Archivi categoria: Salse, sughi e condimenti

Troccoli al pesto di piselli e nocciole: una splendida giornata

E poi ci sono quelle giornate in famiglia, con tanti bambini intorno, occhioni stupiti e meravigliosi che ti sorridono, mille coccole e chiacchere a cuore aperto con persone che ti conoscono dalla nascita. Ieri è stata una di queste giornate, io e mia cugina, i miei e i suoi pargoli insieme…. una splendida giornata! Torni a casa con il cuore più leggero da problemi e arricchito d’amore e improvvisamente questa gioia porta all’ispirazione in cucina e alla voglia di mettersi ai fornelli per preparare una deliziosa cena per la tua famiglia! Il piatto che vi propongo oggi  è nato proprio da questo e visto che i primi sono i preferiti dalla mia ciurma, non potevo che dedicarmi alla creazione di un ottimo piatto di pasta! In casa un formato di pasta nuovo, I Troccoli di Casa Milo, grandi spaghettoni quadrati di pasta fresca bio, perfetti per raccogliere un buon sugo.

20150717_115225

Nel congelatore un sacchettino di pisellini freschi, puliti e conservati, nocciole appena prese al supermercato (perché la frutta secca in casa non deve mancare mai), parmigiano 36 mesi e il basilico del mio piccolo orticello! Tutto ciò che volevo per poter preparare un pesto davvero eccezionale!

Ingredienti per 4 persone:

350gr di pasta (nel mio caso Troccoli freschi bio)
200gr di pisellini freschi
80gr di nocciole spelate
80gr di parmigiano 36 mesi (senza lattosio)
100gr di basilico fresco
olio evo q.b.
sale e pepe q.b.

Per prima cosa dovete lessare i pisellini freschi in acqua bollente per circa 20 minuti. Scolateli, metteteli nel bicchiere del mixer e aggiungete gli altri ingredienti: nocciole, il parmigiano a pezzetti e il basilico. Ora procedete come per il pesto classico: iniziate a frullare aggiungendo un pochino di olio per volta sino ad ottenere una bella cremina verde. Assaggiate e aggiustate di sale. Aggiungete una generosa grattugiata di pepe fresco e mettete da parte mentre cuoce la pasta che, una volta scolata, condirete con questo buonissimo pesto!

20150716_175546_001

L’aggiunta di altro formaggio è facoltativa… noi l’abbiamo gustata così: un pastasciutta buonissima, cremona, leggera e saporita; un pesto favoloso, dal sapore delicato che le bambine hanno apprezzato tantissimo, non rendendosi neanche conto che era fatto con i pisellini (adorati dalla piccola Greta, ma sempre difficili da portare in tavola a Serena).

20150717_120308

Provatela, provatela, provatela!!!

20150717_120321

Melitzanosalata (salsa Greca di melanzane): per la Rubrica My Ricettarium di Claudia

E’ stato fantastico quando Claudia del blog My Ricettarium mi ha annunciato che per questo mese di Luglio sarei stata io a dovermi cimentare nella preparazione della sua ricetta per la Rubrica ” tu come cucineresti… “  : la Melitzanosalata (qui trovate la versione di Claudia). Una salsa fantastica, che io adoro, non solo perché è una ricetta tipica Greca (una cucina che mi piace molto) ma perché l’ingredienti principale è la MELANZANA, une delle mie verdure preferite, che non manca mai, e ripeto MAI, nel mio frigorifero!
Regole semplici: nessun ingrediente poteva essere sostituito nella qualità ma solo nella quantità e si poteva scegliere il tipo di cottura della verdura. Così ecco la mia versione differente proprio nella scelta della qualità di alcuni ingredienti (cipolla rossa di tropea, limone di sorrento, aceto fatto in casa dal suocero), una dose maggiore di pomodoro, meno prezzemolo (perché ultimamente infastidisce Serena) e la cottura sul barbecue della melanzana!

