Quiche con mix di cavolfiori: il terrore delle scadenze

La scadenza dei prodotti freschi è da sempre un mio pallino: ho il terrore, specialmente quando mi ritrovo per qualche giorno a non cucinare come vorrei. Quello che ci è successo settimana scorso ha un po’ scombussolato le nostre giornate: si mangiava quando si riusciva e spesso il pranzo lo preparavo dalla suocera, dove ci riunivamo tutti, e la cena a casa da noi. Ho dovuto quindi fare il classico “inventario” del frigorifero: così ho preparato una valanga di cose e questo mi ha aiutato a staccare un pochino la spina e ritrovare i miei spazi. Ho fatto anche il lievito madre senza glutine … una vera soddisfazione, una gioia, un sorriso immenso sul mio volto.  Notti insonni ai fornelli, a cucinare per portarmi avanti per il giorno dopo, pane, focacce, torte salate, pasta fresca… una pazza seriale in cucina! Una delle mie creazioni, in attesa che il lievito madre prendesse forza è stata questa bellissima e buonissima Quiche svuota-frigo: pasta sfoglia senza glutine in scadenza, formaggio raspadura, uova e un mix di cavolfiore nei quattro colori, giallo, verde, bianco e viola. Una Torta salata veramente buona, veloce e semplice da preparare, senza glutine e senza lattosio, che è piaciuta tantissimo anche alla suocera, cuoca di vecchia generazione che non ha mai preparato una torta salata in vita sua. La sua permanenza in casa porterà sicuramente qualche novità sulla nostra tavola: la sua esperienza come cuoca mi aiuterà a imparare piatti della tradizione e io farò assaggiare a lei cose nuove, piatti mai provati e sapori diversi! Ne vedrete delle belle… sperando di riuscire a seguire il blog e tutti voi come fatto fino ad ora! Vi lascio la ricetta al volo, a presto!

Ingredienti:

1 rotolo di pasta sfoglia senza glutine e senza latte di Il Pane di Anna
200gr di raspadura (formaggio stagionato)
150gr di mix di cavolfiore (verde, giallo, viola, bianco)
4 uova
sale e pepe q.b.

Al supermercato ho trovato una vaschetta già pronta con un mix di cavolfiore nei suoi colori: verde, giallo, bianco e viola. Mi sono limitata a sciacquarlo bene e ha lessarlo nel classico cestello: lasciatelo un pochino duro, così che continui la cottura in forno. Una volta pronto fatelo raffreddare. Sbattete le uova in una ciotola aggiungete sale e pepe. Stendete la pasta sfoglia in una teglia, disponete il cavolfiore alternando i colori, inserite nei buchini dei ciuffi di raspadura e ricoprite il tutto con il mix di uova sbattute.

20151223_181855 20151223_182020

Infornate a 180° per 35 minuti circa. Fate raffreddare, estraete dalla teglia e servite in tavola: tiepida è eccezionale!

20151223_191819

Che dirvi… bella vero? Ed è buonissima, leggera e gustosa, Greta ne ha mangiate due fette!

20151223_191926

con questa ricetta partecipo a SEDICI “L’ALCHIMIA DEI SAPORI”  che questo mese ha proposto di sapori SULFUREI: Io ho optato per il CAVOLFIORE, scelto da Velia e ho voluto preparare una ricetta con  l’abbinamento CAVOLFIORE-FORMAGGIO STAGIONATO, scegliendo naturalmente il formaggio tipico della mia zona LA RASPADURA.

1919081_474483676080248_8666253238464539769_n-300x300

 

16 pensieri su “Quiche con mix di cavolfiori: il terrore delle scadenze

  1. rosa maria zito

    ooo… che colorata e solare questa Quiche! che idea originale, con il cavolfiore (giù da noi lo chiamiamo volgarmente ‘broccolo’) a testa in su, come a dire che la fa da padrone!!! mi piace proprio, e poi è così veloce da fare!!! mi sa che te la rubo, magari come dici tu svuotando il frigo… ho proprio lui, il broccolo!, solo verde però… e se ci mettessi accanto i carciofi? ti farò sapere! intanto grazie per questa ricetta meravigliosa!!!

    Rispondi
  2. zia Consu

    Stupenda questa quiche svuota frigo 🙂 Bellissimo anche il gioco cromatico con le diverse cimette di cavolfiore ^_^
    Sono sicura che sarà una convivenza molto interessante dal punto di vista culinario..aspetto con curiosità le VOSTRE proposte ^_^
    Un abbraccio ❤

    Rispondi
  3. Mila

    Penso che a volte le scadenze dei cibi ci mettono più ansia di quella che serve, perchè se conservati bene si possono mangiar eocn tranquillità anche qualche giorno dopo. Poi hai presentato una stupenda quiche super colorata!!!!

    Rispondi
  4. nuvolesparsetraledita

    Fantastica!
    Le tue ricette mi fanno venire voglia di andare in cucina… E tu neppure immagini che merito avresti!!!

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...