Archivi tag: cannella

Tisana alla Cannella e Arancio

Il Martedì abbiamo il nostro appuntamento speciale con la Rubrica “Bellissime Mamme”. Oggi ci deliziamo con una tisana buonissima e dimagrante, dai sapori e profumi del Natale, con la nostra amata Cannella ricca di proprietà benefiche e il buonissimo Arancio. La cannella è utile a dimagrire in quanto stimola la scomposizione dei grassi e degli zuccheri nel sangue, riducendo gli stimoli della fame e grazie alle sue proprietà termogeniche, stimola a produrre calore corporeo bruciando grassi.

Ingredienti:

1 stecca di cannella
scorza di un arancio
1 cucchiaino di miele

Fate bollire per 10 minuti una stecca di vaniglia e la scorza di arancio in un litro di acqua. Filtrate e bevetene due tazze al giorno.
La combinazione tra miele, cannella e arancio è un mix benefico per rafforzare il sistema immunitario e proteggere l’organismo.

20141201_123702

A martedì prossimo!

Cannella

La cannella è una delle spezie più suggestive per il suo profumo e aroma inconfondibile, per i suoi svariati utilizzi e per la sua forma particolare: un tubetto legnoso simile ad un sigaro. La pianta sempreverdi  appartenenti alla famiglia delle Lauracee da cui si ricava la cannella sono due che danno due qualità di spezia diverse:

– Cinnamomum Zeylanicurm, chiamata anche “cannella regina” è originaria dello Sri Lanka e da essa si ricava la cannella più pregiata;
– Cannella della Cina che produce la cannella cassia, meno pregiata sia per il sapore che per le virtù salutari.

Sin dall’antichità, la cannella era una spezia molto apprezzata, veniva importata dall’india e giunse agli Egizi già molti secoli prima di Cristo. Veniva utilizzata per eseguire le imbalsamazioni, infatti contiene sostanze dalle proprietà antisettiche, grazie alle quali può eliminare alcune famiglie di batteri e aiuta a preservare i tessuti biologici dalla decomposizione. Nel Medioevo solo i re e nobile potevano permettersi di acquistarla visto l’elevato prezzo ed era considerata un afrodisiaco, infatti veniva inserita nelle ricette di pozioni magiche d’amore!

images (2)

La cannella è composta per il 10% da acqua, da proteine, ceneri, zuccheri, fibre e grassi in minima quantità; discreta la presenza di sali minerali tra cui il calcio, il manganese, il magnesio, il ferro, il potassio, il fosforo, il sodio, il selenio e lo zinco. Per quanto riguarda le vitamine contiene: la vitamina A, vitamine B (B1,B2,B3,B5,B6), vitamina C, la E, la K e la J. Alcuni principi attivi che si trovano nella cannella sono presenti in particolar modo nel suo olio essenziale. La cannella Regina è diversa da quella Cassia, in particolare la cassia è più ricca di oli essenziali e di cumarina.

Tante sono le virtù benefiche:

– antimicrobiotiche
– antisettiche
– antiossidante
– astringente
– digestivo
– stimola il sistema immunitario ed è un rimedio contro raffreddore, influenza, diarrea, flatulenza
– ottima contro i dolori mestruali
– aiuta a ridurre la glicemia
– aiuta a dimagrire

Questo mese tante ricettine gustose con questa magnifica spezia che è presente sulla mia tavola ogni giorno. Ricette salate, ricette dolci e, per la nostra rubrica del Martedì “Bellissime Mamme”, tanti rimedi naturali!

