Archivi categoria: Raccolta “L’Orto del Bambino intollerante”

Vincitore di Ottobre per la Raccolta “L’Orto del bimbo intollerante”

Come è volato questo primo mese di Autunno, sembra ieri che aprivo le porte ad una nuova Raccolta “L’Orto del bimbo intollerante” con la mia amica e socia Leti di Senza è buono: tantissime ricette, una più colorata e gustosa dell’altra, hanno arricchito questa nostra iniziativa. Ingredienti come sempre di stagione: zucca, castagne, cachi e uva.

images (9) untitled (6) untitled (9) images (5)

E quale intolleranza avevamo scelto? LE UOVA!

untitled (12)

Tiriamo un po’ le somme: la più gettonata è stata, come ci si aspettava, la nostra amata ZUCCA. Guardate un po’ quante ricette meravigliose, gustose e semplici ci hanno regalato le nostre partecipanti!

immagini raccolta ottobre zucca 2

immagini raccolta ottobre zucca 1

immagini raccolta zucca 3a

Al secondo posto troviamo le CASTAGNE:

immagini raccolta ottobre castagne 1

immagini castagne CHE DOLCI DA PAURA VERO? DA LECCARSI LE DITA!

E poi ecco i CACHI, un frutto particolare che però ha stimolato la fantasia delle nostre amiche

ricette cachi 1
DESSERT AL CUCCHIAIO DA RISTORANTE!

L’ingrediente più snobbato della Raccolta è stata l’UVA, una sola ricetta arrivata, ma guardate un po’ che piattino: pesce, precisamente Merluzzo abbinato all’uva!

untitled (11)

Fantastico Vero?!

E ora siamo giunti al momento clou … chi sarà mai il vincitore? Non voglio dilungarmi come sempre, ma voglio precisare che questo mese più che mai TANTISSIME ricette che hanno partecipato sono arrivate sulla mia tavola: eh si, mi sono sbizzarrita nel provarne alcune, quelle che ad occhio avevano più incuriosito la mia ciurma. Quindi, dopo essermi consultata con  Leti e family e con le vincitrici del mese scorso, Michela “MAMMAVEG” , che anche se fuori gara, ci ha voluto regalare una deliziosa Torta con uva fragola, e Ilaria, abbiamo deciso che …

vincitrice

Stefania ci ha regalato una ricetta semplice, dal gusto unico. Una quiche sana, dai colori e sapori autunnale,  con una base di pasta brisè eccezionale, fatta con farine naturalmente senza glutine, pertanto ricetta adatta ai nostri bimbi intolleranti al glutine e a tutti i celiaci. Un ripieno cremoso, gustoso e leggero, senza uova come da regolamento del mese, con formaggio di capra che ha perfettamente bilanciato il “dolce” della zucca, spesso non amato dai bambini nelle preparazioni salate. Che dirvi di altro? Io l’ho replicata, perfettamente uguale e la mia ciurma  ha apprezzato tantissimo, chiedendo addirittura il bis! E se si riscuote successo tra i bimbi … allora la ricetta è Vincente!

Ma non finisce qui! Abbiamo deciso di premiare con una MENZIONE D’ONORE due altre amiche foodblogger che ci hanno regalato piatti FAVOLOSI!

Martina di Una Fragola ai Fornelli ci ha dimostrato vivo interesse per la nostra iniziativa, partecipando con ben tre proposte. Le sue ricette sono anche senza glutine, oltre che senza uova, quindi saranno apprezzate anche dai bimbi che soffrono di celiachia e intolleranza al lattosio e, la sua Crostata di Teff con Zucca e Cioccolato ci ha conquistato al primo sguardo!

collageo25

Emanuela di The Empire state Cooking ci ha regalato un piatto originale, una ricetta particolare, con ingredienti sani e genuini come il pesce e il suo abbinamento “azzardato” è risultato invece molto apprezzato dalla mia ciurma. Il Suo Merluzzo con Uva al profumi di meta è una ricetta perfettamente in linea con l’idea della nostra raccolta: alimentazione sana e gustosa!

