Archivi categoria: Marmellate, confetture, olio aromatici, miele, burri aromatizzati, liquori e conserve varie

Liquore alla Menta, Anice Stellato e Pepe di Jamaica

Per la nostra Rubrica “L’Angolino del Papà” del Venerdì, ho pensato di proporvi un delizioso liquore, perfetto per la stagione estiva alle porte. La mia Menta è più rigogliosa che mai, e dopo il grande successo del Liquore alla Menta Glaciale, che vi avevo postato la scorsa estate, ho voluto preparalo ma in una versione più aromatica, con l’aggiunta di Anice Stellato e Pepe di Jamaica. Risultato fantastico, un profumo meraviglioso e un gusto dolce e fresco che ha conquistato il papà di casa, amante di questi liquori digestivi alle erbe. Ricetta molto semplice, con pochi e buoni ingredienti!

Ingredienti:

400ml di alcool
30 foglie di menta
2 anice stellato
6 grani di pepe di Jamaica
800ml di acqua
300gr di zucchero di canna integrale

Per prima cosa pulite le foglie di menta, lavandole e asciugandole con un panno. Mettetele sul fondo di un barattolo sterilizzato, unite l’anice e il pepe e ricoprite con l’alcool. Chiudete il barattolo e lasciate riposare per 15 giorni.

20150509_173519

Fate scaldare l’acqua in un pentolino e quando inizia a bollire aggiungete lo zucchero, mescolate bene e fate sciogliere. Spegnete, fate raffreddare e unitelo all’infuso di menta e alcool filtrato. Mescolate e travasate il liquore ottenuto nelle bottiglie.

20150520_203251

Mettete in frigorifero e attendete una settimana prima di consumare.

20150521_085615

Il colore verde scuro è accentuato dalla presenza dello zucchero di canna, se usate uno zucchero normale avrete un colore verde più acceso!

20150521_085638

Liquore al cioccolato, vaniglia e peperoncino

Come ogni Venerdì oggi Vi propongo una ricetta fantastica per la Rubrica “L’Angolino del Papà”. Il mese scorso i miei amici del blog Il Soffio di Zeffiro hanno pubblicato una super ricetta “Il Liquore al cioccolato”. Ho deciso subito di prepararlo apportando qualche modifica tra cui renderlo senza lattosio (così anch’io posso gustarlo senza problemi) e leggermente piccante: quanto amo l’abbinamento cioccolato-peperoncino! Che posso dirVi… il nostro papà di casa ha apprezzato tantissimo e anche gli ospiti che in queste settimane sono venuti a farci visita! Ecco la semplice ricetta!

Ingredienti:

300gr di cioccolato fondente Venchi senza lattosio
100ml di Alcool puro al 95%
200gr di zucchero Zefiro
600ml di latte di soia alla vaniglia
1 stecca di vaniglia
400ml di panna fresca senza lattosio
1/2 cucchiaino di peperoncino in polvere

Incidete la stecca di vaniglia, prendete i semi e metteteli in un pentolino con metà del latte. Fate riscaldare e poi unite il cioccolato a pezzetti e il peperoncino. Con l’aiuto di una frusta mescolate bene facendo sciogliere il tutto, unite ora lo zucchero, la panna e il latte restante. Portate ad ebollizione, spegnete il fuoco e lasciate raffreddare. Quando è completamente freddo unite l’alcool e mescolate bene tutti gli ingredienti. Ora potete imbottigliare e conservare in frigorifero!

20150415_123448

gradite assaggiarne un bicchierino?

20150415_123547

20150415_123625

Marmellata di Mandarini e Timo: solo per me!

La ricetta di oggi è una new entry nella mia dispensa, una nuova marmellata, nata dal mio amore per i mandarini: li adoro, il loro profumo, il loro gusto dolce/aspro, ne mangio a quantità industriali. Come poterli gustare anche fuori stagione? Non potevo che preparare una buona marmellata. Così ho chiesto a papà di procurarmi una cassetta di buoni mandarini e dopo averli selezionati con cura mi sono messa all’opera. Ho voluto profumarla ancora di più e ho aggiunto una delle erbe aromatiche che più utilizzo e più amo: il timo!
Posso solo dirvi che nel lungo week end dell’Immacolata abbiamo mangiato un vasetto da 250gr spalmata sui biscotti o su fette di pane tostato: buonissima!