Crostata rustica alle Pere: un giro all’Eataly di Piacenza

Un mesetto e mezzo fa ha aperto a Piacenza Eataly : il famoso negozio che propone prodotti enogastronomici Italiani di alta qualità. Sono stata altre volte in quello di Milano, ma l’altra mattina, approfittando del tempo senza pioggia e avendo Piacenza a pochissimi km di distanza (15 minuti di macchina), ho deciso di andare a fare un giretto e curiosare un pochino. Potevo uscire a mani vuote? Nel cestino sono finite delle Pere Kaiser meravigliose, qualche pezzettino di formaggio di capra, il Burrolì, della pasta integrale, cereali di ogni genere e naturalmente farine varie del Mulino Marino che hanno riempito la dispensa quasi vuota.
Rientrata a casa ho voluto subito preparare qualcosa con gli ingredienti presi e ho deciso di provare la farina di farro integrale che non avevo mai preso. Mi “serviva” un dolcetto per la merenda e per la colazione dei giorni successivi, un dolce SANO e leggero, genuino, senza troppi zuccheri … un dolce RUSTICO, PROFUMATO E BUONO!!
Così quasi tutti gli ingredienti del cesto sono finiti sul banco da lavoro per creare una deliziosa crostata alle pere, con l’aggiunta di qualche cucchiaio della mia marmellata di Pere e Camomilla, della cannella e della granella di Nocciole. La base rustica è leggera e croccante e il ripieno di pere è dolce e profumato…. Serena e Greta ne hanno mangiate ben due fettine a testa per merenda, chi con una spremuta di arance, chi con un thè caldo e Mauro ha concluso la cena insieme al caffè. Ingredienti di ottima qualità sono a bordo, la cambusa è ora ben rifornita e il viaggio può proseguire. La favola in tavola continua …

Ingredienti:

200gr di farina Integrale di Farro Mulino Marino
3 cucchiai di Miele al Timo
100gr di Burrolì a temperatura ambiente
1 uovo a temperatura ambiente
2 pere Kaiser bio
2 cucchiaini di zucchero di canna
1 cucchiaino di cannella
6 cucchiai di marmellata di Pere e Camomilla (oppure di Limone o altra a scelta)
1 limone bio
granella di nocciole

20141117_125219

Versate la farina in un’ampia ciotola o sulla spianatoia, unite il miele e il burro e iniziate a lavorare l’impasto con le mani velocemente. Quando ha assunto una consistenza grumosa unire l’uovo e lavorare bene la pasta. Avvolgere nella pellicola e riporre a riposo in frigorifero per 30 minuti.
Nel frattempo sbucciate le pere, tagliatele a fettine, bagnatele con il succo del limone e con la cannella e mescolate bene. Riprendete la pasta, stendetela e mettetela in una teglia ricoperta da carta forno, fate bene i bordi e copritela con le fette di pere, spolverizzate con lo zucchero di canna e coprite prima con la marmellata e poi spolverizzate con la granella di nocciole.

20141117_133905

Infornate a 180° per 35/40 minuti.

20141117_165003

Lasciate raffreddare e poi servite!

