I Surgelati si … ma anche no!

I Surgelati … senza ombra di dubbio sono la scelta valida per chi va di fretta, ma sono alimenti salutari da mettere sulle nostre tavole? Possiamo realmente fidarci di queste aziende che fanno trovare centinaia di loro prodotti nei supermercati da verdure, a piatti pronti, a pesce e frutta?
La surgelazione si può ritenere la migliore tecnologia di conservazione da un punto di vista igienico e nutrizionale e alcuni prodotti di uso comune possono addirittura talvolta essere migliori di quelli freschi: spinaci, asparagi, carciofi e altre verdure dopo 2-3 giorni perdono molte delle loro preziose vitamine che invece conservano quando sono surgelate.
Per le verdure sono ottime quelle in foglia che riescono a mantenere il sapore dell’appena colto o quelle divise in piccole porzioni, come ad esempio i cubetti di spinaci, le patate affettate sottili o il minestrone a dadini, i legumi – fagioli e piselli -, poiché il freddo arriva più velocemente al cuore dell’alimento.
Tra i pesci sono ottimi il merluzzo atlantico, il nasello o i pesci piatti e magri come sogliola e platessa che grazie alla pelle spessa si conservano in freezer per sette-otto mesi, o i filetti già puliti e senza pelle. Anche molluschi e crostacei, che sono molto deperibili ma molto magri, si adattano bene alla surgelazione che inattiva i batteri ed eventuali parassiti.
La carne, sia rossa sia bianca (pollo, coniglio), resta un ottimo prodotto che conserva inalterate le proteine. È tuttavia utile surgelarla in piccole porzioni, più facili anche da scongelare.
La frutta invece è la più difficile da trattare; quella che si conserva più facilmente sono i frutti di bosco ma è importante che, dopo lo scongelamento, il liquido perso dai frutti venga recuperato poiché ricco di vitamine.
Per quanto riguarda pane, pasta e pizza i nutrienti si mantengono ma perdono fragranza e sapore. Paste crude da pane e da pizza possono essere invece conservate anche a -10°C, così come tortellini e ravioli purché surgelati senza condimento.

Abbiamo potuto quindi vedere che la spesa fatta di surgelati garantisce comunque bontà a tempi record.
Ma non tutti i surgelati sono dei buoni prodotti. Per acquistare pesce e ortaggi al naturale vanno molto bene ma sono invece sconsigliati peri piatti pronti, come i cannelloni, le lasagne, gli sformati o secondi piatti: l’etichetta applicata alla confezione non aiuta, infatti, a capire l’origine della materia prima in essi contenuta, se per esempio la carne di un ripieno è di prima o di seconda scelta e da quale parte dell’animale proviene. Allo stesso modo è bene evitare di scegliere i surgelati che riportano nella propria etichetta la dicitura “oli vegetali” come condimento perché contengono il più delle volte oli di bassa qualità, ricchi di acidi grassi saturi e di quantità eccessive di sodio che ricordo fanno malissimo!!
Leggete sempre le etichette di ogni prodotto che comprate, fresco, surgelato e confezionato perché deve essere chiara la rintracciabilità del prodotto stesso. Solo dopo il servizio delle Iene sulla Terra dei Fuochi molte persone si sono “preoccupate” di capire da dove provengono le verdure e la frutta che portiamo in tavola. Non voglio parlare di quanto sta accadendo in questa zona d’Italia (siamo tutti schifati e spaventati), voglio solo sensibilizzare le persone a una maggiore attenzione comprendendo molte mamme che hanno poco tempo e spesso fanno la spesa a occhi bendati mettendo nel carrello tutto ciò che è veloce da preparare. Ricordo però a queste mamme che l’unico vantaggio è la velocità, a scapito della salute di voi stesse e dei vostri famigliari.
Come già vi ho raccontato, ho un papà fruttivendolo che vedo ogni dieci giorni perché abitiamo un po’ lontano e un suocero con un piccolo orto, quindi alcuni ortaggi li preparo e li surgelo da me. Quello che compro sempre sono i grandi pacchi di minestrone, che non devono mai mancare secondo me in un frigorifero, gli spinaci a cubetti, e il pesce, anche se preferisco spesso comprarlo fresco e congelarlo dopo come faccio con la carne. Per il resto nel mio congelatore ci sono solo un paio di barattolini di sugo pronti per i giorni “incasinati” e il pane. Io amo cucinare quindi forse mi è più facile organizzare il pranzo o la cena con prodotti freschi, anche in brevissimo tempo: un piatto di pastasciutta con pomodorini e basilico e una bistecchina non penso che richieda più tempo che mettere in padella quelle buste di pasta pronta o in forno quegli arrosti già cotti. Scusate, ma il solo pensiero mi fa rabbrividire!
Quello che propongo alle mamme di oggi è una soluzione alternativa ai piatti pronti surgelati: quando avete un’oretta in più, potete preparare qualche piatto veloce “pronto all’uso” e riporlo nel congelatore. Per esempio: preparate delle torte salate a base di verdura, le fate raffreddare e le congelate, basta ripassarle in forno per pochi minuti e voilà che ritrovano la loro croccantezza e il loro profumo. Preparate sempre quantità maggiori di sugo nel week end. Lo potete conservare nel congelatore e tirarlo fuori per una pastasciutta voltante in settimana. Anche le zuppe o i minestroni a base di cereali come orzo e farro sono perfette da congelare. Preparate dello spezzatino in quantità maggiore e congelatelo per i giorni di crisi. Insomma, con un pochino di organizzazione, riuscirete a portare a tavola piatti sicuramente più salutari e risparmiando anche qualcosina, visti i prezzi dei surgelati.
Non sto dicendo di non comprare più surgelati (leggete sempre le etichette), vi sto consigliando di non comprare I PIATTI PRONTI SURGELATI: la salute prima di tutto!

7 pensieri su “I Surgelati si … ma anche no!

  1. Rebecca Antolini

    .. sinceramente compro a volta verdura surgelata… quella fuori stagione … poi le cottolette di soia, hamburger di soia e polpette di soia… il resto faccio fresco …

    Rispondi
      1. Rebecca Antolini

        si si … fin ora tutto era anche buono… ma io vorrei farmi adesso pian piano la verdura in casa nel senso cuocerlo e poi surgelare per quanto mi serve… sai quella verdura fuori stagione cosi ne ho sempre pronto tutto… e fatto anche come piace a me … a parte i prodotti a base di soia…

  2. Pingback: Penne con Crema di Zucca, Piselli e Speck : missione riuscita! | Una Favola in Tavola " Il Mondo di Ortolandia"

  3. Pingback: Risotto con zucchine, carote, piselli e funghi: la magia della neve | Una Favola in Tavola " Il Mondo di Ortolandia"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...