Ingredienti:

2kg di mandarini bio
il succo di 2 limoni
6 rametti di timo
600gr di zucchero

Lavate i mandarini con l’aiuto di uno spazzolino morbido e metteteli in una casseruola con i rametti di timo puliti. Copriteli di acqua fredda e fate cuocere dal momento dell’ebollizione 20 minuti a fuoco dolce. Scolateli insieme ai rametti di timo, conservate l’acqua di cottura e fate raffreddare. Dividete i mandarini a metà e tagliateli a fettine sottili (attenzione al succo, va tenuto), mettendo da parte i semi, racchiudeteli in una garza e legate ben stretti. Prendete i rametti di timo e staccate gli aghetti piccolini che metterete insieme ai mandarini.
Prendete 1400 ml circa dell’acqua dei mandarini, versatela in una casseruola e unite lo zucchero mescolando sino a quando non sarà sciolto, poi aggiungo il succo di limone, la garza dei semi e i mandarini tagliati con il loro succo e il timo. Fate cuocere a fuoco vivo per 20/30 minuti circa, eliminate la schiuma che si forma in superficie e mescolate ogni tanto. La marmellata è pronta, fate la solita prova mettendo un pochino di marmellata su un piattino, attendete qualche secondo e poi capovolgete. Se rimane ferma e non scivola, è pronta. Eliminate il sacchettino con i semi, frullate una parte della marmellata con un mixer ad immersione, invasate subito a caldo e chiudete i barattoli.

20141201_165206

Attendete qualche giorno e poi affondate il cucchiaino nel barattolo e gustate questa delizia!

20141201_165152

Marmellata di Pere e Camomilla: così per caso … un sogno!

La zona marmellata nella dispensa è ancora mezza vuota. Dopo aver soddisfatto i palati di noi grandi con la marmellata di pere, peperoncino e cannella, che vi ho presentato ieri, oggi vi racconto la ricetta di questa nuova delizia nata per caso proprio ieri sera. Una marmellata unica nel profumo e nel sapore, che con tutto il mio amore ho preparato per i due marinai più importanti di questa ciurma: le mie monelle!
Una dolce abitudine di tutta la ciurma è la tisana prima di andare a letto: tutti sotto coperta al calduccio e tra le mani una tazza calda e fumante dai vari profumi e sapori. Dalla semplice camomilla, a quella aromatizzata alla vaniglia, dalla tisana rilassante alla lavanda e tiglio, a quelle digestive con menta e finocchietto o altre erbe.
Ieri sera la camomilla ha fatto da padrone per tutta la ciurma: il profumo di questi fiori secchi messi in infusione è qualcosa di magnifico. Si, io non compro quella in bustina da quando anni fa, mio suocero, coltivava la camomilla e ogni anno mi preparava i vasetti. I suoi problemi di salute non gli permettono più grandi sforzi nell’orto, così mi procuro la camomilla sfusa nella mia erboristeria di fiducia. Che posso dirvi… il sapore è diverso da quella confezionata.
Come sempre preparo le marmellate la sera: metto la frutta sul fuoco e mentre cuoce faccio addormentare le bimbe. Stavo sbucciando le pere per preparare una marmellata classica, quando Serena mi si avvicina con in mano la tazza calda di camomilla: il suo profumo abbinato a quelle delle dolci pere che avevo in mano mi ha fatto subito scattare la scintilla. Se avevo aromatizzato la marmellata di Mele con l’infuso di lavanda perchè non usare la camomilla con le pere? Ecco qui la mia nuova marmellata, così per caso. Preparata, invasata e pronta per la colazione di stamattina. Si certo, io e Mauro ci siamo deliziati assaggiandola subito ieri sera, ma il vero parere dovevano darlo le due principesse che, stamattina alle 07.00, hanno svuotato mezzo barattolo spalmandola sui biscotti secchi.
Profumo intenso di camomilla, dolcezza unica e delicata della pera: una marmellata da sogno!

Ingredienti:

500gr di pere abate
2 cucchiai di camomilla
1 bicchiere di acqua
1/2 limone succo
100gr di zucchero di canna

20141104_113837

In un pentolino mettete l’acqua e quando bolle spegnete il fuoco e lasciate in infusione la camomilla per 15 minuti.
Nel frattempo pulite le pere, sbucciatele, togliete il torsolo e tagliatele a pezzetti. Mettetele in una tegame con il succo dei limone, aggiungete l’infuso di camomilla filtrato e fate cuocere per circa 1 ora. Quando le pere si saranno cotte schiacciatele grossolanamente con una forchetta oppure se preferite una marmellata più vellutata usate un frullatore ad immersione. Unite a questo punto lo zucchero, mescolate bene e proseguite la cottura sino a quando non avrete ottenuto la giusta consistenza (varia dal tipo di pera, io ancora 30 minuti): mettete un pochino di marmellata su un piattino, attendete un minuto e girate il piattino sottosopra. Se la marmellata non cade è pronta.
Invasate a caldo, chiudete i barattoli e fate raffreddare. Conservate in un luogo fresco.

