Biscotti integrali al tè verde senza lattosio senza burro: stimoliamo il metabolismo pt.2

Eccoci al nostro appuntamento settimanale del Martedì con la Rubrica “Bellissime Mamme”. Da martedì scorso abbiamo intrapreso un percorso importante: STIMOLARE IL METABOLISMO, e abbiamo visto quali sono gli alimenti in natura che ci aiutano ad attivare questo importante processo. Dopo il Pompelmo, qui trovate la ricetta che vi ho proposto settimana scorsa, oggi parliamo di un altro importante ingrediente che non può mancare nella vostra dispensa: il TE’ VERDE!

images (12)

Tè verde è sinonimo di Cina, fiore del benessere, elisir di lunga vita, appartiene alla famiglia delle Theaceae e il suo nome Camelia gli è stato dato in onere al contributo che il reverendo Georg Joseph Kamel detto Camellus (1661-1706), celebre botanico, diede alla scienza; invece Il nome sinensis in latino significa “cinese”.
Già nell’antichità, la Medicina Tradizionale Cinese conosceva le sue virtù e le attribuiva il potere di guarire il mal di testa, di eliminare le tossine e di preservare la giovinezza. Si narra che l’imperatore cinese Shen Nung fu il primo bevitore di tè; dati storici risalgono al 2700 a.C., epoca in cui l’imperatore, mettendo le foglie della pianta dentro una brocca di acqua bollente, diede inizio a un rituale tanto sano quanto sacro. Nel 1211 d.C. il monaco giapponese, Eisai, scrisse un libro intitolato “Mantenere la salute bevendo tè”, dove lo esalta come una medicina miracolosa in grado di prolungare la vita.
Il tè Verde Cinese è uno tra i più bevuti al mondo. In Cina, il tè verde prende il nome a seconda della provincia di origine o del luogo in cui è nato. Di tè verdi cinesi ce ne sono tantissimi, i più conosciuti sono il Gunpowder, il Pi Luo Chun, il Long Jing, Il Mao Feng, l’Hua Ding, il Plum blossom.
Il Gunpowder è il più esportato, soprannominato “polvere da sparo” perché le sue foglie sono arrotolate in piccole pallette molto chiuse che sembrano i grani della miscela esplosiva, pronti ad esplodere, ovvero ad aprirsi, quando sono messi in acqua calda. Molte persone apprezzano il gusto leggermente affumicato di questo tè che ha un alto contenuto di fluoro, ottimo per ridurre le carie dentali. Il Gunpowder è leggermente amarognolo e ha un aroma pieno. E’ il tè verde più diffuso in Cina e di facile reperibilità nei negozi specializzati, ma anche nelle erboristerie e nei supermercati, italiani.
Il Pi Luo Chun è un tè verde pregiato, ha foglie arrotolate a spirale, infatti è soprannominato anche Green Spiral, ha un gusto dolce, lieve e leggermente fruttato. Questo tè verde cinese proviene dalla zona dello Jiangsu, la sua raccolta è fatta ad inizio primavera.
Il Long Jing, il noto Dragon Wall, è un tè verde cinese di alta qualità che ha vinto 26 volte premi regionali e nazionali. Proviene da Kaihua ed è il te verde più amato dai cinesi. Il suo costo è abbastanza elevato.
Il Plum blossom è un pregiatissimo tè verde, dolce e profumato, dal gusto pieno e inconfondibile, si riconosce anche per l’insolita forma a fiore delle foglie. I petali del fiore sono sei, e in ogni petalo è custodito un prezioso germoglio. Il lungo e particolare processo di lavorazione, nonché il gusto che tocca anche le note dell’albicocca più succosa, ne fanno un tè da contemplazione.
L’Hua Ding è un tè verde cinese tradizionale: già in tempi antichissimi i monaci buddisti lo coltivavano intorno al loro tempio. La leggenda narra che un monaco giapponese in visita al tempio si innamorò di questo tè verde cinese ne portò la pianta in Giappone, da qui la diffusione.
Il Mao Feng è un pregiato tè verde coltivato a 800 metri d’altitudine, infatti proviene dal monte Huangshan, la Montagna Gialla cinese.

Oltre alla varietà e alle differenze colturali, i vari tipi di tè si classificano in base al processo di lavorazione a cui vengono sottoposti. In particolare, mentre nella preparazione del tè nero la fermentazione è essenziale per ottenere l’aroma desiderato, il tè verde si ricava a partire da foglie giovani e fresche, trattate in modo da inibire i processi fermentativi. Rispetto a quello nero, il tè verde è più povero in caffeina (circa il 50% in meno), ma vanta maggiori proprietà antiossidanti.
Molto conosciuto per la sua azione antiossidante, è utile per contrastare l’invecchiamento cellulare ed ha ottime proprietà dimagranti : le metilxantine (caffeina, teobromina, teofilina) in esso contenute attivano il metabolismo. Svolgono un’ azione ipoglicemizzante, perché riducono l’assorbimento degli zuccheri e lipolitica, in quanto favoriscono l’eliminazione dei grassi dagli adipociti, per stimolazione enzimatica. Queste sostanze promuovono perciò la perdita di peso, favorendo la mobilitazione dei grassi localizzati nel tessuto adiposo e la loro eliminazione a scopo energetico. Più tè verde beviamo, più il nostro corpo brucerà calorie poiché aumenta il tasso metabolico, oltretutto aiuta anche ad abbassare il livello di colesterolo, mantenendo il cuore sano. In questo modo saremo in grado di fare più esercizio fisico, che vi ricordo è importantissimo per perdere peso e restare in forma.  Se dopo un paio di ore dall’assunzione di una tazza di tè è avere fame, vi tranquillizzo perché è normale. Questo è dovuto all’aumento del tasso metabolico, per cui state attenti a quanto mangiate: la cosa migliore è quella di aumentare le dosi di frutta e verdura.

