versate il contenuto nella ciotola della farina. Unite la pera con la sua salsina e amalgamate velocemente tutti gli ingredienti. Accendete il forno a 200° e rivestite con i pirottini uno stampo da muffin. Versate l’impasto nei pirottini e infornate per circa 20 minuti. Sfornate, fate raffreddare e cospargete di zucchero a velo.

20160131_115435

20160131_115639

Con questa ricetta partecipo all’iniziativa di Silvia di Eppur non c’è e di Gluten Free Travel & Living con  settimana-senza-prodotti-gluten-free-1-300x300

 

Torta ai Pistacchi e cioccolato: Giro Giro Tondo

“Giro giro tondo, gira il mondo,
gira la terra, tutti giù per terra!
Giro giro tondo, il mare è fondo,
tonda è la terra, tutti giù per terra!
Giro giro tondo, l’angelo è biondo,
biondo è il grano, tutti ci sediamo!
Giro giro tondo, ora ti circondo
come una ciambella, tutti giù per terra!
Giro giro tondo, casca il mondo,
casca la terra, tutti giù per terra!”

E’ stata una settimana molto brutta quella appena trascorsa: perdere qualcuno che si ama è una delle cose più brutte … se poi è il nonno, il nostro amato nonno Luigi, tutto crolla! L’anno è iniziato proprio male, il mio caro suocero ha deciso improvvisamente di lasciarci: si, non stava bene da tempo, ma così, da un giorno all’altro è stato per tutti noi un colpo al cuore. Ora bisogna reagire, sarà dura: noi abbiamo perso un padre, le bimbe un nonno e mia suocera l’amore della sua vita. Ora dobbiamo pensare a lei, che si è trasferita per un po’ qui da noi: gli anni ci sono e gli acciacchi pure… il cuore non deve cedere, e l’amore delle nipotine e dei figli è la sola medicina che possiamo darle in abbondanza. Tra i regali che il nostro caro Babbo Natale ha portato quest’anno, c’era anche un bellissimo CD di Filastrocche e Canzoncine per bambini, una più carina dell’altra! Così queste simpatiche musiche ci hanno accompagnato nei pomeriggi appena trascorsi, dove il solo obiettivo è riportare il sorriso e un pò di pace alla nonna. Le merende sono diventate il momento più importante della giornate: insieme uniti per superare il dolore. Sapete bene quanto io eviti di comprare merendine pronte o biscotti già confezionati: fin quando riesco preferisco dare alle bimbe prodotti fatti da me, in casa, con ingredienti che conosco, e la nonna, grande cuoca apprezza di più! Per far felice la mia piccola Greta, bisogna preparare sempre e solo dolci al Cioccolato: per il suo compleanno lo scorso anno avevo preparato una torta cioccolato e pistacchi che ai bimbi era piaciuta tantissimo. Così ho pensato di riproporgliela ma in versione senza glutine e senza lattosio, una merenda e una colazione per tutta la famiglia, nonna compresa. Così eccola qui, semplicissima da fare e ottima da gustare: l’abbinamento cioccolato-pistacchi è veramente eccezionale. Questa torta rimane morbida, soffice ed è perfetta a colazione con una buona tazza di latte (nel mio caso senza lattosio). Onestamente non so quanto rimanga così.. in due giorni l’abbiamo mangiata tutta!
Vi lascio la ricetta e Vi auguro una splendida Settimana!

Ingredienti:

200gr di farina di riso*
100gr di farina di pistacchi*
2 uova
100gr di cioccolato fondente senza glutine e senza lattosio LEONE
50ml di latte di soia
80gr di burro senza lattosio
80gr di zucchero di canna integrale
1/2 bustina di polvere lievitante Decorì-Lo Conte senza glutine

* controllate che tutti i prodotti abbiano la spiga sbarrata

In una ciotola lavorate le uova con lo zucchero e unite piano piano il latte. Aggiungete le farine, il lievito e il burro ammorbidito, continuando a mescolare fino a quando l’impasto non è omogeneo e liscio. Aggiungete ora il cioccolato che avrete tritato grossolanamente con un coltello. Versate il composto in una tortiera di diametro 20cm, ricoperta da carta forno. Cuocete in forno preriscaldato a 180° per 30-40 minuti facendo la prova stecchino.

20160112_071328

20160112_071551

Mi sa che stasera la rifaccio… è decisamente una delle più buone in assoluto!

20160112_071622

Tortine al Cioccolato con fiocchi di avena e succo di arancia

Preparare la colazione e la merenda per le mie bimbe è sempre una cosa che faccio con grande entusiasmo. I dolci al cioccolato sono i loro preferiti, come del resto a tantissimi bambini, e visto il mio amore profondo per questo dolce, non potevano che amarlo esattamente come la loro mamma. Il cioccolato delle Uova di Pasqua non è ancora finito, quindi ho ben pensato di usarlo per preparare queste buonissime e semplici tortine, profumate all’arancio e arricchite di fiocchi di avena, senza uova e senza burro. Una ricetta molto semplice e veloce che ha reso magica la colazione di questa mattina della ciurma: non c’è niente di meglio di un dolce sano fatto in casa con amore per iniziare bene la settimana!

Ingredienti per 12 tortine:

200gr di farina W170 garofalo
200gr di cioccolato
80gr di Zucchero Tropical & Stevia Eridania
1/2 bustina di lievito
3 cucchiai di fiocchi di avena
60ml di olio di semi
succo di arancia non zuccherato Bio q.b.

Fate sciogliere il cioccolato a bagnomaria o nel microonde, e unitelo in una ciotola alla farina setacciata con il lievito. Unite lo zucchero, l’olio, i fiocchi di avena e il succo di arancia piano piano (ce ne vorranno circa 150/180ml, ma dipende come sempre dal cioccolato e dalla farina). Lavorate in modo da amalgamare gli ingredienti e con l’aiuto di un cucchiaio versate un po’ di composto nelle formine o nei pirottini, cospargete con qualche fiocco di avena e infornate a 180° in forno preriscaldato per 15 minuti (controllate con uno stuzzicadenti se sono cotte).

20150413_192038

Leggere e soffici, fantastiche abbinate ad un buon bicchiere di latte o ad un profumato thè!

20150413_192134

Buon Lunedi!