Busiate al Pesto Trapanese: nuova vita

Inizia un nuova settimana e un nuovo piccolo viaggio per tutti noi: la piccola Greta che deve affrontare l’ultimo passo della sua nuova vita, rimanere tutto il giorno all’asilo! Fino ad ora la nostra principessina si è comportata divinamente e sono certa che questo step finale lo affronterà con la stessa indipendenza e gioia mostrata sino ad ora! Ed io? Una nuova vita da vivere: lascerò l’essere  “mamma a tempo pieno” e dopo tanto avrò del tempo per me.

untitled (5)

Potrò dedicarmi con maggiore attenzione alla ricerca di un lavoretto, sistemare tutto ciò che ho lasciato in “sospeso” per il poco tempo a disposizione e naturalmente ritrovare un po’ me stessa. Si, l’impegno “suoceri” non mi abbandonerà mai, ma è arrivato il momento che il Capitano dedichi un pochino di tempo a sé e che riprendi in mano il timone della sua nave, abbandonato da un po’. Egoismo? si, forse, ma il bene della mia ciurma viene prima di ogni altra cosa! Tutti a bordo, vele spiegate, ricomincia il nostro viaggio!

images0L7SWXYH

Nel frattempo porto in tavola un piatto che ci ha accompagnato durante le nostre Vacanze “siciliane”, un primo piatto semplice e buonissimo, una pasta della tradizione trapanese: le  Busiate!

20150917_182515

Prima di rientrare a casa, come già vi ho accennato nei precedenti post, ho fatto scorta di prodotti tipici della mia amata sicilia! Tra questi ho riempito la dispensa di formati di pasta particolari, dagli anelletti (che vi preparerò prossimamente) alle busiate. Come vi dicevo prima, è un tipo di pasta di pura semola di grano duro della zona di Trapani. Prende il nome dallo stelo (BUSA) di una pianta chiamata AMPELODESMOS MAURITANICUS, detto volgarmente DISA. La busa si appoggiava sul bastoncini di pasta fresca che veniva cavato sino a formare la sua caratteristica forma a spirale. Il “suo” condimento tradizionale è il Pesto trapanese, in dialetto “agghiata trapanisa”: basilico, pomodori, aglio, mandorle e pecorino.
Non mi resta che lasciarvi questa buonissima ricetta e augurarVi un ottimo inizio di Settimana!

Ingredienti per 4 persone:

4 pomodori perini maturi
1 spicchio di aglio
1 mazzetto di basilico fresco (30gr pulito)
30gr di mandorle spellate
2 cucchiai di pecorino grattugiato
olio evo q.b.
sale e pepe q.b.
320gr di Busiate  Pastificio Campo

Per prima cosa prepariamo il pesto: dopo aver ben lavato i pomodori incideteli e metteteli per 3 minuti in una pentola con acqua bollente.

20150917_181515

Scolateli, spellateli e frullateli insieme allo spicchio di aglio spellato, le foglie di basilico e le mandorle.

20150917_181804

Aggiungete per ultimo il pecorino grattugiato, un filo di olio evo e aggiustate di sale e pepe. Il pesto è pronto, potete conservarlo in una vasetto ed eventualmente congelarlo e utilizzarlo all’occorrenza.

20150917_182156

Cuocete le Busiate in acqua in ebollizione salata, scolatela, conditela con il pesto e a piacere spolverate il tutto con altro pecorino!

20150917_182438

20150917_191341

Un abbinamento perfetto, una pasta che raccoglie alla perfezione questo pesto

20150917_191401

20150917_191419

Buon appetito!

14 pensieri su “Busiate al Pesto Trapanese: nuova vita

  1. Welda

    Non conoscevo questo pesto elo proverò al più presto! Cara Manu, un po’ ti invidio…alla mia Agata manca ancora un anno alla scuola materna! Ma non ti preoccupare, non è egoismo…se tu sei serena e soddisfatta di te, anche la tua famiglia ne gioverà!!!!

    Rispondi
  2. Silva Avanzi Rigobello

    Ahimè non conosco le brusiate, ma li anelletti sì! Ho fatto anche un bel post l’altr’anno, così come più recentemente uno col presto rosso “tipo” trapanese!
    Sono certa che Greta sarà in grado di fare questo nuovo passo avanti nella crescita con serenità. È una bambina così aperta e solare che la vita le sorriderà sempre. Un abbraccio a tutte e due. E uno a Serena.

    Rispondi
  3. Leti Leti

    Buonissimo e bellissimo il pesto alla trapanese…con quella pasta particolare, poi…che delizia!!!! Ho letto con molto piacere il tuo post: questa è la Manu che mi piace di più! Decisa, consapevole, sicura di sè e di ciò che è meglio per sè stessa e per la sua famiglia! Il tuo non è egoismo, credimi! Hai bisogno di prenderti del tempo per te stessa, perchè oltre che mamma e moglie sei soprattutto una donna, che necessita dei suoi spazi. Un abbraccio a te e un bacio speciale alle tue meravigliose bimbe!

    Rispondi
  4. Laura

    Non e’ egoismo Manu, ci vuole, bisogna pensare anche un po’ a noi stesse, la Greta e’ dolcissima e questo piatto mi piace un sacco, un abbraccio cara, buona giornata per domani, ❤

    Rispondi
  5. Kiki

    Non ne avevo mai sentito parlare, piatto interessantissimo e sembra molto gustoso!
    La pasta per caso si può fare anche a mano? M’interesserebbe provare 🙂

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...