12188616_1639668729645681_477992643_n

Naturalmente ringraziamo tutte le partecipanti per il loro contributo, vi posso assicurare che in tante mamme ci hanno contattato e hanno molto apprezzato le Vostre straordinarie ricette! Io vi saluto, il mese prossimo la Raccolta sarà ospitata da Leti: vi aspettano tanti nuovi ingredienti e una nuova sfida di intolleranza da affrontare! Non mancate e ricordate sempre che I BIMBI INTOLLERANTI, e le loro MAMME, hanno bisogno del Vostro aiuto!

Gnocchi di castagne su fonduta di formaggi (senza glutine): buoni, buoni, buoni!

Era da un po’ che volevo preparare una ricetta salata con la farina di castagne, fino ad ora utilizzata unicamente per preparare il mio tanto adorato Castagnaccio, che vi ho proposto tempo fa in una versione alternativa con le mele (qui la ricetta). Pensare che questa farina in passato rappresentava un alimento base, in sostituzione della pregiata farina di grano, nella cucina povera.

farina_di_castagne

La mia nonnina lombarda mi raccontava spesso di quanto fosse buona la pasta fresca fatta con questa farina, per non parlare degli gnocchi. Così ho approfittato della Raccolta “L’Orto del bimbo intollerante” dove le  castagne sono un ingredienti scelto del mese e colto l’occasione per cimentarmi proprio nella preparazione di questi “tanto nominati” gnocchi in versione senza glutine. Risultato? BUONI, BUONI, BUONI! Tutta la ciurma ha apprezzato questo nuovo primo piatto, semplice e veloce da realizzare, che ho voluto condire con una fonduta leggera di formaggi misti: gorgonzola, brie e fontina. Vi lascio quindi la mia seconda proposta per la Raccolta di questo mese, e vi invito a mandarmi le Vostre ricette, avete tempo sino al 27 ottobre: forza, il bimbo intollerante aspetta le Vostre ricette!

raccolta-ottobre

Ingredienti per 4 persone:

300gr di farina di castagne
150gr di farina di riso Pedon
300ml di acqua tiepida
un pizzico di sale
100gr di fontina
80gr di gorgonzola
80gr di brie
latte di riso q.b.
olio evo q.b.

Setacciate le farine insieme, mettetele in una ciotola con il sale e aggiungendo piano piano l’acqua amalgamate gli ingredienti sino ad ottenere un composto compatto e morbido. Fate una palla, avvolgete nella pellicola e riponete in frigorifero per 1 ora.

20151014_165603

Nel frattempo tagliate i formaggi a pezzetti, raggruppateli in un pentolino, unite un cucchiaio di olio evo e, a fuoco basso, fateli sciogliere, aggiungendo un pochino di latte alla volta, sino ad ottenere una cremosa fonduta.

20151014_190032

Riprendete l’impasto, prelevate un pezzetto alla volta, fate i classici serpentelli e con un coltello tagliate a tocchetti.

20151014_182850

Fate lessare in abbondante acqua salata in ebollizione, scolate quanto vengono a galla e conditeli con la fonduta di formaggi. Io ho servito su un piatto piano: una base a specchio di fonduta, gli gnocchi sopra precedentemente conditi con un filo di olio e irrorati con altra fonduta, spolverata di parmigiano e via in tavola!

20151014_191103

un combinazione di sapori unico, assolutamente da provare!

20151014_191123

20151014_191134

Marmellata di Cachi: Coloriamo la Raccolta “L’Orto del bimbo intollerante” di arancione!

