Archivi tag: carciofi

Carciofi ripieni piccanti

Spesso i mariti sono come i figli: fanno capricci anche a tavola! Così si cerca di accontentarli e spesso ci si ritrova a viziarli e a farli mangiare magari troppo “pesante”. Come ben sapete io porto in tavola per tutti la stessa cosa, gli stessi piatti, modificando solo leggermente alcuni alimenti presenti nella ricetta se troppo forti per le nostre bimbe. Le verdure sono all’ordine del giorno e spesso faccio in modo che siano la portata principale del pasto creando sempre piatti completi, sani e gustosi. Oggi per la Rubrica “L’Angolino del papà” vi propongo una ricetta che tutti conoscete bene e che fa parte della nostra cultura culinaria italiana e che viene proposta nelle varie zone in diversi modi: I CARCIOFI RIPIENI! La mia versione è quella classica di famiglia, con l’aggiunta di una nota piccante, data dal peperoncino, così da renderli più “maci” ! Ne ho preparati con e senza, così da accontentare tutta la ciurma! Buon week end!

Ingredienti per 4 persone:

8 carciofi
250gr di mollica di pane senza glutine
200gr di provolone grattugiato
10 acciughe
15 capperi
5 uova medie
1 peperoncino rosso
1 spicchio di aglio
2 bicchieri di brodo vegetale
prezzemolo q.b.
olio evo q.b.
sale q.b.

Pulite i carciofi, privateli delle foglie più dure, tagliate il gambo, pulitelo e tagliatelo a pezzetti. Immergeteli in acqua fredda e aggiungete il succo di limone (necessario per non fare annerire le foglie e il gambo ricchi di ferro).
In una pentola (adatta anche per il forno) versate il brodo, l’aglio, una manciata di prezzemolo, olio evo, un pizzico di sale e portate a bollore. Nel frattempo preparate il ripieno: in una ciotola mettete la mollica di pane senza glutine, aggiungete il formaggio grattugiato, le acciughe tritate grossolanamente al coltello insieme al peperoncino e ai capperi, il prezzemolo tagliato finemente, uova, un pizzico di sale e un paio di cucchiai di olio evo. Scolate per bene i carciofi, allargate le foglie e imbottite con il ripieno, quindi insieme ai gambi disponeteli nella pentola, dove l’acqua avrà raggiunto il bollore, coprite con un coperchio e lasciate cuocere per 15 minuti. Nel frattempo accendete il forno sull’opzione grill. Trascorso il tempo prendete la pentola e infornate in modo che si formi una deliziosa crosticina in superficie.

20160131_122931

20160131_122923

I miei carciofi ripieni senza glutine e senza lattosio (perché il provolone vi ricordo che non contiene il lattosio) sono pronti: morbidi e con un ripieno gustosissimo e intrigante, perfetti come piatto unico o come contorno ad un buon secondo!

20160131_122914

Se volete poi esagerare, i Carciofi fritti per la vostra dolce metà sono perfetti e irresistibili!

Pici ai carciofi e polpettine al pepe

Torna, dopo la pausa delle Feste,  il nostro appuntamento del Venerdì con la Rubrica “L’Angolino del Papà”. Oggi prepariamo per i nostri cari eroi di casa, un primo piatto fantastico, un piatto unico, ricco e gustoso: I Pici, con carciofi e polpettine al pepe! I pici sono un formato di pasta tipico toscano, molto amato dal papà di casa. Ho voluto proporglieli con dei semplicissimi carciofi e rendere il piatto speciale con l’aggiunta di polpettine di salsiccia e carne macinata insieme aromatizzati con pepe. Il contrasto tra il dolce dei carciofi (io ho usato quelli in conserva che preparo con mamma durante la stagione delle mammole piccoline) e il salato-pepato delle polpettine è speciale, la ciurma, che ha voluto  la sua bella porzione, ha apprezzato tantissimo. Naturalmente la dose di pepe va a gusto: io non ho abbondato troppo perché ho preparato questo piatto anche per le bimbe. Io ho gustato questo condimento con la mia pasta senza glutine e vi assicuro che è buonissimo!Vi lascio la ricetta semplice e veloce e vi auguro un magnifico fine settimana!

Ingredienti per 4 persone:

350gr di pici (per me 80gr di pasta senza glutine)
300gr di carciofi in conserva (oppure 2 carciofi freschi o 300gr di carciofi a spicchi surgelati)
100gr di carne macinata per sugo
100gr di salsiccia
1 cucchiaino di pepe
1/2 bicchiere di vino bianco
olio evo q.b.
sale q.b.

