Burger Buns (home made) con hamburger di tacchino allo zafferano e patatine fritte: ti accontento ma a modo mio!

Sono sicura di essere una delle tante mamme che si sente spesso dire dai propri figli: “andiamo al Mc Donald?”. Invece sono una delle poche mamme (forse) che non porta quasi mai (2 volte l’anno se tanto) i propri bimbi a mangiare in un fast food. Perché? La mia risposta è molto semplice: quel cibo non fa bene, assolutamente!
Qui partono mille polemiche, lo so, tante amiche mamme mi dicono che sono esagerata e questo, in tutta onestà, non mi fa piacere. Oltretutto passo quasi io come “La mamma sbagliata”, quella che non porta i bambini al fast food e che rompe ogni volta per quello che si mangia. Conseguenze? discussioni con Serena… io sono la mamma cattiva! Greta, 2 anni, è ancora piccola quindi non si può certo rapportare ad altri bimbi.
Ma io non mollo e non cedo: un giorno mia figlia mi ringrazierà!! E visto che amo cucinare, non vedo perché non preparare questi deliziosi hamburger con tanto di patatine e salsine, direttamente a casa. Già lo scorso inverno vi avevo proposto una cena stile fast food (trovare qui  e qui la ricetta), ma questa volta ho superato me stessa e ho deciso di portare in tavola un Menù totalmente fatto in casa, dai famosi burger buns, i panini dolci, alla “polpetta di carne” o svizzera in una versione molto sfiziosa e saporita.
Il vero lavoro era preparare questi magnifici panini dolci: le ore di lievitazione sono abbastanza ma vi assicuro che la soddisfazione finale vi ripagherà di tutto! Per il burger in sé, ho usato una carne macinata di tacchino che ho voluto aromatizzare con lo zafferano e con della curcuma. Il risultato finale?
L’abbraccio di Serena e i piatti completamenti vuoti hanno fatto di me la mamma più felice del mondo: accontentare la mia ciurma mantenendo i miei principi di cucina sana è ciò di più bello che posso fare! Oggi ho voluto condividere con voi questa nostra nuova avventura in tavola per un solo motivo: noi mamme abbiamo in mano il futuro dei nostri figli, dall’esatto momento in cui c’è il primo battito. Questo vuol dire occuparci di loro al 100%… anche nell’educazione alimentare. Io vivo la mia Favola con la mia ciurma in questo modo, cerco di trasmettere buoni e sani principi a 360°, non giudico e critico nessuno… e non voglio neanche essere giudicata!
La nostra Favola in tavola continua, la rotta è sempre la stessa!

Ingredienti:

per i burger buns

500gr di farina 00
125gr di latte di soia (o normale) tiepido
125gr di acqua tiepida
10gr di zucchero
15gr di miele di acacia
40gr di burro vegetale
10g di sale
15gr di lievito di birra fresco
1 uovo
semi di papavero e semi di sesamo q.b.

per 4 svizzere di carne

400gr di carne macinata di tacchino (o altra a vostra scelta)
1/2 bustina di zafferano
1 cucchiaino di curcuma
1 patata lessa
menta fresca

maionese vegana:

100ml di olio evo
200ml di olio mais
2 cucchiaini di aceto di mele
1 cucchiaino di curcuma
1 pizzico di sale
150ml di latte di soia bio al naturale

4 patate
2 zucchine
2 pomodori
ketchup
sale q.b.
olio evo q.b.

Prepariamo i panini:
in una ciotola unite il latte tiepido, lo zucchero, il miele e il lievito. Mescolate bene sino a quando il lievito non è ben sciolto.

20141027_090833

In un altra ciotola unite il sale all’acqua e fate sciogliere. Unite il tutto piano piano alla farina che avrete messo in una altra ciotola o in quella dell’impastatrice. Iniziate a lavorare il composto e una volta che inizia ad amalgamarsi unite il burro. Impastate sino a quando il composto non è bello liscio.

20141027_091902

Coprite con una pellicola e lasciate lievitare almeno 3/4 ore. Riprendete l’impasto e dividetelo in palline di circa 70gr l’una (a me ne sono uscite 10).

20141027_125212

Mettetele su una teglia ricoperta da carta forno, coprite con un telo e lasciate lievitare ancora sino a quando non raddoppiano di volume (io ho lasciato lievitare per 2 ore).
Spennellate la superficie di ogni panino con l’uovo, spolverate con i semi di papavero e di sesamo e lasciate riposare il tempo che il forno raggiunge la temperatura di 200°.

20141027_153158 20141027_153210

Infornate per 15 minuti. Sfornate: i vostri panini dolci saranno lucidi in superficie e morbidi all’interno. Ora potete farcirli come volete! Quelli che vi avanzano potete congelarli tranquillamente!

20141027_160133

20141027_160146

20141027_161554

Prepariamo la maionese: in un frullatore unite tutti gli ingredienti e frullate per 5 minuti.

20141027_155409

Prepariamo la carne:
Sciogliete lo zafferano in un cucchiaino di acqua calda, impastate con la carne macinata, la patata schiacciata, la curcuma e un pochino di menta triturata. Salate e formate gli hamburger e ungeteli leggermente.