Gli ingredienti di questo mese per la Raccolta “L’Orto del bimbo intollerante” che curo con Leti di Senza è buono, qui trovate tutti i dettagli per partecipare, sono tra i miei preferiti, Uva, Castagne, la mia amata Zucca e i miei adorati Cachi, uno dei frutti più buoni che io conosca e del colore che io amo di più: l’arancione! Un colore caldo, pieno di vita, simbolo di armonia, di creatività e di fiducia in se stessi e negli altri. Il colore arancione deriva da antiche culture, da religioni millenarie e da simbologie remote. Il nome “arancio” o “arancione” ha origine araba, e ricorda il nome dell’oro. Nella cultura orientale, al colore arancione sono associate proprietà che favoriscono la concentrazione mentale. Per questa ragione i monaci buddisti indossano un saio di tale colore, che ha lo scopo di facilitare il distacco dalle passioni terrene e carnali. In cinese la parola “arancione” ha lo stesso suono di “pregare per la buona sorte”. In Cina, infatti, il colore arancione viene considerato propiziatore di buona fortuna. Nella cultura indiana è il colore del II chakra, Swadhisthama, situato nel Tan tien, ovvero il punto del corpo in cui ha sede il Ki, l’energia vitale.
Ed ecco così che la prima ricetta di questa nostra Raccolta per il mese di Ottobre è di colore arancione: che sia un mese ricco di buone ricette per i nostri bimbi intolleranti! Torno alla mia grande passione: preparare conserve e marmellate! Ecco la mia prima proposta: Una marmellata di cachi, semplice e gustosa, per poter assaporare a lungo il gusto dolce di questo frutto di stagione. Una marmellata profumata e corposa, dolce e delicata, di un colore arancione meraviglioso.

Ingredienti:

1 kg di cachi maturi
250 gr di zucchero di Canna
2 limoni

Sbollentate i cachi in una pentola di acqua bollente, e una volta freddi sbucciateli e puliteli, raccogliendo la polpa in una pentola. Aggiungete il succo di limone e fate cuocere per 5 minuti. Unite lo zucchero, mescolate e continuate la cottura per almeno 20 minuti, non smettendo mai di mescolare.

20150928_113218

Trascorso il tempo fate la prova del piattino: se la goccia di confettura si rapprende velocemente è pronta. Non vi resta che invasare a caldo in vasetti precedentemente sterilizzati.

20150928_113831

Fate raffreddare e lasciate riposare qualche giorno prima di consumare.

20150928_143944

Una confettura perfetta per la colazione, su calde fette di pane tostato…

20150928_143934

ma anche per farcire deliziose crostate (… i prossimi giorni la prepareremo insieme)!

20150928_144006

Ora tocca a Voi: cosa mi preparate questo mese per la Raccolta? Vi aspetto numerosissimi!

raccolta-ottobre

Raccolta “L’Orto del bimbo intollerante”: benvenuto Ottobre

L’Autunno è arrivato e con lui sulle nostre tavole appaiono tantissimi nuovi e buoni prodotti di stagione, che questo mese faranno da padrone alla Raccolta “L’Orto del bimbo intollerante” che oramai da Marzo seguo insieme alla mia cara amica blogger Leti di Senza è buono! Insieme a frutta e verdura di stagione, che fra poco scoprirete, affrontiamo nuovamente l’intolleranza e l’allergia alle uova! La maggior parte dei prodotti in commercio adatti ai nostri bimbi le contengono: biscotti e torte confezionate e tutte le varie merendine (che io sconsiglio sempre di comprare e al massimo di leggere benissimo le etichette). Che fare quindi? Questa Raccolta nasce proprio per aiutare le Mamme come noi, ad affrontare  i vari problemi di intolleranze che possono comparire nei nostri bimbi. Noi, con l’aiuto di tutte le nostre amiche blogger e di chiunque  voglia contribuire, raccogliamo buonissime e semplici ricette, per rendere più sereno e piacevole il rapporto degli intolleranti con il cibo!

A Maggio Leti aveva affrontato l’argomento ALLERGIA UOVA in maniera esaudiente e chiara sul suo blog, per chi si fosse perso le sue spiegazioni in merito basta che cliccate qui e troverete tutte le informazioni su questa Intolleranza.

