Gli Spinaci

Lo spinacio (Spinacia oleracea) è una pianta erbacea della famiglia delle Chenopodiaceae. Originario dell’Asia è stato introdotto in Europa tra il 1200 e il 1300 dagli Arabi, che lo definivano “il principe degli ortaggi”. Di questa pianta si consumano le foglie spesse e verdi.
Gli spinaci sono tra gli ortaggi più noti per il loro apporto di ferro, circa 2,9 mg di minerale per 100 grammi di prodotto fresco, decisamente maggiore rispetto a molti altri ortaggi. C’è però un particolare che è importante conoscere: il 95% del ferro contenuto negli spinaci è inutilizzabile come nutriente a causa della presenza di acido ossalico, sostanza che limita molto la biodisponibilità dei minerali. Per ovviare a questo inconveniente basta condirli con il succo di limone, ricco di acido citrico e acido ascorbico, che rendono parzialmente solubili gli ossalati di ferro.

imagesCAFL4YDY
Contengono anche vitamina C, carotenoidi, clorofilla e luteina. Tutti questi micronutrienti esaltano le proprietà antiossidanti e li rendono un alimento particolarmente utile durante e dopo la dieta, quando è più facile che i tessuti, improvvisamente “svuotati” dal grasso sottocutaneo, tendano a rilassarsi e a inflaccidirsi, esponendoci al rischio del temibile effetto yo-yo. In misura minore, ci sono poi vitamine E, K, B1, B2, B6, PP, e anche rame, fosforo, zinco, calcio, potassio che, agendo in sinergia, contrastano smagliature e cellulite.
Sono ricchi di acido folico (o vitamina B9) indispensabile per la vita dell’uomo: è utile per dare vitalità al sistema immunitario, per la produzione di globuli rossi e l’utilizzazione di alcuni aminoacidi, e per favorire il rinnovamento delle cellule. Contiene cellulosa che assorbendo facilmente l’acqua si gonfia e aumenta il senso di sazietà, aiutando anche l’intestino a svolgere correttamente il suo lavoro. La cosa migliore da fare per sfruttare al meglio le proprietà curative degli spinaci è cuocerli poco o – ancora meglio – consumarli freschi, in insalata o sotto forma di centrifugato: in questo modo si evita che il surriscaldamento della cottura ne deteriori il contenuto di vitamine e acido folico.

E’ importante rilevare che per beneficiare al meglio delle proprietà salutari di queste foglie verdi converrebbe mangiarli crudi: lessandoli si perde una buona percentuale (circa il 50%) degli elementi utili all’organismo; questo, però si può fare quasi solo con gli spinaci novelli, che hanno foglie più piccole e tenere.
Un punto molto delicato del consumo di spinaci è la loro pulizia. Vanno lavati molto bene per eliminare ogni traccia di terriccio (essendo la foglia crespa, la terra vi penetra in profondità), per questo è opportuno sciacquarli più volte, senza però lasciarli a bagno: in questo modo, infatti, rilascerebbero nell’acqua buona parte dei principi nutritivi.
Dopo la cottura, vanno passati sotto acqua fredda per far sì che rimangano verdi, prima di strizzarli con le mani in modo che perdano l’eventuale sapore un po’acre. Anche il liquido di cottura si può utilizzare, ad esempio per risotti e minestre.
Una volta cotti e strizzati, gli spinaci si possono conservare in frigorifero in un contenitore ermetico per un paio di giorni oppure congelare riponendoli in un sacchetto di plastica da freezer, pronti per trasformarsi in contorni e ripieni per la pasta.
Ecco il primo ortaggio di questo mese di Giugno: tante gustose ricette per tutta la famiglia, in particolare per i nostri bimbi che trovano quest’ortaggio difficile da gustare. E non solo … rimedi naturali per il nostro benessere fatti in casa.

imagesCA2LSZNN

Vi aspetto numerosi … arriva l’estate e la tavola si colora di un bel verde brillante!
Manu

2 pensieri su “Gli Spinaci

  1. Pingback: Raccolta “L’Orto del bimbo intollerante” per il mese di Maggio | Una Favola in Tavola " Il Mondo di Ortolandia"

  2. Pingback: Sandwich con spinaci, crema di ricotta light, pomodori e pistacchi: stimoliamo il metabolismo pt.7 | Una Favola in Tavola " Il Mondo di Ortolandia"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...