 20141104_130558

sui biscotti secchi è una vera goduria

20141104_130708

Con questa ricetta partecipo al Contest “La mia marmellata di Cucina con Xeno”

contenst banner

Marmellata di Pere, Peperoncino e Cannella: un’esplosione di bontà!

Almeno una volta al mese preparo marmellate e confetture varie con la frutta di stagione, qualcuna la regalo, altre sono la nostra coccola in tavola, sia per la colazione e la merenda, sia come accompagnamento a formaggi e carni. Una delle ultime che ho preparato è stata proprio quella che vi propongo oggi: pere e peperoncino. L’approvazione è arrivata non solo dalla ciurma, ma anche da parenti e amici, che hanno deliziato i loro palati durante l’ultima grigliata della stagione. Eh si, perché un cucchiaio di questa meravigliosa marmellata sopra una fetta di carne alla griglia è qualcosa di magico: dolce e piccante in una esplosione di bontà! Ieri mi sono accorta di averla finita tutta e visto che avevo comprato un pezzo di lesso, una delle carni preferite da Mauro, ho pensato di rifarla subito: già mi immaginavo questa buonissima salsina sopra un pezzettino di questa carne che si scioglie in bocca! Ho voluto azzardare un’aggiunta: una stecca di cannella e mai, dico mai, una marmellata è stata così buona e profumata! Mauro e Serena hanno voluto subito assaggiarla su un pezzettino di pecorino stagionato: il loro sguardo godurioso è impresso nella mia mente. Quante cose buone si possono fare con pochi e semplici ingredienti è una delle cose che amo della cucina: un’altra Favola è in tavola, rossa, profumata e dolce … godetevela fino all’ultima parola!

Ingredienti:

1kg di Pere
1 stecca di cannella
10 peperoncini rossi tondi
1 peperone rosso
300gr di zucchero di canna
1/2 succo di limone
1/2 bicchiere di acqua
acqua

Pulite i peperoncini, tagliateli a metà e tirate via un po’ di semi altrimenti la marmellata sarà eccessivamente piccante, divideteli a pezzetti e metteteli in una casseruola. Unite le pere sbucciate e tagliate a cubetti, la stecca di cannella, il peperone a pezzetti e il succo di mezzo limone.

20140919_180016 - Copia

Accendete la fiamma e iniziate a cuocere per una decina di minuti mescolando. Unite lo zucchero e l’acqua, abbassate la fiamma e lasciate cuocere per 50 minuti, mescolando spesso e controllando se eventualmente serve ancora qualche cucchiaio di acqua. Quando i peperoncini e i peperoni sono morbidi frullate grossolanamente il tutto con l’aiuto di un frullatore ad immersione. Tirate via con una schiumarola l’eventuale schiuma che si forma in superficie e fate la prova per vedere se la marmellata ha raggiunto la giusta consistenza ( mettete una goccia di marmellata su un piattino e dopo un minuto capovolgetelo: se la goccia non scivola la marmellata è pronta). Invasate a caldo, chiudete i barattoli e una volta raffreddata potete conservarla, possibilmente in un luogo fresco.

20140919_201613

Cosa aspettate? Preparatela subito, è deliziosa!

20140920_084226

Con questa ricetta partecipo al contest “La mia Marmellata” di Cucina con Xeno.

contenst banner

Burro all’olio di oliva evo e margarina vegetale home made

Finalmente riesco a presentarvi queste due  ricette a cui sono ormai legata da qualche mese: un burro vegetale con olio di oliva evo,  che uso per tutti i dolci soffici a lievitazione e una margarina vegetale per le frolle.
Non sono mai stata una grande amante del burro, quindi ho sempre optato, in alternativa al mio adorato olio di oliva evo, per la margarina. Come voi sapete quasi tutte quelle in commercio contengono l’ormai famoso olio di palma, che fa molto male alla salute. Vi riporto qui un articolo di Mauro del blog Mangia di testa dove si parla proprio dell’olio di palma e di tutti i prodotti che non lo contengono.
Torniamo alla ricetta: ne troverete un’infinità in rete, sia in siti vegani che non. Io dopo svariati esperimenti ho optato per queste due versioni del blog Veglifechannel: ho solo velocissime, facili e che rendono i miei dolci una favola. Ho fatto solo un paio di modifiche a mio gusto, ma vi lascio entrambe le versione. La consistenza naturalmente non è quella del burro ma bensì di una maionese molto molto densa.