E’ arrivato il momento di comunicare gli ingredienti di questo mese:

ZUCCA        images (42)

CASTAGNE untitled (6)

UVA             images (5)

CACHI           untitled (9)

Vi piacciono? A noi tantissimo!

Quindi non mi resta che invitarvi tutti a partecipare a questa Raccolta: avete tempo sino al 27 Ottobre per mandarmi le ricette (basta indicarmi il link nei commenti qui sotto) che vi ricordo devono contenere uno o più ingredienti sopra elencati ed essere naturalmente SENZA UOVA.

Questo è il Banner per la Raccolta di Ottobre.

raccolta-ottobre

Per tutto il resto Vi rimando qui, dove trovate il Regolamento per partecipare!

Forza, questo mese più che mai vogliamo tantissime ricette gustose e semplice alla portata di tutti: Vi aspettiamo!

Le nostre Proposte fuori gara:

Marmellata di Cachi di Manu del blog “Una Favola in tavola” Il Mondo di Ortolandia
Crema di Zucca e Fagioli Cannellini di Leti del blog Senza è buono
Torta soffice all’uva con briciole di mais e riso di Leti del blog Senza è buono
Torta di Saraceno all’Uva fragola e Pere di Michela del blog Mammaveg
Gnocchi di castagne senza glutine su fonduta di formaggi di Manu del blog “Una Favola in tavola” Il Mondo di Ortolandia

RICETTE IN GARA:

Castagne

Donuts con farina di castagne di Grazia del blog Sineglu
Crema spalmabile alle Castagne di Camilla del blog La Cascata dei Sapori
Crema di mele con castagne caramellate di Francesca del blog Food and Now
Castagnaccio Vegan di Martina del blog Una Fragola ai Fornelli
Crostata di Castagne e cioccolato di Eleonora del blog Karmaveg

Uva

Merluzzo con uva al profumo di menta di Emanuela del blog The Empire State Cooking

Zucca

Crema di Zucca e Porro con Amaranto di Daria del blog Il Blog della Daria
Chips di Zucca al Rosmarino di Consuelo del del blog I Biscotti della Zia
Pasta Zucca e Olive taggiasche  di Lucia del blog Quella lucina nella cucina
Muffin alla zucca che si credono cupcakes di Francesca del blog Food and Now
Polpette di Zucca di Giulia del blog Appunti Genuini
Polpette di Zucca e funghi di Sara del blog Pina la Peppina
Rollo di Pasta con Zucca e Salsiccia di Rosa del blog La cucina di bimba pimpa
Vellutata di Zucca e Castagne di Elisa del blog Viaggio e Assaggio
Insalata di Zucca Arrosto al Timo di Franci del blog Cum gaudio magno
Pasta Zucca e Pancetta di Francesca del blog Il Chicco di Mais
Barrette alla Zucca di Sonia del blog La Cassata Celiaca
Zucca con cipolle borretane, uvetta, olive nere e semi di sesamo di Paola del blog Il Piacere dei Sensi
Gnocchi di Zucca bi sugo del blog Ricette da Coinquiline
Contorno di Zucca e cavolo cinese di Anna del blog Pelle di Pollo
Crostata di Teff alla Zucca e cioccolato di Martina del blog Una Fragola ai fornelli
Quiche con Zucca di Stefania del blog Cardamomo & Co.
Gnocchi di Zucca Vegan di Sabrina del blog In cucina con Sabrina
Gnocchi senza glutine vegan alla zucca e curcuma di Gaia del blog Ginger Gluten Free
Risotto rosso integrale alla zucca al profumo di zenzero di Ely del blog Elylife

Cachi

Bicchiere vestito d’autunno: dessert ai cachi e castagne di Martina del blog Una Fragola ai fornelli
Mousse di Loto e limone all’uvetta di Rosa del blog La Cucina di bimba Pimpa
Budino di Cachi e Arance di Rosa del blog La Cucina di bimba Pimpa