Se utilizzate carciofi freschi, puliteli bene, togliete le fogli esterne troppo dure e tagliateli a spicchi sottili. Metteteli in una ciotola con acqua e limone e lasciate riposare.
Tirate via la pelle dalla salsiccia e unitela alla carne macinata, iniziando ad amalgamare bene con le mani i due composti. Aggiungete il pepe e continuate a lavorare la carne. Prelevate un po’ di composto per volta e formate delle piccole polpettine che disporrete su un vassoio. Una volta terminato, in una larga padella versate due cucchiai di olio evo e unite i carciofi, salate leggermente e iniziate a farli cuocere a fuoco lento. Aggiungete le polpettine, alzate la fiamma e fate rosolare bene su tutti i lati. Versate il vino bianco, aggiustate di sale, mettete il coperchio e abbassate la fiamma: dovranno cuocere circa una decina di minuti per essere cotte (controllate perché dipende dalle dimensioni della polpettina).
Fate cuocere i pici in abbondante acqua in ebollizione salata, scolateli e versateli nel tegame del sugo. Fate saltare il tutto e portate in tavola!

20160102_125237

20160102_125241

Spaghetti alla Carbonara di Carciofi: rivisitiamo una tipica ricetta

La carbonara è uno dei piatti preferiti dalla ciurma:  un piatto sostanzioso e non leggero ma, senza ombra di dubbio, è uno dei più buoni piatti di pasta della cucina italiana. Ed io sapete cosa mi diverto a fare? Rivisitare la ricetta, rendendola  un po’ più leggera e magari inserendo qualche verdurina di stagione.  “Accidenti Mamma, sei proprio fissata” mi ripete spesso Serena “verdura ovunque”. Certo, perché se non la porto in tavola tu non la mangi! Mentre la piccola Greta vive di frutta e verdura e la cerca tutti i giorni, Serena deve essere “stuzzicata” e invogliata. Ecco allora come è nata questa BUONISSIMA ricetta, dove i carciofi, non troppo amati dai bambini, diventano protagonisti di un ottimo piatto di spaghetti, per la ciurma integrali, per me di riso integrale senza glutine!
Vi consiglio di provarla … perché Serena ha pulito il piatto!!!

Ingredienti per 4 persone:

240gr di Spaghetti Integrali Garofalo
80gr di Spaghetti di riso integrale Probios Rice&Rice
3 rossi d’uovo
100ml di panna di riso
2 carciofi
1/2 bicchiere di vino bianco
timo fresco q.b.
olio evo q.b.
sale e pepe q.b.
pecorino grattugiato q.b.

Pulite i carciofi, lavateli, tagliateli a fettine, tirando via la barbetta interna, e metteteli in una padella con due cucchiai di olio evo e del timo fresco. Fate rosolare un paio di minuti e poi unite il vino bianco, aggiustate di sale e pepe e mettete il coperchio facendo cuocere sino a quando non sono teneri. Se necessita unite un pochino di brodo o acqua.
In una ciotola sbattete i rossi d’uovo con la panna, due cucchiai di pecorino grattugiato (solo per i non intolleranti al lattosio), sale e pepe e create una cremina omogenea.
Cuocete la pasta, scolatela al dente e tuffatela nella padella dei carciofi, fate saltare, spegnete il fuoco e aggiungete il mix di panna e uovo. Amalgamate bene il tutto e servite aggiungendo un filo di olio evo a crudo, una spolverata di pepe e a piacere pecorino grattugiato!

20150408_194100

buon appetito!

20150408_194221

Spezzatino alla birra con cuori di carciofo e polenta morbida al timo: brrrrr!

Vi sarete tutti accorti dalla nuova foto del profilo e dalle foto su facebook che … ho tagliato i capelli corti corti corti! Non sono impazzita, anche se molti amici lo hanno pensato: è la prima volta che li taglio così! Era un po’ che mi gironzolava per la testa la voglia di “cambiare” look totalmente e, visto che fra qualche mese festeggio 40 anni, mi ero detta che per l’occasione lo avrei fatto, così da “ringiovanire” la mia immagine (il mio spirito sarà sempre quello di una bambina sognatrice ma con i piedi per terra). Invece ho anticipato i tempi, sorprendendo tutti e … facendo NEVICARE! Non potete immaginare che freddo alla testa… il mio coppino abituato ad essere sempre coperto da una valanga di capelli ora è nudo e i brividi sul collo sono una cosa allucinante! Però mi piaccio, in 5 minuti sono sistemati e la comodità era quello che cercavo in un momento dove il tempo a mia disposizione è veramente poco e la vita è molto frenetica! E la ciurma? ha approvato anche questo nuovo look del capitano, rendendomi ancora più felice! Proprio nei giorni di gran freddo e di neve, dopo un pomeriggio a spalare con il vice capitano (completamenti bloccati in casa… questo è il problema di vivere in paesini di campagna) ho preparato questo tenerissimo spezzatino di vitello alla birra con dei cuori di carciofo che avevo nel congelatore (preparati dalle manine d’oro della mia mamma) e accompagnato dalla mia adorata polenta profumata al timo, che riesce sempre a riscaldarmi il cuore e non solo! Una ricetta molto semplice e molto buona, che voglio proporvi oggi viste le previsioni per i prossimi giorni: il ritorno di freddo, pioggia e … forse neve!
Corro a rimettermi al timone, devo cambiare rotta … questa volta non vogliamo rimanere bloccati!

