Archivi categoria: VERDURA

Crema di Rapa bianca e broccoli: ben tornata “Bellissima Mamma”

Pensavate che avessi abbandonato la mia Rubrica del Martedì vero? E invece no, ho ripreso saldamente il timone nelle mie mani, dopo un periodo un po’ frenetico, e dopo aver “riaperto” la Rubrica del Venerdì dedicata agli eroi di casa, i papà, “L’Angolino del papà”, oggi ritorna anche lo spazio dedicato a noi, alle Donne, la Rubrica del Martedì “Bellissime Mamme”, dove cercherò di proporvi tanti piattini light e gustosi, tanti consigli di bellezza, sempre e solo usando ciò che la natura ci regala: diventare più belle mangiando sano!
Per riaprire al meglio, oggi prepariamo una calda e avvolgente crema, buona e sana, naturalmente light con verdure di stagione come le Rape bianche lodigiane e i broccoli. Dei broccoli ve ne avevo tanto parlato qui, ortaggio meraviglioso, ricco di vitamina C, vitamina A, potassio magnesio, ferro e fosforo,  inoltre, come gli altri componenti della famiglia dei cavoli, è ritenuto un antitumorale poiché contiene betacarotene. Oggi quindi voglio presentarVi la RAPA, un ortaggio considerato poco sulla nostra tavola, ma davvero straordinario: ha un ottimo sapore ed è un vero toccasana per la nostra salute, per il nostro benessere e per la nostra bellezza. Oggi portiamo in tavola un nuovo amico, un nuovo alleato e scopriamo insieme tutte le sue proprietà e benefici: ortaggio ricco di acqua, fonte primaria di vita, miscelata a potassio, fosforo, ferro, magnesio, calcio, manganese e vitamine, tra le quali A e C. Le rape sono indicate per le donne perché contengono acido folico, di cui abbiamo bisogno soprattutto durante la gravidanza.  Essendo prive di glutine, sono perfette per tutte le persone celiache e chi soffre di intolleranza. Sono povere di calorie e ricche di fibre, aiutano a regolarizzare la digestione e grazie al grande quantitativo di antiossidanti,  sono perfette per contrastare i radicali liberi e quindi l’invecchiamento delle cellule. Sono invece sconsigliate per le persone affette da disfunzione della tiroide, perché contengono particolari composti che interferiscono con la ghiandola. Grazie alla rapa il nostro corpo rimane più sano, più giovane e il nostro aspetto è più radioso e brillante.

La Rapa è stata tradizionalmente un cibo dei tempi duri, perché resiste bene al freddo e si conserva fino al raccolta successivo. Sempre seconda la tradizione la rapa è priva di sapore, per questo è entrata in molti proverbi e modi di dire a indicare la vuotezza : “testa di rapa”, ecc…

Ora mettiamoci ai fornelli e prepariamo questo delizioso piatto, aromatizzato da curcuma e zenzero (così da aumentare i suo effetti benefici), perfetto per la stagione fredda… una ricetta confortante che ci fa più belle!

Ingredienti per due persone:

1 rapa bianca lodigiana grande
1 broccolo piccolo
brodo vegetale (carote, sedano, cipolla bianca)
1 cucchiaino di curcuma
2cm di zenzero fresco
olio evo q.b.
sale e pepe q.b.

20151102_164937

Lavate la rapa, tagliatela a tocchetti. Pulite il broccolo e dividete le cimette. Riunite le verdure in una pentola con il brodo vegetale e fate cuocere sino a quando non sono belle tenere. Scolatele e mettetele in una ciotola con un paio di mestoli di brodo rimasto nella pentola. Frullate il tutto con un mixer ad immersione ottenendo una bella crema. Se necessita, a vostro piacere, aggiungete altro brodo. Versate il tutto in una pentola, aggiustate di sale, unite le spezie, mescolate bene e fate riscaldare.

20151102_185358

La Crema è pronta, non vi resta che impiattarla, aggiungere un filo di olio evo a crudo e una generosa spolverata di pepe.