Ingredienti:

2 melanzane lunghe
1/4 di cipolla rossa di Tropea
1 limone di Sorrento
5 cucchiaini di aceto di vino bianco fatto in casa
1 cucchiaino raso di zucchero
2 pomodori pachino
5 foglie di prezzemolo
sale e pepe q.b.
4 cucchiai di olio extravergine di oliva + altro da aggiungere alla fine
Olive nere e basilico per decorazione

Lavate le melanzane, dividete a metà, ungetele leggermente e mettetele sulla griglia del barbecue, 5 minuti dalla parte tagliata e poi giratele dalla parte della buccia. Nel frattempo frullate la cipolla con i pomodorini, lo zucchero, l’aceto, il prezzemolo, i cucchiai di olio e il succo del limone.
Quando la melanzana è pronta, mettetela in un vassoio, fate raffreddare e poi scavate la polpa che aggiungerete agli altri ingredienti nel mixer. Frullate il tutto sino ad ottenere una bella crema. Assaggiate e aggiustate di sale, abbondante macinata di pepe e altro olio (circa due cucchiai).

20150715_192539

Potete versare questa salsa in vasetti sterilizzati aggiungendo qualche oliva nera e conservarla in frigorifero, per poi portarla in tavola, proprio durante una bella grigliata come ho fatto io, insieme a fette di pane tostato: una libidine!

20150715_192523

20150715_192517

Con questa ricetta ho partecipato alla Rubrica di Cladia My Ricettarium

htzbf6

Spaghetti alla crema di Cipolle Rosse di Tropea: ma che bontà!

Rieccomi qui tra Voi, dopo un lungo e intenso week end, tra festeggiamenti in famiglia per il compleanno del mio papà (super grigliata in giardino)e l’esibizione serale di domenica di Serena con la sua scuola di ballo (bravissima)! Tanta gioia e divertimento, una super dose di affetto famigliare ma anche tanta stanchezza. Ieri mi sono dedicata totalmente al riordino di casa e giardino oltre ad un giro al mercato per riempire la dispensa. Così per cena, ho deciso di preparare un primo piatto semplice e veloce ma di una bontà unica: delle buonissime Cipolle Rosse di Tropea insieme a qualche dolce pomodorino hanno condito meravigliosamente dei semplici spaghetti senza glutine lasciando letteralmente tutta la ciurma, capitano compreso, a bocca aperta!
La Cipolla Rossa di Tropea è una delle nostre preferite, e a Serena in particolare piace tantissimo, ma non avevo mai pensato di prepararci una crema per condire la pasta. Ieri sera invece, avendo poco tempo a disposizione e sinceramente poca voglia di accendere i fornelli, ho pensato di usarla come condimento e devo ammettere di aver preparato un sugo da leccarsi i baffi!
Vi lascio la ricettina al volo e torno dalle mie pupe.. dimenticavo.. Vi aspetto domani con i nuovi ingredienti per la Raccolta “L’Orto del bimbo intollerante” di Luglio!

Ingredienti per 4 persone:

320gr di spaghetti senza glutine Garofalo
4 cipolle rosse di Tropea
20 pomodorini perini
1 bicchiere di vino bianco secco
basilico fresco
olio evo q.b.
sale q.b.
peperoncino (facoltativo)

In una padella con due cucchiai di olio evo mettete i pomodorini a pezzetti e la cipolla rossa di tropea tagliata ad anelli. Fate cuocere per un paio di minuti, aggiungete il vino bianco e fate stufare per 10/15 minuti sino a quando la cipolla non è trasparente e bella morbida.

20150623_172558

Aggiustate di sale e unite il basilico fresco.
Una volta pronta, fate raffreddare leggermente e con l’aiuto di un mixer ad immersione frullate bene il tutto, creando una crema.

20150624_182445

Nel frattempo cuocete la pasta in abbondante acqua salata in ebollizione, scolatela e fatela saltare nel tegame del sugo, aggiungendo se serve un pochino di acqua di cottura.
Servite con un giro di buon olio evo e a piacere una spolverata di peperoncino tritato!

20150624_191646 A domani!