Ingredienti per 4 persone:

500gr di spezzatino di vitello
8 cuori di carciofo congelati (home made)
200ml di salsa di pomodoro
1 bicchiere di birra
brodo vegetale q.b.
olio evo
sale e pepe q.b.
farina di riso q.b.
1 confezione di polenta Valsugana
2 rametti di timo fresco

Per prima cosa fate scongelare i cuori di carciofi, tagliateli a spicchi e metteteli da parte. Infarinate i bocconcini di carne e saltateli in una pentola con due cucchiai di olio evo. Sfumate con la birra, coprite e lasciate cuocere per 5 minuti. Unite i carciofi, la salsa di pomodoro, salate e pepate e unite il brodo (circa 2 bicchieri) lasciando cuocere per altri 20/25 minuti (La cottura varia molto dalla grandezza dei bocconcini di carne).

20150212_180008

 Una volta che lo spezzatino è cotto, preparate la polenta. Io per comodità, e avendo poco tempo, ho usato quella istantanea, ma voi se riuscite fate la polenta classica che è decisamente più buona.
Seguite le istruzioni sulla confezione e aggiungete del timo fresco alla farina di polenta.
E’ tutto pronto, non vi resta che portare in tavola e gustare questo buonissimo e caldo spezzatino con tanto sughino e una cremosa e profumata polenta!

20150212_191322

Dimenticavo… i carciofi così cucinati rimangono teneri e si sfaldano, rilasciando il loro delicato sapore senza infastidire: le bimbe hanno mangiato tutto… approvato al 100%.

20150212_191547

Pipe rigate ai carciofi: i piatti semplici che conquistano sempre

I carciofi sono una di quelle verdure non facili da portare in tavola per i bambini. Già lo scorso febbraio vi ho proposto una serie di ricette che sono piaciute tantissimo alle mie monelle (dai Carciofi alla Pizzaiola al piatto unico di Orzo con carciofi e polpettine) e che ormai porto in tavola spesso quando questa verdura è di stagione. Nei giorni scorsi ho trovato dei bellissimi carciofi e dopo aver fatto la Parmigiana di Zucchine e Carciofi, ho pensato di usarli come condimento ad un buon piatto di pasta, preparando un primo piatto nuovo che stuzzicasse la ciurma! Un sughino facilissimo e veloce, con pochi e semplici ingredienti, per un risultato da leccarsi i baffi! Ho aggiunto della panna, naturalmente di soia, priva di lattosio, ma voi potete tranquillamente sostituirla con quella normale!
I piatti vuoti in tavola dimostrano sempre quello che continuo a dire: la semplicità ripaga sempre, in tavola e nella vita!
Il ghiacciaio si è sciolto… la nave ha ripreso il suo viaggio e inizia a colorarsi e riempirsi di coriandoli e stelle filanti .. è in arrivo il week end di Carnevale!

Ingredienti per 4 persone:

320gr di pasta formato Pipe Rigate
1 carciofo
olio evo q.b.
sale e pepe q.b.
brodo vegetale q.b.
100ml di panna di soia
prezzemolo fresco

Per prima cosa pulite il carciofo dalle foglie più dure esterne, tagliatelo a metà e tirate via la barbetta interna. Lavateli sotto l’acqua corrente e poi tagliateli a pezzetti piccoli (sarà più facile farli mangiare ai bambini). Prendete una padella con due cucchiai di olio e fate rosolare il porro tagliato a rondelle, unite i carciofi, salate e fate insaporire bene il tutto. Unite un mestolo di brodo, mettete il coperchio e fate cuocere sino a quando i carciofi non saranno teneri (unite altro brodo se serve).

20150203_170746

Togliete il coperchio, unite la panna di soia, fate rapprendere leggermente la salsa e aggiustate di sale e pepe.

20150203_172508

Cuocete la pasta in acqua salata in ebollizione, scolatela al dente e versatela nel tegame del sugo. Fate saltare la pasta in modo che si amalgami bene al sugo, spolverizzate con prezzemolo fresco e poi servite!

20150203_191304

Se avete il timore che ai vostri bambini non piaccia il carciofo così intero, potete semplicemente frullarlo e ridurre il sugo a crema!

