Timballo di riso al forno: trasformiamo l’Arancino!

La nostra Favola in tavola oggi vi porta in Sicilia. Come vi avevo anticipato ieri,quando vi ho proposto la Crostata di cous cous, il riso torna sulla nostra tavola ancora una volta ma in una versione diversa. La cucina predominante in casa mia è sempre stata sin da piccola quella mediterranea in particolar modo Siciliana, viste le origini di papà. Mamma, già fidanzata con lui all’età di 16 anni, anche se Lombarda, ha imparato velocemente tutti i piatti tipici, anche perché a 18 anni, trovato lavoro a Milano, si è trasferita a casa di nonna (la suocera) dove ha imparato ad apprezzare questa cucina. Certo i piatti della cucina lodigiana e piacentina, origini dei nonni materni, non mancavano in tavola ma sicuramente con una frequenza diversa. Tutta questa premessa per dirvi che uno dei miei piatti preferiti che nonna e mamma cucinavano spessissimo erano gli Arancini di riso con un ripieno di carne e piselli e …naturalmente fritti! I modi in cui vengono farciti sono diversi da zona a zona, ma io preferisco sempre quelli di carne: il sapore del risotto allo zafferano insieme al ragù di carne e piselli con quella crosticina croccante fuori…che dire di altro, un vero piacere per il palato!
Questo piatto è stato accolto a braccia aperte anche sulla mia tavola, prima quando eravamo solo io e mauro, poi da Serena e adesso anche da Greta, svezzata proprio la scorsa estate in Sicilia con un bel arancino! Li preparo spesso nella bella stagione, dove la friggitrice in balcone o giù in giardino non fa “puzzare” la casa, visto che ho cucina e sala aperte. Nella stagione invernale l’unica eccezione si fa, come da usanza, per il giorno di Santa Lucia (ve ne avevo parlato qui), per il resto io e mamma prepariamo spesso un bel timballo di riso. La procedura è la stessa dell’arancino, viene solo messo tutto in una teglia e cotto al forno. La crosticina? Si forma lo stesso, vedrete!
Certo, come dico sempre io, non è paragonabile a un bel arancino fritto, ma vi assicuro che tutti i sapori e i profumi sono presenti e vedrete il successo di questo piatto anche sulla vostra tavola!

Ingredienti:

500gr di riso carnaroli la Pila
2 bustine di zafferano
brodo vegetale q.b.
200gr di carne macinata
100gr di pisellini fini
1/2 tubetto di concentrato di pomodoro
acqua q.b.
pangrattato q.b.
formaggio grattugiato q.b.
sale e pepe q.b.
olio evo

Preparate un classico risotto allo zafferano e una volta pronto, regolate di sale e pepe e fatelo raffreddare mescolando spesso.
In un altro tegame preparate il ragù: mettete due cucchiai di olio e la carne macinata con i pisellini, fate rosolare qualche minuto e poi unite il concentrato di pomodoro. Salate, mescolate e coprite con del brodo vegetale facendo cuocere per circa 30minuti, sino a quando il ragù non si è asciugato e la carne non è cotta.
Prendete la pirofila, ungete il fondo e spolverizzate con pangrattato.

20140928_113318

Fate un primo strato con la metà del riso

20140928_113446

livellate bene, ricoprite con il ragù e formaggio grattugiato

20140928_113700

 ricoprite con il riso rimasto. Spolverizzate tutta la superficie con pangrattato e con olio.

20140928_114021

Infornate a 220° per 15/20 minuti sino a quando la crosticina sopra non è ben croccante e dorata.

20140928_123619

Fare raffreddare e portate in tavola!

20140928_124150

Non sentite il profumo?

32 pensieri su “Timballo di riso al forno: trasformiamo l’Arancino!

  1. rosalba

    perfetto l’ho preparato oggi x pranzo perchè mi vengono a trovare dei cugini ,la mia versione però è cotta in padellla con lo stesso procedimento erigirata come una frittata

    Rispondi
  2. afinebinario

    Trasformazione in piena regola! 😉
    Ma ci sta, direi che questo timballo entra d’onore nella cucina regionale, semplifica i tempi e risulta anche gradevole alla vista e all’olfatto. E se le bimbe si sono espresse positivamente l’esame è brillantemente superato.
    Mi è piaciuta molto l’idea sai … 😉
    un abbraccione Manu
    Affy

    Rispondi
    1. Una Favola in Tavola - Il Mondo di Ortolandia Autore articolo

      Ciao bella siciliana, se mi dici tu che l’idea ti piace allora la ricetta è ok! Ma si dai, un modo alternativo per portare in tavola un grande piatto: profumi e sapori ci sono tutti, manca la frittura che è quella che dà all’arancino la bontà giusta, lo so, ma che si può evitare ogni tanto!
      bacione

      Rispondi
  3. Pepe

    Questo è indubbiamente un piatto da mamma. Una cosa che io non farei mai, ma che solo a guardarlo mi scendono le lacrime e mi viene voglia di abbracciarti. Tuo padre è siciliano, annamo bene! Mia madre è di Licata!

    Rispondi
      1. Pepe

        o_O Si ma io non sono mai stata a Licata! Udici Zie siciliane salite al Nord! ahahha
        Giù è rimasta la Zia Eda che pensa che mia madre abbia sempre 25 anni…

  4. sallychef

    La maestria di rivisitare la trdizione senza intaccarne il gusto!! Quanto mi piaaaaaceee 😀
    è invitante e bello da vedere, sembra di leggerci dentro la cura di tramandare le ricette di madre in figla. Sono belle emozioni.
    besos
    Sally

    Rispondi
  5. cordialdo

    Il riso, quello della “Baraggia”, lo mangio sempre in tanti modi. Gli arancini di riso sono la mia passione sempre con il rpieno di ragù di carne e pisellini fini e dolci. Da studente, facevo con gli amici da Reggio a Messina col traghetto , 50 minuti, per rimpizzarci di arancini che ricordo come i migliori chje io abbia mangiato in vita mia.
    La tua nuova ricetta sarà mia cura assaggiarla la prossima volta, al rientro dalla mia breve vacanza in Alta Val Venosta per fotografare i colori del bosco in alta quota. Sono sicuro che mi porterà non solo il profumo ma anche il sapore di quegli arancini indimenticabili.
    Ciao, Manu. Buona serata. >Osv.

    Rispondi
  6. Patrizia M.

    Il riso io lo adoro, credo di avertelo già detto ahahhaa
    Questo timballo invoglia tantissimo anche se ho cenato da poco, me lo mangerei ugualmente 😀
    Ciao, buona serata.
    Bacione, Pat

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...