20141117_165138

C’era un volta… Biancaneve e la sua torta di mele

Oggi si apre la rubrica “C’era una Volta..” : insieme alla mia Serena cercheremo ogni primo sabato del mese di trasportarvi con noi nel mondo delle favole, dove magia e fantasia, colori e profumi, vi faranno tornare per qualche istante bambini, regalandovi sorrisi e gioia!
Manu&Sere
La prima favola che voglio raccontare è quella di Biancaneve perché è una delle storie più belle e una delle prime che la mamma mi raccontava quando ero piccola.
“C’era una volta una fanciulla di nome Biancaneve che viveva in un castello sola con il padre, il re. Un giorno lui sposò una donna malvagia che lo avvelenò e Biancaneve rimase sola con la donna che diventò regina: la matrigna cattiva. Biancaneve cresce e diventa una ragazza forte e bella, obbligata a lavorare tutto il giorno. La matrigna vanitosa consultava il suo specchio magico tutto il giorno chiedendo : “Specchio , specchio servo delle mie brame, chi è la più bella del reame ?” – “ Bella , tu sei bella oh mia regina , ma attenta, al mondo una fanciulla c’è vestita sol di stracci, poverina ! Ma aimè assai più bella di te. Ha la bocca di rose e ha d’ebano i capelli, come neve è bianca.. “ La regina infuriata urla : “ Biancaneve” . Biancaneve puliva, asciugava e cantava davanti a un pozzo , pensando al suo principe azzurro . Un giorno un principe sul suo destriero sente cantare Biancaneve e gli risponde anche lui cantando, Biancaneve emozionata scappa ! La matrigna sente tutto e arrabbiata chiede aiuto a un cacciatore per farla uccidere: lui la porta lontana nel bosco ma non ha il coraggio e la fa scappare . Al posto del suo cuore gliene porta uno di un cinghiale . Biancaneve scappa , scappa e scappa e spaventata piange, ma i suoi amici animali la conducono in una casetta nel bosco , la casa dei sette nani .
Al posto dei nani io avrei preferito dei troll che invece di lavorare dentro le miniere , giocavano, suonavano e ballavano.
Biancaneve crede che la casetta sia di sette bambini , prepara un po’ di zuppa, pulisce tutto da cima a fondo e poi si addormenta stanca mentre i nanetti tornando a casa cantano una buffa canzoncina :- Eiò , Eiò a casa a riposar , Eiò , Eiò, a casa a riposar trallalalà lallalà Eiò Eiò Eiò! Arrivati a casa trovano la porta aperta, la casa pulita e una zuppa sul fuoco. Sentono un rumore di sopra , spaventati mandano Cucciolo a investigare. E così i nani incontrano Biancaneve che indovinò subito i loro nomi, Pisolo, Gongolo, Dotto, Mammolo, Brontolo Cucciolo e Eolo.
Il mio preferito è Brontolo perché lui fa tanto il duro ma in realtà è un gran tenerone.
Biancaneve raccontò la sua storia della strega malvagia e i nanetti la lasciarono restare insieme a loro. La matrigna scoprì l’inganno, si trasformò in una vecchietta e decise di andare nel bosco da Biancaneve che stava preparando una torta di mele per il rientro dei suo amici nani. La strega bussò alla porta e con l’inganno riusci a convincere Biancaneve ad aprirla, lei è così buona. Gli diede la mela avvelenata e Biancaneve cadde in un sonno profondo.
Io ci sarei cascata solo se mi avesse dato una mela caramellata…troppo buona!
Tutti gli animali vedendo la scena andarono a chiamare i nanetti che sotto la pioggia inseguirono la strega. La vecchietta scivolo in un burrone e morì. I nanetti costruirono una bara di cristallo e misero dentro Biancaneve: tristi piangevano di fianco a lei! Un giorno arrivò il principe che aveva saputo di Biancaneve e la stava cercando. La baciò , l’incantesimo si ruppe e come si dice in tutte le storie vissero per sempre felici e contenti cavalcando sul cavallo bianco insieme, per sempre”.
Biancaneve è una storia molto bella, insegna molte cose: l’invidia è una cosa brutta, non bisogna mai essere gelosi degli altri ma essere sempre se stessi e volersi bene. Ho deciso di preparare con mamma una torta: la torta che Biancaneve stava preparando ai sette nani quando è arrivata la matrigna cattiva, naturalmente con delle mele rosse.”
Ciao Serena

La torta di mele che prepara Biancaneve sempre proprio assomigliare ad una Apple Pie, così noi, anche senza l’aiuto degli uccellini, ci siamo cimentate nella preparazione di questo meraviglioso dolce americano!

Ingredienti:

300gr di farina 00
150 gr di burro o margarina vegetale
50ml di acqua ghiacciata
pizzico di sale
4 mele rosse
1 cucchiaino di cannella
100gr di zucchero di canna
1 cucchiaio di farina
1 limone succo e buccia
latte q.b.
zucchero semolato q.b.

20140903_165909

Per prima cosa prepariamo la pasta frolla: in una ciotola lavorate la farina con il burro o la margarina, il pizzico di sale e aggiungete piano pianto l’acqua ghiacciata continuando ad impastare sino ad ottenere un composto liscio, elastico e morbido. Formate la classica palla, avvolgetela nella pellicola e riponete in frigorifero per 30 minuti.
Sbucciate le mele e tagliatele a fettine, mettetele in una ciotola e unite la cannella, lo zucchero, la scorza grattugiata del limone e il suo succo e la farina. Mescolate e lasciate riposare.
Riprendete l’impasto e dividetele in due parti, una leggermente più grande dell’altra. Stendete la pasta maggiore in uno strato e foderate una teglia precedentemente imburrata e infarinata, tagliate la parte in eccesso sui bordi e riempite con le mele aggiungendo qualche ciuffo di burro.

20140903_173609

20140903_173723

Prendete la seconda parte di impasto e dopo averla stesa ricoprite le mele, sigillate bene i bordi e bucherellate la superficie in modo che il vapore durante la cottura fuoriesca. Decorate la superficie con i ritaglia dell’impasto rimasti, spennellate con del latte e spolverizzate con zucchero semolato.

20140904_131600

Infornate a 180° per circa 45 minuti. Sfornate, fate raffreddare e servite a temperatura ambiente.