20141027_173444

20141027_175156

Tagliate le zucchine a fette e grigliatele, tagliate i pomodori a fette e fateli sgocciolare dalla loro acqua dentro un colino.

Prepariamo anche le patate da friggere: mio cugino siciliano che vive ormai da più di 20 anni in Inghilterra mi ha insegnato che una buona patatina va fritta due volte a due temperature diverse. Io non ho in casa il termometro ma mi regolo solo alzando e abbassando la fiamma. Sbucciate le patate, non lavatele ma pulite con il panno carta, tagliatele a bastoncini più o meno sottili in base ai vostri gusti. Versatele nell’olio bollente una prima volta (circa 160° – fiamma media), appena vengono a galla scolatele su un panno carta e fatele asciugare dall’olio. Alzate la fiamma al massimo e una volta che le patatine si sono raffreddate ributtatele nell’olio per un paio di minuti fino a quando non sono belle dorate. Pronte!

20141027_191025

20141027_191733

Non vi resta che cuocere i burger in padella e assemblare il piatto: tagliate il panino a metà, fatelo scaldare sulla piastra e poi farcitelo con le zucchine grigliate, il burger, maionese, pomodori, ketchup e via, è ora di mordere!

20141027_191722

36 pensieri su “Burger Buns (home made) con hamburger di tacchino allo zafferano e patatine fritte: ti accontento ma a modo mio!

  1. Cuochi per Passione

    Prima di tutto ti dico che questi panini sono splendidi, invitanti e gustosi, è giusto che ognuno abbia le proprie idee e le difenda, non ci sono “mamme sbagliate” =) Noi ogni tanto mangiamo il Mc, ma onestamente credo che farseli in casa sia di gran lunga, oltre che più sano, molto più divertente e buono! Un abbraccio

    Rispondi
  2. Patrizia M.

    E fai benissimo a farlo a modo tuo. Non mi stancherò mai di dire che sei eccezionale come cuoca (ovviamente anche come persona), sai proprio fare di tutto.
    Un bacione e buona giornata cara Manu.
    Ciao, Pat

    Rispondi
  3. afinebinario

    Sei davvero un bell’esempio di Mamma, complimenti cara Manu, la ciurma un giorno ringrazierà per tutto questo, non dubitare! 😉
    La preparazione è un pò lunga ma sapere cosa contengono questi panini ripaga la fatica, con buona pace della salute delle bimbe. Sono contenta di leggere che sono rimaste soddisfatte, non avrebbe potuto essere diversamente con una cuoca in gamba come te!
    Un grande abbraccio
    Affy

    Rispondi
  4. Rebecca Antolini

    wowwwwwwww Manuela, che brava che sei.. cosi hai bamvini felici.. e cibo sano fatto in casa.. ora ti saluto ti abbraccio Pif♥

    Rispondi
  5. immacennamo

    Bravissima Manu io sono come te e spesso mi ritrovo a far fronte alle stesse problematiche, mi sento dire frasi del tipo che sono esagerata, che tanto le schifezze le mangiano lo stesso, ma io cerco di limitare i danni!
    Buoni i panini anche io li faccio e a casa e’ sempre una gran festa, mio figlio li chiama ” Mac mamma ” 😊

    Rispondi
  6. barbaracrupi

    Ho 23 anni e prima di scoprire la celiachia,all eta di 10 anni, sono andata al fast food per tanto aver sentito parlare i miei compagni di classe. Ricordo ancora che al primo morso lo sputai,il gusto è orrendo e l’odore peggio ancora. Sinceramente non so cosa cè di buono in quei posti tanto da stimolare un bambino e peggio ancora un adulto. Odio profondamente i tavoli unti. Infine lo scorso anno ho trovato la versione gluten free, l ho voluta provare ma niente di che.. il tuo invece,ha un aspetto buonissimo,purtroppo essendo celiaca lo mangerò solo con gli occhi! 😉 un saluto alla ciurma!!

    Rispondi
  7. Pingback: Idee in tavola #2 | Ma la notte no!

  8. Pingback: Idee per un compleanno | Ma la notte no!

  9. Pingback: I-cook: ciambelline al formaggio e cioccori | Ma la notte no!

  10. Pingback: Crocchette di Tonno e Ricotta: coccoliamo la piccola marinaia ammalata | Una Favola in Tavola " Il Mondo di Ortolandia"

  11. Pingback: Roast beef con salsa alla senape e verdure all’agro: hello! | Una Favola in Tavola " Il Mondo di Ortolandia"

  12. Pingback: Uova ripiene con tonno, capperi e acciughe: una tira l’altra | Una Favola in Tavola " Il Mondo di Ortolandia"

  13. Pingback: Involtini di Tacchino con zucchine, peperoni, erbe aromatiche e arancia: Stimoliamo il metabolismo pt.6 | Una Favola in Tavola " Il Mondo di Ortolandia"

  14. Pingback: Filetti di pollo croccanti al forno: altro che Nuggets! | Una Favola in Tavola " Il Mondo di Ortolandia"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...