20150203_191329

Strudel di carciofi

Il mercoledi è sempre una giornata piuttosto piena e si rientra a casa sempre tardi, quindi mi devo organizzare prima per la cena o improvvisare qualcosa all’utimo. Avevo in frigorifero un rotolo di pasta sfoglia così ho pensato di utilizzarlo non preparando la classica torta salata ma bensi uno sfizioso strudel!
Natualmente essendo un piatto unico deve essere ben farcito e accompagnato da un buon contorno: carciofi, formaggio e prosciutto crudo sono perfetti insieme e dei funghi saltati profumati al limone renderanno questo piatto più appetitoso da portare a tavola.
Questo è uno di quei piatti che potete preparare anche il giorno prima conservandolo in frigorifero ricoperto con la pellicola trasparente o anche congelarlo per i “giorni di emergenza” . In entrambi i casi va naturalmente cotto il giorno in cui viene servito: se congelato, riportato prima a temperatura ambiente.

Ingredienti:

1 rotolo di pasta sfoglia
6 carciofi
250 gr. di Philadelphia light
2 uova
Prosciutto crudo
7 mandorle sbucciate
prezzemolo tritato
succo di limone
olio di oliva
sale e pepe q.b.

Mondate i carciofi, tagliateli a fette sottili tenendo anche il gambo e fateli saltare in una padella con l’olio. Aggiungete il succo del limone, salate e pepate e cuocete per qualche minuto tenendoli abbastanza al dentre. Spegnete la fiamma e fateli raffreddare.

IMG_7579 IMG_7580
In una ciotola mettete il formaggio, le mandorle tritate grossolanamente, il prezzemolo tritato, l’uovo. Aggiungete i carciofi tritati e amalgamate il tutto.
Con l’aiuto del mattarello, tirate la pasta fino ad ottenere una sfoglia sottile che adagerete sulla carta da forno.

IMG_7584

Distribuite sulla sfoglia le fette di prosciutto crudo, il ripieno di carciofi e arrotolatela su se stessa aiutandovi con la carta.

IMG_7585 IMG_7586           IMG_7587

Adagiate il rotolo ottenuto su una pirofila foderata con la carta da forno, spennellatelo con il rosso d’uovo e fatelo cuocere a 180 gradi fino a quando sarà diventato dorato.

IMG_7589

IMG_7598
Io ho usato il prosciutto crudo perché trovo che il suo sapore salato contrasti bene con il dolce dei carciofi, ma a voi la scelta di quello che più piace alla vostra familia.
Aspettate qualche minuto prima di tagliare la fetta di strudel in modo che non si rompa.

IMG_7601
Servite con un buon contorno e con poco avete portato in tavola un ottimo piatto!

Vellutata di zucca con ricotta fresca, dolci castagne e carciofi croccanti

Il mio papà è riuscito a procurarmi uno degli ultimi pezzi di buona zucca, così stasera ho pensato di usarla per preparare un piatto molto amato in casa: la vellutata di zucca. Gustoso primo piatto, adatto a tutta la famiglia, facile da preparare, inoltre la zucca essendo fonte di vitamina A e C, betacarotene, minerali e fibre è un vero toccasana per la salute. Io ho voluto portarla in tavola come piatto unico stasera, arricchita da ricotta fresca, dolci castagne e dei croccanti carciofi. Mettiamoci ai fornelli!

Ingredienti:

500ml di acqua
100ml di latte di soia tiepido
200gr di patate
350gr di zucca
Timo
Curcuma
1 cucchiaino di gomasio
Sale e pepe
Olio evo
150gr di castagne precotte
1 carciofo
150gr di ricotta

Come vi avevo raccontato prima, avevo una bella fetta di zucca quindi l’ho lavata e pulita e ricoperta di carta stagnola e messa in forno per 40minuti. Una volta pronta, ho tirato via la polpa e aggiunta al resto.
Se avete già la zucca pulita, tagliatela semplicemente a cubetti piccoli e mettetela nel tegame con le patate.
In un tegamino fate cuocere il carciofo tagliato a fettine sottili con il gomasio, cercando di lasciarlo abbastanza croccante.

IMG_7907
In una larga padella mettete con un filo di olio le patate a pezzetti con il timo, fate rosolare un paio di minuti e poi aggiungete metà acqua. Cuocete per 20 minuti.

IMG_7909 IMG_7910
Pulite la zucca, che sarà quasi cotta, dalla buccia e aggiungetela a pezzi alle patate insieme al resto dell’acqua e alla curcuma; cuocete per 15 minuti sino a quando le verdure non risulteranno belle cremose.

IMG_7913
A questo punto con l’aiuto del mixer a immersione create una crema.

IMG_7914

Per facilitare l’operazione aggiungete il latte tiepido, aggiustate di sale e di pepe.

IMG_7916
Sbriciolate le castagne e unitele alla vellutata.

IMG_7917

Servite la crema ben calda con un abbondante cucchiaio di ricotta, decorate con i carciofi croccanti, un filo di olio evo e del timo fresco… non mi resta che augurarvi buon appetito!

IMG_7919