20151102_185622

I Cachi

I cachi sono tipici frutti autunnali che vengono raccolti a ottobre e novembre ancora acerbi e si lasciano maturare in un luogo asciutto. E’ un frutto ricco di zuccheri e fornisce 65 kcal ogni 100 g. Per questa loro ricchezza in zuccheri i cachi devono essere consumati con moderazione da chi è diabetico o in sovrappeso. Sono fonte di fibra, di vitamina C, beta-carotene e potassio.

untitled (9)

E’ energetico, ricostituente del sistema nervoso, del fegato e antibatterico nelle gastroenteriti. In Italia ne esistono diverse varietà, coltivate da nord a sud, ma il primato di “terra dei cachi” se lo aggiudica la Romagna, in particolare la zona di Faenza, con lo squisito “loto di Romagna”. I frutti hanno forma tonda, con una buccia sottile, liscia, di colore giallo-arancio. Di solito sono commestibili solo dopo che hanno raggiunto la sovramaturazione, quando la polpa è diventata molle, bruna e dolce. L’albero ha la caratteristica che quando il frutto è maturo non ha più le foglie.

images (4)

Esiste una varietà con polpa dura e croccante detta “cachi vaniglia” o “cachi mela”.

Immagini e Informazioni prese dal WEB

Le Castagne

La castagna è il frutto del castagno e deriva dai fiori femminili racchiusi da una cupola che poi si trasforma in riccio.

imagesM5ILO6LL

Come tutti gli alimenti di origine vegetale, le castagne sono prive di colesterolo. Inoltre sono una fonte importante di sali minerali, preziosi per la salute e sono un alimento ad alto valore energetico, utile in autunno e in inverno per recuperare le forze. Contengono fibre utili per l’attività intestinale e dal punto di vista nutrizionale le castagne hanno una composizione simile a quella dei cereali. Per questo per molto tempo le castagne sono state soprannominate “cereali che crescono sugli alberi”. Pur essendo simili a cereali come orzo o frumento a livello nutrizionale, le castagne non contengono glutine.

untitled (7)

Vengono consigliate in caso di anemia e sono una fonte di acido folico, la cui assunzione viene raccomandata in particolar modo alle donne in gravidanza. Contengono fosforo, che le rende un alimento utile per il sistema nervoso. Sono utili in convalescenza, ad esempio per anziani e bambini dopo un’influenza.

Immagini e Informazioni prese dal WEB

I Piselli

Il pisello (Pisum sativum) è una pianta erbacea annuale appartenente alla famiglia delle Fabaceae originaria dell’area mediterranea e orientale, hanno una radice poco profonda e un fusto che può raggiungere i due metri. I fiori sono bianchi, gialli o verdini, e i frutti sono baccelli che contengono i semi, verdi, sferici o dolciastri. Il raccolto avviene tra maggio e giugno. In Italia, il pisello è uno dei legumi conosciuti e utilizzati dall’epoca antica, e attualmente è molto coltivato nel nostro paese, in diverse varietà, appartenenti alle tipologie di piselli nani, semirampicanti e rampicanti, oltre alle taccole.
I piselli contengono Vitamina B (in quantità notevole), A e C, che però vengono neutralizzate con la cottura troppo prolungata. Tra i minerali presenti, quello in maggior quantità è il potassio, seguito da fosforo, magnesio, calcio, ferro, selenio e zinco.

images (32)

Il contenuto di acqua diminuisce col grado di maturazione e il suo posto è occupato dai carboidrati, circa 12 g ogni 100 g di piselli puliti. Le fibre sono il 4-6%: sono costituite da emicellulosa mentre, nei legumi maturi, si trove prevalentemente lignina insolubile, che ha un’azione stimolante sull’intestino. Anche il valore proteico è piuttosto alto (6 g per etto di prodotto): per questo i piselli, abbinati a dei carboidrati (riso, pasta), sono dei validi sostituti della carne.
Con una tale ricchezza di costituenti salutari, i piselli sono dei veri e propri integratori: rappresentano un alimento importante per rafforzare le difese naturali dell’organismo, sono antiossidanti, stimolano la diuresi e la corretta funzionalità e motilità intestinale e riequilibrano la funzionalità cardiaca.
I piselli aiutano a mantenere in buona salute l’apparato cardiovascolare attraverso un controllo dei livelli di colesterolo LDL (quello “cattivo”) che circola nel flusso sanguigno.