Spaghetti al pesto di pecorino con fiori di zucchine e zucchine: la spesa fatta dai bambini

Martedì 19 la mia piccola Greta ha compiuto 3 anni: da quel giorno un’ondata di gioia ha abbracciato tutti noi come mai avrei pensato. Il suo sorriso simpatico sempre presente e la sua dolcezza rendono le mie giornate meno pesanti e un suo piccolo bacio seguito dalle dolci parole “mamma sei la mia gioia” riempiono completamente il mio cuore. Dopo questa dichiarazione d’amore di mamma, torniamo a parlare della ricetta che vi propongo oggi. Proprio martedi, durante il nostro giretto in bicicletta, siamo passati davanti ad un bottega di frutta e verdura e in vetrina c’erano alcune cassette di bellissimi fiori di zucca. Obbligo fermarsi: Greta li voleva assolutamente! Così la piccola principessa ha fatto la SUA spesa e, vista la giornata importante dedicata interamente a lei, per pranzo ho portato in tavola come da sua richiesta quei meravigliosi fiori di zucchina. Per rendere il piatto di pasta (per noi ho usato la pasta senza glutine) ancora più gustoso e appetibile alla mia piccola festeggiata, ho preparato un pesto molto particolare, al pecorino, formaggio che noi amiamo moltissimo. Ricetta buonissima e semplicissima, che ha regalato alla mia piccolina un sorriso ancora più grande sul viso e naturalmente ha ripulito il piatto alla perfezione! I festeggiamenti in famiglia sono continuati sino a sera, con una buonissima torta al cioccolato a forma di orsetto

20150519_165325

e i festeggiamenti continueranno Sabato con una super festa con i suoi amichetti!

Eccovi la ricettina di oggi!

Ingredienti per 4 persone:

320gr di Spaghetti (per noi Farabella senza glutine)
10 fiori di zucchina con la loro zucchina attaccata
1/2 bicchiere di vino bianco
1 cucchiaino di curcuma
2 cucchiai di olio evo
sale e pepe q.b.

200gr di pecorino romano DOP
30 foglie di basilico fresco
1 cucchiaio di pinoli
1 cucchiaio di latte di riso
sale e pepe q.b.
olio evo q.b.

20150514_110522

Staccate i fiori dalle loro zucchine, apriteli, togliete il picciolo interno delicatamente, lavateli e asciugateli bene e tagliateli a striscioline. Lavate le zucchinette e tagliate anch’esse a striscioline. In un tegame con due cucchiai di olio fate rosolare con un cucchiaino di curcuma le zucchine, sfumate con 1/2 bicchiere di vino bianco e fate ammorbidire.

20150515_114117

Unite i fiori, aggiustate di sale e pepe, lasciate sul fuoco 1 minuto e poi spegnete il fuoco.

20150515_114704

Nel bicchiere del mixer unite il pecorino, il basilico, i pinoli, il latte e iniziate a frullare aggiungendo olio a filo, sino ad ottenere un pesto. Assaggiate e aggiustate eventualmente di sale e impepate.
Mettete l’acqua sul fuoco, quando bolle salate e versate gli spaghetti. Scolateli al dente, conditeli con il pesto di pecorino e aggiungete una parte del condimento di zucchine e fiori. Impiattate e decorate con altro condimento e per noi grandi con una ulteriore generosa macinata di pepe!

20150515_122557 Vi assicuro che è fantastica e il pesto di pecorino non copre assolutamente il sapore delicato dei fiori di zucchina e delle zucchine! Che dirvi di altro …  a me e Greta ha fatto impazzire!

20150515_122618

Roast beef con salsa alla senape e verdure all’agro: hello!