Il consiglio è quello di bere 2-3 tazze di tè verde al giorno: il nostro corpo diventerà più sano e il  tasso metabolico subirà un notevole aumento. Un tasso metabolico più veloce aiuterà a bruciare più calorie, e quindi contribuirà in maniera positiva a perdere peso più velocemente. Naturalmente non addolcite il tè con zucchero, al massimo un cucchiaino di miele!

20151116_204303

Ma con il tè verde si può anche creare qualche buon piatto in cucina, come i biscotti che vi propongo oggi: ricetta semplice, veloce e light, senza lattosio e senza burro. Sono perfetti per accompagnare proprio una calda tazza di tè a metà pomeriggio o come piccolo dolcetto spezza-fame durante la  giornata!

20151116_204339

Ingredienti:

150gr di farina integrale
100gr di farina di riso
1 cucchiaio di lievito
60gr di zucchero di canna integrale
60gr di burrolì
2 uova
90ml di tè Verde

Preparate un tè verde concentrato e fate raffreddare. In una ciotola unite le farine, il lievito e lo zucchero, unite il burrolì e le uova iniziando a lavorare bene la frolla. Aggiungete per ultimo il tè sino ad ottenere un composto liscio e compatto. Avvolgete con la pellicola trasparente e riponete in frigorifero per 30 minuti.
Riprendere l’impasto, stendetelo e con l’aiuto di una formina a scelta fate i biscotti che adagerete su una placca da forno ricoperta da carta forno. Infornate a 180° per 25 minuti.
Fate raffreddare su una graticola e a piacere spolverizzate con zucchero a velo.

20151116_204222

Ottimi per la colazione con un tè caldo ma anche con un delizioso cappuccino di soia!

20151116_204154

Info prese dal WEB

20 pensieri su “Biscotti integrali al tè verde senza lattosio senza burro: stimoliamo il metabolismo pt.2

  1. ricettedacoinquiline

    Io ne bevo 5 al giorno, quindi sto messa bene?XD Il Long Jing è ottimo! Me ne hanno portato un vasetto pieno pieno dalla Cina e ha un gusto troppo particolare *-* sappi che con questa ricetta hai conquistato definitivamente il mio cuore e… Li dovrò fare!!!

    Rispondi
  2. Affy

    Stimoleranno anche il metabolismo ma in questo momento i biscottini hanno di certo stimolato la mia golosità. Accattivanti ammiccano che è un piacere e poi il tè verde è la mia passione.
    Grazie a queste “cure” diventeremo bellissime e se non ci riusciremo potremo almeno dire di averci provato.
    Un abbraccio cara Manu ♥

    Rispondi
  3. zia Consu

    Sai che amo questo appuntamento e anche questa settimana non potevo mancare..ed oggi più che mai siamo in sintonia, anche da me ci sono dei biscottini da gustare con il tea, se verde anche meglio ^_*

    Rispondi
  4. Pingback: Porridge Vegan con mandorle: stimoliamo il metabolismo pt.4 | Una Favola in Tavola " Il Mondo di Ortolandia"

  5. Pingback: Biscotti al caffè light: stimoliamo il metabolismo pt.5 | Una Favola in Tavola " Il Mondo di Ortolandia"

  6. Pingback: Involtini di Tacchino con zucchine, peperoni, erbe aromatiche e arancia: Stimoliamo il metabolismo pt.6 | Una Favola in Tavola " Il Mondo di Ortolandia"

  7. Pingback: Insalata di Mele: stimoliamo il metabolismo pt.7 | Una Favola in Tavola " Il Mondo di Ortolandia"

  8. Pingback: Sandwich con spinaci, crema di ricotta light, pomodori e pistacchi: stimoliamo il metabolismo pt.7 | Una Favola in Tavola " Il Mondo di Ortolandia"

  9. Pingback: Penne con fagioli e pomodorini: stimoliamo il metabolismo pt.9 | Una Favola in Tavola " Il Mondo di Ortolandia"

  10. Pingback: Spaghetti con friggitelli e acciughe: Stimoliamo il Metabolismo pt.10 | Una Favola in Tavola " Il Mondo di Ortolandia"

  11. Pingback: Torta al latte di soia e zenzero senza glutine e senza lattosio: stimoliamo il metabolismo pt. 12 | Una Favola in Tavola " Il Mondo di Ortolandia"

  12. Pingback: Frittata di Broccoletti: Stimoliamo il metabolismo pt.13 per la Rubrica “Bellissime Mamme” | Una Favola in Tavola " Il Mondo di Ortolandia"

  13. Pingback: Filetto di Salmone al Curry: stimoliamo il metabolismo pt.15 | Una Favola in Tavola " Il Mondo di Ortolandia"

  14. Pingback: Ciambella di Ceci e Cocco light con Cioccolato e Cannella: Stimoliamo il metabolismo pt. | Una Favola in Tavola " Il Mondo di Ortolandia"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...