Passiamo alle ricette

BURRO VEGETALE ALL’OLIO DI OLIVA (dose per 120gr di burro)

50ml di latte di soia freddo da frigorifero
100ml di olio evo
1 cucchiaio di aceto di mele (originale prevede il succo di 1/2 limone)
2 pizzichi di sale

Nel frullatore mettete l’olio e il latte e iniziate a frullare, unite poi l’aceto e il sale.
Il burro è pronto e si conserva circa 4 giorni.

20141015_175821

MARGARINA VEGETALE (dose per 100gr)

30ml di olio evo                       Versione originale 20ml di olio evo + 50ml di olio di riso
40ml di olio di mais
25gr di acqua
8gr di lecitina di soia

Fate sciogliere la lecitina di soia nell’acqua e poi riponete in frigorifero per almeno 30  minuti20141016_134308
Trascorso il tempo unite tutti gli ingredienti e frullate: il composto risulterà piuttosto liquido rispetto al burro.

20141016_160604

Marmellata di Mela e Lavanda: la pace dei sensi!

La mia passione per Marmellate, Confetture e ogni genere di conserva è ormai risaputa a voi e a tutte le persone che mi sono attorno. Amo provare accostamenti sempre nuovi e la ciurma, amante di queste preparazioni per mia fortuna, è un ottimo giudice. Marmellata di mele: una delle prime confetture preparate con questo frutto ricco di pectina e quindi perfetto per queste ricette. L’anno scorso Marmellata di Mela e Cannella ha spopolato in casa e tra amici e parenti. Quest’anno volevo cambiare, dare un nota particolare e meno scontata a questa deliziosa preparazione. Il mese appena passato è stato molto duro, tanti pensieri e impegni ci hanno accompagnato e spesso sorrisi forzati sono apparsi sui nostri visi perchè le bambine hanno sempre bisogno di pace e serenità. Il week end appena trascorso è stato un toccasana per me e Mauro, spenti i cellulari, ci siamo dedicati a noi e alla nostra famiglia nel totale relax. Sistemare il mio piccolo angolo di paradiso con le mie erbe aromatiche e le poche verdure rimaste è una terapia rilassante per me, il contatto con la terra è qualcosa di magico. Il profumo della mia meravigliosa lavanda mi ha accompagnato tutto il tempo: amo questa pianta, il suo profumo e questi minuscoli e bellissimi fiori lilla. Il mio mobiletto di creme è pieno di prodotti bio naturali con questa essenza: shampoo, bagnoschiuma, olio essenziale, creme viso e creme corpo! Qualche goccina la sera nella vasca del bagno delle bimbe, gli assicura un sonno pacifico e una spruzzata di acqua di lavanda sui cuscini vi porterà direttamente nelle braccia dolci di Morfeo.
Perché dunque non usarla in cucina nella preparazione di questa marmellata? Detto, fatto!
Mi piacerebbe tanto farvela assaggiare: una cremosità e consistenza unica e un profumo meraviglioso che vi farà raggiungere la pace dei sensi!
Proprio questo profumo che riempiva la casa, ha portato in cucina Serena e Greta, che hanno voluto subito assaggiare: ne sono rimaste incantate e con il cucchiaino hanno ripulito il fondo del tegame. Ottima al naturale sopra una fetta di pane caldo o con dei semplici biscotti e quel tocco in più in qualsiasi dolce: provatela!
Il mese di Ottobre è arrivato e i colori dell’autunno dipingono il mondo intorno: questa meravigliosa ricetta accompagnerà la nostra Favola in tavola alle porte del freddo inverno, coccole, calore e pace, quello che ci serviva.

Ingredienti:

500gr di mele
succo di 1 limone
10 spighe di lavanda
125gr di acqua
250gr di zucchero di canna

IMG-20140328-WA0009

Per prima cosa bisogna preparare un infuso alla lavanda: in un pentolino mettete l’acqua bollente e unite le spighe di lavanda ben pulite e, mi raccomando, di sicura provenienza. Lasciate in infusione per 40/50 minuti.

20140922_093919

Sbucciate le mele, fatele a pezzetti e mettetele in una casseruola con un dito di acqua e fate cuocere a fuoco lento sino a quando non saranno morbide. A questo punto potete sceglierle se passarle al passaverdure o frullarle oppure, come ho fatto io, lasciarle così e limitarmi a schiacciarle con la forchetta ogni tanto durante la cottura. Unite l’infuso di lavanda, lo zucchero e il limone e fate cuocere sino a quando la marmellata non avrà la giusta densità (con un cucchiaino provate a prendere un pochino di marmellata e metterla su un piattino, capovolgetelo e se rimane ferma è pronta).

20140922_101827

20140922_110009

Invasate a caldo, chiudete e fate raffreddare.

20140922_105951

Conservate in un luogo fresco e buio e lasciate riposare per qualche giorno prima di consumare!

20140922_122627

20140922_122903