Gattò di patate con formaggio e prosciutto: la nonna del Gattò

“Nessuno può fare per i bambini ciò che fanno i nonni. I nonni cospargono la polvere di stelle sulla vita dei bambini” (Alex Haley)

Chi mi conosce sa bene quanto nella mia Vita i nonni abbiano avuto un ruolo fondamentale, tanto ve ne ho parlato e tanto ancora ne parlerò. Loro sono il filo di unione, la stabilità e la forza di ogni famiglia. La Vita ci ha portato via un nonno proprio all’inizio di questo anno: mentre per Greta, ancora piccola, la separazione non ha provocato sofferenza (il nonno è in cielo a lavorare per Gesù e quando finirà tornerà da noi) per Serena il colpo è stato forte, per lei è stato il primo vero trauma da distacco. Questo “dispiacere” ha fatto si che il filo di unione tra tutti diventasse ancora più forte: la nonna rimasta sola è super coccolata da tutti, nipoti compresi e gli altri nonni hanno riempito le nipotine di tantissimo amore, rassicurandole e viziandole come solo loro possono fare. E così, tra tutte queste coccole, ecco arrivare anche sulla tavole piccole primizie dal nonno Gianni (che nonostante sia in pensione non ci fa mancare mai la migliore frutta e verdura di stagione) e i piatti preferiti dalle bimbe dalla nonna Rosa. Mamma è, come dice Serena, la nonna del Gattò, come lo fa lei non lo fa nessuno. Naturalmente in questi anni ha dovuto cambiare un po’ gli ingredienti, le mie intolleranze e quelle ora di Serena, la obbligano ad utilizzare formaggi privi di lattosio e alimenti senza glutine. Tempo fa vi avevo lasciato la ricetta del Gattò di patate con carne e piselli, uno dei miei preferiti e quella della Torta di patate con Radicchio, formaggio e prosciutto. Oggi invece vi lascio quella del Gattò con prosciutto e formaggio, senza glutine e senza lattosio: il piatto preferito da Serena. Come ben sapete non è altro che uno sformato di patate farcito all’interno, tipico campano, ed è uno dei piatti che solitamente piace tanto ai bambini. Una ricetta gustosa, versatile, di facile preparazione che io spesso porto in tavola, specialmente nella stagione invernale e che spesso la nonna Rosa ci omaggia! Evviva i nonni!

Ingredienti per 4 persone:

2kg di patate (scegliete patate farinose, come la patata viola)
2 uovo
2 etti di prosciutto cotto *
200gr di scamorza senza lattosio
parmigiano 48mesi grattugiato q.b.**
noce moscata q.b.
sale e pepe q.b.
pangrattato grattugiato senza glutine q.b.
burro senza lattosio q.b

*controllate che sia senza glutine e senza lattosio
** il parmigiano stagionato 48mesi è privo di lattosio

Lessate le patate per circa 40 minuti o fino a quando non saranno morbide. Sbucciatele e poi schiacciatele con lo strumento apposito o in mancanza con la forchetta. Raccogliete la purea in una ciotola, unite le uova, 3 cucchiai di formaggio grattugiato, aggiustate di sale, pepe e aggiungete una generosa grattugiata di noce moscata. Mescolate bene il tutto. Imburrate una teglia o una pirofila, spolverizzate con pangrattato e poi versate metà composto di purea. Livellate bene il tutto, farcite con il prosciutto cotto e la scamorza tagliata a fettine sottili e ricoprite con la restante purea. Livellate nuovamente, spolverizzate la superficie con parmigiano, pangrattato e qualche fiocchetto di burro.

20160223_180406

Infornate a 200° per 30 minuti circa: si deve formare una bella crosticina dorata e croccante in superficie.

20160223_192017

Sfornate, lasciate intiepidire e poi servite!

20160223_194454

20160223_194509

Come dice Serena… UNA BOMBA!

11 pensieri su “Gattò di patate con formaggio e prosciutto: la nonna del Gattò

  1. zia Consu

    Anch’io ho sempre avuto un legame speciale con i nonni e quando uno di loro se ne va è sempre un duro colpo al cuore 😦 meno male che l’amore che lega la vostra famiglia è forte e sincero ed insieme riuscite a superare ogni dolore 🙂
    Un abbraccio a tutti e felice serata magari in compagnia di questo golosissimo gattò 🙂

    Rispondi
  2. ricettedacoinquiline

    Mi rattrista un po’ leggere l’introduzione di quest’articolo, perché mi fa ricordare quando sono morti i miei nonni… Più o meno avevo la stessa età di Serena. Quindi la capisco, dalle un bacione forte e raccontatele tutto il possibile del nonno! Non andrebbero mai dimenticati!
    Per il resto, la ricetta è meravigliosa 🙂

    Rispondi
  3. Mila

    Cucciola…ricordo quando capitò a me…mi ci volle un po’ per capire e soprattutto accettare il distacco….
    Bella la ricetta complimenti

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...