Torta ai Fichi per la Raccolta di Settembre “L’Orto del bimbo intollerante”

Questo mese di Settembre la Raccolta “L’Orto del bimbo intollerante” è ospitata dalla mia socia di avventure e carissima amica Leti di Senza è buono. Volete scoprire quali sono gli ingredienti che abbiamo deciso per Voi e quale intolleranza tratteremo? Bene, fate un giretto qui e scoprirete tutti i dettagli!
Io con la mia proposta fuori gara già vi anticipo uno degli ingredienti di questo mese: i Fichi! Un frutto dolcissimo che la ciurma adora, in particolare la mia Serena, che ne mangerebbe in grande quantità . Per fortuna il mercato offre anche i fichi secchi tutto l’anno, così io riesco ad accontentarla anche fuori stagione. Oggi invece usiamo fichi freschi, appena raccolti dalla pianta, morbidi e succosi, dolcissimi, e prepariamo una buonissima Torta, in versione gluten free, senza lattosio e senza burro, leggera e profumata di vaniglia. Ottima per accompagnare una buona tazza di caffè latte la mattina ma anche un fresco thè per la merenda del pomeriggio. Il suo colore scuro è dovuto all’uso della farina di grano saraceno e dello zucchero di canna integrale. Non mi resta che lasciarVi la ricetta di questa buonissima e sana torta, che la ciurma ha divorato in due giorni!

Ingredienti:

7 fichi
4 uova bio
120gr di zucchero di canna integrale
100gr di farina di grano saraceno Molino Rossetto
150gr di farina di riso Pedon
1 bustina di polvere lievitante Decorì
1/2 bicchiere di latte di riso
1/2 bacca di vaniglia
2 cucchiai di olio di mais

In un pentolino fate riscaldare il latte e aggiungete i semi della bacca di vaniglia. Spegnete il fuoco e fate raffreddare. In una ciotola sbattete le uova con lo zucchero sino ad ottenere una crema. Unite ora le farine setacciate insieme al lievito, mescolate con l’aiuto di una spatola e aggiungete piano piano il latte aromatizzato alla vaniglia e l’olio: avrete un composto liscio e morbido (se occorre aggiungete ancora un pochino di latte).

20150810_115743

Sbucciate i fichi e tagliateli in spicchi.
Ungete con un filo di olio una tortiera, versate il composto e decorate la superficie con le fettine di fichi. Infornate a 180° ventilato per 25/30 minuti (fate la classica prova stecchino).

20150810_120231 20150810_123344

Fate raffreddare e poi togliete dalla teglia, spolverate con zucchero a velo a piacere e portate in tavola!

20150810_133316

20150810_133322

 Bella vero? e vi assicuro che è buonissima!

20150810_133432

Questa ricetta è la mia personale proposta per la Raccolta “L’Orto del bimbo intollerante” di Settembre che curo con Senza è buono!

ASPETTIAMO LE VOSTRE RICETTE!

raccolta-settembre

 Se avete la fortuna di avere tanti fichi preparate una buona marmellata magari come la mia con cannella (qui la ricetta) e se vi piacciono gli abbinamenti particolari, bè non potete non preparare questo buonissimo Risotto con salsiccia, raspadura e fichi!

A presto!

Semifreddo al melone e mandorle: nuova proposta raccolta di Luglio “L’Orto del bimbo intollerante”

Questo mese la Raccolta “L’Orto del bimbo intollerante” che curo con la mia amica Leti di Senza è buono ha tra gli ingredienti a disposizione il nostro amato Melone e come intolleranza abbiamo quella al lattosio (qui trovate tutti i dettaglia degli altri ingredienti). Ecco allora la mia proposta per Voi con questo frutto estivo molto amato da me e dalla ciurma: un ottimo semifreddo, in formato monodose al bicchiere, con una panna cotta senza lattosio con latte di mandorle e una cremosa gelatina al melone. Un dolce semplice, fresco e delicato, veramente buono, ottimo come desset e perfetto come merenda per i nostri amati bimbi!
Vi ricordo che questo mese la Raccolta dura sino al 07 Agosto, quindi avete ancora tempo per inviarmi le Vostre ricette… VI ASPETTO!