20140904_163554

20140904_163707

Crema di peperoncini

Oggi è venerdì, quindi prepariamo qualcosa per i nostri papà, una ricettina speciale da inserire nella rubrica dedicata a loro “L’Angolino del Papà”.
In questi giorni sto raccogliendo molti peperoncini dalle mie piantine così ho pensato di proporvi qualcosa di diverso, una salsa di accompagnamento molto buona e particolare, che preparo spesso per Mauro e per il mio papà: una crema di peperoncini, piccante e agrodolce, perfetta con formaggi stagionati e carne. Ricetta facilissima, pochi, semplici e genuini ingredienti per far colpo sui nostri papà!

Ingredienti per 2 vasetti da 125gr:

2 peperoni rossi
10 peperoncini piccanti (tondi o a corno)
1 stecca di cannella
4 cucchiai di zucchero di canna
1 bicchiere di acqua

 

20140826_204929

Se avete dei guanti indossateli per pulire i peperoncini, eviterete fastidi futuri. Lavate i peperoni e i peperoncini e tagliateli a pezzetti. Metteteli in una casseruola insieme alla cannella, lo zucchero e l’acqua. Fate cuocere a fuoco bassissimo per 40 minuti, devono ammorbidirsi bene. Spegnete la fiamma, tirate via la cannella e frullate il composto.

20140827_122043

Invasate a caldo come fosse una marmellata, fate raffreddare e conservate al buio.

20140827_123941

Una volta aperto si mantiene in frigorifero per qualche giorno. Vi consiglio di preparare vasetti piccoli in modo da consumarli subito!

20140827_124100

Con questa ricetta partecipo nella categoria B al 4° contest “Evviva il peperoncino” del blog “La stufa Economica

peperoncino_contest_banner

Fagottini di Serena

Oggi giornata dai nonni di Milano, un pomeriggio in famiglia! La nonna Rosa si è messa ai fornelli con Serena e hanno preparato dei deliziosi fagottini di mele e arance per la merenda di oggi. Ottimi con un bel thè caldo! Buon sabato a tutti!

Ingredienti:

2 confezioni di pasta sfoglia
2 mele
50gr uvetta
50gr pinoli
1 cucchiaino di cannella
2 cucchiai marmellata di arance
1 cucchiaio di zucchero di canna
½ vino bianco oppure un liquore all’arancia
Un po’ di latte

Preparate il ripieno mettendo insieme uvetta, pinoli, cannella, marmellata, zucchero di canna e vino bianco. Mescolare bene il tutto.

IMG_5587

Stendete la pasta sfoglia e dividetela in quadrati; mettete un cucchiaio di ripieno al centro di ogni quadrattino e poi richiudete a forma di fagottino. Spennellarli con il latte.

IMG_5588 IMG_5589

Infornate a 180° per 15minuti sino a doratura.
Spolverizzare con zucchero a velo . Ottimi!! Brava Serena!!!!

IMG_5592

Pere al cioccolato e zenzero

Stasera, dopo una lunga settimana dove a fatica siamo riusciti a incrociarci tra le mura di casa, ho deciso di coccolare il mio maritino, preparandogli questo delizioso e goloso dessert . Naturalmente ne ho preparata una porzione anche per le due piccole pesti che hanno il permesso di mangiarla nella loro cameretta, in modo da gustarlo anche noi in pace con un buon caffè caldo alla cannella.

Ingredienti:
3 pere
1 cucchiaino di Zenzero in polvere
1 stecca Cannella
Cannella in polvere
Cioccolato fondente 75%
Latte q.b.
Zucchero grezzo ginger & orange

Pelate le pere e affettatele in due parti simmetriche nel senso della lunghezza. Rimuovete i semi e mettetele in una padella con acqua bollente in cui avrete aggiunto un cucchiaino di zenzero in polvere e una stecca di cannella. Fate cuocere sino a quando non si saranno ammorbidite.

IMG_5513 IMG_5516

Nel frattempo fate sciogliere il cioccolato a bagnomaria con un pochino di latte.

IMG_5517

Scolate le pere e adagiatele su un piatto da portata, versatevi sopra il cioccolato fuso, una spolverata di cannella e nel mio caso questo zucchero zenzero e arancio. Decorate con qualche ciuffetto di panna montata. Gustatele subito!