La cucina inglese, anche se non è una delle mie preferite, ha qualcosa che mi affascina. I dolci, golosi e burrosi, hanno un profumo e un aspetto fantastico; le “pesanti” colazioni sono veri e propri pranzi e salsine di ogni tipo accompagnano tagli di carne diverso e pesce. Ma c’è un piatto che amo particolarmente ed è proprio a base di carne: il roast beef! Io, che come ben sapete non amo particolarmente la carne, la adoro cotta in questo modo, potrei mangiarla tutti i giorni. Così, dopo una telefonata con mio cugino, che ormai da 20 anni vive a Lancaster e ha un ristorante italiano, una lezione d’inglese di Serena sui piatti tipici anglosassoni, che lei adora (ricordo ancora il viaggio dell’anno scorso a Londra… l’unica cosa che le mancava era la pasta) e una articolo su Sale & Pepe di Maggio che trattava proprio di questi tipi di carne, ho deciso di prepararlo.  Il taglio di carne che utilizzerete è importantissimo: si usa di solito la lombata, la parte posteriore del manzo e la carne deve essere bella soda e di un colore rosso vivace.  Il mio consiglio è di affidarvi ad un buon macellaio! Questa volta ho voluto provare la cottura al forno senza la classica “crosta di sale” e grazie ai consigli del cugino, ho ottenuto una carna tenerissima e succosa. Di certo non può mancare una salsina di accompagnamento: mi sono buttata sui miei cari semini di senape, sia gialli che neri e ho creato una salsina meravigliosa, leggermente piccante sulla punta della lingua. Il tutto accompagnato da alcune verdurine in agrodolce che ho preparo prendendo spunto dalla ricetta sulla rivista. Basta chiacchere: we run the kitchen… it’s time to cook!

Ingredienti:

per la carne:
1kg di roast beef (lombata)
rosmarino
timo
pepe
1 bacca di ginepro
1 cucchiaio di semi di senape gialla
olio evo q.b.
1/2 bicchiere di vino

per la salsa:
15 filetti di acciughe
1 cucchiaino di semi di senape gialla
1 cucchiaio di semi di senape nera
1 cucchiaio di aceto di mele
1 cucchiaio di maionese vegana home made
prezzemolo fresco q.b.
olio evo q.b.

per le verdure:
4 ravanelli
3 carote
2 cipolline rosse di tropea
1 peperone rosso corno
1 cucchiaio di zucchero di canna
1 bicchiere di aceto di mele
2 bicchieri di acqua
sale q.b.

Iniziamo con la carne: riunite tutte le erbe aromatiche ben lavate in un mixer insieme ai semi di senape, un pizzico di pepe e tritate. Ungete bene la carne, ricopritela con il trito ottenuto e lasciatela riposare mezz’ora. Mettete un cucchiaio di olio in una padella e fate rosolare la carne a fiamma vivace su tutti i lati. Quando la superficie è bella croccante, spostate la carne in una teglia calda, salate leggermente e infornate in forno preriscaldato a 220°. Dopo 5 minuti sfumate con il vino bianco e rimettete in forno. Trascorsi altri 15 minuti circa, bagnate la carne con il sughino che si sarà formato nella teglia e ricoprite con un foglio di alluminio. Lasciate cuocere ancora per 15 minuti. Estraete la teglia, avvolgete la carne nel foglio di alluminio e lasciate riposare (in questo modo la carne rimane bella morbida).

20150429_180127

Prepariamo le verdure: fate bollire l’aceto con l’acqua, lo zucchero e un pizzico di sale in un tegame. Appena inizia a bollire tuffate tutte le verdure, che avrete precedentemente lavato, pulito e tagliato ( i ravanelli in 4 parti, le carote a strisce, i peperoni a falde e le cipolle a spicchi). Fate cuocere per 10 minuti, scolatele e fatele raffreddare. Conditele poi con olio, un pizzico di sale e maggiorana.

20150429_180103

Per la salsa: mettete nel mixer le acciughe, le fogli di prezzemolo ben lavate, i semi di senape, l’aceto e la maionese vegana. Iniziate a frullare e aggiungete solo alla fine un pochino di olio per legare meglio.

20150429_174723

Riprendete la carna ormai fredda e tagliatela a fette sottili: io ho l’affettatrice e per questo sono agevolata, ma potrebbe andare bene anche il classico coltello elettrico o un buon coltello molto ben affilato.
Ora non vi resta che comporre il piatto singolo oppure portare in tavola il roast beef su un vassoio, accompagnato dalla sua ciotolina di salsa e dalle verdure all’agro!