untitled (28)

In cucina i piselli sono estremamente versatili e se quelli freschi sono reperibili tra maggio e giugno, durante tutto il resto dell’anno sono disponibili in varie forme, da quelli in scatola a quelli surgelati a quelli secchi. I piselli freschi vanno scelti controllando che i baccelli siano duri e integri, ma non troppo grandi, poiché i semi troppo maturi possono risultare duri, necessitare di un maggior tempo di cottura e avere un sapore meno dolce. In frigorifero non si conservano per più di tre o quattro giorni.
Mettiamoci quindi in cucina e utilizziamo questa fantastica verdura di stagione per preparare deliziosi piattini!

Informazioni e foto prese dal WEB

Radicchio

La pianta del Radicchio, nome scientifico Chicorium Intybus, appartiene alla famiglia delle Composite, gruppo delle cicorie; le varietà di radicchio sono tre e precisamente: il radicchio rosso caratterizzato appunto da foglie di color rosso scuro, il radicchio variegato con foglie verde chiaro striate da venature di rosso ed il radicchio bianco.
Il radicchio, a seconda del periodo in cui si raccoglie, si definisce “precoce” o “tardivo”; il tipo precoce è caratterizzato da un sapore particolarmente dolce mentre il tardivo ha un retrogusto amarognolo. La varietà precoce viene raccolta nei mesi autunnali di ottobre e novembre mentre, la varietà tardiva viene raccolta da dicembre a febbraio.
Al gruppo del radicchio rosso appartengono i rinomati Rosso di Verona, Rosso di Treviso ed il Rosso di Chioggia.

images (27)

Il radicchio rosso contiene  potassio, ma anche magnesio, fosforo, calcio, zinco, sodio, ferro rame e manganese; contiene, inoltre, vitamine del gruppo B, vitamina C, vitamina E, vitamina K.

images (28)

Le proprietà del radicchio sono tante:

– è depurativo
– aiuta  la mobilità intestinale
– aiuta al digestione
– perfetto per chi soffre di diabete
– ottimo antiossidante
– combatte l’insonnia
– previene i fattori di rischio cardiovascolare
– aiuta a combattere i reumatismi e l’artrite
– è un ottimo alleato della pelle

Con solo 13 kcal in 100 grammi, il radicchio risulta un alimento ipocalorico che dà senso di sazietà ed è per questo che può essere utilizzato in qualsiasi dieta.
E allora diamoci da fare in questo mese di Febbraio e portiamo in tavola questa verdura, cerchiamo di farla gustare anche ai nostri piccoli, creando tante nuove ricette gustose e come sempre facili e veloci da fare!
Vi aspetto!

Immagini e informazioni prese dal WEB

Finocchio

Il finocchio (Foeniculum vulgare Mill.) è una pianta erbacea mediterranea della famiglia delle Apiaceae (Ombrellifere).
Si distinguono due varietà di finocchio:
– Il finocchio selvatico che è una pianta spontanea, perenne, dal fusto ramificato. Possiede foglie che ricordano il fieno, di colore verde e produce in estate ombrelle di piccoli fiori gialli. Seguono i frutti, prima verdi e poi grigiastri. Del finocchio selvatico si utilizzano i germogli, le foglie, i fiori e i frutti (impropriamente chiamati “semi”).

220px-Fennel_flower_heads

– Il finocchio coltivato (o dolce) che è una pianta annuale o biennale e si consuma la grossa guaina a grumolo bianco che si sviluppa alla base.