Ingredienti per 4 porzioni:

400gr di polpa di melone
2 cucchiaini di agar agar
1 cucchiaio di miele

200gr di panna senza lattosio
100ml di latte di mandorle
1 cucchiaino di agar agar in polvere
1 cucchiaino di stevia

cioccolato extrafondente senza lattosio

Fate sciogliere l’agar agar nel latte di mandorle, unite la panna e la stevia. Mescolate e versate il tutto in un pentolino: fate sobbollire per 5 minuti. Spegnete, prendete i bicchierini (oppure uno stampo magari rettangolare) e versate la panna ancora calda, fate raffreddare a temperatura ambiente. Riponete poi in frigorifero per almeno 2 ore.
Mettete la polpa del melone nel bicchiere del mixer e frullate tutto. Unite l’agar agar fatta sciogliere in un dito di acqua calda, aggiungete il miele e mescolate bene. Riprendete i bicchieri e versate sopra la panna cotta la polpa frullata del melone. Rimettete in frigorifero e lasciate rapprendere per almeno 2 ore.

20150714_124252

Decorate la superficie con del cioccolato grattugiato e … buona merenda!!!!

20150714_184723

20150714_184632

 

 

raccolta-luglio

Crocchette di melanzane (senza lattosio e senza glutine): prima proposta per la Raccolta!

Ieri è partita la nuova Raccolta “L’Orto del bimbo intollerante“: questo mese tanta frutta di stagione, verdure fresche e intolleranza al lattosio! Come ogni mese io e Leti vi proponiamo qualche ricettina delle nostre, naturalmente fuori gara. Inizio io e vi presento le mie fantastiche Crocchette di melanzane, leggere e gustose, senza lattosio e senza glutine, croccantissime fuori e morbide dentro…  ve ne innamorerete! Il regolamento per partecipare lo trovate qui, avete tempo sino al 07 Agosto… aspetto le Vostre ricette!!!

Ingredienti per 20 crocchette:

1 melanzana grande
1 patata grande
farina di riso q.b.
basilico
pangrattato senza glutine Coop q.b.
olio evo q.b.
sale e pepe q.b.

Lavate bene la melanzana, tagliatela a fette, cospargete di sale e mettete per circa un ora in un colapasta con sopra un peso così che perdano la loro acqua (in questo modo saranno più digeribili). Trascorso il tempo, lavate e asciugate bene le fette di melanzana, tagliatele a cubetti e mettete il tutto in una padella con due cucchiai di olio. Fate cuocere a fiamma dolce, aggiungendo sale, pepe e un mestolino di acqua tiepida, sino a quando la melanzana non è morbida e cotta. Nel frattempo lessate la patata, sbucciatela e schiacciatela dentro una ciotola con l’aiuto di una forchetta. Unite alla patata schiacciata le melanzane, del basilico fresco tritato e un cucchiaio di farina di riso. Lavorate bene il composto con un cucchiaio per far amalgamare bene gli ingredienti.

20150616_173504

Aggiustate di sale e formate delle crocchette con le mani umide che passerete nel pangrattato e disporrete su un vassoio.

20150616_173728

Una volta finito tutto il composto mettete le crocchette in frigorifero una mezzora, così da rassodarsi bene.
Ora non vi resta che cuocerle: potete spruzzarle di olio e passarle in forno, oppure, come ho fatto io, friggerle in pochissimo olio evo in una padella, girandole su tutti i lati per farle diventare belle croccanti.

20150616_173953 20150616_174426

In 5 minuti sono pronte, calde calde, croccantissime e veramente buone!

20150616_190347

20150616_190403

La ciurma le ha divorate in un batter d’occhio … sono veramente buone!

20150616_190424

raccolta-luglio