20150429_175750

Casarecce con pesto di broccoli e stracchino (senza lattosio): il tempo vola

Ultimamente il tempo vola… si arriva a sera in un batter d’occhio e non riesco mai a fare tutto ciò che mi sono prefissata per la giornata! Perché?? Eppure non mi fermo un attimo se non 10 minuti per il pranzo! Lunedi, come ogni inizio di settimana, la nave ha ripreso il suo viaggio e dopo aver impostato la rotta mi sono “buttata” nelle pulizie post week end, riordino della cambusa e una montagna di panni da stirare che tra una cosa e l’altra, finisco di sistemare all’ora di cena! Quindi stimoliamo la fantasia e prepariamo un piatto veloce e gustoso e la pasta è la migliore soluzione in questi casi. Domenica avevo lessato dei broccoli, così ho pensato di condirci la pasta preparando un sughino diverso dal solito: qualche foglia di basilico, pinoli, un buon olio evo ed ecco un delicatissimo e gustoso pesto di broccoli. L’aggiunta dello stracchino è stata un’idea geniale di Serena, che ha reso questo pesto ancora più cremoso e vellutato!
Vi lascio la ricetta al volo… stamattina abbiamo attraccato …  bisogna andare al mercato per far scorta di viveri!

Ingredienti per 4 persone:

320gr di pasta formato caserecce (per me senza glutine)
1 broccolo piccolo lessato
15 foglie di basilico
30gr di pinoli
1/2 confezione Stracchino senza lattosio Granarolo3
olio evo q.b.
sale q.b.

Mettete nel bicchiere del mixer il broccolo, con il basilico, i pinoli e iniziate a frullare aggiungendo un pochino di olio. Quando avrete raggiunto la consistenza di una crema, assaggiate, aggiustate di sale e unite lo stracchino amalgamando il tutto con l’aiuto di un cucchiaio: il sugo è pronto, ora non vi resta che scolare e condire la pasta con questo favoloso pesto!

20150219_193207

20150219_195033

Ecco un altra ricetta per presentare in tavola il broccolo ai bambini: successo assicurato, 100% approvato dalla ciurma!

20150219_195121

Crema di barbietole: prima volta in tavola

Questo mese per me è una vera prova in cucina: le barbabietole in casa le mangio solo io! Mauro, per primo, non le ha mai mangiate in vita sua, la prima volta che le ha viste è stato quando siamo andati a convivere. La sua faccia nel vedere questa strana insalata in tavola è stata pazzesca, rido ancora al pensiero. Greta non le ha ancora assaggiate e a Serena non piacciono proprio. Così ho deciso di mettermi alla prova: questo mese la barbabietola conquisterà la ciurma!!!
La prima ricetta che propongo e che ha avuto un enorme successo in famiglia è stata la crema di barbabietole. Avendo ancora a disposizione tanto buon basilico fresco che l’orto mi regala ogni giorno, ho pensato di combinare i due ingredienti, aromatizzare con noce moscata, e creare una deliziosa crema per condire la pasta, piatto amatissimo dalla ciurma. Bè, devo dire che il risultato è stato sorprendentemente piacevole: una vellutata crema, profumatissima di basilico, dal gusto delicatamente dolce perché bilanciato dalla presenza del pecorino, di un color rosa acceso meraviglioso.
I Paccheri di Gragnano hanno fatto da spalla a questo insolito pesto e sono stati divorati da tutti, compresa la sottoscritta che ha provato a reinserire il glutine. Vedere la ciurma far la scarpetta … bè che dire: grandi soddisfazioni!! Non voglio dilungarmi troppo, vi lascio subito la ricetta e restate con noi… la favola continua e si tinge di viola!

Ingredienti:

500gr di barbabietole cotte al forno
30 foglie di basilico rosso e verde
20gr di pinoli
20gr di mandorle
1/2 cucchiaino di noce moscata grattugiata
30gr di pecorino
olio evo q.b.
sale q.b.

Sbucciate le barbabietole e mettetele in una ciotola, unite il basilico, pinoli e mandorle, pecorino e noce moscata e iniziate a frullare il tutto aggiungendo piano piano l’olio fino ad ottenere una crema vellutata.

20140812_110944

Assaggiate e regolate di sale. versate in vasetti, ricoprite con un filo di olio e chiudete!
Potete conservare per un paio di giorni in frigorifero oppure anche congelare.
Provate, è buonissima!

20140812_111428