Finocchio

Il finocchio è originario del bacino mediterraneo ed attualmente viene coltivato un po’ ovunque; ha un sapore che richiama in qualche modo quello dell’anice.

È composto principalmente d’acqua,i minerali presenti sono il potassio ( in buone quantità ), il calcio, il fosforo, il sodio, il magnesio, il ferro, lo zinco, il manganese ed il selenio.Per quanto riguarda le vitamine troviamo: la vitamina A, alcune appartenenti al gruppo B e la vitamina C; il finocchio contiene olio essenziale al cui interno sono contenuti i principi attivi con le proprietà più rilevanti. Degna di nota la presenza di flavonoidi come l’ isoquercitrina e la rutina. Apporta pochissime calorie, per 100gr circa 15Kcal.

images (19)

Proprietà:

– digestive, evita la formazione di gas intestinali e contiene anetolo, una sostanza in grado di agire sulle dolorose contrazioni addominali;
– depurativo del fegato e del sangue;
– antinfiammatorio del colon;
– ottimo per calmare la tosse (è consigliata la preparazione di un decotto a base di foglie e semi che andranno bolliti per 3/4 minuti in tre quarti di litro d’acqua per poi essere zuccherato con miele);
– perfetto per aumentare al produzione di latte nelle neo mamme;
– allieva i dolori del ciclo mestruale;
– ottimo contro i sintomi della menopausa.

Mettiamoci ai fornelli per preparare tanti buoni piatti con questa meravigliosa verdura e utilizziamola al meglio per il nostro benessere fisico!

 

Immagini e informazioni prese dal Web

La Zucca

La Zucca appartiene alla famiglia delle Cucurbitacee , molto ricca di varietà che cambiano sia nella forma che nel colore. Il termine zucca deriva da “cocutia” (testa), poi trasformato in “cocuzza”, “cozuccae” e, infine, zucca. È originaria dell’America Centrale e i semi più antichi, ritrovati in Messico, risalgono al 7000-6000 a.C.
Insieme alla patata e al pomodoro, è stato uno dei primi ortaggi esportati dopo la scoperta dell’America.

images (42)

La zucca viene seminata in primavera e arriva a maturazione in agosto. Al momento dell’acquisto è importante che il prodotto sia fresco, ben maturo e sodo. Basta “colpirla” con le nocche della mano e verificare che emetta un suono sordo. Inoltre, il picciolo, inoltre, deve essere morbido e ben “attaccato” alla zucca e la buccia deve essere pulita e senza ammaccature.
E’ un ortaggio dalle molte virtù ed è un’ottima fonte di vitamine (A, B,E), di Sali minerali (calcio, fosforo, potassio, magnesio, ferro , selenio, sodio, manganese e zinco), di fibre e di aminoacidi come l’arginina, l’acido glutammico, l’acido aspartico e il triptofano.
Ricca di betacarotene , indispensabile per la formazione della vitamina A, la zucca è un ottimo antiossidante.

untitled (16)

Tutte queste proprietà fanno della zucca un alleato per la nostra salute:

– Ottimo diuretico e lassativo
– Contrasta l’acidità di stomaco e previene l’ulcera
– Protegge il sistema circolatorio
– Ottimo antinfiammatorio
– Contrasta l’azione dei radicali liberi rallentando l’invecchiamento cutaneo
– Adatta per chi soffre di ansia, di nervosismo e di insonnia
– Perfetto contro le infiammazioni della pelle (da scottature a pruriti)

La zucca oltre ad essere un alimento molto versatile in cucina, dai dolci ai salati, è ottimo anche nella cosmesi (non perdetevi le mie maschere per il viso che vi proporrò questo mese).

images (40)

Siamo a Novembre e questo sarà l’ortaggio del mese: gustose ricette, dolci e salate, come sempre approvate dalla mia ciurma, coloreranno la nostra tavola di arancione e ci coccoleranno in questo dolce autunno!
Vi aspettiamo
Manu & Ciurma

IMMAGINI PRESE DAL WEB